Nuance sarà la nuova acquisizione di Microsoft per 16 miliardi?

Microsoft vuol comprare Nuance per 16 miliardi

Trattative in fase ormai avanzata secondo le fonti: l'annuncio ufficiale dell'operazione potrebbe arrivare già entro questa settimana.
Trattative in fase ormai avanzata secondo le fonti: l'annuncio ufficiale dell'operazione potrebbe arrivare già entro questa settimana.

Con un investimento quantificato in circa 16 miliardi di dollari, Microsoft potrebbe allungare le mani su Nuance Communication, realtà statunitense con sede a Burlington (Massachusetts). È specializzata nello sviluppo e nella commercializzazione di tecnologie dedicate in primis al riconoscimento vocale come Dragon NaturallySpeaking e Lightning Engine, ma non solo: si occupa tra le altre cose anche di biometrica con soluzioni come Gatekeeper e di automotive con lo spin-off Cerence. Alla base di tutto, complessi e avanzati algoritmi di intelligenza artificiale.

Aggiornamento (12/04/2021, 15.40): la stretta di mano è ufficiale, acquisizione confermata.

Nuance la nuova acquisizione di Microsoft?

Tra le due realtà c'è già stata una collaborazione legata all'ambito cloud, in occasione del progetto Cloud for Healthcare indirizzato alla tutela della salute, al fine di offrire ai professionisti strumenti come quello in grado di trascrivere le conversazioni tra medici e pazienti, creando in modo del tutto automatico le cartelle cliniche. Dalle aziende interessate non sono giunti commenti in merito alla possibile acquisizione.

Non è difficile immaginare quale sarebbe il vantaggio per il gruppo di Redmond derivante alla stretta di mano: la possibilità di integrare all'interno delle proprie piattaforme e dei propri servizi (a partire da quelli dell'ecosistema 365) alcune tecnologie avanzate e già ben collaudate, basate sull'intelligenza artificiale, destinandole alla produttività e non solo. Ne potrebbe beneficiare anche l'efficacia dell'assistente virtuale Cortana, il cui focus è andato sempre più spostandosi nel tempo dal territorio consumer a quello business.

Si tratterebbe del secondo assegno più corposo di sempre staccato da Microsoft, dopo quello da 26,2 miliardi di dollari che nel 2016 ha consentito alla società di far proprio il social network LinkedIn. Nuance non sembra ad ogni modo essere l'unica realtà finita nel mirino dell'azienda. C'è anche Discord, come sostenuto da alcuni rumor e indiscrezioni delle ultime settimane. In questo caso l'entità dell'investimento economico messo sul piatto sarebbe pari a circa 10 miliardi di dollari. L'annuncio potrebbe arrivare entro aprile.

Fonte: Bloomberg
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti