Windows Vista mon amour

Microsoft difende il suo pupillo. Pubblica i primi video del Mojave experiment e dà degli schizofrenici agli analisti di mercato. Ma poi arriva HP e sconvolge le cifre di vendita del sistema operativo

Roma – “Forrester schizofrenica su Windows Vista”: non una mezzi termini Chris Flores per descrivere sul blog ufficiale di Vista i risultati dell’ultima ricerca a proposito del sistema operativo di Microsoft. La colpa degli analisti sarebbe quella di aver riportato un generale malcontento a livello enterprise per le prestazioni della sesta versione dell’OS a finestre prodotto a Redmond: un errore grave, soprattutto perché contraddetto – secondo Flores – dalle affermazioni precedenti dello stesso istituto.

A dire la verità, non è del tutto comprovata la faccenda che Forrester avrebbe operato un totale voltafaccia riguardo Vista e le aziende. Già ad aprile l’analista avvisava che molti IT manager stavano valutando l’ipotesi di scavalcare la transizione XP/Vista per dedicarsi direttamente a quella XP/Windows 7. Vista si assestava su un timido 6,7 per cento in azienda, contro lo strapotere di XP: un numero garantito soprattutto dall’inevitabile ricambio di macchine Windows 2000 giunte inesorabilmente alla conclusione del proprio ciclo di vita.

Ma le rimostranze del corporate blogger non si fermano qui : “Prima di tutto, questo report non tiene conto dei normali cicli di adozione di un OS in ambito enterprise”. A detta di Flores, le aziende ci mettono più tempo ad aggiornare il proprio parco macchine proprio a causa delle dimensioni della propria infrastruttura IT, senza contare che devono garantire ai propri dipendenti la massima affidabilità e assicurare la disponibilità delle macchine per portare avanti il loro lavoro. Un ritornello già ripetuto in passato .

In ogni caso, precisa ancora Flores, di copie di Windows Vista se ne sono vendute 180 milioni fino a questo punto, 40 dei quali solo nell’ultimo trimestre: abbastanza per decretare il successo del sistema operativo e per dimostrare come ci sarebbero “migliaia di clienti enterprise che stanno adottando Vista al ritmo di migliaia di postazioni a settimana, inclusi l’Air Force USA, Cerner e PPG Industries”.

Già, ma quante sono davvero le licenze vendute di Vista? A dare corpo ad un sospetto che i più maliziosi covavano da tempo, ci ha pensato nientepopodimenoché HP : “Dal 30 di giugno non siamo più in grado di consegnare PC con licenze XP – ha spiegato ai giornalisti Jane Bradburn, manager di HP Australia, durante una presentazione – Tuttavia, quello che possiamo fare è consegnare PC con licenze Vista Business con XP precaricato, che costituiscono ancora la maggioranza dei computer di questo tipo che vendiamo oggi”.

Il sito del Mojave Project Dietro ogni copia di Vista venduta da HP Australia ai clienti business, conteggiata da Microsoft come una tacca in più per Windows 6, in realtà il credito andrebbe a XP e alla fiducia che gli utenti vi ripongono. Testimoniato, anche in ambito consumer e soho, dal successo riscosso su alcuni negozi elettronici. Una fiducia incondizionata che forse potrebbe iniziare ad essere scalfita dalla pubblicazione dei primi video dell’ annunciato Mojave Project .

Microsoft intende ribaltare i pregiudizi – a suo parere messi in circolazione da una concorrenza spietata – sul suo Vista. Niente di meglio che mostrarlo ad ignari utenti scettici sotto mentite spoglie, e poi raccoglierne il parere entusiasta: il 94 per cento degli intervistati avrebbe assegnato un voto più alto a Vista dopo averlo provato per dieci minuti, con una votazione media di 8,5 punti su 10. Certo, c’è ancora chi resta scettico: ma per loro c’è Windows 7 pronto in pista, no?

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Gengis Khan scrive:
    inefficaci
    Costa miliardi di dollari agli addetti e costa fette di bandwidth agli utenti: solita fuffa che poi viene miseramente aggirata, pure da smanettoni e teenagers...
  • Morgoth scrive:
    Bene...
    Mi tocca trasferirmi in Nuova Zelanda....Tanto è vicina.
    • Liberty scrive:
      Re: Bene...
      - Scritto da: Morgoth
      Mi tocca trasferirmi in Nuova Zelanda....
      Tanto è vicina.Fino a quando non arriverà anche lì Poi si vedrà
  • Liberty scrive:
    Sempre la solita fuffa

    presto i provider potrebbero dover implementare dei filtri
    imposti dallo stato per tutelare i cittadini della rete dal
    materiale inappropriato che si annida online Un persona maggiorenne e vaccinata in Australia non è capace di discernere il contenuto di informazioni acquisite online ?
  • cocis scrive:
    in italia quando ??
    i nostri politici vorranno sicuramente proteggerci dai cattivi :):):)(anonimo)
    • H5N1 scrive:
      Re: in italia quando ??
      -"Scusi lei, qui non può parcheggiare..."-"E perchè?"-"Ma è davanti al Parlamento!!!"-"Embè?!?"-"Ma tra un po' arrivano Prodi, Berlusconi, Bossi..."-"E che me frega! Tanto c'ho l'antifurto!"
    • Hiei3600 scrive:
      Re: in italia quando ??
      Già me lo vedo Berlusconi :| (ghost) non mi ci fare pensare
  • H5N1 scrive:
    Costituzioni burla
    Le Costituzioni di molti stati sono delle vere prese per i fondelli.Si pensi, ad esempio, al caso del sequestro del FORUM di ADUC che è stato effettuato in completa violazione dell'articolo 21 della Costituzione Italiana.Per quanto mi riguarda chi viola le leggi è un criminale.Lo Stato è un criminale.T1000: non ho offeso nessuno stavolta e se vuoi eliminarmi perchè dò "fastidio" almeno mettilo nelle regole di condotta. O anche tu sei un criminale? :)
    • ninjaverde scrive:
      Re: Costituzioni burla

      Per quanto mi riguarda chi viola le leggi è un
      criminale.
      Lo Stato è un criminale.

      T1000: non ho offeso nessuno stavolta e se vuoi
      eliminarmi perchè dò "fastidio" almeno mettilo
      nelle regole di condotta. O anche tu sei un
      criminale?
      :)Devi dire SCORRETTO: fa fine e non impegna (rotfl)
      • H5N1 scrive:
        Re: Costituzioni burla
        No, un momento... Umberto Bossi (nessuno mi costringerà mai ad utilizzare l'appellativo Onorevole per siffatto individuo) ha bruciato dinanzi a migliaia di manifestanti la bandiera italiana a suo tempo.Secondo le leggi italiane (l'attuale Costituzione) tale atto costituisce Alto Tradimento o, meglio, Vilipendio Alla Bandiera (per il quale, se non erro, fino al 1995 era, almeno sulla carta, prevista la fucilazione in tempo di guerra).Si è trattato di un reato costituzionale al quale non è seguita alcuna denuncia.Ma se io bruciassi la bandiera dello Stato Vaticano (a caso?) vicino Piazza S. Pietro credo che avrei dei problemi seri.Io sarei un criminale.Umberto Bossi no?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 30 luglio 2008 13.15-----------------------------------------------------------
        • piesio scrive:
          Re: Costituzioni burla
          la legge non è uguale per tutti, finchè non ci convinciamo di questo, tutto ci sembrerà strano
          • H5N1 scrive:
            Re: Costituzioni burla
            Questo lo so ed ecco perchè sono in vantaggio su di loro.Perchè loro non sanno che li reputo terroristi...
          • piesio scrive:
            Re: Costituzioni burla
            ma forse neanche gliene frega :)
        • ninjaverde scrive:
          Re: Costituzioni burla
          - Scritto da: H5N1
          No, un momento...
          Umberto Bossi (nessuno mi costringerà mai ad
          utilizzare l'appellativo Onorevole per siffatto
          individuo) ha bruciato dinanzi a migliaia di
          manifestanti la bandiera italiana a suo
          tempo.
          Secondo le leggi italiane (l'attuale
          Costituzione) tale atto costituisce Alto
          Tradimento o, meglio, Vilipendio Alla Bandiera
          (per il quale, se non erro, fino al 1995 era,
          almeno sulla carta, prevista la fucilazione in
          tempo di
          guerra).
          Si è trattato di un reato costituzionale al quale
          non è seguita alcuna
          denuncia.

