Meta deposita marchio per token crittografici e scambi virtuali

Meta deposita marchio per token crittografici e scambi virtuali

Meta Platforms, ex Gruppo Facebook, ha richiesto un marchio in modo da utilizzare il suo logo per token crittografici e scambi virtuali.
Meta Platforms, ex Gruppo Facebook, ha richiesto un marchio in modo da utilizzare il suo logo per token crittografici e scambi virtuali.

Continua la lunga strada di Meta Platforms, ex Gruppo Facebook, verso il Metaverso. Diciamo che il suo debutto nel mondo crittografico non è stato dei migliori, tuttavia la cosa importante è che non ha rinunciato perdendo di vista l’obiettivo. Al contrario, la società guidata dal giovane intraprendente Mark Zuckerberg si sta ancora muovendo per conquistare una fetta di questo settore in costante crescita.

Infatti, notizia recente rivelata dal procuratore commerciale di Metaverse e NFT Michael Kondoudis, Meta Platforms avrebbe fatto richiesta di marchio. Questo le consentirebbe di utilizzare il suo logo per token crittografici e scambi virtuali. L’idea di questo colosso dei social network e delle app di messaggistica istantanea è quella di creare un vero e proprio ecosistema all’interno del Metaverso.

Una notizia attesissima da parte di chi sta investendo direttamente nel Metaverso grazie a MetverseLife, il portafoglio intelligente di eToro. Puoi entrare anche tu nel metaverse aprendo un conto gratuito e sperimentando tutte le soluzioni offerte dal noto exchange di social trading.

Meta inizia la sua avventura nel Metaverso

In pratica, facendo domanda di marchio, Meta sta iniziando in concreto la sua avventura che la porterà nel Metaverso. Non solo questa gli permetterà di utilizzare il suo logo per token crittografici e scambi virtuali, ma ci sarebbero altre opzioni che la società sarebbe così in grado di percorrere. Eccole qui sotto elencate dalle 8 domande di marchio per il suo logo rivelate in un tweet da Kondoudis:

  • Crypto Tokens
  • Software blockchain
  • Cambi di valuta virtuale
  • Financial + Currency trading
  • Valute digitali, crittografiche e virtuali

Oltre la rivelazione pubblicata su Twitter da Kondoudis, al momento fra le mani non abbiamo altro. In altre parole, Meta Platforms non ha ancora annunciato ufficialmente la notizia anche se la domanda è stata presentata all’Ufficio Brevetti e Marchi degli Stati Uniti già dal 18 marzo 2022. Ecco cosa ha affermato in merito Kondoudis, che rappresenta la società:

Questi documenti riflettono la strategia dell’azienda per spostarsi nel metaverso. Meta ha chiaramente piani significativi per l’economia virtuale che la guiderà.
Gli ultimi depositi di marchi di Meta saranno sicuramente di interesse per i partecipanti al settore finanziario e oltre.

Una notizia bullish per chi è già abituato a investire direttamente nel Metaverso grazie a MetaverseLife. Questo portafoglio intelligente di eToro è aperto a tutti. Puoi aprire anche tu un conto gratuito oggi stesso investendo nel mondo virtuale sul quale sta puntando molto anche Meta oltre ad altre importanti aziende.

*Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 24 mar 2022
Link copiato negli appunti