OnePlus TV anche fuori dall'India: è ufficiale

Dopo il lancio in India, OnePlus TV arriverà anche in Cina e per il futuro non è da escludere un debutto in Europa e Nord America.
Dopo il lancio in India, OnePlus TV arriverà anche in Cina e per il futuro non è da escludere un debutto in Europa e Nord America.

Presentata a fine settembre e inizialmente destinata solo al mercato indiano, OnePlus TV debutterà anche in altri territori a livello internazionale. La conferma arriva direttamente da Pete Lau, CEO dell’azienda cinese: il primo paese a riceverla al di fuori dell’India sarà all’inizio del 2020 proprio la Cina. Non è da scartare nemmeno l’ipotesi di un esordio anche in Nord America ed Europa grazie alla partnership con realtà locali.

OnePlus TV anche in Cina, poi in Europa?

Sono due le versioni del televisore annunciate, Q1 e Q1 Pro, entrambe con un pannello QLED 4K da 55 pollici, ma differenziate dalla presenza nell’incarnazione più costosa di una soundbar motorizzata “a scomparsa” da 50 W composta da otto speaker frontali, due woofer, quattro unità full-range e tre tweeter. Il modello meno caro offre la stessa potenza di output del comparto audio, ma con l’impiego di altoparlanti dalla concezione più tradizionale. La scheda tecnica condivisa include anche la piena compatibilità con Dolby Vision, Dolby Atmos e HDR10. Ad occuparsi dell’elaborazione delle immagini un processore Gamma Magic Colour.

Il televisore OnePlus TV Q1

Lato software la piattaforma scelta è Android TV dunque con la possibilità di scaricare direttamente da Play Store le applicazioni per lo streaming dei contenuti multimediali. Non manca nemmeno l’interazione con l’Assistente Google mediante comandi vocali. I prezzi di OnePlus TV fissati per l’India sono 69.900 rupie per Q1 (circa 900 euro) e 99.900 rupie per Q1 Pro (1.280 euro).

OnePlus TV Q1 e il telecomando in dotazione

OnePlus non è l’unico brand dell’universo mobile ad aver messo in cantiere e lanciato un televisore di recente: ci sono anche i modelli di Honor (Huawei), Motorola (Lenovo), Xiaomi e Nokia, quest’ultima con un modello che può vantare la collaborazione di JBL (Harman/Samsung) per il comparto audio.

Fonte: Gizmochina
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti