Google: noi rispettiamo i diritti d'autore

Il motore di ricerca getta acqua sul fuoco riguardo all'indicizzazione dei contenuti giornalistici: siamo dalla parte degli autori, le nostre iniziative sono tutte a loro vantaggio. Ora si tratta di convincerli

Mountain View (USA) – Google ha deciso di esprimersi in merito alla polemica sulla possibile violazione del diritto d’autore da parte dei propri servizi d’indicizzazione di contenuti testuali. Le dichiarazioni ufficiali dei portavoce del motore di ricerca, pubblicate sul blog ufficiale dell’azienda, vogliono sottolineare l’approccio di Google nei confronti dell’editoria online: l’imperativo, in questo caso, è: rispetto totale dei diritti d’autore.

David Eun, uno dei vicepresidenti di Google, ha voluto difendere il principio di libera indicizzazione dei contenuti pubblicati su Internet. Secondo Eun, infatti, l’indicizzazione e l’organizzazione delle informazioni su Internet rientra pienamente nel cosiddetto fair use e non lede in alcun modo i diritti dei rispettivi autori. “Ad ogni modo, anche se la nostra attività è pienamente legale”, ha dichiarato Eun, “rispettiamo sempre le decisioni degli editori, qualora non volessero che i loro contenuti siano indicizzati”.

Editori di tutto il Mondo si sono più volte infuriati contro il re dei motori di ricerca ed hanno persino ideato un protocollo identificativo per evitare che Google possa indicizzare contenuti in maniera totalmente libera. Il conflitto tra editoria e Google è sempre acceso, nonostante i portavoce dell’azienda di Mountain View abbiano più volte ricordato che assecondare l’obiettivo del più importante search engine di Internet, ovvero “organizzare l’informazione globale”, significa avere visibilità .

I progetti di Google per l’editoria non si limitano a Google News , motore di ricerca per contenuti giornalistici e “lanci” d’agenzia. Il colosso californiano ha lanciato il controverso Book Search , un servizio che offre pubblicamente la consultazione limitata di libri digitalizzati protetti da speciali sistemi DRM .

Malgrado l’impiego di questi sistemi per garantire il rispetto del diritto d’autore, l’iniziativa di Google ha scatenato l’ira dei più importanti editori nordamericani. Questo perché la digitalizzazione dei tomi avviene in modo quasi arbitrario, senza che Google richieda esplicitamente agli autori un’autorizzazione a procedere.

Non mancano comunque numerose istituzioni ed aziende che credono in Book Search . In Europa, ad esempio, editori come Giunti , De Boeck e Springer hanno autorizzato immediatamente la libera indicizzazione dei loro volumi. Recentemente, l’ Università Complutense di Madrid ha messo a disposizione di Google l’intera biblioteca accademica, tra le più grandi di tutta la Spagna.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Nanoparticelle, DDT, psicoreato...
    ...chi se ne impipa, tanto di qualcosa dobbiamo morire no?
  • Anonimo scrive:
    W le nanoparticelle!!
    No ragazzi guardate che le nano domineranno il mondo,non ci sono storie o tumori che reggano,prima o poi le metteranno ovunque,non c'è niente da fare.
    • Anonimo scrive:
      Re: W le nanoparticelle!!
      Io ho conosciuto uno che se fatto trapiantare nanoparticelle in un tumore per provocargli un un tumore (al tumore). Lui è guarito, ma si sono ammalati i medici per aver lavorato con nanoparticelle. Ora si cercano medici disposti ad ammalarsi per curare quelli.Ma poi cosa conta.Da che mondo è mondo l'importante è essere fichi, e non lo sei se non hai l'ultimo mause e lavori come un cane per quattro soldi per averlo.Che fico!!!Che mondo di fichi!!!PS: ai fichi che risponderanno:No, non me ne vado!Si, sono un genio!Quindi non sprecatevi a sarcastimmizzarmi le palle.
      • Anonimo scrive:
        Re: W le nanoparticelle!!
        - Scritto da:
        Io ho conosciuto uno che se fatto trapiantare
        nanoparticelle in un tumore per provocargli un un
        tumore (al tumore).

        Lui è guarito, ma si sono ammalati i medici per
        aver lavorato con nanoparticelle.

        Ora si cercano medici disposti ad ammalarsi per
        curare
        quelli.
        Ma poi cosa conta.
        Da che mondo è mondo l'importante è essere fichi,
        e non lo sei se non hai l'ultimo mause e lavori
        come un cane per quattro soldi per
        averlo.
        Che fico!!!
        Che mondo di fichi!!!

