Skype, un futuro senza plugin

Microsoft consente agli utenti del browser Edge di chiamarsi reciprocamente senza installare plugin. Anche le chiamate verso i client Skype aggiornati non richiedono installazioni aggiuntive
Microsoft consente agli utenti del browser Edge di chiamarsi reciprocamente senza installare plugin. Anche le chiamate verso i client Skype aggiornati non richiedono installazioni aggiuntive

Come anticipato al momento del rilascio della beta di Skype For Web, Microsoft sta procedendo a rendere superflua l’installazione di un plugin per le conversazioni Skype mediate dal browser: come previsto, si parte dal browser Edge, e dall’ implementazione delle API ORTC, che permettono di effettuare senza installazioni aggiuntive chiamate vocali e video, anche di gruppo, attraverso Skype for Web, Office Online e OneDrive .

Oltre alle chiamate fra utenti che impieghino Edge, che dalle preview del mese di settembre integra ORTC media engine, gli utenti del browser di Windows 10 possono conversare da uno a uno con gli utenti che usino il client Skype aggiornato alle ultime versioni su piattaforma Windows e Mac. Senza installare il plugin non è possibile effettuare chiamate verso le linee telefoniche ordinarie, precisa Microsoft, e alcune funzioni come lo screen sharing richiedono ancora l’installazione della componente aggiuntiva.

L’onere di assicurarsi una chiamata senza plugin resta agli utenti Edge che avviino la conversazione: “se state chiamando da Microsoft Edge, chiedete alla persona chiamata di aggiornare all’ultima versione di Skype per Windows o Mac, o di usare Skype for Web su Microsoft Edge”.

Ma Microsoft torna a promettere di voler semplificare lo scenario, permettendo a tutti di chiamarsi reciprocamente senza installazioni aggiuntive: “continueremo a lavorare per abilitare l’interoperabilità audio e video con Chrome e Firefox, una volta che entrambi supporteranno i codec video H.264”. Firefox, ricorda Microsoft, ha iniziato a supportare H.264/AVC, mentre la specifica ha di recente fatto la propria comparsa nel canale Canary di Chrome.

Gaia Bottà

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

18 04 2016
Link copiato negli appunti