Yahoo! è il primo sito negli USA

Da anni Google aveva sottratto al sito viola lo scettro. Ora, con la cura Mayer in corso, qualcosa si muove e a luglio c'è stato un timido sorpasso

Roma – Non succedeva dal 2008 (a parte una breve parentesi nel 2011), stando a quanto riportato dai media a stelle e strisce: a luglio 2013 Yahoo! si è ripreso il trono di sito più navigato degli Stati Uniti (aggregando tutti i domini che fanno capo a Sunnyvale), sopravanzando di qualche milione lo storico rivale Google e lasciando indietro persino un social network colossale come Facebook.

La cura Mayer pare insomma aver dato qualche frutto, e nei numeri di Comscore (che stila la classifica a cui si fa riferimento) mancano pure gli accessi alla recente acquisizione Tumblr che pure figura nella Top50 e garantirà un boost di parecchi milioni di visitatori mensili. Il problema è che la classifica attuale è destinata a essere superata quando, molto presto, Comscore presenterà nuove cifre che comprendano anche il mondo mobile (dove Yahoo! cresce ma non stupisce, ancora): a quel punto, fanno intendere le indiscrezioni , ci potrebbero essere exploit notevoli di Mountain View, che su smartphone e tablet è fortissima.

In ogni caso si tratta di una buona iniezione di fiducia per Yahoo!: Marissa Meyer, CEO da un anno , sta puntando molto sul rilancio del marchio e delle attività di sviluppo del sito in viola, e questo segnale dovrebbe regalare a lei e ai suoi collaboratori (e agli investitori, che non guasta mai) un po’ più di motivazione per i mesi a venire. ( L.A. )

la classifica comscore di luglio 2013

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • nagual83 scrive:
    logica booleana
    Alla fine il transistor deve implementare le funzioni logiche booleane di AND OR XOR NAND etc... Quindi poco importa se la logica e' diretta o inversa. Per spodestare i semiconduttori tradizionali deve solo commutare piu' velocemente e consumare poco.
    • Quelo scrive:
      Re: logica booleana
      - Scritto da: nagual83
      Alla fine il transistor deve implementare le
      funzioni logiche booleane di AND OR XOR NAND
      etc... In realtà fino ad ora ogni tecnologia ha implementato UNA sola funzione logica negata e in base a quello ha costruito tutto, di solito è una NAND o una NOR.Curioso che qui si parli di XOR che è una operazione complessa, forse è proprio lì il cambiamento concettuale.
Chiudi i commenti