Huawei: Microsoft tace, via i MateBook dallo store

Ancora nessun comunicato da Microsoft in merito al ban degli USA nei confronti di Huawei, ma i laptop MateBook non sono più sullo store di Redmond.

Huawei: Microsoft tace, via i MateBook dallo store

Mentre la posizione di Google in merito al ban degli USA imposto a Huawei è chiara fin dalla serata di domenica, Microsoft ancora non si è pronunciata sulla vicenda in via ufficiale. Rimane dunque da capire cosa la decisione di Washington comporterà per il catalogo dei dispositivi proposti dal gruppo cinese e basati sulla piattaforma Windows.

Huawei ban: Microsoft tace, ma…

L’ipotesi più probabile è quella che porta a uno stop alla distribuzione delle licenze riguardanti il sistema operativo, con ripercussioni dirette sia sulla commercializzazione di nuovi laptop sia sul supporto fornito a quelli già in commercio. Insomma, anche in ambito PC sembrano potersi replicare le dinamiche di cui stiamo scrivendo ormai da qualche giorno per quanto concerne il mercato mobile, con i futuri smartphone e i tablet a marchio Huawei e Honor che non potranno più contare sulla versione di Android completa delle GApps e di servizi come Play Store.

… i MateBook scompaiono dallo store

I primi segnali utili per capire come potrebbe evolvere la situazione sono giunti nelle ore scorse dallo store ufficiale di Redmond, dove non c’è più traccia del MateBook X Pro annunciato nei mesi scorsi al Mobile World Congress di Barcellona. Un portatile di fascia alta, con specifiche tecniche avanzate e basato su Windows 10, fino a qualche giorno fa venduto attraverso il negozio online di Microsoft, come testimonia lo screenshot allegato di seguito (recuperato dalla Google Cache).

Il MateBook X Pro di Huawei sullo store online di Microsoft

Il prodotto risulta invece ancora acquistabile, ad esempio, su Amazon. Difficile possa trattarsi di una coincidenza, la tempistica fa pensare ad altro.

È possibile che anche in questo caso, così come già confermato per smartphone e tablet, Huawei possa scegliere di continuare a garantire, per quanto possibile, il rilascio degli aggiornamenti e delle patch di sicurezza destinati ai PC già acquistati o in fase di distribuzione. Rimaniamo in attesa di sapere cosa hanno intenzione di fare Satya Nadella e i suoi.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Fonte: The Inquirer
Chiudi i commenti