Microsoft, la sicurezza sul web è tutta una cifra

Quanto vale realmente la sicurezza in quel di Redmond? Tra progetti open source, patch e numeri, la nuova guerra dei browser continua a riservare sorprese, colpi bassi e anche qualche gesto di buona volontà

A Microsoft la sicurezza sta parecchio a cuore: anche se a volte i numeri tendono a confondersi e succede come nel caso di Jeff Jones, security evangelist di Redmond, che ha messo a confronto “mele e arance” ed è incappato nelle aspre critiche di Brian Krebs del Washington Post . Con quest’ultimo che smentisce la presunta maggiore sicurezza di Internet Explorer rispetto a Firefox , al netto di falle e buchi assortiti.

La tesi di Jones è che il browser di default del mondo Windows non sia in realtà quel colabrodo che tutti considerano e da cui Google consiglia di stare quanto più lontano è possibile: per sostenerla si basa sul fatto che, sommando il numero di vulnerabilità di sicurezza registrate nel 2006, IE sia stato minacciato da rischi per 284 giorni su 364, mentre tale numero sarebbe di 285 nel caso di Mozilla Firefox.

Krebs risponde a Jones smontando la “tesi accusatoria” nei confronti del panda rosso: la metodologia di scelta delle vulnerabilità comprendeva qualsiasi cosa, mentre se si contano soltanto quelle potenzialmente in grado di permettere l’esecuzione di codice da remoto il rischio per gli utenti Mozilla sarebbe stato di soli 9 giorni in un anno . IE insomma, è questa l’opinione di Krebs, è tutto fuorché più sicuro di Firefox: se si aggiungono anche i rischi da codice rosso come quello della vulnerabilità zero-day che ha messo a rischio gli utenti Microsoft verso la fine dell’anno scorso, ce n’è abbastanza per riflettere lungamente sulle ipotesi di Jones.

A Redmond, in ogni caso, la faccenda la stanno prendendo decisamente sul serio: come nel caso di Web Sandbox , una tecnologia sperimentale che intende favorire l’isolamento dei componenti aggiuntivi all’esperienza di browsing base in modo da eliminare i rischi insiti nel codice remoto eseguito con pieni privilegi in locale. Disponibile come tech-preview, Web Sanbox è stata rilasciata sotto licenza open source Apache 2.0.

D’altronde per i browser la sicurezza è una caratteristica che non smette mai di essere testata sul campo, una prova che non risparmia nessuno come dimostra l’ennesimo update che Google ha dedicato a Chrome: un aggiornamento che sistema due falle, una delle quali relativamente pericolosa, e prova a migliorare la compatibilità con le webmail di Yahoo! e Microsoft (Hotmail) con uno stratagemma invero curioso.

Nel caso di Hotmail, infatti, il problema risiede nell’incapacità del sistema remoto di riconoscere correttamente Chrome: ragion per cui, in attesa di un fix lato-server da parte di Microsoft, il G-browser bypassa la questione restituendo una stringa di riconoscimento che lo fa “entrare” nel servizio sotto le mentite spoglie di Apple Safari .

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • -ToM- scrive:
    Ma sto tipo l'ha capito...
    ...cosa sono i netbook?Criticare i netbook per la CPU è abbastanza inutile dato che non sono le performarces a non permettere di lavorare.Con uno schermo da 8-10 pollici non ci si fa ne DTP, ne musica nel il restante 90% degli applicativi professionali che abbiano una gui piena di strumenti.A meno di non essere masochisti.Infatti tutti quelli che vedo con il Netbook lo usano per scrivere/navigare e all'UNI ce ne sono a centinaia...Diciamo pure che a questo tipo gli rode di non poter piazzare i chipponi da centinaia di dollari come sui desktop. Senza contare quello che perdono sui notebook non venduti al posto dei NetbookIMHO-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 02 febbraio 2009 21.43-----------------------------------------------------------
  • Fai login o registrati scrive:
    Scusate ma...
    OT_... ma se volete windows 7 perchè non vi prendete un pc serio? se volete vista perchè non vi prendete un pc serio? Secondo voi perchè fanno pc potenti? perchè la gente forse vuole windows.perchè fare esperimenti di come va win7 e lamentarvi che è lento. Usate urcubuntu e basta._OTper la notizia... più netbook venduti, meno notebook venduti, meno schede video nvidia vendute. Mi pare easy.
    • Stein Franken scrive:
      Re: Scusate ma...
      Ubuntu? Direi XP a sto punto, che consuma (WOW!) molto meno.E un antivirus leggero non incide quello che vogliono far credere (puntate alle edizioni per imprese).
    • pabloski scrive:
      Re: Scusate ma...
      per come la vedo io le cose stanno così: "Se vuoi un PC perchè non prendi un OS serio?"
    • krane scrive:
      Re: Scusate ma...
      - Scritto da: Fai login o registrati
      Secondo voi perchè fanno pc potenti?
      perchè la gente forse vuole windows.Ma peeeensa...E io pensavo che la gente usasse le applicazioni sul SO...(rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • Fai login o registrati scrive:
        Re: Scusate ma...
        Se la gente usasse le applicazioni allora tutti i sistemi operativi sarebbero uguali dato che la calcolatrice è uguale e il browser è uguale.Secondo me, le modalità dei programmi sono uguali per quello che in un notebook ci devi fare (calcolatrice, lettore pdf, browser).Ovvio che visual studio su ubuntu non va, ma io programmatore .net evito un netbook...
        • krane scrive:
          Re: Scusate ma...
          - Scritto da: Fai login o registrati
          Se la gente usasse le applicazioni allora tutti i
          sistemi operativi sarebbero uguali dato che la
          calcolatrice è uguale e il browser è uguale.Quondi un Amiga 1200 con 8Mb di ram va benissimo......Sempre detto io (amiga)(amiga)(amiga)(amiga)
  • Anty scrive:
    I limiti li impone Microsoft !!!
    Microsoft, nella residuale speranza di mantenere un minimo di dignità sull'affaire Vista, ha imposto dei limiti stringenti ai costruttori per consentire l'uso di XP che è molto utile anche a chi preferisce altro (OsX e Linux). Il limite sulla RAM a 1Gb(e sull'espandibilità della stessa, a non + di 1 Gb) oltre al limite sull'HD (80Gb poi derogato a 160Gb), limitano le possibilità d'uso tanto da rendere inutile l'implementazione di altre migliorie (Grafica discreta etc.). Se un netbook avesse 4Gb di RAM (o 3 visto che XP 32bit non ne regge di +), HD da 320 - 500 Gb) e magari una grafica efficiente, non ci sarebbe altro da volere, e tra l'altro migliorerebbero anche la risoluzione video (1024x600 si usa perchè consuma poche risorse cpu/gpu).Se un costruttore avesse coraggio potrebbe, usando solo LINUX, fare un supernetbook !!!
    • pabloski scrive:
      Re: I limiti li impone Microsoft !!!
      MS certo ha fatto la sua parte nel castrare i netbookperò c'è da dire che i netbook nacquero come notebook a basso costo....l'idea era di venderli nei mercati emergenti, quindi il prezzo era la variabile fondamentale....poi però è andata in maniera totalmente diversa, solo a questo punto stanno cercando di capire come migliorare i netbook senza aumentarne il prezzoalla fin fine un netbook con capacità simili a quelle dei notebook non lo puoi vendere per meno di 800
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: I limiti li impone Microsoft !!!
      - Scritto da: Anty
      Microsoft, nella residuale speranza di mantenere
      un minimo di dignità sull'affaire Vista, ha
      imposto dei limiti stringenti ai costruttori per
      consentire l'uso di XP che è molto utile anche a
      chi preferisce altro (OsX e Linux). Il limite
      sulla RAM a 1Gb(e sull'espandibilità della
      stessa, a non + di 1 Gb) oltre al limite sull'HD
      (80Gb poi derogato a 160Gb), limitano le
      possibilità d'uso tanto da rendere inutile
      l'implementazione di altre migliorie (Grafica
      discreta etc.). Se un netbook avesse 4Gb di RAM
      (o 3 visto che XP 32bit non ne regge di +), HD da
      320 - 500 Gb) e magari una grafica efficiente,
      non ci sarebbe altro da volere, e tra l'altro
      migliorerebbero anche la risoluzione video
      (1024x600 si usa perchè consuma poche risorse
      cpu/gpu).
      Se un costruttore avesse coraggio potrebbe,
      usando solo LINUX, fare un supernetbook
      !!!Beh l'Atom non è un fulmine di guerra, per intenderci ha prestazioni che sono forse un sesto di quelle di un E8400 e la grafica integrata sta messa forse peggio!Nel corso del 2009 però le cose dovrebbero migliorare, grazie al nuovo Atom di intel e a nuove soluzioni proposte da NVidia, VIA e AMD, il Sony Vaio da 640 grammi è il capostipite di una nuova generazione di netbook!
      • Stein Franken scrive:
        Re: I limiti li impone Microsoft !!!
        Un atom è paragonabile ad un Celeron da 900MHz single core :) (65nm)
        • Enjoy with Us scrive:
          Re: I limiti li impone Microsoft !!!
          - Scritto da: Stein Franken
          Un atom è paragonabile ad un Celeron da 900MHz
          single core :)
          (65nm)Vai su HW upgrade e leggiti le tabelle di confronto delle prestazioni fra i vari proXXXXXri, vedrai che più o meno le cose stanno come ti ho detto
  • Stefano R scrive:
    Nvidia ha ragione
    Se qualcuno di voi usa un PC, e si compra un Netbook, si ritrova con un palmare a forma di Notebook...
    • Stein Franken scrive:
      Re: Nvidia ha ragione
      In effetti è così.Ironicamente quando usciranno i netbook con cpu ARM, avranno autonomia e potenza molto superiori.Ma niente Windows.
    • pabloski scrive:
      Re: Nvidia ha ragione
      ma infatti se confronti gli smartphone con i netbook noterai che sono molto simili e che anzi gli smartphone hanno UI molti più intuitive e quindi sono più userfriendlyi netbook sarebbero dovuti essere i PC per il terzo mondo, ma il giocattolo è sfuggito di mano e si è creato un mercato assurdo che i sapientoni di silicon valley non avevano previsto
  • Stein Franken scrive:
    Per chi parla di consumi
    Mi fanno ridere i commenti che dicono che l'atom consumi pochissimo e quindi i netbook/netbox siano ideali rispetto agli altri per molti motivi.Peccato però che un Core 2 Duo di ultima generazione (o Pentium Dual Core tipo E5200) e una scheda madre tipo G31, abbiano consumi estremamente contenuti e di poco superiori (15-25 W) ma prestazioni incredibilmente migliori. I netbook/netbox sono stati la soluzione ideale per Intel per svuotare i fondi di magazzino. Per questo che lo sviluppo degli stessi è fortemente ridotto.
    • Brando scrive:
      Re: Per chi parla di consumi
      Credo sia anche una questione di prezzi e dimensioni della cpu, altrimenti tutti avrebbero usato un Celeron M.
      • Stein Franken scrive:
        Re: Per chi parla di consumi
        Il problema è che il Celeron è sempre un singolo core.E ha anche un'architettura non proprio interessante.L'atom è meno peggio e l'hyper threading aiuta in certi campi.
    • pabloski scrive:
      Re: Per chi parla di consumi
      intel gli atom li ha buttati lì, giusto per capire se all'utente piacevano o meno....però con la nuova generazione di atom e si spera, nuovi chipset, i consumi dovrebbero scendere di parecchiocredo che intel con i nehalem e successivi punterà di più alle performance, mantenendo volutamente i consumi un pò alti....tant'è che loro stessi definirono l'atom un proXXXXXre in conflitto con i core....è chiaro che avevano buttato atom nell'arena senza crederci troppo però, ma adesso, se sono furbi, aggiusteranno il tiro e creeranno piattaforme atom che consuma sempre meno e che superano in questo i core di almeno un 70-80%
    • web96 scrive:
      Re: Per chi parla di consumi
      - Scritto da: Stein Franken
      Peccato però che un Core 2 Duo di ultima
      generazione (o Pentium Dual Core tipo E5200) e
      una scheda madre tipo G31, abbiano consumi
      estremamente contenuti e di poco superiori (15-25
      W) ma prestazioni incredibilmente
      migliori.
      Prezzo? 250 euro iva inclusa?Se si domani ne ordino uno.
      I netbook/netbox sono stati la soluzione ideale
      per Intel per svuotare i fondi di magazzino. Per
      questo che lo sviluppo degli stessi è fortemente
      ridotto. Forse e' vero. Anzi credo un po' piu' di "forse".Ma il fatto che dei fondi di magazzino trovino una loro fetta di mercato conferma che esiste il fenomeno, deleterio per le tasche del cittadino, dell'obsolescenza programmata.ciao
      • Stein Franken scrive:
        Re: Per chi parla di consumi
        Su questo hai sicuramente ragione.Il problema è che i framework per sviluppare applicazioni diventano sempre più complessi e grossi.Non so fino a che punto sia possibile semplificare, ma mi mancano i tempi di Win95...
        • pabloski scrive:
          Re: Per chi parla di consumi
          vabbè però realisticamente, chi è che scrive software su un netbook?i netbook sono destinati ai cazzeggiatori del web, i perdigiorno telematici, non agli sviluppatori....al massimo i web developer, i designer possono usarli per mostrare ai clienti il lavoro svolto, ma pensare di usarli come workstation è azzardatocerto che gli amici dietro a visual studio, eclipse, netbeans, ma pure dreamweaver, flex builder potrebbero darsi una regolata, che il bloatware non piace a nessuno
          • Stein Franken scrive:
            Re: Per chi parla di consumi
            Ops, io parlavo di chi sviluppa software per tutti i PC :D (non chi sviluppa su netbook).Ma se prendo il tuo discorso, IMHO io mi divertirei con un VIM full screen ;)
          • pabloski scrive:
            Re: Per chi parla di consumi
            un giorno o l'altro perderai la vista :Dfrancamente non capirò mai come fa la gente ad usare quei display microscopici dei netbook
      • Stein Franken scrive:
        Re: Per chi parla di consumi
        Uhm, fai conto che una cpu come una E5200 ti costerà 60 euro, metti anche una scheda madre da 50-70 Euro G31 (ha anche video integrata) e mi sembra che ci siamo. Aggiungi altre cosette, ma dovresti poter rimanere su un prezzo basso.Eppure nessuno ne parla
  • the45dildos scrive:
    Avete frainteso....
    Quello che lamenta nVidia, è che intel vende l'atom solo insieme al chipset con la GMA950.......l'accoppiata è inadeguata: è stato sviluppato un NUOVO proXXXXXre poco potente ma che consuma poco, purtroppo abbinata FORZATAMENTE ad un VETUSTO chipset da rimanenza di magazzino, poco potente e che consuma molto.nVidia vorrebbe che i produttori di netbook potessero vendere anche atom+9400m (ion) e non solo essere OBBLIGATI a vendere atom+gma950.Poter scegliere è sempre meglio, intel non lo permette.
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: Avete frainteso....
      - Scritto da: the45dildos
      Quello che lamenta nVidia, è che intel vende
      l'atom solo insieme al chipset con la
      GMA950....
      ...l'accoppiata è inadeguata: è stato sviluppato
      un NUOVO proXXXXXre poco potente ma che consuma
      poco, purtroppo abbinata FORZATAMENTE ad un
      VETUSTO chipset da rimanenza di magazzino, poco
      potente e che consuma
      molto.
      nVidia vorrebbe che i produttori di netbook
      potessero vendere anche atom+9400m (ion) e non
      solo essere OBBLIGATI a vendere
      atom+gma950.

      Poter scegliere è sempre meglio, intel non lo
      permette.Allora NVidia si è spiegata veramente male!
  • MarcoA scrive:
    Equivoco
    «un netbook "non è in grado di far girare applicazioni moderne" siano essi videogame [...]»No, quelle si chiamano "Playstation", non "PC"!(-:M.
  • attonito scrive:
    Vista va alla grande, a patto di....
    ... installarlo sull'hardware giusto.http://www.youtube.com/watch?v=FVbf9tOGwno
    • pentolino scrive:
      Re: Vista va alla grande, a patto di....
      bellissimo! Un po' costosa come soddisfazione, ma ci sono cose che "non hanno prezzo"!
    • Beppe scrive:
      Re: Vista va alla grande, a patto di....
      - Scritto da: attonito
      ... installarlo sull'hardware giusto.

      http://www.youtube.com/watch?v=FVbf9tOGwnoStavo per scriverti "ma non dire cagate", però mi son detto, prima guardo il video, hahahahaha, hai indubbiamente ragione, quello è il metodo più produttivo per utilizzare vista, anche se non acquistarlo per niente sarebbe ancora meglio.
      • attonito scrive:
        Re: Vista va alla grande, a patto di....
        ma come, solo due commenti a favore? dove sono gli sperticati ammiratori di Vista? Nessuno che controbatte il mio post? mmmmmm.... strano :D
        • Shiba scrive:
          Re: Vista va alla grande, a patto di....
          - Scritto da: attonito
          ma come, solo due commenti a favore? dove sono
          gli sperticati ammiratori di Vista? Nessuno che
          controbatte il mio post? mmmmmm.... strano
          :DÈ che di solito quelli commentano ma non guardano i link, quindi ora credono che tu stia elogiando Vista.
          • fgpx78 scrive:
            Re: Vista va alla grande, a patto di....
            Io il video lo ho visto, e posso dire senza problemi che si tratta del solito caso di chi parla per sentito dire.Dall'SP1 in poi Vista, su un hardware "decente" (che non vuol dire un PC da 1000, ne bastano 400) non ha niente da invidiare ad XP.Tutti elogiano Windows Seven e lo chiedono a gran voce...eppure altri non è che Vista con una bella skin diversa! Mi pare di sentire i vecchi denigratori di W2000 che poi elogiavano XP prima ancora che uscisse...mah...
          • pabloski scrive:
            Re: Vista va alla grande, a patto di....
            ma non è questione di prezzo dell'hardware, quanto piuttosto di potenza dello stessoVista gira su un eeepc? e su un eeebox? NOquello che molti criticano di Vista è il dimezzamento nelle performance rispetto a XP....Windows 7 non è un peso piuma, ma di certo ha performance di almeno il 40% superiori a VistaVista va bene se lo scopo è quello di accendere il tuo quad core a 80 Ghz la mattina, contemplarlo e poi spegnerlo la sera, ma se devi lavorare, magari su un Core Duo o su un P4 con 1 GB di RAM allora Vista diventa un incubo
  • gnulinux86 scrive:
    Problemi in vista per Windows 7!?
    Questa lamentela di Nvidia, la vedo come una lamentela indiretta di Microsoft, perchè Windows 7 allo stato attuale condivide con Vista i requisiti hardware, ma quella piccola ottimizzazione che Windows 7 ha avuto, fa in modo che esso giri un pò meglio di Vista, ma non basta, perchè a partità di hardware sui netbook, Windows 7, risulta più pesante rispetto Xp e distro Linux, se la dotazione hardware dei netbook non aumenta, per Microsof è un problema.
    • Marco scrive:
      Re: Problemi in vista per Windows 7!?
      Quoto, ho un Asus eepc 7.01, avevo installato la beta di windows 7, che dopo un giorno ho tolto perchè troppo lento in confronto a eeeXubuntu.
      • Simon the Sorcerer scrive:
        Re: Problemi in vista per Windows 7!?
        - Scritto da: Marco
        Quoto, ho un Asus eepc 7.01, avevo installato la
        beta di windows 7, che dopo un giorno ho tolto
        perchè troppo lento in confronto a
        eeeXubuntu.Ora, capisco che microsoft vorrebbe spacciare seven adatto ai netbook, ma da qui a crederci e usarlìo ce ne passa...Ricordati sempre di moltiplicare per 1.5 qualsiasi richiesta consigliata per un sistema microsoft e otterrai i reali requisiti minimi per un funzionamento decente...
      • horus scrive:
        Re: Problemi in vista per Windows 7!?
        - Scritto da: Marco
        Quoto, ho un Asus eepc 7.01, avevo installato la
        beta di windows 7, che dopo un giorno ho tolto
        perchè troppo lento in confronto a
        eeeXubuntu.sul 901 gira perfettamente... ce sempre da dire che il win 7 che hai provato non è completa, piena di bug. ma poi credi che un 701 sia in grado di reggere il win7??? gia fa fatica a reggere xp -.-
    • Ramsete. scrive:
      Re: Problemi in vista per Windows 7!?
      sul mio Acerasprire one 150X, ho in dualboot Ubuntu8.04 ed Xp entrambi vanno a meraviglia, ho provato ad installare Windows7 beta, l'installazione è filata liscia, ma il sitema è decisamente più lento rispetto il duo Xp-Ubuntu, evidentemente 1Gb di ram ed un proXXXXXre da 1,6Ghz non sono sufficienti.
      • Alessandro scrive:
        Re: Problemi in vista per Windows 7!?
        Io non vedo tutti questi problemi, sul mio 1000H Seven gira più o meno come XP (a parte un po' di rintontimento nei primi 15-30 secondi dopo il login... frutto secondo me delle trovate di MS per ritardare il caricamento di alcuni moduli e dire "però abbiamo mantenuto la promessa, fa il boot più veloce di Vista!"). Detto questo non credo sia comunque il sistema perfetto per questi dispositivi, e soprattutto non per le prime generazioni di netbook come leggevo poc'anzi della brutta esperienza con Seven su un 701... su quello io non metterei neppure XP, mi limiterei a Crunchbang o a una distro con un DE ultraleggero (anche più leggero di XFCE).D'altra parte si perde di vista, come sempre, lo SCOPO di questi dispositivi, per il quale non so voi ma appena Moblin sarà bello stabile io andrò decisamente con quello.
        • horus scrive:
          Re: Problemi in vista per Windows 7!?
          - Scritto da: Alessandro
          su
          quello io non metterei neppure XP, mi limiterei a
          Crunchbang o a una distro con un DE ultraleggero
          (anche più leggero di
          XFCE).