          Ma se io bruciassi la bandiera dello Stato
          Vaticano (a caso?) vicino Piazza S. Pietro credo
          che avrei dei problemi
          seri.

          Io sarei un criminale.
          Umberto Bossi no?Ovviamente la prima differenza è che tu sei un "pesce piccolo" e Bossi no.Poi gli "onorevoli" sarebbero tali se non prendessero lo stipendio di stato per il fatto di essere parlamentari, come d'uso nel primo parlamento del Regno di Sardegna e poi d'Italia.Infine l'atto su citato potrebbe essere reato per gli Italiani (in generale) Ma non per chi non si riconosce come italiano. Ovviamente la quesione è discutibile se si tratta di un parlamentare che aderisce al parlamento italiano.... Ma faremo notte a disquisire su questo argomento.La bandiera del Vaticano meglio lascirla stare: è di fatto uno stato straniero. A volte fatti simili succedono anche in Italia ove qualcuno (non tanto tempo fa) ha briciato bandiere degli USA.Fatto riprovevole poichè questo stato è un nostro alleato, che piaccia o no, inoltre i tizi non sono stati perseguiti. Li vuoi vedere come criminali? Ma...fai tu.Di solito i "criminali" non si limitano a bruciare bandiere.
  • Vihai Varlog scrive:
    Re: filtri di stato ?
    - Scritto da: Linaro

    In Italia grazie al cielo non abbiamo (per ora)
    filtri generalizati di Stato che bloccano in
    maniera censoria dei contenuti.Appunto... vedi che in Italia nessuno si lamenta? Addirittura c'è chi come te non sa neanche che già ci sono, i filtri di Stato....e no, non filtrano "solo" i siti di gioco d'azzardo.
  • Nilok scrive:
    Violazione dei Dritti Umani
    Augh,inutile tentare di violare i Diritti Umani:http://it.youtube.com/watch?v=u9aI1D6oDpAla REPRESSIONE NON E' MAI giunta allo scopo che si prefiggeva.Ho Parlato.Nilok
    • Risposta al commento scrive:
      Re: Violazione dei Dritti Umani
      Nicola, la banalità dei tuoi post mi rende triste.
    • John Phantom scrive:
      Re: Violazione dei Dritti Umani
      Se saranno i produttori di quel video a salvarci allora possiamo già ritenerci sotto censura. Triste e banale, potevi evitare di parlare, come sempre.
  • anonymous scrive:
    una volta tanto
    finalmente c'é nei tag censura quando si parla di certi filtri anche se non sono istituiti in uno stato canaglia!
  • Joliet Jake scrive:
    "Troveranno" nuovi pedo-terro-satanisti
    E la gente sarà felice di farsi limitare la libertà.D'altronde a che serve la libertà quando posso perderla per un'effimera sensazione di sicurezza? :s
  • Pinco Pallino scrive:
    Re: filtri di stato ?
    Io ci vivo in Australia.Ti garantisco che sono pecore.Oltre ogni immaginazione.Tornero' presto in Europa....
    • francososo scrive:
      Re: filtri di stato ?
      Anche qui insomma,Quando si capirà che i veri terroristi anche quelli del 9/11 ci sono dietro 4 gattacci neo-con e se ne abitano negli Usa sarà troppo tardi !Perchè l'importante è che noi dobbiamo aver paura e consumaree, consumare, consumare, consumare .....!
  • Pinco Pallino qualsiasi scrive:
    La dittatura del vicino...
    La dittatura del vicino è sempre più stretta:Gli stessi divieti sono dittatoriali in Cina e aiutano a combattere la criminalità in Italia:http://ibr75.forumcommunity.net/?t=17647979
    • Kay Hansen scrive:
      Re: La dittatura del vicino...
      Non essere pessimista, vedrai che il Nuovo Ordine Mondiale risolverà anche questi nostri problemi. :P
  • Pastore scrive:
    Re: filtri di stato ?
    Ma gli italiani si sa che sono pecore.
Chiudi i commenti