Yahoo! flirta e temporeggia

Si torna a parlare di trattative con AOL, mentre Yahoo! posticipa la data in cui verranno nominati gli amministratori. Una strategia per acquistare valore, spiegano gli analisti

Roma – L’atmosfera è tesa, netizen e analisti fremono per conoscere il futuro dei big del web. Le voci si rincorrono da giorni : la pedina risolutiva nell’affaire Microsoft-Yahoo! sarà AOL?

A sfoderare fonti a profusione e persone informate dei fatti è il Wall Street Journal : Yahoo! e Time Warner potrebbero giocare insieme la partita contro la scalata di Microsoft. Nei dettagli, i dirigenti delle due aziende avrebbero discusso di una potenziale fusione della divisione internet di Time Warner, AOL, con Yahoo!: Time Warner si accaparrerebbe una quota minoritaria ma consistente del conglomerato che si verrebbe a formare e le due aziende potrebbero contare su risparmi annuali pari a un miliardo di dollari. Fusione che darebbe i suoi frutti anche nell’ambito pubblicitario: il settore advertising di Yahoo! unirebbe le forze alla piattaforma pubblicitaria di AOL.

Ma i giudizi degli analisti sono più che cauti : Yahoo! e AOL sono due colossi ma la loro potenza di fuoco non potrebbe competere con la dinamicità di Google. Senza contare che una fusione delle due realtà garantirebbe sì risparmi, ma a prezzo di licenziamenti di massa del personale.

Time Warner non è la sola parte con cui Yahoo! si sta intrattenendo: è sempre il Journal a ricordare che in parallelo stanno procedendo le negoziazioni con News Corp, il coacervo mediatico più potente del mondo di cui il tycoon australiano Rupert Murdoch, già padrone dello stesso WSJ, tira le fila.

Entrambi gli accordi sarebbero oltremodo improbabili, spiegano però le fonti e concordano gli analisti. Questa girandola di trattative e di negoziazioni, a parere dell’autorevole quotidiano, sarebbe parte della strategia di Yahoo! di temporeggiare nel tentativo di guadagnare valore .

Una supposizione che trova conferma nella mossa di Yahoo! di ritardare a tempo indeterminato la scadenza entro cui sarebbero dovuti essere nominati i consiglieri di amministrazione, in origine prevista per il 14 marzo, giorno in cui Microsoft avrebbe potuto dispiegare la propria offensiva finanziaria nominando amministratori fidati.

Prorogare i termini potrebbe significare per Yahoo! un maggiore spazio di contrattazione amichevole con Microsoft. Ma Yahoo! gioca col fuoco : questa strategia di procrastinazioni potrebbe contribuire a far montare ulteriormente le ire degli investitori.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • M. VERDESI scrive:
    Candidato Polietico
    La capacità d'adattarsi al cambiamento della societàPolitica, Economica e Teologica è come l'interpretazione di:-Avventure-Fortune-VicissitudiniLe avventure chi le vuole la cerca.Le fortune tutti l'hanno, ma alcuni non le riconoscono.Le vicissitudini sono le cose che accadonoe non vogliamo conoscere le ragioni, Nasce in ognuno una specie d'ignoranza che non si estingue mai.L'unica razza mai in estinzione è l'ignorante, ed oggi lo è più un poco colto, che un male educato, "ma chi non è poco colto".Il problema? Il rovescio di una medaglia da conquistare, è solo la mafia. Morale, l'uomo è sempre in guerra, cambia solo il modo con cui è più facile attribuire il soprannome ad una guerra che, piace fare a tutti.
    • Mario Verdesi scrive:
      Re: Candidato Polietico
      Sapete una cosa, quello che amiamo fare di più è criticare, e non è poco, anzi è sinonimo di presunzione, ma anche crescita.Su internet però, la libertà rappresenta il vero piacere di essere in comunicazione col resto del mondo e la sua diffusione è legittima e forse anche le regole, tra persone civili è più opportuno abolirle.Un ragazzo che si accinge ad affronta la vita da solo cresce (è sempre la prima volta a qualsiasi età), mentre se rimanesse sempre con qualcuno di famiglia vicino rimarrebbe un bambino.
  • Francesco scrive:
    Arrivano i borg
    Non son od'accordo su questo esperimenti,così si perde l'individualità della persona..e alla fine si viene "pilotati" su prodotti che non si è mai pensato di comprare prima..è tutto un errore! Anzi..errare umano est!
  • Mi scoccio di loggare scrive:
    Sistemone inutile e dannoso
    Io su internet ci lavoro.Quando cerco qualcosa, sono io che vado alla ricerca di quello che cerco, confronto i prezzi, le caratteristiche e l'affidabilità del venditore.(Difficilmente compro su ebay)Premesso questo :Se devo far tracciare la mia navigazione a chicchessia ( numero unico = numero identificabile ), potrei far sapere ( oltre a quello che gia' faccio sapere oggi al mio provider ), le mie abitudini i miei interessi, i miei siti preferiti, le mie tendenze ( ao' so etero! -scusate :P- ) etc.etc.Anzi... quei dati ( che prima erano bene o male mischiati in file di log ), ora verrebbero archiviati su qualche database pronto ad essere elargito al primo finanziat...ehm benefattore disposto a tutto pur di metterci le mani su.La pubblicità, quindi deve esistere, ma non deve essere invasiva, altrimenti non e' ne piu' ne meno di un virus.Solo che mentre la pubblicità si limita a mostrarti quello che ti interessa, il virus ti impone quello che vuole.
    • def scrive:
      Re: Sistemone inutile e dannoso
      - Scritto da: Mi scoccio di loggare...
      La pubblicità, quindi deve esistere, ma non deve
      essere invasiva, altrimenti non e' ne piu' ne
      meno di un
      virus.
      Solo che mentre la pubblicità si limita a
      mostrarti quello che ti interessa, il virus ti
      impone quello che
      vuole.A quando il primo antivir..ahem antipubblicità commerciale?
      • Qualcuno scrive:
        Re: Sistemone inutile e dannoso
        esistono già dei plug-in che noscondono la pubblicità nelle pagine.Rimane il fatto che una persona ben informata non si fa abbindolare dalle pubblicità...
    • smarketing scrive:
      Re: Sistemone inutile e dannoso
      - Scritto da: Mi scoccio di loggare
      La pubblicità quindi deve esisterema anche no...
  • Alex Supertramp scrive:
    Violence
    Loro fanno il loro mestiere, ma noi dobbiamo proprio lasciare che le nostre abitudini vengano mercificate in maniera così bieca? Non è violenza anche questa?http://menteindisordine.wordpress.com
  • blackarrow scrive:
    Benjamin Franklin
    "Chi rinuncia alla libertà per raggiungere la sicurezza, non merita nè la libertà nè la sicurezza." dopo queste sagge parole, credo non ci sia nient'altro da aggiungere.
  • Spiderman scrive:
    Ma li pagano?
    Almeno li pagassero sti poveri 10.000..... oppure gli dessero l'abbonamento gratuito per qualche annetto...
    • Alex scrive:
      Re: Ma li pagano?
      - Scritto da: Spiderman
      Almeno li pagassero sti poveri 10.000.....
      oppure gli dessero l'abbonamento gratuito per
      qualche
      annetto...Quoto. Non vedo alcun vantaggio in tutto questo..
      • alfa beta scrive:
        Re: Ma li pagano?

        Quoto. Non vedo alcun vantaggio in tutto questo..e il sistema antiphishing e' chiaramente uno specchietto per allodole.Come dire che non esiste di meglio in circolazione...Bisognerebbe proprio essere gonzi per abboccare.
Chiudi i commenti