Windows 10 porta le telefonate di Android sul PC

Il software Il Tuo Telefono di Microsoft è ora in grado di gestire le chiamate di uno smartphone Android su W10: per ora è esclusiva degli Insider.
Il software Il Tuo Telefono di Microsoft è ora in grado di gestire le chiamate di uno smartphone Android su W10: per ora è esclusiva degli Insider.

Ancora una versione d’anteprima di Windows 10 20H1 nelle mani degli Insider. Questa volta tocca alla build 18999 distribuita all’interno del Fast Ring. Ricordiamo che la release finale debutterà solo nel corso della prossima primavera e che quella attuale è colma di bug in attesa di essere corretti: ne sconsigliamo dunque l’installazione su un PC utilizzato quotidianamente per il lavoro o lo studio.

W10 20H1 build 18999 e Il Tuo Telefono

Non c’è granché da dire in merito alla build. Anche l’intervento sul blog ufficiale è alquanto spoglio. Il post cita però una novità interessante sempre destinata agli Insider: è quella che riguarda Il Tuo Telefono, l’applicazione offerta da Microsoft per far interagire il sistema operativo con gli smartphone Android in modalità wireless.

La nuova feature Calls consente di gestire le chiamate direttamente da Windows 10, senza dover nemmeno toccare il dispositivo mobile. Una caratteristica in verità già mostrata dal gruppo di Redmond durante l’evento Unpacked di agosto dedicato da Samsung al Galaxy Note10 e la scorsa settimana con l’appuntamento che ha svelato le new entry della linea Surface.

Windows 10 20H1 porta le telefonate Android su PC

La comunicazione audio con l’interlocutore viene gestita attraverso il microfono e gli altoparlanti del PC, con l’interfaccia desktop del software che mostra la cronologia delle chiamate e un tastierino numerico per la loro composizione. Ovviamente, da mouse e tastiera è anche possibile rispondere a quelle in ingresso oppure rifiutarle, eventualmente replicando con un messaggio di testo personalizzato.

Questi i requisiti: un telefono con Android 7.0 (o versioni successive) e un PC con piattaforma Windows 10 (19H1 o release successive) e modulo Bluetooth per connettersi allo smartphone. La feature non è priva di bug e richiede ancora qualche perfezionamento, come sottolineato dalla stessa Microsoft, che precisa come di tanto in tanto potrebbe essere necessario ristabilire la comunicazione tra i due dispositivi.

Fonte: Windows
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti