L'Ucraina accetta donazioni anche in Dogecoin

L'Ucraina accetta donazioni anche in Dogecoin

Oltre a Bitcoin, Ethereum, Tether e Polkadot ora l'Ucraina ha annunciato che accetta anche donazioni in Dogecoin, il token più amato da Elon Musk.
Oltre a Bitcoin, Ethereum, Tether e Polkadot ora l'Ucraina ha annunciato che accetta anche donazioni in Dogecoin, il token più amato da Elon Musk.

L’Ucraina ha da poco annunciato che oltre a Bitcoin, Ethereum, Tether e Polkadot accetterà donazioni anche in Dogecoin. Il token preferito da Elon Musk, patron di Tesla, farà parte della spinta a sostegno di questo Paese piagato dal recente conflitto iniziato ufficialmente giovedì scorso.

La guerra tra Russia e Ucraina continua senza sosta e sembra che i tavoli di dialogo non stiano funzionando bene. Vladimir Putin rimane quindi sulla sua posizione e, nonostante le sanzioni internazionali che stanno facendo male al sistema finanziario russo, continua l’invasione.

In questi giorni, oltre a scene davvero terribili di una violenza inaudita, stiamo assistendo anche a gesti importanti di vera solidarietà. Anche le criptovalute sono protagoniste di tanta umanità nei confronti di questo popolo che sta affrontando una dura guerra. Dogecoin, per ora, è l’ultimo asset digitale aggiunto all’elenco di quelli che l’Ucraina riceverà in donazioni. Lo puoi acquistare direttamente su Coinbase, l’exchange crypto più diffuso al mondo.

Dogecoin entra nella lista delle donazioni per l’Ucraina

Proprio ieri, il vicepremier Mykhailo Fedorov ha annunciato che Dogecoin rientra nella lista delle criptovalute compatibili per effettuare donazioni all’Ucraina. In altre parole, questo Paese accetterà donazioni in DOGE. Inoltre, il vice primo ministro ha anche confermato che il suo valore ha superato quello del rublo e si aspetta un sostegno anche da parte delle stablecoin. Ecco cosa ha twittato sul suo profilo ufficiale:

Dogecoin ha superato il valore del rublo russo. Iniziamo ad accettare donazioni in meme coin. Ora anche i meme possono supportare il nostro esercito e salvare vite dagli invasori russi. DOGE proprietari del mondo, @elonmusk, @BillyM2k, facciamolo.
Portafoglio ufficiale $DOGE : DS76K9uJJzQjCFvAbpPGtFerp1qkJoeLwL

Una mossa strategica per inviare un appello anche a Elon Musk, citato nell’annuncio ufficiale da Fedorov? Probabilmente, resta il fatto che per un Paese in crisi e piagato dalla guerra tutte le strade possibili per poter ricevere sostegno vengono percorse. Chissà, in tutta risposta, cosa farà il patron di Tesla che con Starlink si era già espresso a favore dell’Ucraina.

Alcuni dati sulle donazioni arrivate in Ucraina

Stando ai primi dati relativi alle donazioni che finora sono state inviate, l’Ucraina ha superato i 35 milioni di dollari. In questo budget si trovano le criptovalute che risultano essere in aumento. Infatti, il Paese ha raccolto più di 10 milioni di dollari in meno di 24 ore.

Inoltre, il Governo Ucraino ha fatto sapere che l’elenco di criptovalute accettate per le donazioni aumenterà nei prossimi giorni. Ciò vuol dire che DOGE non sarà l’ultimo asset digitale a entrare nella lista delle crypto solidali. Resta comunque una notizia importante per la quotazione di Dogecoin che attualmente si è assestata sugli 0,1321 dollari con una capitalizzazione di 17,53 miliardi di dollari. Puoi acquistare questa criptovaluta aprendo un conto su Coinbase. È gratuito e avrai la possibilità di sfruttare le tantissime funzionalità utili per investire in criptovalute e tanti corsi di formazione che ti permetteranno di guadagnare crypto se supererai i test finali.

*Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 3 mar 2022
Link copiato negli appunti