Windows 10 20H1, build 18950 e Cloud Download

Con la pubblicazione di una nuova build per Windows 10 20H1, Microsoft anticipa l'arrivo di una funzionalità inedita chiamata Cloud Download.
Con la pubblicazione di una nuova build per Windows 10 20H1, Microsoft anticipa l'arrivo di una funzionalità inedita chiamata Cloud Download.

Tempo di una nuova release per le versioni di anteprima del Windows 10 che verrà. Oggi Microsoft ha dato il via alla distribuzione della build 18950 per l’edizione 20H1, il major update destinato ai PC di tutti gli utenti, ma non prima della primavera 2020. L’aggiornamento è disponibile per gli Insider nel Fast Ring.

Windows 10 20H1, build 18950: le novità

Oltre all’immancabile elenco di bugfix, nel changelog sono presenti alcune novità degne di nota. La prima riguarda gli screenshot creati mediante lo Strumento di Cattura: è stata aggiunta un’opzione che, se attivata, apre le immagini acquisite in finestre differenti. Ancora, è possibile eseguire rapidamente uno zoom con le combinazioni di tasti “Ctrl +”, “Ctrl -” oppure tenendo premuto Ctrl e agendo sulla rotellina del mouse.

Windows 10: lo zoom negli screenshot catturati

Vi è poi un miglioramento nella gestione degli input in lingua giapponese. La novità più interessante tra quelle citate nel post condiviso sul blog ufficiale è però un’altra: una funzionalità che il gruppo di Redmond chiama Cloud Download, sviluppata con l’obiettivo di rendere più semplici le operazioni di reset o ripristino del sistema operativo. Per le modalità impiegate richiama alla mente il macOS Recovery di Apple, consentendo di effettuare il download del pacchetto da server remoto nel caso in cui l’avvio del computer non andasse a buon fine.

È bene specificare che la feature al momento non risulta ancora accessibile, ma Microsoft ha comunicato di averne avviato una fase di test con l’intenzione di renderla presto disponibile all’interno di Windows 10.  Qualcosa di simile è stato implementato di recente sui PC della linea Surface. Sarà con tutta probabilità integrata nei sistemi operativi Windows 10 Lite e Windows Core OS.

Ricordiamo infine che prima della 20H1 arriverà la 19H2, prevista per settembre. Stando alle prime informazioni non sarà però un major update, ma qualcosa di più simile a un Service Pack senza grandi novità in termini di caratteristiche inedite o interfaccia.

Fonte: Windows
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti