Clubhouse ora permette di inviare denaro ai creatori con Stripe

Clubhouse: pagamenti ai creatori con Stripe

Su Clubhouse la funzionalità che permette agli utenti di inviare somme di denaro direttamente ai creatori, grazie alla collaborazione con Stripe.
Su Clubhouse la funzionalità che permette agli utenti di inviare somme di denaro direttamente ai creatori, grazie alla collaborazione con Stripe.

Con l'obiettivo di andare incontro a un'esigenza manifestata dai creatori impegnati sulla piattaforma, oggi Clubhouse annuncia la partnership con Stripe per integrare un sistema di invio denaro. Uno step importante nel percorso di evoluzione di quella che possiamo definire senza timore di smentita l'applicazione del momento.

Stripe per inviare denaro ai creatori di Clubhouse

Mentre ancora si attende il rilascio della versione Android (al momento l'app è disponibile solo su iOS), arriva un tool per la monetizzazione. Stando a quanto si legge sulle pagine del blog ufficiale è solo una delle tante novità previste da qui in avanti.

Questa sarà la prima di tante funzionalità che permetteranno ai creatori di essere pagati direttamente su Clubhouse. Siamo ansiosi di vedere come le persone la utilizzeranno e continueremo a lavorare sodo per aiutare i fantastici membri della community a crescere e prosperare.

La procedura è piuttosto semplice e consiste di due soli passaggi:

  • per inviare un pagamento in Clubhouse è sufficiente selezionare il profilo di un creatore e poi il pulsante “Invia denaro”;
  • digitare la somma che si desidera inviare (la prima volta compare la richiesta di aggiungere una carta di credito o debito).

I pagamenti con Stipe su Clubhouse

Il post di annuncio specifica che in questa prima fase la possibilità di ricevere denaro è riservata ad alcuni profili selezionati. Inoltre, per chi invia la somma, è previsto un piccolo addebito aggiuntivo necessario per gestire l'operazione che finirà per intero a Stripe.

Le dinamiche alla base di Clubhouse hanno ispirato quasi tutti i big del mondo online e social che non hanno perso tempo per integrarle nei rispettivi servizi: è il caso di TelegramFacebook, Twitter, SpotifyLinkedIn e Discord.

Fonte: Clubhouse
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti