Windows 10: Microsoft conferma Cloud PC (di nuovo)

Nei documenti ufficiali pubblicati dal gruppo di Redmond una moltitudine di riferimenti al nuovo servizio noto come Cloud PC e basato su Azure.
Nei documenti ufficiali pubblicati dal gruppo di Redmond una moltitudine di riferimenti al nuovo servizio noto come Cloud PC e basato su Azure.

L’arrivo di Cloud PC non è ormai più un segreto. Del nuovo servizio Microsoft si parla ormai dall’estate scorsa e nel tempo sono emersi dettagli utili a comprenderne il funzionamento: facendo leva sull’infrastruttura cloud di Azure darà vita a un’esperienza avanzata di tipo Desktop as a Service (o Windows as a Service) consentendo tra le altre cose lo streaming delle applicazioni Win32 sul sistema operativo Windows 10X. Oggi un’ennesima conferma.

Cloud PC: nuove conferme sul servizio da Microsoft

Giunge sotto forma di alcuni documenti ufficiali pubblicati online dalla software house che contengono una molteplicità di riferimenti proprio a “Cloud PC”, a testimonianza di come i preparativi stiano procedendo spediti in vista del lancio. Già avviata la fase di test.

Riferimenti a Cloud PC nei documenti ufficiali di Microsoft

Il gruppo rende nota anche la volontà di offrire diverse formule di sottoscrizione al servizio: Medium (2 vCPU, 4 GB di RAM e SSD da 96 GB), Heavy (2 vCPU, 8 GB di RAM e SSD da 96 GB) e Advanced (3 vCPU e 8 GB di RAM). A differenza di quanto previsto in un primo momento potrebbero accedervi anche gli utenti consumer e non solo i profili enterprise.

Il lancio dovrebbe avvenire in contemporanea a quello di Windows 10X, dunque entro la metà dell’anno. Più avanti arriverà anche l’integrazione con l’abbonamento Microsoft 365 dando così vita a un’offerta di tipo all-in-one per la produttività.

Fonte: Microsoft
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti