Windows 10 20H2 non sarà un major update

Il prossimo aggiornamento semestrale di Windows 10, nome in codice 20H2, non sarà un major update bensì qualcosa di più simile a un service pack.
Il prossimo aggiornamento semestrale di Windows 10, nome in codice 20H2, non sarà un major update bensì qualcosa di più simile a un service pack.

Mentre si avvicina il rilascio del May 2020 Update è tempo di iniziare a prendere in considerazione il prossimo aggiornamento semestrale di Windows 10. Al momento identificato con il nome in codice 20H2 (sarà poi probabilmente “October 2020 Update” o “November 2020 Update”) si tratterà presumibilmente di un service pack un po’ come avvenuto nell’autunno scorso con la versione 1909 o 19H2.

Windows 10 20H2: il prossimo major update service pack

Nessuna nuova importante funzionalità inedita, dunque, ma miglioramenti di carattere generale per la stabilità e per le performance del sistema operativo. Una scelta in linea a quella operata in conseguenza alla disastrosa pubblicazione dell’October 2018 Update di un anno e mezzo fa quando in seguito all’installazione alcuni utenti hanno visto improvvisamente e inspiegabilmente scomparire alcuni file dal disco fisso. Microsoft ha poi deciso di concentrarsi su un solo major update all’anno, anche sulla base dei feedback ricevuti.

Questo tipo di roadmap sembra confermata dalle ultime build di anteprima distribuite agli Insider. Nulla però al momento sembra poter essere dato per certo, considerando come la crisi sanitaria globale abbia già modificato i piani stabiliti in precedenza, portando il gruppo di Redmond ad annunciare che a partire da questo mese Windows 10 riceverà solo gli aggiornamenti di sicurezza.

Non è comunque da escludere l’inclusione nel pacchetto 20H2 di alcune novità che potremmo definire “minori”. Tra quelle già avvistate in fase di test una dedicata al miglioramento nella gestione del volume e alcuni ritocchi al menu Start. Altro fattore da considerare è l’arrivo della versione 10X sui laptop: inizialmente prevista esclusivamente per dispositivi con schermo pieghevole o dual screen (come Surface Neo) farà invece il suo debutto prima sui portatili, come confermato oggi da Panos Panay di Microsoft.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti