La telefonia mobile è sempre più open

L'apertura all'open source da parte di Android e di Symbian definisce un trend in cui si inseriscono molte realtà, interessate a tutte le applicazioni per telefonini e smartphone
L'apertura all'open source da parte di Android e di Symbian definisce un trend in cui si inseriscono molte realtà, interessate a tutte le applicazioni per telefonini e smartphone

Definire “movimentato” il settore della telefonia mobile è decisamente un eufemismo. Chi parte per primo con un’idea, in men che non si dica si ritrova alle spalle almeno un inseguitore. L’App Store di Apple ha tre mesi di vita e già stanno arrivando lo store per Android e quello per i BlackBerry . Android apre all’open source? Ok, dice Nokia, lo stiamo facendo anche noi.

In realtà il colosso finlandese lo ha annunciato da mesi : la transizione di Symbian all’open source è in corso di sviluppo, come ha confermato la stessa Nokia a Londra al Symbian Smartphone Show , mentre Kris Rinne, vicepresidente di AT&T ha svelato che presto vedrà la luce una nuova Symbian Foundation , con una spiccata vocazione dell’open source e l’obiettivo di rendere disponibile una nuova piattaforma per smartphone entro giugno 2010.

Dal forte di Redmond, Microsoft non sembra intenzionata a cedere dalla propria posizione proprietaria. Eppure l’intreccio tra la telefonia mobile e l’open source si fa sempre più fitto: a bordo dei cellulari vuole salire anche il mondo Mozilla, con Fennec che è giunto alla sua prima alpha pubblica , mentre Opera non sta certo a guardare .

Sistemi operativi e browser non sono gli unici a volersi aprire: anche per applicazioni come OpenOffice sono all’opera i cantieri per la realizzazione di una versione mobile e Funambol , provider di servizi push email, è pronto a scommettere su una piattaforma – ovviamente open – che costituisca una valida alternativa alla soluzione offerta dai BlackBerry di RIM e a MobileMe di iPhone. La soluzione di Funambol si chiama Open Source MobileWe

Dario Bonacina

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

23 10 2008
Link copiato negli appunti