          D'altra parte si perde di vista, come sempre, lo
          SCOPO di questi dispositivi, per il quale non so
          voi ma appena Moblin sarà bello stabile io andrò
          decisamente con
          quello.tanto vale che disattivi Xorg e fai tutto a riga di comando XD
    • Shiba scrive:
      Re: Problemi in vista per Windows 7!?
      - Scritto da: gnulinux86
      Questa lamentela di Nvidia, la vedo come una
      lamentela indiretta di Microsoft, perchè Windows
      7 allo stato attuale condivide con Vista i
      requisiti hardware, ma quella piccola
      ottimizzazione che Windows 7 ha avuto, fa in modo
      che esso giri un pò meglio di Vista, ma non
      basta, perchè a partità di hardware sui netbook,
      Windows 7, risulta più pesante rispetto Xp e
      distro Linux, se la dotazione hardware dei
      netbook non aumenta, per Microsof è un
      problema.Tieni conto che win7 è ancora in fase beta. Se dio gliela manda buona, per la release finale dovrebbero calare un attimo i requisiti minimi.
  • the architect scrive:
    soluzioni grafiche discrete
    Nel titoletto c'è scritto che Nvidia è "Il maggior produttore di soluzioni grafiche discrete ".Quali sono i produttori di schede grafiche "professionali"?grazie
    • rob scrive:
      Re: soluzioni grafiche discrete
      per "discreto" si intende "non integrato nel chipset", non è una valutazione sulle prestazioni.
  • Ziosilvio scrive:
    Secondo me è Huang a...
    ... non aver chiaro quello che gli utenti credono che un netbook debba essere.Un netbook *non* deve essere "un piccolo PC". Non deve sostituire un PC per /tutti/ i compiti che a un PC sono richiesti.Invece, deve essere un /sostituto sacrificabile/ del computer principale in quelle occasioni in cui l'integrità del suddetto potrebbe essere a rischio: ad esempio, un viaggio o una conferenza, ma anche un guasto del PC principale o un periodo di inattività per cause di forza maggiore come una reinstallazione.In tal caso, il netbook non dovrà "sostituire il PC". Dovrà, invece, permettere all'utente di svolgere i compiti direttamente collegati alla situazione contingente, come leggere la posta elettronica o rifinire i lucidi della presentazione.Io avevo scelto proprio questa strategia quando acquistai l'Eee PC.Avevo un sistema operativo di base installato su SDHC, con il compilatore LaTeX, il visualizzatore PDF, e il software matematico Maxima.Prima di partire, facevo una copia dei dati di lavoro sulla scheda. Dopo il ritorno, aggiornavo i dati sul computer principale.Se mi si fosse rotto il netbook, me ne sarei procurato un altro uguale, e avrei potuto continuare a lavorare senza problemi.Oltretutto, l'Eee PC occupava la metà dello spazio del mio normale notebook, e pesava un buon 65% in meno: grosso vantaggio durante i viaggi. Dico "pesava", perché non ce l'ho più: l'ho passato a mio padre, che voleva un sistema di emergenza per leggere la posta e usare Skype in caso di guasto del suo computer...
  • attonito scrive:
    un P1@200Mhz dovrebbe bastare...
    ... per TUTTO! (a parte i giochi, fororitocco e AUTOCAD)Tutte le attivita' di ufficio (foglio elettronico, elaboratore di testi, posta elettronica, stampa, visualizzazione di PDF, etc) potrebbero essere gestite da hardware obsoleto SE i signori programmatori sapessero programmare.nel 2000 avevamo dei P1/P2 (W95/W98) che facevano tutto, adesso con un dualcore il sistema arranca sotto vista: con linux invede ci fai qualcosa se po parametrizzi a modino, ma meno di un P3@1G con 384Mbyte il sistema (KDE) arranca di brutto.Cari peracottari di microsoft, (e pure quelli dell'elefantiaco openoffice, ovvio) andate a zappare!
    • pampa scrive:
      Re: un P1@200Mhz dovrebbe bastare...

      Cari peracottari di microsoft, (e pure quelli
      dell'elefantiaco openoffice, ovvio) andate a
      zappare!Lasciali a sviluppare software. Il cibo è una cosa più importante.
    • Stein Franken scrive:
      Re: un P1@200Mhz dovrebbe bastare...
      Non diciamo scemenze.Io avevo un P2 con 266 MHz e MMX, ed era una sofferenza fare qualunque cosa che appariva dopo il 2001-2002.
      • attonito scrive:
        Re: un P1@200Mhz dovrebbe bastare...
        - Scritto da: Stein Franken
        Non diciamo scemenze.

        Io avevo un P2 con 266 MHz e MMX, ed era una
        sofferenza fare qualunque cosa che appariva dopo
        il 2001-2002.perche il soft a cui fare riferimento e' stato sviluppato SU pc piu' potenti del tuo: questo significa che non hanno pensato a quelli piu' vecchi come il tuo (ed il mio) PC. Qeusto significa software scritto MALE. Poco conta l'tente finale, a cui si dice: "ah, requisito minimo - il tuo PC*2 - e tu sei obbligato a cambiare hardware."
        • Brando scrive:
          Re: un P1@200Mhz dovrebbe bastare...
          - Scritto da: attonito
          Qeusto
          significa software scritto MALE.Non è detto, può anche significare che sono state aggiunte funzioni che richiedono più potenza.Ad esempio con un P2 dubito che riesci a vedere fluidamente i siti in Flash, e (purtroppo) ce ne sono parecchi in giro...
          • Stein Franken scrive:
            Re: un P1@200Mhz dovrebbe bastare...
            Concordo pienamente. I flash erano un incubo sul mio vecchio pc.Stranamente gli xvid li reggeva ancora (ma quelli complessi andavano comunque a scatti).Serve hardware efficente, non vecchio.
    • Nonriescoa Fareillogi n scrive:
      Re: un P1@200Mhz dovrebbe bastare...
      Prova ad andare in un ufficio un po' serio dove lavorano con 5 fogli Excel aperti - non le tabelline che ti fa fare Excel for Dummies, roba un po' più complessa - 3 documenti di Word da 100 pagine, 5 o 6 browser (infarciti di pubblicità), outlook con 200 mail al giorno, messenger, le applicazioni aziendali, winamp e altra roba assortita, e proponi il tuo P200. Ricordati di indossare un casco, perché te lo tireranno in testa...E in effetti ho visto diverse persone lamentarsi dei netbook nuovi fiammanti passati loro dall'azienda... e i dirigenti prendersela con i responsabili IT.
      • Spammer scrive:
        Re: un P1@200Mhz dovrebbe bastare...
        Sai, quando programmi con macchine poco potenti hai un pò di limitazioni, non è che è solo e sempre questione di cattiva programmazione.
      • attonito scrive:
        Re: un P1@200Mhz dovrebbe bastare...
        - Scritto da: Nonriescoa Fareillogi n
        Prova ad andare in un ufficio un po' serio dove
        lavorano con 5 fogli Excel aperti - non le
        tabelline che ti fa fare Excel for Dummies, roba
        un po' più complessa - 3 documenti di Word da 100
        pagine,scrivi libri con word?
        5 o 6 browser (infarciti di pubblicità),Che ci fai con 6 browser aperti?
        outlook con 200 mail al giorno, messenger, lecominciate a postare in testo puro e non in HTML
        applicazioni aziendali, winamp e altra roba
        assortita, e proponi il tuo P200. Ricordati diwinamp? sei qui a lavorare o ascoltare musica?
        • Ciccio scrive:
          Re: un P1@200Mhz dovrebbe bastare...
          Si vede che non hai mai lavorato in un ufficio con piu' di 15 persone e che non si occupa di programmazione. ^___^
        • Spammer scrive:
          Re: un P1@200Mhz dovrebbe bastare...


          5 o 6 browser (infarciti di pubblicità),
          Che ci fai con 6 browser aperti?Vero me lo chiedo anche io

          outlook con 200 mail al giorno, messenger, le
          cominciate a postare in testo puro e non in HTMLSi dillo tu a mezzo mondo genio.

          applicazioni aziendali, winamp e altra roba

          assortita, e proponi il tuo P200. Ricordati di
          winamp? sei qui a lavorare o ascoltare musica?Io lavoro meglio con la musica e mi annoio di meno, il capoufficio non mi ha mai fatto problemi
    • Brando scrive:
      Re: un P1@200Mhz dovrebbe bastare...
      Adesso non esageriamo...
  • Xilitolo scrive:
    I produttori di HW dovranno reinventarsi
    Fino all'uscita di Windows Vista il meccanismo era software sempre più sofisticato e pesante su PC sempre più potenti, e c'era da mangiare per tutti, produttori di software e hardware, naturalmente a spese degli utenti.Ore questo gioco non regge più, per non rimanere tagliato fuori dal mercato dei netbook il prossimo Windows 7 per la prima volta sarà più leggero del predeXXXXXre, e questo porterà uno sconquasso nel mercato hardware.L'obbiettivo non è più potenza sempre maggiore (che a questo punto per la maggior parte degli impieghi è ormai inutile) ma prezzi bassi e consumi bassi.Mi dispiace per NVIDIA, ma dovrà adeguarsi.
    • attonito scrive:
      Re: I produttori di HW dovranno reinventarsi

      Mi dispiace per NVIDIA, ma dovrà adeguarsi.vedrai che si inventeranno qualcosa cper continuiare a mungere le vacche/utenti, convincendoli che e' per il loro bene.
    • Shiba scrive:
      Re: I produttori di HW dovranno reinventarsi
      - Scritto da: Xilitolo
      Fino all'uscita di Windows Vista il meccanismo
      era software sempre più sofisticato e pesante su
      PC sempre più potenti, e c'era da mangiare per
      tutti, produttori di software e hardware,
      naturalmente a spese degli
      utenti.
      Ore questo gioco non regge più, per non rimanere
      tagliato fuori dal mercato dei netbook il
      prossimo Windows 7 per la prima volta sarà più
      leggero del predeXXXXXre, e questo porterà uno
      sconquasso nel mercato
      hardware.
      L'obbiettivo non è più potenza sempre maggiore
      (che a questo punto per la maggior parte degli
      impieghi è ormai inutile) ma prezzi bassi e
      consumi
      bassi.
      Mi dispiace per NVIDIA, ma dovrà adeguarsi.Leggendo da wikipedia (magari sono dei cazzari e non è giusto quel che c'è scritto, non so) non sembra proprio che win7 sia più leggero di Vista, almeno per quanto riguarda la beta.http://en.wikipedia.org/wiki/Windows_7#Hardware_requirementsSenza dubbio però è più scattante, anche perché a farlo più melassoso ce ne sarebbe voluto...
      • Alessandro scrive:
        Re: I produttori di HW dovranno reinventarsi
        Windows 7 è più leggero in termini di ram e memoria virtuale occupate all'avvio rispetto a Vista (te lo dico per esperienza personale).
    • Stein Franken scrive:
      Re: I produttori di HW dovranno reinventarsi
      Meglio un pc lento che ci mette 100 anni a fare qualcosa (e quindi consumi e stress più alti) o pc più rapidi ed efficenti?Lento non significa efficente. Un P3 andava molto peggio in termini di consumi rispetto ad un C2D.I netbook sono davvero troppo scarsi e costano anche troppo. Fumo negli occhi per ora.
  • Enjoy with Us scrive:
    Poveri produttori...
    La potenza di un netbook è equivalente a quella di un notebook pre core duo, ossia oggetti venduti fino a 5 anni fa, non mi sembrava che all'epoca NVidia o chi per Lei giudicasse i notebook così limitati!La realtà è che hanno una paura fottuta che il consumatore apra gli occhi e che capisca come il netbook, specie le nuove macchine che verranno rilasciate nel corso del 2009 più compatte e con maggior autonomia, vedi il nuovo Atom, siano più che sufficienti per le attività in mobilità e che si renda conto che un desktop + un netbook gli costano meno di un notebook assai meno prestante a casa e meno trasportabile in mobilità... vedrete se nel corso dell'anno anche gli smartphone non incominceranno ad accusare il colpo!Molte delle funzioni "evolute" le stanno implementando cellulari da 70 euro, e sull'altro fronte si trovano con netbook sempre più economici e leggeri!O tagliano i prezzi o chiudono il businness!
    • advange scrive:
      Re: Poveri produttori...
      quoto tutto e aggiungo: basta leggere la seguente frase:[un netbook] non è in grado di far girare applicazioni moderne siano essi videogame, software applicativi per la grafica[CUT]Certo, perché la vera preoccupazione della maggioranza della gente è riuscire a giocare e a far girare pesanti SW per la grafica. Che pena mi fanno: hanno paura che la gente scopra quanto inutile è la corsa all'HW più potente e dispendioso.Per non parlare del "[CUT]al costo di 20-40 dollari in più permette il videogaming, l'alta risoluzione e Windows Vista con l'engine Aero e tutti gli effetti grafici attivati"Ecco, noi dovremmo spendere 40 dollari in più per avere una macchina più pesante, più ingombrante, che consuma il doppio per poterci far girare su l'alta risoluzione, Windows Vista e videogiocare a Crysis! Ma per favore!Per fortuna la gente comincia a chiedersi: ma cosa fa Office 2007 in più rispetto ad Office 97? A chi abbiamo regalato i nostri soldi in questi anni? E l'industria va nel panico...
      • pabloski scrive:
        Re: Poveri produttori...
        certo che è da ridere notare come si impuntino sui videogames e i software per la grafica....certo, infatti lì fuori è pieno di grafici professionisti e videogamer da competizione....ai miei tempi si diceva che i computer portatili non erano adatti ai videogiochi e a guardare Crysis e soci si capisce che questo assioma vale ancora oggiNVidia invece se ne va per la gente e comincia a tirar fuori vongole e lupini :Dmah.....a me sa tanto di marketing per la loro piattaforma Tegra....insomma voglio dire all'utente "hey compra da noi, che Intel fa schifo":...ma se è così non c'era bisogno di tirar fuori menate insensate
        • advange scrive:
          Re: Poveri produttori...

