Netflix vieta le pubblicità sulle crypto

Netflix vieta le pubblicità sulle crypto

Secondo alcune indiscrezioni, sembra che Netflix abbia bandito spot sulle criptovalute nel suo nuovo abbonamento supportato dalla pubblicità.
Secondo alcune indiscrezioni, sembra che Netflix abbia bandito spot sulle criptovalute nel suo nuovo abbonamento supportato dalla pubblicità.

Netflix, con l’obiettivo di attirare più iscritti, sta lavorando a un piano di abbonamento economico. Seguendo l’esempio di altre piattaforme di streaming on demand, questo sarà supportato da pubblicità inserite tra un contenuto e l’altro e che non saranno ignorabili.

L’ultima novità, secondo fonti interne addette ai lavori che hanno preferito mantenere l’anonimato, Netflix vieterà spot legati al mondo delle criptovalute. Una notizia che sta lasciando davvero perplessi tutti coloro che sono vicini al mondo crittografico.

In altre parole, il colosso statunitense dello streaming ha vietato tali pubblicità insieme a quelle politiche e di gioco d’azzardo. Un’associazione alquanto strana visto che quello crittografico è un mercato in forte ascesa. Perché questa posizione nei confronti della criptosfera?

Netflix dice no alle pubblicità sulle criptovalute

Il periodo che Netflix sta vivendo non è uno dei migliori. Nel corso di questi mesi la sua piattaforma ha perso molti abbonati e ne sta acquisendo pochi tra i nuovi. Sono diversi i fattori che potrebbero aver influito su questo calo tra cui il prezzo degli abbonamenti.

Ecco perché la società è al lavoro da alcuni mesi per realizzare un piano di abbonamento supportato da pubblicità. Questo dovrebbe garantire un costo decisamente più economico e accessibile, con la speranza per l’azienda che possa essere apprezzato e scelto dagli utenti.

Nondimeno, fonti interne a Netflix, hanno fatto sapere al The Sydney Morning Herald che alcune pubblicità saranno bandite. Una decisione che sta lasciando alcuni dubbi lungo la strada dato che criptovalute ed exchange crittografici rientrano tra queste:

Il gigante dello streaming – rivela il The Sydney Morning Herald – ha anche deciso di rifiutare la pubblicità politica, di gioco d’azzardo e di criptovaluta e non commercializzerà alcun prodotto per i bambini. Sta ancora valutando le restrizioni sui prodotti farmaceutici.

Infine, Netflix anticiperà il debutto di questo piano supportato da pubblicità. Infatti, secondo i piani sarebbe dovuto arrivare a inizio 2023. In realtà, per contrastare Disney+ e il suo piano con pubblicità, il colosso statunitense anticiperà l’uscita a novembre 2022.

Se non sei d’accordo con Netflix in merito al bando delle pubblicità crypto ti capiamo. Comunque puoi sempre continuare a investire in asset digitali. Prova con Coinhouse, un ottimo exchange che offre tantissimi token e funzionalità davvero all’avanguardia.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 6 set 2022
Link copiato negli appunti