SCO è pronta a risorgere

Dopo aver sfiorato la bancarotta, SCO Group sta per uscire dall'amministrazione controllata grazie ad un generoso finanziamento di una società di venture capital. Tra gli obiettivi, portare a termine le cause legali contro Linux

Lindon (USA) – La malconcia SCO Group , che negli ultimi anni ha dilapidato buona parte del proprio capitale per finanziare la sua controversa campagna legale “anti-Linux”, si dice pronta ad emergere dallo stato di amministrazione controllata in cui si trova dallo scorso settembre . Come? Con i 100 milioni di dollari appena ricevuti dalla società di investimenti Steve Norris Capital Partners ( SNCP ) e da alcuni partner di quest’ultima, rimasti però anonimi.

L’obiettivo di SNCP, che in seguito all’investimento controllerà una quota maggioritaria di SCO, è di accelerare la riorganizzazione dell’azienda per riportarla quanto prima a generare profitti nel settore dei prodotti e servizi per UNIX. Ma queste non saranno le uniche voci di bilancio a beneficiare dell’investimento: con i dindi appena incassati SCO dice anche di voler portare le cause legali in corso “alla loro piena conclusione” .

E così, nonostante gli insuccessi collezionati fino ad oggi, SCO non sembra affatto intenzionata a rinunciare alle battaglie legali in corso contro IBM , Novell e Red Hat .

La guerra legale contro IBM e Linux non ha mai preso la piega sperata da SCO , ma per l’azienda di Lindon la batosta più grande è arrivata la scorsa estate, quando il giudice distrettuale Dale A. Kimball ha sentenziato che è Novell, e non SCO , a possedere i copyright su UNIX e UnixWare. Se SCO non ricorrerà in appello, una seconda udienza dovrà ora stabilire l’entità delle royalty che quest’ultima deve a Novell per i contratti di licenza di UNIX venduti in passato a Microsoft e Sun.

La decisione del giudice Kimball potrebbe rivelarsi di cruciale importanza anche per le altre cause relative a Linux, incluse quelle con IBM e Red Hat: la questione copyright è uno dei pilastri portanti del castello accusatorio di SCO.

SNCP sembra avere molta fiducia nel business plan preparato per SCO, e nelle potenzialità di questa azienda di tornare a generare utili da UNIX.

“Noi vediamo in SCO e nella sua vasta gamma di prodotti e servizi una formidabile opportunità d’investimento, opportunità legate ad esempio alle molte innovazioni che sono già pronte o lo saranno presto e che attendono solo di essere introdotte sul mercato”, ha affermato Stephen Norris, managing partner di SNCP.

Nonostante queste dichiarazioni, molti analisti si domandano quali siano i reali scopi del venture capitalist Norris : riesumare il business di SCO legato a UNIX o scommettere ancora sulla carta – o forse sarebbe meglio dire sulla slot machine – dei contenziosi legali? Quest’ultima ipotesi sembra però parzialmente smentita da uno dei paletti contenuti nell’accordo tra SCO e SNCP: le immediate dimissioni dell’attuale CEO di SCO, Darl McBride , principale fautore di quella recente strategia aziendale che ha finito per allontanare SCO dal suo storico core business legato a UNIX.

Lo scorso novembre SCO aveva già tentato di entrare in accordi con un’altra società di investimenti, York Capital , ma le trattative non andarono a buon fine. BayStar Capital fu la prima, nel lontano 2003, a foraggiare SCO, ma l’anno successivo ritirò il proprio finanziamento : una decisione che portò le due società ai ferri corti .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • noemi capodanno scrive:
    angelo
    angelo amoroso è innamorato di me
  • Nome e Cognome scrive:
    Reverse engeneering...!
    Riprendo una discussione nata commntando un'altra notizia, "UK, i voti inseguiranno i cittadini" di venerdi 15 febbraio:Ecco i link a notizia:http://punto-informatico.it/p.aspx?i=2190842e relativa discussione:[thread: "Residente a Londra..."]http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2190842#posts
    Mah, in questa tecnologia usata nella PA per
    trovare impostori, io non trovo niente di male,
    purché tutti i casi siano verificati da un umano.
    Il problema sará che pian piano, l'umano
    scomparirá; la tendenza é
    questa.
    A proposito di interpretazione della voce del
    "cliente", giusto oggi ho avuto un meeting
    aziendale con un "grande capo", che ha accennato
    senza mezzi termini alla direzione in cui vanno i
    software di analizzazione vocale di call centres
    e customer supports: un programma analizzerá le
    espressioni (e forse il tono) del cliente e
    suggerirá all'operatore se offrire degli
    sconti.
    Questo significa che chi si incazzerá di piú avrá
    un trattamento migliore. Prende una brutta piega,
    eh? Ma statisticamente funziona, per questo lo
    adotteranno.Il problema e' proprio questo:Umani giudicati dalle macchine, in base a parametri di cui nulla sanno e con sistemi automatizzati di cui sono assolutamente ignari.E il tutto a spese proprie, visto che e' il cittadino che paga, pur magari essendo assolutamente contrario a certi sistemi.Il sistema tanto pubblicizzato, infatti, non propone alcun dato significativo rispetto a quanto avvenisse in precedenza.Se poi il sistema ti marchia come presunto truffatore, a chi spetta l'onere della prova? A te, cittadino ed a tue spese. Perche'? Perche' sei diverso? Oh mi ricorda ideologie di Hitleriana memoria.E poi, un sistema automatizzato del genere (con un affidabilita' cosi' miserabile, che lo ricordo, non e' del 99,9% ma del 46%) non da' false illusioni in merito alla sua reale efficienza? E tutti quelli scartati, perche' ritenuti conformi, chi li controlla?E chi ne facesse il REVERSE ENGENEERING? Trufferebbe allegramente tutti quanti, come avvenuto per i traders che hanno mandato sul lastrico Societe' Generale e Credit Suisse.. ;)Belle domande eh? ;)CiaoNome e Cognome
  • www scrive:
    sarebbe da usare sui nostri politici :)
    come da topic :)
    • trollallero scrive:
      Re: sarebbe da usare sui nostri politici :)
      - Scritto da: www
      come da topic :)Avrei preferito per loro solo torture medievali, vecchia maniera, indiscriminatamente per tutti.Ah, ovviamente Nilok fa solo spam.
    • Funz scrive:
      Re: sarebbe da usare sui nostri politici :)
      - Scritto da: www
      come da topic :)Inutile, tanto il risultato è già noto: solo balle :(Piuttosto si possono usare i comizi elettorali come controllo per l'algoritmo :D
  • Pollastro scrive:
    E allora?
    Magari per la macchinetta spendono 337.000 a stagione?magari con un controllo a campione si otteneva lo stesso?Magari anche sugli esclusi dalla macchinetta trovavano un 50% di truffatori?Messa così la notizia non vale niente.Diego
  • Joliet Jake scrive:
    In Italia funzionerebbe così...
    http://www.youtube.com/watch?v=gc2MCnXJG7M :D
    • andrea scrive:
      Re: In Italia funzionerebbe così...
      - Scritto da: Joliet Jake
      http://www.youtube.com/watch?v=gc2MCnXJG7M

