Solar Impulse, il giro del mondo a energia solare

Partito il viaggio intorno al Globo del velivolo svizzero ad energia solare. Una sfida per la green economy, per il team che ci sta lavorando, ma soprattutto per il suo pilota
Partito il viaggio intorno al Globo del velivolo svizzero ad energia solare. Una sfida per la green economy, per il team che ci sta lavorando, ma soprattutto per il suo pilota

L’aereo solare Solar Impulse 2 ha spiccato il volo da Abu Dhabi stamattina alle 7.12, con un ritardo di quasi un giorno a causa dei venti forti.


Dopo il primo volo intercontinentale (4mila miglia dalla Svizzera arrivando in Marocco e ritorno) e la traversata degli Stati Uniti , l’esile velivolo mosso da istanze ecologiste ha spiegato le sue ali alla conquista di un nuovo obiettivo: quello affascinante e letterariamente importante del giro del mondo.

Nel suo tragitto la prima destinazione è rappresentata da Mascate, capitale dell’Oman, a cui seguiranno altre 12 tappe: se per l’andata e ritorno tra Svizzera e Marocco ci erano voluti circa due mesi (dal 24 maggio al 24 luglio), il giro del mondo ad energia solare dovrebbe concludersi – secondo i piani – in cinque mesi, con un totale di 25 giorni in volo.

L’ aspetto importante è che ancora una volta che il velivolo farà ricorso esclusivo all’energia del Sole, grazie alle ali coperte da più di 12mila celle solari, e stavolta per un tragitto assolutamente ambizioso.
Sarà dunque una sfida anche per il suo pilota, lo svizzero Andre Borschberg, uno dei fondatori e CEO del progetto, che nella sua avventura sarà collegato con il centro di controllo di Monaco dove lavorano 65 meteorologi, controllori del traffico aereo ed ingegneri.

D’altronde saranno tanti i pericoli che incontrerà sulla sua via: con una velocità di crociera media di 50 km/h, una manovrabilità minima e il fatto che sui radar può essere facilmente confuso con un punto fisso, rischia di rappresentare un ostacolo per gli altri aerei che, viaggiando a 400 e 900 km/h, potrebbero vedersi costretti a manovre improvvise per evitarlo. Solar Impulse dovrà evitare di trovarsi a meno di 900 metri dagli altri aerei, a causa delle turbolenze da questi generate.

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti