Windows compie 35 anni: era il 20 novembre 1985

Il 20 novembre 1985 faceva il suo debutto ufficiale la versione originale di Windows: i primi 35 anni del sistema operativo di casa Microsoft.
Il 20 novembre 1985 faceva il suo debutto ufficiale la versione originale di Windows: i primi 35 anni del sistema operativo di casa Microsoft.
Guarda 12 foto Guarda 12 foto

In queste ore Windows compie 35 anni. Correva l’anno 1985. Era il 20 novembre. Poche ore dopo il primo storico incontro a Ginevra tra Reagan e Gorbaciov, in un mondo ancora assoggettato all’ombra della Guerra Fredda, il debutto pubblico per la versione 1.01 del sistema operativo. Non tutti l’accolsero con entusiasmo, puntando il dito in primis contro i requisiti ritenuti allora troppo elevati (256 kB) e le prestazioni non all’altezza delle aspettative nella gestione del multitasking.

35 anni di Windows, dalla 1.01 alla 10 (e oltre)

A molti non andò giù nemmeno l’interfaccia studiata per stimolare l’utilizzo del mouse, periferica di puntamento allora poco conosciuta nonostante il concept avesse allora già un paio di decenni alle spalle.

L'interfaccia di Windows 1.01

A completare il quadro la scarsità di software compatibile e i problemi di compatibilità con i programmi DOS. Nathaniel Borenstein, padre dello standard MIME allora alla guida di un team della Carnegie Mellon University, si espresse così dopo aver assistito alla presentazione da parte di Microsoft.

Quei ragazzi sono arrivati con questo sistema patetico e naïf. Sapevamo che non sarebbero mai andati da nessuna parte e non avrebbero ottenuto nulla.

Non esattamente quanto è poi accaduto. L’evoluzione della piattaforma arriva fino ai giorni nostri con Windows 10 (non certo esente da pecche) e guarda avanti con l’esordio ormai non più lontano dell’edizione 10X, passando da step intermedi non senza inciampare come avvenuto con l’avvicinamento tardivo all’universo mobile.

La prima edizione di Windows, 35 anni fa

Dal menu Start di Windows 95 al tentativo poco azzeccato di strizzare l’occhio ai tablet con Windows 8, passando per la mai dimenticata edizione XP e Windows 7 che nonostante la scadenza del supporto ufficiale ancora oggi continua a essere presente su oltre il 20% dei computer in circolazione (fonte NetMarketShare).

Una curiosità: lo scorso anno Microsoft e Netflix hanno collaborato a una campagna pubblicitaria per l’arrivo sul servizio di streaming della nuova stagione di Stranger Things, ambientata proprio nel 1985, dando vita a ciò che è stato battezzato Windows 1.11. Qui sopra alcuni screenshot.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti