Windows 10 20H1 arriverà a maggio e sarà corposo

Novità a livello di caratteristiche e miglioramenti nelle prestazioni per il prossimo major update di Windows 10 che dovrebbe debuttare a maggio.
Novità a livello di caratteristiche e miglioramenti nelle prestazioni per il prossimo major update di Windows 10 che dovrebbe debuttare a maggio.

Il May 2020 Update (e non April 2020 Update) di Windows 10 ormai quasi alle porte sarà un aggiornamento corposo. I tecnici di Microsoft ci stanno lavorando da tempo, affiancati dagli Insider, per confezionare un aggiornamento ricco di nuove funzionalità e si spera povero di bug. Identificato anche come 2004 o 20H1, dovrebbe arrivare entro il mese prossimo, sempre che l’emergenza coronavirus che ha già modificato la roadmap della software house non lo faccia slittare ulteriormente.

Windows 10 May 2020 Update: le novità

A differenza di quanto visto con il Novembre 2019 Update di qualche mese fa, più un Service Pack che non un Major Update, questa volta il gruppo di Redmond introdurrà novità significative a livello di caratteristiche.

Ci saranno miglioramenti al sistema di ricerca integrato con l’implementazione di un algoritmo studiato per ridurre l’utilizzo delle risorse (disco e CPU) durante il processo nonché un’esperienza rivista per l’assistente virtuale Cortana che come già scritto più volte è destinato a diventare sempre più un’IA per il business e sempre meno per l’ambito consumer. Previsti interventi anche sulle prestazioni, in particolare un miglioramento dedicato alla riproduzione dei contenuti video.

Windows 10 20H1 build 19018: novità per la ricerca

Windows 10 May 2020 Update: il lancio

Difficile al momento ipotizzare una data di pubblicazione dell’aggiornamento. Indizi scovati nelle build più recenti (dalla 19041 di febbraio in poi) suggeriscono avverrà in maggio. Riteniamo sia da escludere un’attesa più breve, anche in considerazione delle problematiche insorte con l’esplosione della crisi sanitaria che si stanno ripercuotendo anche sul mondo degli sviluppatori: il team impegnato sul browser Edge, ad esempio, ha messo in standby il rilascio di nuove versioni nel canale Stable.

Restando in tema, sul sito ufficiale di Microsoft è spuntato un annuncio di lavoro per la ricerca di un Software Engineering Manager da destinare proprio al miglioramento di alcune caratteristiche chiave di Windows 10 e per un loro adattamento in Windows 10X, la release del sistema operativo al debutto entro l’anno per dispositivi pieghevoli e dual screen come Surface Neo.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti