Yahoo, tra password telefonate e cifratura

Mentre agevola gli utenti con password temporanee su richiesta, il colosso in viola continua a lavorare per la sicurezza: il codice del plugin dedicato alla cifratura end-to-end delle email è aperto alla revisione

Roma – Per contenere i danni generati da password troppo intuibili e riciclate per diversi servizi in Rete, per sollevare gli utenti dall’esercizio della memoria, Yahoo ha messo a disposizione una funzione di password usa e getta, su richiesta: il codice di accesso sarà veicolato dal telefonino.

Yahoo ha semplificato l’autenticazione a due fattori, eliminando il fattore della memoria: a favore degli utenti statunitensi c’è la funzione “On-demand passwords”, che prevede l’invio di un codice di accesso temporaneo che apre la strada al login. Agli utenti che abilitano la funzione è richiesto il solo inserimento del codice ricevuto via sms, generato e inviato da Yahoo ad ogni tentativo di accesso.

La soluzione proposta da Yahoo, più che alla sicurezza , guarda alla praticità: l’unico sforzo richiesto all’utente è quello di vigilare sul proprio telefono. In caso contrario occhi indiscreti potrebbero appropriarsi del codice, e chiunque entrasse in possesso del terminale potrebbe accedere all’account con la sola username e una semplice richiesta di ottenere la password.

Il portale in viola, però, non rinuncia a lavorare per la sicurezza: mentre medita su soluzioni che comportino meno rischi, l’autenticazione a due fattori per l’accesso all’email resta disponibile. Nel frattempo ferve il lavoro sul plugin per browser sviluppato in collaborazione con Google e dedicato alla cifratura end-to-end delle email basata su OpenPGP.

Il codice del plugin è ora disponibile su GitHub, sottoposto all’occhio attento di esperti e cacciatori di bug: Yahoo, ha spiegato il Chief Information Security Office Alex Stamos, prevede di implementarlo entro la fine dell’anno. Lo scopo è quello di offrire agli utenti una soluzione davvero semplice per mettere le proprie comunicazioni al sicuro dall’occhio indiscreto di stato e mercato: Yahoo, che da mesi sta brandendo parole e tecnologie contro le pretese di tecnocontrollo delle autorità, in passato non ha potuto opporsi al monitoraggio silente da parte di NSA e GCHQ, capaci di intercettare i dati a livello delle sue dorsali private.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Funz scrive:
    E dire che basterebbe...
    ...un filtro contenuti adulti, tipo quello che c'è su Deviantart e simili.Invece no, censura su qualsiasi nudità, artistica o meno. Puro e semplice bigottismo pruriginoso tipico degli statunitensi.Coprite le vostre Veneri di Milo mi raccomando, io me ne sto fuori...
  • Grufolire scrive:
    censori
    Facebook sta diventando piano piano, in collaborazione con Bing, Google e Yahoo, un censore de facto, che guida ciò che possiamo o non possiamo dire o addirittura pensare.La zucchina psicopatica determina la nostra moralità.Che pianto.
    • panda rossa scrive:
      Re: censori
      - Scritto da: Grufolire
      Facebook sta diventando piano piano, in
      collaborazione con Bing, Google e Yahoo, un
      censore de facto, che guida ciò che possiamo o
      non possiamo dire o addirittura
      pensare.
      La zucchina psicopatica determina la nostra
      moralità.
      Che pianto.Sei pregato di parlare per te e di tener conto che le persone di intelligenza superiore non si immischiano coi frequentatori dell'ovile in questione.
  • ... scrive:
    regole guida
    se si vede pelo o capezzoli e' nudo.quindi la soluzione e' patata rasata e francobolli sulle tette.
    • panda rossa scrive:
      Re: regole guida
      - Scritto da: ...
      se si vede pelo o capezzoli e' nudo.

      quindi la soluzione e' patata rasata e
      francobolli sulle
      tette.Ma una foto con un allattamento al seno e' quindi da censurare?E la foto di un neonato a cui si vedono i capezzoli?E i capezzoli di un maschio adulto?E se l'adulto maschio fosse un travestito brasiliano?E una modella di body painting si potra' mettere?
  • Facensura scrive:
    Bambocci
    Com'erano belli i tempi delle chat non moderate, dove non c'erano censori-genitori autonominati, che decidevano cos'era giusto o sbagliato per gli utenti-bambocci.Come diceva Eric Berne, sta diventando un mondo di genitori e di figli, senza adulti in circolazione.
    • ... scrive:
      Re: Bambocci
      - Scritto da: Facensura
      Com'erano belli i tempi delle chat non moderate,
      dove non c'erano censori-genitori autonominati,
      che decidevano cos'era giusto o sbagliato per gli
      utenti-bambocci.
      Come diceva Eric Berne, sta diventando un mondo
      di genitori e di figli, senza adulti in
      circolazione.E lo vieni a dire in questo XXXXX di sito, dove censurano tutto come XXXXX gli gira?
      • Facensura scrive:
        Re: Bambocci
        Già, vero vero.
      • ... scrive:
        Re: Bambocci
        - Scritto da: ...
        - Scritto da: Facensura

        Com'erano belli i tempi delle chat non moderate,

        dove non c'erano censori-genitori autonominati,

        che decidevano cos'era giusto o sbagliato per
        gli

        utenti-bambocci.

        Come diceva Eric Berne, sta diventando un mondo

        di genitori e di figli, senza adulti in

        circolazione.

        E lo vieni a dire in questo XXXXX di sito, dove
        censurano tutto come XXXXX gli
        gira?sai come', questi 4 falliti di PI in qualche modo devono rivalersi sul mondo e lo fanno tramite cancellazioni e ban degli IP. e lasciaglielo fare, gia' la vita si e' accanita contro di loro, almeno un contentino ci vuole.
Chiudi i commenti