        PS: ai fichi che risponderanno:
        No, non me ne vado!
        Si, sono un genio!
        Quindi non sprecatevi a sarcastimmizzarmi le
        palle.poetico.cmq sia non hai torto.Prendere una foXXuta spugna e pulire ogni tanto no eh?
  • Anonimo scrive:
    Giuliano Amato?
    E' la prima cosa che m'è venuta in mente leggendo il titolo dell'articolo.
  • longinous scrive:
    Giusto per correttezza
    Nanorivestimento di particelle è una cosa (rivestimento sottilissimo)Rivestimento di nanoparticelle è un'altra (rivestito di nanoparticelle)e ora, tutti assieme, rileggiamo la notizia e vediamo cosa c'è scritto.
  • no berluska scrive:
    Nulla di nuovo
    http://punto-informatico.it/f/m.aspx?m_id=1662781&m_rid=0Ne parla anche Grillo nel suo ultimo (doppio) DVD.
  • Anonimo scrive:
    Topo ? In Italia lo chiamiamo "Mouse"
    Per il traduttore: In Italia, a contrario degli altri paesi, il "topo" lo chiamiamo "mouse".La parola "topo", nonostante sia la traduzione letterale del corrispettivo "mouse", in informatica non significa nulla...
  • Anonimo scrive:
    costo, e tastiera
    quanto costa 'sto mouse?e ... esiste anche la tastiera antischifio?
  • Anonimo scrive:
    ma voi le conoscete le nanoparticelle?
    Ma voi lo sapete che cosa è successo al ricercatore che al cnr stava studiando gli effetti delle nanoparticelle sulle cellule umane?
    • Alessandrox scrive:
      Re: ma voi le conoscete le nanoparticell
      No, raccontacelo.- Scritto da:
      Ma voi lo sapete che cosa è successo al
      ricercatore che al cnr stava studiando gli
      effetti delle nanoparticelle sulle cellule
      umane?
      • Anonimo scrive:
        Re: ma voi le conoscete le nanoparticell
        Non sopno quello sopra, ma ho trovato questohttp://www.ecoblog.it/post/1263/nanoparticelle-e-nanopatologie
        • Anonimo scrive:
          Re: ma voi le conoscete le nanoparticell
          Bel sito di "informazione" scientifica...autorevole soprattuto!! ma sto vizio di postare blog su blog?? ora lo apro anche io e dico che Prodi è un alieno, forse qualcuno un giorno linkerà il mio blog a qualche minch*** di punto informatico
    • Anonimo scrive:
      Re: ma voi le conoscete le nanoparticell
      No, diccelo tu.Con qualche link per favore... O)
    • Anonimo scrive:
      Re: ma voi le conoscete le nanoparticell
      - Scritto da:
      Ma voi lo sapete che cosa è successo al
      ricercatore che al cnr stava studiando gli
      effetti delle nanoparticelle sulle cellule
      umane?Sì, gli sono cresciuti i tentacoli e una tribù di nani lo ha bollito per fare l'insalata di mare.
  • Anonimo scrive:
    la nanomorte
    Ragazzi prepariamoci all'estinzione della razza umana e animale.Non basta aver messo in crisi la sopravvivenza della terra stessa ora riusciamo a fare di meglio.Siamo riusciti finalmente a costruire qualcosa che provoca di sicuro il cancro.Bhe' almeno possiamo dire finalmente di aver scoperto la vera causa dei tumori.Solo due cose sono infinite, l'universo e la stupidità umana.
    • Alessandrox scrive:
      Non scriviamo CA....
      http://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1671678&id=1670932- Scritto da:
      Ragazzi prepariamoci all'estinzione della razza
      umana e
      animale.
      Non basta aver messo in crisi la sopravvivenza
      della terra stessa ora riusciamo a fare di
      meglio.
      Siamo riusciti finalmente a costruire qualcosa
      che provoca di sicuro il
      cancro.
      Bhe' almeno possiamo dire finalmente di aver
      scoperto la vera causa dei
      tumori.

      Solo due cose sono infinite, l'universo e la
      stupidità
      umana.
    • Anonimo scrive:
      Re: la nanomorte
      - Scritto da:
      Solo due cose sono infinite, l'universo e la
      stupidità
      umana.Ti sei dimenticato i comunisti...ah no son compresi nella seconda!
    • Anonimo scrive:
      Re: la nanomorte
      - Scritto da:
      Ragazzi prepariamoci all'estinzione della razza
      umana e
      animale.
      Non basta aver messo in crisi la sopravvivenza
      della terra stessa ora riusciamo a fare di
      meglio.
      Siamo riusciti finalmente a costruire qualcosa
      che provoca di sicuro il
      cancro.
      Bhe' almeno possiamo dire finalmente di aver
      scoperto la vera causa dei
      tumori.

      Solo due cose sono infinite, l'universo e la
      stupidità
      umana.Be', tu quindi ci sguazzi...
  • Anonimo scrive:
    nanoparticelle = morte
    Ci sono gli studi di un team di pezzi grossi che affermano che le nano particelle sono nocive per la salute, provocano tumori in quantità industriale e con una semplicità allarmante.fonte: http://www.nanodiagnostics.it/
    • Anonimo scrive:
      Re: nanoparticelle = morte
      - Scritto da:
      Ci sono gli studi di un team di pezzi grossi che
      affermano che le nano particelle sono nocive per
      la salute, provocano tumori in quantità
      industriale e con una semplicità
      allarmante.quoto e confermo.le nanoparticelle sono pericolosissime.Ma vedi qual è il problema? Su questa notizia solo 2 thread.....Che fine farà secondo te la nanotecnologia invasiva? Avrà vita facilissima, verremo contaminati senza che nessuno sappia nulla, senza che nessuno dica nulla.Questa cosa è peggio di qualsiasi rischio/guerra ecologico/economico/civile.
      • Anonimo scrive:
        Re: nanoparticelle = morte
        A parte gli allarmismi sul fatto che presto saremo tutti contaminati (sono ingiustificati, perche' grazie all'inquinamento sia gia' contamitati da anni, solo che nessuno lo sa...), le nanoparticelle usate per questi componenti sono solo la punta dell'iceberg.Quelle piu' pericolose sono impiegate per l'imballaggio degli alimenti o nei filtri di depurazione delle acque piovane.beh...immagino che tra 50 anni saranno rimasti solo coloro che hanno sviluppato un sistema immunitario capace di eliminare queste particelle.Prosit a chi crepa prima di leucemia e tumori vari.
      • Alessandrox scrive:
        Ma CAVOLO....
        Le NANOPARTICELLE ce le becchiamo da sempre....pero' nessuno so scandalizza del fatto che l' OMS sta permettendo di nuovo l' uso massiccio del DDT... - Scritto da:

        - Scritto da:

        Ci sono gli studi di un team di pezzi grossi che

        affermano che le nano particelle sono nocive per

        la salute, provocano tumori in quantità

        industriale e con una semplicità

        allarmante.

        quoto e confermo.
        le nanoparticelle sono pericolosissime.
        Ma vedi qual è il problema? Su questa notizia
        solo 2
        thread.....
        Che fine farà secondo te la nanotecnologia
        invasiva?

        Avrà vita facilissima, verremo contaminati senza
        che nessuno sappia nulla, senza che nessuno dica
        nulla.
        Questa cosa è peggio di qualsiasi rischio/guerra
        ecologico/economico/civile.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma CAVOLO....

          pero' nessuno so scandalizza del fatto che l' OMS
          sta permettendo di nuovo l' uso massiccio del
          DDT...
          No, perche' e' dannoso solo in grosse quantita.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma CAVOLO....
            - Scritto da:


            pero' nessuno so scandalizza del fatto che l'
            OMS

            sta permettendo di nuovo l' uso massiccio del

            DDT...



            No, perche' e' dannoso solo in grosse quantita.E per grosse quantita' si intende 100 volte di piu' del tuo "massiccio"
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma CAVOLO....
            - Scritto da:


            pero' nessuno so scandalizza del fatto che l'
            OMS

            sta permettendo di nuovo l' uso massiccio del

            DDT...



            No, perche' e' dannoso solo in grosse quantita.No, il fatto e' che la gente comune non ha voce in capitolo...Quindi non e' che "nessuno si scandalizza", la verita' e' che l'informazione viene data in modo parziale e in aggiunta, anche protestando, non si ottiene la rimozione delle sostanze tossiche.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma CAVOLO....
          Original Marines Shoes?
    • Alessandrox scrive:
      Re: nanoparticelle = morte
      - Scritto da:
      Ci sono gli studi di un team di pezzi grossi che
      affermano che le nano particelle sono nocive per
      la salute, provocano tumori in quantità
      industriale e con una semplicità
      allarmante.

      fonte: http://www.nanodiagnostics.it/Si se sono in circolazione in gran quantita'...Anche tra le polveri sottili ci sono nanoparticelle.Particelle di dimensioni nanometriche FANNO PARTE DELLE COMUNE POLVERE.Bisogna vedere poi che materiale e struttura hanno ma piccole particelle di titanio (che tra l' altro e' tra i materiali piu' inerti oggi in uso) in piccolissime quantita' ben difficilmente potranno essere nocive quanto della comune polvere d' asfalto che quotidianamente viene sollevata dalle ruote delle auto.
    • Anonimo scrive:
      Re: nanoparticelle = morte
      - Scritto da:
      Ci sono gli studi di un team di pezzi grossi che
      affermano che le nano particelle sono nocive per
      la salute, provocano tumori in quantità
      industriale e con una semplicità
      allarmante.

      fonte: http://www.nanodiagnostics.itBe speriamo che servano a fare un bel pò di selezione naturale,tanto con 4 miliardi e più di esuberi ne servono veramente tante di nanoparticelle!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Beh! che dire ..
    Un oggetto di cui se n'è sentita la mancanza per anni e adesso finalmente è stato realizzato.Andrà sicuramente a ruba! (troll)
    • Anonimo scrive:
      Re: Beh! che dire ..
      usare il mouse toccato da un altro è come mettersi intorno delle mutande usate da uno sconosciuto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Beh! che dire ..
        Nella vita tocchiamo di tutto ....
        • Anonimo scrive:
          Re: Beh! che dire ..
          si ma prova ad andare in un internet cafè a Seoul dove sono aperti 24/7 e sempre traboccanti. Quando esci ti resta il mouse appiccicato alle mani e credono tu lo voglia rubare. (anonimo)
          • Anonimo scrive:
            Re: Beh! che dire ..
            - Scritto da:
            si ma prova ad andare in un internet cafè a Seoul
            dove sono aperti 24/7 e sempre traboccanti.
            Quando esci ti resta il mouse appiccicato alle
            mani e credono tu lo voglia rubare.
            (anonimo)E allora riscopriamo i guanti in lattice!
      • Ubu re scrive:
        Re: Beh! che dire ..
        - Scritto da:
        usare il mouse toccato da un altro è come
        mettersi intorno delle mutande usate da uno
        sconosciuto.(newbie)Ma ce l'hai prensile?Comunque IO lo uso con le mani.
      • Anonimo scrive:
        Re: Beh! che dire ..
        - Scritto da:
        usare il mouse toccato da un altro è come
        mettersi intorno delle mutande usate da uno
        sconosciuto.Vabbeh, ma se ne tocca di roba toccata dagli altri quando sei nei posti pubblici.Vogliamo parlare degli autobus? :sComunque se devo intossicarmi di nanocosi allora forse preferisco la morchia a cui sono già abituato.
        • Anonimo scrive:
          Re: Beh! che dire ..
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          usare il mouse toccato da un altro è come

          mettersi intorno delle mutande usate da uno

          sconosciuto.

          Vabbeh, ma se ne tocca di roba toccata dagli
          altri quando sei nei posti
          pubblici.
          Vogliamo parlare degli autobus?
          :s
          Comunque se devo intossicarmi di nanocosi allora
          forse preferisco la morchia a cui sono già
          abituato.Quoto... i batteri degli autobus li lavi via con un'pò d'acqua e sapone.I nanocosi mi sembrano più "difficili" da togliere. :bye
    • Anonimo scrive:
      Re: Beh! che dire ..
      tra un po' fanno di tutto ai nanocosigià si immagina lo spazzolino che elimina batteri al solo passaggio...naturalmente è di poca rilevanza se sia "sicuro" per l'organismo o menotanto se ci sono effetti sono a lungo termine che si manifestano
      • Alessandrox scrive:
        Re: Beh! che dire ..
        E' da almeno 20 anni che esiste lo spazzolino che rilascia IONI d' ARGENTO...Che sono molto piu' piccoli dei nanocosi- Scritto da:
        tra un po' fanno di tutto ai nanocosi

        già si immagina lo spazzolino che elimina batteri
        al solo
        passaggio...

        naturalmente è di poca rilevanza se sia "sicuro"
        per l'organismo o
        meno

        tanto se ci sono effetti sono a lungo termine che
        si
        manifestano
        • Anonimo scrive:
          Re: Beh! che dire ..
          - Scritto da: Alessandrox
          E' da almeno 20 anni che esiste lo spazzolino che
          rilascia IONI d'
          ARGENTO...
          Che sono molto piu' piccoli dei nanocosiVisto che sono cosi' pericolosi xche' in tv c'e' ancora la pubblicità di questi spazzolini. Qual'e' la fonte della tua affermazione? Cosi'... per documentarmi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Beh! che dire ..
            - Scritto da:

            - Scritto da: Alessandrox

            E' da almeno 20 anni che esiste lo spazzolino
            che

            rilascia IONI d'

            ARGENTO...

            Che sono molto piu' piccoli dei nanocosi

            Visto che sono cosi' pericolosi xche' in tv c'e'
            ancora la pubblicità di questi spazzolini.Rispondo io: Marketing ed una gran quantità di denaro.Ad esempio, sapevi che le Vivident Xilit in realtà contengono microparticelle di vetro?Xilitolo è un termine marchettaro per dire Silicio.Sapevi che il 99% dei deodoranti in commercio (dall'Infasil al Dove al Neutro Roberts...) contengono grosse quantità di metalli pesanti?Te lo dico perchè ho un fratello che di professione studia queste cose.bye
          • Anonimo scrive:
            Re: Beh! che dire ..
            Uhm allora per l'igiene tuo fratello che suggerisce? il classicissimo sapone Palmolive?...Se è così, allora torno anche subito ad usarlo! Sapevo tra l'altro che quasi tutti i bagnoschiuma e doccia schiuma contengono il Sodium Laureth Sulfate che pare sia cancerogeno ma se sta cosa è vera, non ho ancora trovato uno che ne sia privo.Ciao!
          • Anonimo scrive:
            Re: Beh! che dire ..
            - Scritto da:
            Uhm allora per l'igiene tuo fratello che
            suggerisce? il classicissimo sapone
            Palmolive?...

            Se è così, allora torno anche subito ad usarlo!
            Sapevo tra l'altro che quasi tutti i bagnoschiuma
            e doccia schiuma contengono il Sodium Laureth
            Sulfate che pare sia cancerogeno ma se sta cosa è
            vera, non ho ancora trovato uno che ne sia
            privo.
            Dei detergenti alcalini o neutri, i più innocui sono i saponi tradizionali, anche perché, specialmente i saponi liquindi più antiquati, si risciacquano via molto male, te ne accorgi dalla pelle che nelle intenzioni dei produttori dovrebbe sembrare più liscia, in realtà rimane innaturalmente viscida e questo residuo causa spesso dermatiti.Se vuoi andare sul sicuro, scegli dei detergenti a Ph acido (i più delicati disponibili sono quelli per l'igiene intima): quasi sicuramente non contengono SLS.
          • Anonimo scrive:
            Re: Beh! che dire ..
            -

            Ad esempio, sapevi che le Vivident Xilit in
            realtà contengono microparticelle di
            vetro?
            Xilitolo è un termine marchettaro per dire
            Silicio. Ma che dici? http://it.wikipedia.org/wiki/Xilitolo
            Sapevi che il 99% dei deodoranti in commercio
            (dall'Infasil al Dove al Neutro Roberts...)
            contengono grosse quantità di metalli
            pesanti?I deodoranti contengono di solito Alluminio tricloruro. E l'alluminio non è un metallo pesante.
            Te lo dico perchè ho un fratello che di
            professione studia queste
            cose.
            Digli di cambiare professione...
          • Alessandrox scrive:
            Re: Beh! che dire ..
            - Scritto da:

            - Scritto da: Alessandrox

            E' da almeno 20 anni che esiste lo spazzolino
            che

            rilascia IONI d'

            ARGENTO...

            Che sono molto piu' piccoli dei nanocosi

            Visto che sono cosi' pericolosi xche' in tv c'e'
            ancora la pubblicità di questi spazzolini.Ahh se sono pericolosi non lo so e non ci sono prove (altrimenti qualcuno dovrebbe spiegare anche come evitare il pulviscolo atmosferico o la polvere finissima di ferro quando si affilano le lame dei coltelli.POi la pubblicita' la mandano, non sempre ma ogni tanto.
            Qual'e' la fonte della tua affermazione? Cosi'...
            per
            documentarmi.Il supermercato... sono anni che li vedo e una volta l' ho pure comprato.
Chiudi i commenti