          mah.....a me sa tanto di marketing per la loro
          piattaforma Tegra....insomma voglio dire
          all'utente "hey compra da noi, che Intel fa
          schifo":...Hai centrato il problema: con Tegra nvidia si scontra frontalmente con Intel sui MID: ora devono cercare di convincere la gente che i netbook servono per l'alta definizione e per i videogiochi di ultima generazione.Anche se devo ancora capire a quali videogiochi fanno riferimento: su una piattaforma PC per Tegra l'unico SO possibile è Linux per il quale non ricordo ci siano tutti questi videogiochi di ultima generazioni. Boh?
      • pentolino scrive:
        Re: Poveri produttori...
        mi rubi le parole di tastiera... quoto in pieno :-)D' altra parte negli ultimi vent' anni tutto sto sistema è andato avanti grazie all' accoppiata MS - Intel, la prima faceva applicazioni sempre più "bloatate" che conseguentemente spingevano la vendita dei mostri succhiaenergia a n-core di intel.Adesso nVidia si rende conto che questa improvvisa ondata di buon senso le si sta ritorcendo contro e si lamenta... ma visto che siete così bravi, fate invece un bel chipset più o meno equivalente a quello attuale che consumi la metà o un terzo, quello sì che sarebbe un passo avanti, altro che grafica 3d ed Aero (se aero è il progresso mi tengo ncurses!).Mi immagino che bello giocare a Crisis nello schermo da 9-10 pollici con il computer in braccio, magari in autobus o in treno... certo certo, come no?
        • Mr. X scrive:
          Re: Poveri produttori...
          - Scritto da: pentolino
          mi rubi le parole di tastiera... quoto in pieno
          :-)
          D' altra parte negli ultimi vent' anni tutto sto
          sistema è andato avanti grazie all' accoppiata MS
          - Intel, la prima faceva applicazioni sempre più
          "bloatate" che conseguentemente spingevano la
          vendita dei mostri succhiaenergia a n-core di
          intel.
          Adesso nVidia si rende conto che questa
          improvvisa ondata di buon senso le si sta
          ritorcendo contro e si lamenta... ma visto che
          siete così bravi, fate invece un bel chipset più
          o meno equivalente a quello attuale che consumi
          la metà o un terzo, quello sì che sarebbe un
          passo avanti, altro che grafica 3d ed Aero (se
          aero è il progresso mi tengo
          ncurses!).
          Mi immagino che bello giocare a Crisis nello
          schermo da 9-10 pollici con il computer in
          braccio, magari in autobus o in treno... certo
          certo, come
          no?E con uno zaino protonico tipo ghostbuster per alimentarlo :-PMi sa che nessuno ha ancora chiaro il concetto che sti cosi per essere utili devono essere sempre pronti, quindi batteria duratura (almeno dalle 5 ore in su) e standby rapidissimo, se ci riesce il mio ibook (4 ore di lavoro con wifi collegata e standby immediato) non vedo perchè non ci debbano riuscire anche questi che hanno proXXXXXri molto meno esosi di un G4
    • iRoby scrive:
      Re: Poveri produttori...
      Se magari...L'Atom a 1,6Ghz è più lento di un Celeron 900Mhz.La CPU ideale come potenza a mio avviso è il Pentium M 730/740 a 1,6-1,73Ghz, single core, 2M di cache. Portato a 32nm consumerebbe molto poco e sarebbe una CPU perfetta per tutti anche per qualche videogioco di medio livello di dettaglio e richiesta di risorse.Ma anche i Turion 64 MT30/37 sarebbero eccezionali se portati a 32nm di tecnologia.Questi produttori ci stanno prendendo per il XXXX...Che senso ha una CPU da 2,5w e un chipset da 25w?Se tutto fosse a 45-32nm avremmo meno di 20w per tutto e con potenza i elaborazione molto buona per qualunque uso.
      • pentolino scrive:
        Re: Poveri produttori...
        hai perfettamente ragione, sicuramente si può fare meglio.D' altra parte è assolutamente normale che la prima generazione di un nuovo tipo di dispositivo non sia realizzata in maniera perfetta, però come scrivono altri la strada da seguire è quella di ridurre i consumi e migliorare l' efficienza (qualcuno ha detto ARM?), non certo quella di mettere la grafica 3d ad alta risoluzione ovunque...
        • Brando scrive:
          Re: Poveri produttori...
          Quoto.Sono davvero curioso di vedere cosa tirerà fuori ARM, che autonomia avrà un netbook con una sua cpu e che software useranno...
          • pentolino scrive:
            Re: Poveri produttori...
            la piattaforma promette bene (vedi pandora), i consumi sono risibili ed il software, beh, sappiamo tutti cosa ci girerà e cosa no :-)
    • Brando scrive:
      Re: Poveri produttori...
      Effettivamente non capisco le parole di Nvidia: i netbook sono nati per essere piccoli, economici e fare un numero ristretto di compiti, non per essere workstation grafiche o pc da gioco intensivo.Io spero che facciano dei netbook con uno schermo da 12" che li rendano finalmente più utilizzabili e con chipset a basso consumo, magari che costruiscano anche dei system on chip.Se però (come sembra) vogliono trasformare l'Atom in dual core e mettergli delle soluzioni grafiche potenti, allora è finita. Spero tanto che VIA tiri fuori qualcosa di nuovo e che qualche grosso produttore la segua.Per finire, apprezzo l'accostamento che fai tra netbook e desktop. Attualmente siamo invasi da offerte di portatili da 500 euro che vengono comprati e mai mossi dalla scrivania, presi solo perchè occupano meno spazio di un pc fisso o perchè "fa figo". Un bel desktop potente con un monitor grande è ancora la soluzione migliore per tutti i lavori "seri", mentre il netbook (se ha una buona ergonomia e batteria) è ottimo per i lavori "da ufficio" in viaggio. Che sia questa l'accoppiata vincente per il futuro? Forse, ma si deve investire di più nel design dei computer fissi e sperare che intel e Nvidia non rovivino tutto.
    • We enjoy scrive:
      Re: Poveri produttori...
      - Scritto da: Enjoy with Us
      La potenza di un netbook è equivalente a quella
      di un notebook pre core duo, ossia oggetti
      venduti fino a 5 anni fa, Allora dovrebbe avere il prezzo attuale di un notebook di 5 anni fa. ZERO!
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Poveri produttori...
        - Scritto da: We enjoy
        - Scritto da: Enjoy with Us

        La potenza di un netbook è equivalente a quella

        di un notebook pre core duo, ossia oggetti

        venduti fino a 5 anni fa,

        Allora dovrebbe avere il prezzo attuale di un
        notebook di 5 anni fa.
        ZERO!Piccolo particolare un notebook di 5 anni fa quanto era grande e quanto pesava?
        • We enjoy scrive:
          Re: Poveri produttori...
          non hai la forza di portare un notebook nello zaino?
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Poveri produttori...
            - Scritto da: We enjoy
            non hai la forza di portare un notebook nello
            zaino?Perchè devo portarmi 2 Kg in più dietro?Hai visto il nuovo netbook di oggi? 9.5 ore di autonomia, c'è qualche notebook che fa altrettanto?
  • Monsieur Duball scrive:
    E finita la pacchia!
    E finita la corsa al rialzo, alla macchina più potente moderna e costosa! Mi spiace per NVIDIA ma finalmente il popolo si è accorto che per navigare e usare la maggior parte di applicazioni comuni (office etc) non serve un quad-core e una GPU (magari NVIDIA) da tot milioni di poligoni al secondo. Oltre a risparmiare sull'acquisti si risparmia pure sull'energia elettrica, che di questi tempi fa pure bene ;) W i netbbok! Lunga vita ai netbook!
    • web96 scrive:
      Re: E finita la pacchia!

      E finita la corsa al rialzo, concordo, sono un felice possessore di un eeeBOX 202acquistato appena uscito in Italia .......................
      si risparmia pure sull'energia elettrica,
      che di questi tempi fa pure bene ;) Yesss!Ormai accendo la mia *UltraMega Workstation" da quasi 1 kW solo per il CAD, mentre tutto il resto dalle 8.00 alle 24.00 (e qualche volta anche oltre) lo faccio con i soli 64W dell'eeeBOX.
      W i netbbok! Lunga
      vita ai netbook!Viva gli eeeBOX! Aggiungerei. Le mie ultime due bollette Enel si sono iscritte al FanClub di Asus. :)ciao
    • pentolino scrive:
      Re: E finita la pacchia!
      coem non quotare! Se io devo mettere su un muletto che cacchio mi frega di avere un quad core? Preferisco un computer piccolo, silenzioso e che consumi poco, il resto lo fa linux.
    • Nonriescoa Fareillogi n scrive:
      Re: E finita la pacchia!
      - Scritto da: Monsieur Duball
      E finita la corsa al rialzo, alla macchina più
      potente moderna e costosa!Il che significa che adesso avremo computer lenti e costosi, visto che la gente li compra. Contento te...
      Mi spiace per NVIDIA
      ma finalmente il popolo si è accorto che per
      navigare e usare la maggior parte di applicazioni
      comuni (office etc) non serve un quad-core e una
      GPU (magari NVIDIA) da tot milioni di poligoni al
      secondo. E che gli frega del popolo? La maggior parte dei computer li compra le aziende, che guarda caso non gradiscono i netbook.Questo messaggio è da leggere come "care aziende, ora potete avere anche voi i netbook, a renderli veloci ci pensiamo noi di nVidia!"
    • L0cutus scrive:
      Re: E finita la pacchia!
      condordo in pieno!io mi sono preso un dell mini 9, ed attualmente e' l'unico 'pc'presente nel mio lab, ho portato a casa x i game il mega pc che avevo, consumi ridottissimi ora, in 2 anni si sara' pagato solo di bolletta enel!pagato 299 euro al carrefour gli ho solo aggiunto 1gb di ram ed ampliato l'hd ssd a 32gb, e' piccolo, non ingombra, rumore zero(non ha NESSUNA ventola), leggerissimo, ha tutto (wifi,bluetooth,lan,lettore memory card, usb2) lo porto ovunque, che mi serve di piu' ?Lo uso con linux (archlinux) ho attivato compiz, e' una vera scheggia, nessun rallentamento, openoffice viene su in un lampo, utilizzo addirittura virtualbox + win xp per i casi d'emergenza (leggi usare m$ access saltuariamente) e poche altre cose ed e' strausabilissimo!Che cavolo mi serve un mostro che consuma,ingombra ecc... che sta in idle il 95% del tempo?!?!Sono in crisi lorsignori perche' hanno dimostrato che il pc e' morto temo, per i giochi
      console per tutto il resto, che non sia lavoro pesante di grafica o potenza cpu, netbook!!!vale a dire il 90% dei compiti oggi assolti da un pc...Per quello sono XXXXXXXti...
    • Nome e cognome scrive:
      Re: E finita la pacchia!
      che me ne faccio di prestazioni più elevate in un netbook?piuttosto voglio più autonomia, visto il tipo di prodotto è un requisito fondamentalecosì come un "piccolo" cellulare mi dura mediamente 3 giorni di carica, un netbook deve fare altrettanto e non soltanto 6 o 7 ore...
  • Shiba scrive:
    H(u)ang him up
    "Dalla mia prospettiva - dice il dirigente - qualsiasi cosa sia dotata di un proXXXXXre x86 e faccia girare Windows è un PC". Spero fosse ubriaco, se no il mio vecchio computer non è un pc.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 02 febbraio 2009 13.52-----------------------------------------------------------
  • hey scrive:
    l'informatica finalmente accessibile
    Fa bene nVidia a remare acqua al suo mulino e a mettere i puntini sulle i, dopotutto Intel è quella che crea problemi all'industria dei videogame con le sue insulse schede grafiche integrate. I produttori di giochi infatti rischierebbero di tagliarsi una grossa fetta di mercato ignorando il minimo comun denominatore - poco importa se poi bisogna giocare a 640x480, e che poi le maggiori attenzioni vengono rivolte alle console.Comunque l'era dei Netbook non solo è riuscita a piazzare un altro "PC" a chi ce l'aveva già, ma ha aperto nuovi orizzonti: grazie alla loro enorme diffusione i prezzi, già bassi, stanno crollando, dando la possibilità, politici e insegnanti permettendo, di poter vedere ogni alunno a scuola col proprio terminale, su cui magari girano degli e-book, risparmiando in carta, denaro e offrire nuove opportunità di apprendimento.Oppure per chi viaggia con le low cost potrà apprezzare il non dover rinunciare al notebook perchè faceva sforare i 10kg del bagaglio a mano...
    • rockroll scrive:
      Re: l'informatica finalmente accessibile
      Tutto vero quel che dici, ma se parlassimo dei 100 euro di quando ha incominciato la storia di questa mania, capirei benissimo: il rapporto di costi tra 400 e 100 euro rispecchia benissimo il rapporto di prestazioni tra un PC notebook entry level ed un giocattolo netbook equipaggiato con ciofeca Atom.
  • boy77le scrive:
    se li si compra con cognizione di causa
    allora ok, ma molti quando vengono a comprarli si aspettano un notebook solo un pò più piccolo! direi che ai prezzi di un netbook (300-400 euro) ci sono notebook entry level o promozioni, magari non ultimi modelli ma sempre qualcosa di graficamente più prestante, il mercato dell'usato è pieno di netbook di gente rimasta delusa (per le proprie aspettitve eh) basta sapere cosa si sta comprando!
    • Fringuello scrive:
      Re: se li si compra con cognizione di causa
      Il mercato dell'usato è anche pieno di NOTEBOOKs a prezzi decisamente inferiori ai NETBOOKs...
      • Beppe scrive:
        Re: se li si compra con cognizione di causa
        Si, ma si spaccano solo a guardarli, un netbook ha una discreta qualità, un notebook che costa poco invece sono di una qualità scadentissima, la tastiera sembra quella dei bambini con i tasti che fanno click, il display ha una luminosità così scarsa che tra un po non lo vedi al buio, senza contare le batterie che non durano niente, ne come autonomia ne come durata nel tempo "al max 6 mesi".Se volete prendere un pc portatile prendetene uno serio, un asus o marche equivalenti e non vi pentirete dell'acquisto, altrimenti un netbook, ma mai un notebook al prezzo di un netbook, nessuno vi ragala niente, ricordatelo!!!
        • pentolino scrive:
          Re: se li si compra con cognizione di causa
          quoto in pieno
        • Stein Franken scrive:
          Re: se li si compra con cognizione di causa
          Mai visto un IBM Thinkpad anche di 15 anni fa?Solidi come la roccia e prezzi molto interessanti :)I netbook costano TROPPO. Oltre i 200 euro è segno di furto.
          • dsfda scrive:
            Re: se li si compra con cognizione di causa
            a si?lo hai deciso tu?roditi pure pezzente!
  • SpeedyBrake scrive:
    Un netboock è un netboock
    e non ce frega una mazza di farci girare accelerazioni 3d.
    • littlegauss scrive:
      Re: Un netboock è un netboock
      quoto in pieno
    • Phase II scrive:
      Re: Un netboock è un netboock
      No, un netboo c k è un netbook!Comunque è tutta nvidia.[sì, sto scherzando :-o]Concordo anche io.
      • iride scrive:
        Re: Un netboock è un netboock
        straquoto in toto.quello che vuole nvidia non è quello che voglio IO.Il bello dei netbook è proprio che sono a basso costo.
        • KoD scrive:
          Re: Un netboock è un netboock
          Ti dirò, per 30 euro in più l'accelerazione grafica seria non mi farebbe mica schifo, trasformando il netbook in un pc un po' più serio. E sempre a basso costo.
          • horus scrive:
            Re: Un netboock è un netboock
            possibile che non comprendete questo concetto???? non tutti i netbook avranno ion, ci saranno netbook per ogni tipo di esigenza... avere un netbook significa avere un notebook a basso costo e a basso consumo energetico, quindi un prodotto in grado non solo di essere meno ingombrante ma anche meglio di un notebook tradizionale, che ti permette di giocare, lavorare, navigare tutto in un consumo molto ridotto.
          • carlo scrive:
            Re: Un netboock è un netboock
            l'atom consuma poco, ma e' il chipset che consuma da spavento.Se intel ci mettesse un chipset adeguato, a basso consumo, sarebbe tutta un'altra cosa...
          • Fringuello scrive:
            Re: Un netboock è un netboock
            "avere un netbook significa avere un notebook a basso costo e a basso consumo energetico"Rileggiti quello che è stato commentato dall'autore dell'articolo.E' vero che Nvidia tira acqua al suo mulino (ovvero che senza schede video mobile la batteria dura di piu') ma è anche vero che non si puo' definire l'ATOM un procione alla pari anche del solo vecchio Pentium-M.'sti netbook sembrano tanto roba in stile "aifòn" della Apple, carini da vedere, in pratica inutili da usare, funzioni limitati piu' di quanto uno non creda e senza neppure una batteria in grado di garantire una decente durata (in rapporto a quelli che sono i consumi di un accrocchio hardware cosi' scarso).Apparte tutte queste considerazioni pero' vien da dire:chi se ne frega? Se è contento l'acquirente non vedo perchè andare a stressare la sua scelta piu' di tanto. Io continuo a pensare che un Ibm thinkpad vecchia generazione sotto i 300 euro sia tutt'oggi la miglior scelta (durata/costo/resistenza), poi de gustibus.
          • attonito scrive:
            Re: Un netboock è un netboock
            - Scritto da: carlo
            l'atom consuma poco, ma e' il chipset che consuma
            da spavento.
            Se intel ci mettesse un chipset adeguato, a basso
            consumo, sarebbe tutta un'altra cosa...esato,k perche credi che non l'ho alcora comprato, il netbook?proprio perche' in un tale prodotto cerco l'ìautonomia, cosa che il "succhioso" chipset di intel mi nega.
          • lucapas scrive:
            Re: Un netboock è un netboock
            - Scritto da: attonito
            - Scritto da: carlo

            l'atom consuma poco, ma e' il chipset che
            consuma

            da spavento.

            Se intel ci mettesse un chipset adeguato, a
            basso

            consumo, sarebbe tutta un'altra cosa...
            esato,k perche credi che non l'ho alcora
            comprato, il
            netbook?
            proprio perche' in un tale prodotto cerco
            l'ìautonomia, cosa che il "succhioso" chipset di
            intel mi
            nega.Quoto anch'io: più autonomia è d'obbligo in un aggeggio di questo tipo!
          • ZioGian scrive:
            Re: Un netboock è un netboock
            ma veramente credi che la parte che consuma sia il chipset ? la parte che consuma è il pannello LCD..
          • SpeedyBrake scrive:
            Re: Un netboock è un netboock
            Faccio ammenda x il grave errore ortografico.Ribadisco il concetto; nei netboock ce frega - di 1 maZZA l' accelerazione 3d e le schede Nvidia o altre. Ottime in altri computer per esigenze che le richiedono, ma non certo nei notebook che son fin troppo potenti per l' uso cui sono destinati.I noteboock son fatti per Gnu-Linx; SO potentissimo, all' avanguadia tecnologica, parco di richiesta di risorse HD, immune da virus. Spiacente x Nvidia&Associati.
          • Stein Franken scrive:
            Re: Un netboock è un netboock
            Guarda che ci sono altre funzioni come la decodifica hardware di flussi video (anche HD) che quindi rendono la cpu decisamente più libera, produce meno calore, consuma meno corrente etc etc...Poi il 3d viene usato in parecchi campi, anche nel 2d (motore opengl ma vista 2d, ci sono diversi casi).Non si parla di avere 3d spinto (per quello la categoria è molto diversa) ma avere perlomeno una STRAMALEDETTA BASE MODERNA.I netbook attuali dovrebbero avere un prezzo di max 199 Euro per quello che offrono. È un furto in piena regola mascherato da "idea interessante". Serve hardware moderno ed efficente.
          • Stein Franken scrive:
            Re: Un netboock è un netboock
            Piccola correzione sull'OS.XP è più leggero di Ubuntu. Anche con antivirus (decente) installato. (XP ti gira con 128mb di ram, Ubuntu richiede 384 MB per l'installazione).
          • Cobra Reale scrive:
            Re: Un netboock è un netboock
            - Scritto da: Stein Franken
            Piccola correzione sull'OS.

            XP è più leggero di Ubuntu. Anche con antivirus
            (decente) installato. (XP ti gira con 128mb di
            ram, Ubuntu richiede 384 MB per
            l'installazione).Ti sbagli di grosso, leggi bene:https://help.ubuntu.com/community/Installation/SystemRequirementsRiguardo ad XP, non lo farei girare con soli 128 MB di memoria.
    • pentolino scrive:
      Re: Un netboock è un netboock
      d' accordo al 100%
    • Nonriescoa Fareillogi n scrive:
      Re: Un netboock è un netboock
      Ma li hai visti i benchmark dell'Atom con applicazioni da ufficio? Ho visto parecchia gente lamentarsi del comportamento dei loro netbook nuovi fiammanti rispetto ai Pentium M che avevano prima... e stavano solo aprendo un foglio di Excel medio grande.
    • Lomby scrive:
      Re: Un netboock è un netboock
      Quotando un po' tutti... Ma vi siete degnati di dare almeno uno sguardo al Nvidia Ion? Sinceramente per qualche euro in più a tutti quei vantaggi compresa la DDR3 io non ci rinuncio... Per quanto riguarda la batteria per me è meglio un computer che dura poco che una sXXXXXta che dura 2 ore e mezza...
Chiudi i commenti