Nuovo Surface Pro, gadget per creativi

Microsoft ha svelato il suo nuovo convertibile per creativi e professionisti, un prodotto disponibile in diverse configurazioni che rilancia la sfida alla concorrenza (Apple in primis) con un design che si evolve più che rivoluzionare
Microsoft ha svelato il suo nuovo convertibile per creativi e professionisti, un prodotto disponibile in diverse configurazioni che rilancia la sfida alla concorrenza (Apple in primis) con un design che si evolve più che rivoluzionare

Atteso al debutto da analisti e utenti, anticipato da mesi è finalmente arrivato il nuovo Surface Pro “5”, PC convertibile 2-in-1 con cui Microsoft riafferma la propria volontà di dare un “esempio” ai produttori OEM sul fronte dei sistemi votati alla portabilità e al lavoro on-the-go.

Redmond ha deciso di chiamare il prodotto che succede a Surface Pro 4 semplicemente ” nuovo Surface Pro “, una definizione che fa a meno della numerazione progressiva e adotta, ovviamente aggiornandola, la stessa formula usata per progettare la generazione precedente.

Il nuovo Surface Pro è “il più sottile di sempre”, sostiene Microsoft , include un display PixelSense da 12,3″ con una densità di pixel da 267 punti per pollice e rapporto prospettico di 3:2, una batteria che dura oltre 13 ore e configurazioni hardware che vanno da una CPU Core m3 a un potente processore Core i7 di nuova generazione (Kaby Lake). La GPU è integrata, la RAM può variare da 4 a 16 GB e viene per la prima volta introdotta un’opzione di connettività cellulare su rete LTE.

Surface Pro supporta ora lo stesso dispositivo di input per progettisti introdotto con Surface Studio (Surface Dial), e la stilo digitale è stata aggiornata integrando 4096 diversi livelli di pressione contro i 1024 del modello precedente. Migliorata anche la cover con tastiera integrata (Type Cover), così come la possibilità di usare il sistema con nuovi angoli di visuale grazie a un cavalletto ancora più flessibile.

Nel lanciare il nuovo Surface Pro, Microsoft dimostra di aver fatto propria la lezione di Apple sul design e non solo: il messaggio è che il nuovo convertibile non solo offre una “cornice” accattivante e professionale ma è anche dotato di hardware informatico potente (a certi livelli di spesa), con un vero sistema operativo per computer e senza le limitazioni dell’ecosistema “app-centrico” di iOS. Anche la batteria dura di più, secondo quanto sostiene Redmond, mentre per il prezzo si partirà da 959 euro (senza tastiera, Pen e Dial). Il nuovo Surface Pro sarà disponibile in Italia dal 15 giugno .

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

24 05 2017
Link copiato negli appunti