      :DTi quoto in pieno, andrebbe in overflow costante
  • Nilok scrive:
    Non sapcciamo panzane
    Ave.Non esiste nessuna "Macchina della Verità" degna di tale nome.Certo MOLTI la vorrebbero; ma non esiste!Se, per una persona, ciò che sta affermando, non la considera una bugia, NON ESISTE nessuna possibilità di rilevarla!A presto.Nilokhttp://informati.blog.tiscali.it/http://it.youtube.com/Nilok1959
    • Lemon scrive:
      Re: Non sapcciamo panzane
      - Scritto da: Nilok
      Ave.

      Non esiste nessuna "Macchina della Verità" degna
      di tale
      nome.

      Certo MOLTI la vorrebbero; ma non esiste!

      Se, per una persona, ciò che sta affermando, non
      la considera una bugia, NON ESISTE nessuna
      possibilità di
      rilevarla!

      A presto.

      Nilok
      http://informati.blog.tiscali.it/
      http://it.youtube.com/Nilok1959Non serve che becchi tutti, è così difficile da capire? Intanto screma ed hanno risparmiato soldi, senza contare quelli per i quali ha funzionato come deterrente.
    • belgium trial scrive:
      Re: Non sapcciamo panzane
      e noi sappiamo bene che e' proprio cosi che molti gruppi vanno avanti ;-)
    • xenu scrive:
      Re: Non sapcciamo panzane

      Non esiste nessuna "Macchina della Verità" certo che voi scientologysti avete proprio la memoria corta...http://www.cs.cmu.edu/~dst/Secrets/E-Meter/http://xenu.com-it.net/txt/fantasma.htmah gia' che voi lo chiamate test della personalita' gratuita!
      • eheheh scrive:
        Re: Non sapcciamo panzane
        - Scritto da: xenu

        Non esiste nessuna "Macchina della Verità"

        certo che voi scientologysti avete proprio la
        memoria
        corta...

        http://www.cs.cmu.edu/~dst/Secrets/E-Meter/
        http://xenu.com-it.net/txt/fantasma.htm

        ah gia' che voi lo chiamate test della
        personalita'
        gratuita!Adottiamo l'auditing come metodo per scovare i furbi.Prima paghi e poi vediamo se hai diritto al contributo pubblico.
  • Libero Pensatore scrive:
    64% di falsi positivi!
    Sto sistema mi sembra una gran ciofeca! Tra quelli rilevati come mentitori, solo 43 stavano veramente mentendo! Il 36%!Sarebbe bello sapere quanti bollati come sinceri hanno poi sostenuto i successivi controlli.E magari anche sapere quanto è costato al contribuente questo mirabolante marchingegno.
    • Lemon scrive:
      Re: 64% di falsi positivi!
      - Scritto da: Libero Pensatore
      Sto sistema mi sembra una gran ciofeca! Tra
      quelli rilevati come mentitori, solo 43 stavano
      veramente mentendo! Il
      36%!

      Sarebbe bello sapere quanti bollati come sinceri
      hanno poi sostenuto i successivi
      controlli.

      E magari anche sapere quanto è costato al
      contribuente questo mirabolante
      marchingegno.Ed hanno risparmiato 336.000 e rotti sterline. Mentre qualcuno sta qua a sentenziare su minchiate.
      • andrea scrive:
        Re: 64% di falsi positivi!
        Infatti...e poi individua alto rischio, non certezza, quindi mi pare tutto in regola. E comunque da 0 a 43 non è poco, il tempo migliorerà la tecnologia, come sempre.
  • Overture scrive:
    E se dall'altra parte mettono uno...
    ...inconsapevole ?Gli fanno studiare per bene una lezioncina dove il primo che non capirà niente sarà proprio il telefonista e fanno in modo che quanto descritto possa essere tranquillamente plausibile.Voglio vedere dopo cosa dirà la macchinetta
Chiudi i commenti