Privacy Shield, il Garante approva

L'Italia recepisce l'accordo destinato a tutelare i dati dei cittadini trattati negli States, dopo l'approvazione europea di luglio. Ma gli attivisti si sono già rivolti alla Corte di Giustizia dell'Unione Europea

Roma – Il garante Privacy ha reso noto che sarà a breve pubblicato in Gazzetta Ufficiale il provvedimento con cui l’Italia recepisce l’accordo Privacy Shield, erede del Safe Harbor, sulla base del quale le aziende italiane e le multinazionali con sede in Italia potranno continuare a trasferire negli USA i dati dei propri utenti, affinché vengano trattati nel rispetto delle garanzie previste.

Era stata la storica decisione della Corte di Giustizia dell’Unione Europea nell’ambito del caso irlandese Facebook-Schrems a invalidare, dopo 15 anni , i controversi accordi Safe Harbor, ritenuti incapaci di garantire adeguate tutele per i dati dei cittadini trattati Oltreoceano. Nell’urgenza di trovare una soluzione in grado di colmare questo vuoto squarciatosi nell’ottobre 2015, in mancanza di un accordo di riferimento che sostituisse le Binding Corporate Rules e le cosiddette Model Contract Clauses con cui le aziende hanno potuto nel frattempo continuare a gestire i dati assicurando il rispetto della privacy dei cittadini, si sono aperte le trattative fra le autorità d’Europa e degli States. Trattative travagliate formalizzate in un patto parziale e contestato dalle autorità europee, in quanto non pienamente in grado di escludere eventuali ipotesi di raccolta massiccia di dati personali e di permettere ai cittadini europei di ricorrere contro eventuale violazioni.
Solo nel mese di luglio lo UE-USA Privacy Shield ha raggiunto una forma stabile ed è stato approvato dalle autorità.

Ora è il turno del via libera dello Stivale : “l’Italia – riferisce il Garante Privacy – si conforma alla recente decisione della Commissione europea che ha riconosciuto all’Accordo denominato EU-U.S. Privacy Shield un livello adeguato di protezione dei dati personali trasferiti dall’Unione europea ad organizzazioni residenti negli Stati Uniti che si autocertificano nel sistema”. Il garante “autorizza (…) i trasferimenti di dati personali dal territorio dello Stato verso le organizzazioni presenti negli Stati Uniti che figurano nell’elenco degli aderenti allo “Scudo” tenuto e pubblicato dal Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti”, ma non senza esprimere la necessità di continuare a vigilare.

L’Europa ha infatti previsto, a tutela dei propri cittadini, un meccanismo di controllo annuale sul funzionamento dal patto e ha affidato ai garanti il compito di “svolgere in qualsiasi momento i necessari controlli sulla liceità e correttezza del trasferimento dei dati e, comunque, su ogni operazione di trattamento ad essi inerente”.

Nonostante i recepimenti da parte delle aziende e da parte delle autorità, le controversie generate dal Privacy Shield non si sono esaurite: dopo l’approvazione di luglio, gli attivisti avevano promesso di agire in sede europea, e già due ricorsi sono stati affidati alla Corte di Giustizia del Vecchio Continente . Nel mese di settembre ha manifestato i propri dubbi l’associazione Digital Rights Ireland, e alla fine di ottobre anche La Quadrature du Net ha depositato i documenti necessari ad avviare una eventuale revisione.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Nome e cognome scrive:
    basterebbe...
    ...che dessero retta alle segnalazioni, mentre invece, inevitabilmente, ogni volta che segnali ti viene detto che "bla bla bla... rispetta gli standard della comunità ...bla bla bla"
    • Paolo P. scrive:
      Re: basterebbe...
      Per esperienza personale sono molto scettico sulle organizzazioni di fact check. Ho segnalato ad alcune di queste che non e' affatto vero che gli italiani rifiutino certi lavori e quindi gli immigrati sarebbero necessari, ma si sono ben guardati dal controllare (basta andare all'ingresso di un ufficio di collocamento e intervistare un po' di disoccupari) e non si sono piu' fatti sentire. Mi sa che sono al servizio dei poteri forti e a mo' di veline del Minculpop etichettano per bufala cio' che da' fastidio a Governi e compagnia bella. Sono insomma i difensori della verita' "ufficiale", non della verita' vera.Paolo P.
  • Via Della Bufalotta scrive:
    Siamo al completo non manca nessuno
    Dall'elenco dei post e relativi nick direi che siamo al completo.Non manca nessuno dei soliti nick-multinick sparabufale di PI.Del resto il "topic" non poteva non portare a questo risultato. :DMancano solo Biagio e Pinuccio per via dei soliti e noti problemi intestinali.Ma sono presenti "spiritualmente" in forma di post di XXXXX!
  • F Type scrive:
    Bufale....
    E' una cosa a cui non si potrà mai porre rimedio, chi è che decide cosa sia una bufala e cosa no ?Ci sono bufale facilmente smentibili vedendo la fonte,per esempio "Il Giomale" al posto de "Il Giornale" ,giocano molto sulle similitudini con le testate giornalistiche e il fatto che gli utenti condividono e commentano immediatamente senza andare a verificare.Altre invece sono fatte meglio riportano immagini o video di altri articoli (disastro del Giappone del 2011 al posto di quello avvenuto recentemente in nuova zelanda) ma anche li un paio di minuti e arrivi alla verità.
    • fvvrtgcer scrive:
      Re: Bufale....
      - Scritto da: F Type
      E' una cosa a cui non si potrà mai porre rimedio,
      chi è che decide cosa sia una bufala e cosa no
      ?
      Ci sono bufale facilmente smentibili vedendo la
      fonte,per esempio "Il Giomale" al posto de "Il
      Giornale" ,giocano molto sulle similitudini con
      le testate giornalistiche e il fatto che gli
      utenti condividono e commentano immediatamente
      senza andare a
      verificare.

      Altre invece sono fatte meglio riportano immagini
      o video di altri articoli (disastro del Giappone
      del 2011 al posto di quello avvenuto recentemente
      in nuova zelanda) ma anche li un paio di minuti e
      arrivi alla verità."Il Giomale" probabilmente è più attendibile de "Il Giornale".Battute a parte il problema non è le false notizie. Ma l'ignoranza del pubblico che non fa attenzione e non ragiona su quello che legge. Chi cade vittima dei fake cade vittima anche della propaganda dei media più diffusi.
      • prova123 scrive:
        Re: Bufale....
        Questo è il mio giornale preferito:http://www.lercio.it/riforma-della-costituzione-renzi-il-senato-sara-sostituito-da-unapp/
      • F Type scrive:
        Re: Bufale....
        - Scritto da: fvvrtgcer
        Battute a parte il problema non è le false
        notizie. Ma l'ignoranza del pubblico che non fa
        attenzione e non ragiona su quello che legge.Ragiona un attimo,se io ti do da leggere 100 notizie diverse,mediamente qual'è il tempo che dedichi a ciascuna di esse ?1) la gente si fida e neanche gli passa sa che ci sono su internet veri e propri siti di bufale,molti dei quali non dichiarati.
        Chi cade vittima dei fake cade vittima anche
        della propaganda dei media più
        diffusi.Moltissima gente crede in buona fede anche se gli stai dicendo notizie campate in aria,da per scontato che ciò che sente sia vero,in questo modo per esempio puoi viziare pesantemente il risultato di un evento politico, come l'imminente referendum.Oggi per esempio il Financial Time ha scritto cose assurde su cosa accadrebbe in caso di vincinta del NO al referendum,interessante poi come ambasciatori e presidenti che non hanno nulla a che fare con la questione in pubblico si permettano fare terrorismo mediatico,dovrebbe far riflettere il perchè la creme della creme tiene così tanto al SI.
        • prova123 scrive:
          Re: Bufale....
          Mi ricordo delle seppie ed i polpi giganti che avrebbero invaso il regno unito se avesse vinto la brexit ...
          • F Type scrive:
            Re: Bufale....
            e il tracollo finanziario,il mese dopo l'uscita effetti positivi per il Paese :D
          • prova123 scrive:
            Re: Bufale....
            Financial Times fa terrorismo per fare votare SIBanca d'italia fa terrorismo per fare votare SIIl governo dice di votare SI perchè il SI è anticasta ... questa è una vera bufalaA questo punto fb dovrebbe rimuovere tutte le pagine che fanno riferimento a coloro che fanno parte di questo governo, no?
          • Hop scrive:
            Re: Bufale....
            - Scritto da: F Type
            e il tracollo finanziario,il mese dopo l'uscita
            effetti positivi per il Paese
            :Dlondra è piena di inglesi col cappello in mano per potersi bere una tazza di te :D
        • frndtgcxc scrive:
          Re: Bufale....


          Ragiona un attimo,se io ti do da leggere 100
          notizie diverse,mediamente qual'è il tempo che
          dedichi a ciascuna di esse ?
          Dove sei stato negli ultimi 30 anni? Non hai visto come funziona la propaganda?Quello che influenza la gente al momento del voto non é la singola bufala, ma il battere e ribattere di certe XXXXXXXte.
          1) la gente si fida e neanche gli passa sa che ci
          sono su internet veri e propri siti di
          bufale,molti dei quali non
          dichiarati.
          Ripeto, chi credi al volo a certe bufale spesso ha problemi di ignoranza.
          Moltissima gente crede in buona fede anche se gli
          stai dicendo notizie campate in aria,da per
          scontato che ciò che sente sia vero,in questo
          modo per esempio puoi viziare pesantemente il
          risultato di un evento politico, come l'imminente
          referendum.
          Oggi per esempio il Financial Time ha scritto
          cose assurde su cosa accadrebbe in caso di
          vincinta del NO al referendum,L'articolo l'ho letto e in pratica non fa che riprendere la propaganda che va avanti da un pezzo. Il giornalista ha scritto che la vittoria del no avrebbe aperto la strada a Grillo e che Grillo sarebbe riuscito a far uscire l'Italia dall'euro.Se la gente fa attenzione alla ripetizione continua di queste XXXXXXXte poi le coglie al volo.Il problema che la memoria corta vale più per la capacità di ragionare che per il subconscio.
        • Fulmy(nato) scrive:
          Re: Bufale....
          - Scritto da: F Type
          1) la gente si fida e neanche gli passa sa che ci
          sono su internet veri e propri siti di
          bufale,molti dei quali non
          dichiarati.Già, tipo ad esempio tutti quelli che spacciano per vere le teorie su scie chimiche, complotti lunari, omeopatia...
        • lap ottantA scrive:
          Re: Bufale....
          vero, ma fa anche capire come mai la "non-creme" della "non-creme" ci tenga tanto al "NO"
          • Hop scrive:
            Re: Bufale....
            - Scritto da: lap ottantA
            vero, ma fa anche capire come mai la "non-creme"
            della "non-creme" ci tenga tanto al
            "NO"Forse sono allergici alla vaselina? :DMa se ti piace fai pure...
        • Funz scrive:
          Re: Bufale....
          - Scritto da: F Type
          Oggi per esempio il Financial Time ha scritto
          cose assurde su cosa accadrebbe in caso di
          vincinta del NO al referendum,interessante poi
          come ambasciatori e presidenti che non hanno
          nulla a che fare con la questione in pubblico si
          permettano fare terrorismo mediatico,dovrebbe far
          riflettere il perchè la creme della creme tiene
          così tanto al
          SI.Poi mi piacerebbe sapere: tutto ciò quanti voti porta al si, e quanti invece ne fa scappare al no. Mia opinione: se il FT o l'ambasciatore o il Juncker dicono si, per ogni indeciso che passa al si ce ne sono 5 che votano no!
  • xx tt scrive:
    Fessbuck: si involontario alla schiforma
    Attenzione a non trovarvi a favore della schiforma a vostra insaputa:http://web-news24.com/2016/11/17/referendum-facebook-utenti-iscritti-insaputa-alla-pagina-perche-voto-si-siete-denuncia/"Referendum, su Facebook utenti iscritti a loro insaputa alla pagina Perché voto Sì: Siete da denuncia!"E questi dovrebbero fare il fact-checking...
  • xx tt scrive:
    Io ne ho una!
    C'erano una volta due aerei che hanno buttato giù tre torri. I cui dirottatori sono stati identificati trovando i passaporti bruciacchiati per terra.C'erano anche aerei che viaggiavano a quasi il doppio della loto velocità massima teorica e aerei che si piantavano nel terreno sparendo sotto terra e lasciando una buca per terra che sembrava presa dai cartoni animati.L'ho visto in tanti siti contemporaneamente: dove si segnalano le fake news multiple?
  • cftbxrx scrive:
    Doppio vantaggio
    Da una parte si aiutano i media tradizionali a distrarre l'attenzione dalla loro complicità nell'elezione di Trump. Dove poi hanno usato le stesse tecniche collaudate con Berlusconi e Grillo.Dall'altra si prepara il bavaglio ai pochi indipendenti rimasti e si chiude un pericoloso canale non controllabile.Le notizie palesemente false e assurde sono state piazzate di proosito così come le storie sulle scie chimiche sono state create per poter parlare di complottismo e bollare come complottisti quelli che non credono alle XXXXXXXte ufficiali.
    • Hop scrive:
      Re: Doppio vantaggio
      - Scritto da: cftbxrx
      Da una parte si aiutano i media tradizionali a
      distrarre l'attenzione dalla loro complicità
      nell'elezione di Trump. Dove poi hanno usato le
      stesse tecniche collaudate con Berlusconi e
      Grillo.Grillo? renzie volevi dire renzie!!! :D
      Dall'altra si prepara il bavaglio ai pochi
      indipendenti rimastiGrillo?
      • gfvtfdvrtcr gtv scrive:
        Re: Doppio vantaggio


        Grillo? renzie volevi dire renzie!!! :D
        I mezzi di comunicazione fanno finta di criticare il personaggio. Ma seguono e ripetono ogni sua dichiarazione. Se i commenti o le dichiarazioni del personaggio contengono insulti o boiate è ancora meglio perché gli permette di creare titoli ad effetto. In questo modo si concentra l'attenzione sul personaggio. Le critiche e il finto atteggiamento ostile dei mezzi di comunicazione servono a creare la finta immagine del personaggio antisistema.I mezzi di comunicazione giustificano l'attenzione continua sul personaggio sostenendo che tramite i suoi canali su internet comunque il personaggio raggiunge direttamente i suoi elettori. Anche se quelli che lo seguono sul blog o su twitter sono meno di un decimo dei suoi elettori. Se non ci credi vai a cercarti su internet i titoli dei giornali tre anni fa, sotto elezioni.Queste sono le tecniche collaudate con Grillo e in parte con Berlusconi, poi ci hanno aggiunto anche altro, ma la base è questa.Per Renzi hanno usato uno stile diverso.
        • Hop scrive:
          Re: Doppio vantaggio
          - Scritto da: gfvtfdvrtcr gtv



          Grillo? renzie volevi dire renzie!!! :D



          I mezzi di comunicazione fanno finta di criticare
          il personaggio.E un bel chissene?Se voglio leggere il blog di grillo: leggo il blog di grillo, non il riassunto di seconda mano di quello che ha detto mio cuggino mio cuggino :D
          • tvghydvrtg scrive:
            Re: Doppio vantaggio

            E un bel chissene?
            Se voglio leggere il blog di grillo: leggo il
            blog di grillo, non il riassunto di seconda mano
            di quello che ha detto mio cuggino mio cuggino
            :DIl governo lo decide la maggioranza e la maggioranza si fa guidare dai mezzi di comunicazione. L'informazione è potere.
          • indeciso scrive:
            Re: Doppio vantaggio
            ho letto attentamente i vostri e post e quindi da quel che ho capito bisogna votare "SI"grazie dell'aiuto
          • fvvrtgcer scrive:
            Re: Doppio vantaggio
            - Scritto da: indeciso
            ho letto attentamente i vostri e post e quindi da
            quel che ho capito bisogna votare
            "SI"

            grazie dell'aiuto(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)
          • prova123 scrive:
            Re: Doppio vantaggio
            Attento che il sito di matteo potrebbe essere un fake! Vota il contrario! :D
          • Hop scrive:
            Re: Doppio vantaggio
            - Scritto da: indeciso
            ho letto attentamente i vostri e post e quindi da
            quel che ho capito bisogna votare
            "SI"

            grazie dell'aiutoForse ti serve aiuto per imparare a leggere :D
    • prova123 scrive:
      Re: Doppio vantaggio
      era circa un anno che la intelligence americana dipingeva la clinton come una cogliona che non sapeva utilizzare nemmeno le email ... e lei sarebbe andata a capo dei servizi in caso di elezione ... poi un giorno hanno detto: scegliete!
  • Il fuddaro scrive:
    Il debunker
    Basterebbe che assumesse il grande ciarlatano scopritore di bufale alias Attivissimo, e le bufale le riconoscerebbe in un lampo!Solo che poi avrebbero loro la bufala in persona! (rotfl)
  • prova123 scrive:
    Facebook è semplicemente quello che è...
    un sito di cazzeggio, di foto di gattini e amenità varie, una chat con amici.Se poi c'è gente che non è in grado di distinguere un fake da una notizia vera ...
    • 10713 scrive:
      Re: Facebook è semplicemente quello che è...
      - Scritto da: prova123
      un sito di cazzeggio, di foto di gattini e
      amenità varie, una chat con
      amici.
      Se poi c'è gente che non è in grado di
      distinguere un fake da una notizia vera
      ...Praticamente quello che si vuole trovare in base a chi cerca. :D
Chiudi i commenti