Intel dice addio al processore del Surface Neo

Intel dice addio al processore del Surface Neo

Intel ha comunicato il pensionamento dei processori Comet Lake-U, Ice Lake-U e Lakefield (basati su architettura ibrida e usati nel Surface Neo).
Intel ha comunicato il pensionamento dei processori Comet Lake-U, Ice Lake-U e Lakefield (basati su architettura ibrida e usati nel Surface Neo).
Guarda 9 foto Guarda 9 foto

Intel ha comunicato i processori che hanno raggiunto la fine del “ciclo di vita”. Nell'elenco è incluso anche Lakefield, ovvero la CPU basata su architettura ibrida che Microsoft aveva scelto per il suo Surface Neo. L'azienda californiana ha pensionato anche i processori Comet Lake-U e Ice Lake-U.

Addio Lakefield in attesa di Alder Lake

Oltre che nel Surface Neo, mai arrivato sul mercato, i processori Lakefield sono stati utilizzati nei Samsung Galaxy Book S e Lenovo ThinPad X1 Fold. Due i modelli annunciati e ora dismessi: Core i5-L16G7 e Core i3-L13G4. Le CPU, realizzate con tecnologia di processo a 10 nanometri, avevano un'architettura ibrida, in quanto costituiti da un core Sunny Cove e quattro core Tremont. Intel aveva inoltre utilizzato il packaging Foveros 3D che prevede il posizionamento della RAM sui core Sunny Cove e Tremont.

L'obiettivo era combinare prestazioni elevate e bassi consumi, ma i dispositivi arrivati sul mercato non hanno ottenuto un grande successo. Tra l'altro l'architettura ibrida ha richiesto alcune modifiche allo scheduler di Windows 10. Come è noto, invece, il progetto Surface Neo è stato temporaneamente sospeso e quasi certamente Microsoft annuncerà una versione aggiornata del dispositivo, forse con i processori Intel Alder Lake.

Il sistema operativo installato sul Surface Neo era Windows 10X. Microsoft ha annunciato la sua cancellazione e l'aggiunta di alcune funzionalità in Windows 11, come il nuovo menu Start.

Fonte: AnandTech
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

09 07 2021
Link copiato negli appunti