Aumento canone Telecom, gli utenti incalzano

Da Altroconsumo invitano AGCom a mettersi una mano sulla coscienza: autorizzare l'aumento del canone sarà un peso per tutti. Sopratutto se l'incumbent non ha formalizzato le promesse che giustificano il ritocco

Roma – Il canone Telecom non dovrà essere ritoccato: i consumatori non desistono, invitano l’AGCom ad analizzare il quadro con razionalità, a riconoscere che l’aumento del canone peserà sulle spalle di tutti gli utenti.

Ad ammonire l’Authority è Altroconsumo: il mese è agli sgoccioli e AGCom dovrà a breve fornire il responso riguardo all’ aumento del canone che Telecom vorrebbe imporre ai propri utenti e agli operatori che acquistano all’ingrosso. Gli operatori, Fastweb in prima linea, hanno già sottolineato come le operazioni di Telecom siano in netta controtendenza rispetto al contesto globale e alle spese necessarie per l’infrastruttura: sotto entrambi gli aspetti i costi sono in calo. I consumatori incalzano: i denari racimolati da Telecom attraverso gli altri operatori finiranno per pesare di nuovo sulle spalle dell’utente.

L’aumento del canone, Altroconsumo lo ha già rivendicato con una petizione online , sarebbe ingiustificabile : “Telecom – scrivono da Altroconsumo – dovrebbe ritenersi già soddisfatta del fatto che non sia stata imposta una diminuzione del canone negli anni scorsi, avendo mancato gli obiettivi da raggiungere”. L’aumento delle risorse in capo a Telecom, inoltre, non sarebbe motivato da piani dettagliati per il futuro : l’incumbent ha sottolineato l’esigenza di procedere all’aumento in vista di investimenti nella rete e nel miglioramento della qualità della propria offerta, i consumatori sottolineano come “Telecom Italia non abbia ancora dimostrato concretamente a fronte di quali impegni tangibili, misurabili e certificati, in comparazione con il contesto internazionale, lavorerebbe innalzando i parametri del servizio universale, in cambio della nuova iniezione di risorse grazie allo sforzo dei consumatori”.

Si mormora che AGcom abbia già preso una decisione, ma Altroconsumo non dispera: il riferimento dei consumatori corre al recente sanzionamento che l’Antitrust inferto a operatori di servizi a sovrapprezzo e a Telecom Italia. A seconda delle responsabilità, gli operatori sono stati condannati a pagare ammende che oscillano tra i 270mila e i 100mila euro. L’incumbent, invece, “consapevole dell’esistenza di fenomeni di utilizzo indebito di numerazioni satellitari e speciali legati all’operare abusivo di dialer”, avrebbe dovuto innescare delle contromisure e provvedere a informare e sensibilizzare i propri utenti: per questo dovrà invece pagare 325mila euro . Ammesso che Telecom non abbia successo nel ricorso al TAR , dimostrando “la propria estraneità” con il fatto che “non esistono in rete strumenti tecnici che consentano di distinguere il traffico regolare da quello generato dall’installazione sul computer del cliente, durante la navigazione in Internet, dei cosiddetti dialer”.

Un altro fronte sul quale i consumatori vorrebbero vedere impegnate le autorità è quello delle tariffe di terminazione mobile: AGCom ha accettato una piccola limatura. La authority ora dovranno ignorare le eventuali rivendicazioni degli operatori, dovranno riguadagnarsi la fiducia dell’Europa.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • pippo scrive:
    imho: non comprare musica
    il mio consiglio è di non comprare musica onlinema scaricarla dal mulo o ascoltare solo musica gratissenza copyright (o con licenza CC).i soldi risparmiati dateli in beneficienza(wikipedia, eff, unicef, telefono azzurro...)e se proprio non volete far morire di fame i musicistiandate ai concerti.ciao
    • lellykelly scrive:
      Re: imho: non comprare musica
      così poi ti fanno pagare il biglietto 80 euro e ti incazzi e dici che non è giusto
      • morpe scrive:
        Re: imho: non comprare musica
        l'hanno scorso i Tool li ho visti per soli 36 euro, il Gods of metal di questanno 38 euro se ricordo bene.... volevo andare a vedere i Massive Attack a rimini, ma ero occupato huffa...preferisco spendere 10 euro di cinema che 3 di noleggio dvd!
        • pippo scrive:
          Re: imho: non comprare musica
          concordo sul cinema. non compro dvd ne li noleggio ese un film lo perdo al cinema (non posso andarci tuttii giorni :P) lo scarico dal torrent etc...credo che i miei 20 euro al mese alla warner&co. siano piùche sufficienti :)e comunque non è solamente un discorso economico, cosicome wikipedia è libera mi piacerebbe che musica e cinemalo fossero altrettanto.per fortuna negli ultimi anni qualcosa si muove, speroche si sensibilizzino soprattutto musicisti, attori e registi.
      • pippo scrive:
        Re: imho: non comprare musica
        secondo me i prezzi dei concerti rimarrebbero gli stessi.semplicemente certi musicisti straricchi sarebbero un po'meno ricchi (e magari un po' più artisti).ti sembra che i gruppi meno noti fanno prezzi da pauraperche' hanno meno introiti dai cd? a me no.
    • malandrino scrive:
      Re: imho: non comprare musica
      - Scritto da: pippo
      il mio consiglio è di non comprare musica online
      ma scaricarla dal mulo o ascoltare solo musica
      gratis
      senza copyright (o con licenza CC).
      i soldi risparmiati dateli in beneficienza
      (wikipedia, eff, unicef, telefono azzurro...)equiparare wikipedia al telefono azzurro o all'unicef è quasi una bestemmia. per quanto mi riguarda compro musica, sia online che su CD, ho due bambini adottati a distanza (oltre ai mie due figli), e faccio regolarmente donazioni a unicef, medicisenzafrontiere e associazioni varie di ricerca (ogni anno cambio).non posso direaltrettanto di gente che ha GB e GB di roba scaricata illegalmente.non c'è nessun nesso tra le due cose
      • pippo scrive:
        Re: imho: non comprare musica
        1- non ho equiparato niente2- nessuno ti ha chiamato in causa su cosa doni o non doni3- cosa ne sai tu di quello che donano chi ha GB di materiale pirata?4- rileggiti bene il mio commento, respira e poi fai commenti intelligenti se ne senti il bisogno
        • malandrino scrive:
          Re: imho: non comprare musica
          - Scritto da: pippo
          1- non ho equiparato nientecerto che si: li hai citati tutti come esempi di "beneficienza"
          2- nessuno ti ha chiamato in causa su cosa doni o
          non doniera solo per dare un controesempio del tuo errato modo di ragionare, evidenziando un caso concreto
          3- cosa ne sai tu di quello che donano chi ha GB
          di materiale pirata?quelli che ho citato, li ho citati perché ne so
          4- rileggiti bene il mio commento, respira e poi
          fai commenti intelligenti se ne senti il bisognoqualsiasi commento è più intelligiente di quello che hai scritto tu: non ha alcun senso contrapporre l'acquisto alla beneficienza invocando la pirateria
          • krane scrive:
            Re: imho: non comprare musica
            - Scritto da: malandrino
            - Scritto da: pippo

            1- non ho equiparato niente

            certo che si: li hai citati tutti come esempi di
            "beneficienza"


            2- nessuno ti ha chiamato in causa su cosa doni
            o

            non doni

            era solo per dare un controesempio del tuo errato
            modo di ragionare, evidenziando un caso
            concreto


            3- cosa ne sai tu di quello che donano chi ha GB

            di materiale pirata?

            quelli che ho citato, li ho citati perché ne so


            4- rileggiti bene il mio commento, respira e poi

            fai commenti intelligenti se ne senti il bisogno

            qualsiasi commento è più intelligiente di quello
            che hai scritto tu: non ha alcun senso
            contrapporre l'acquisto alla beneficienza
            invocando la pirateriaAllora parliamo della tassa sui supporti...
          • malandrino scrive:
            Re: imho: non comprare musica
            - Scritto da: krane
            Allora parliamo della tassa sui supporti...la tassa sui supporti è sbagliata, ma questo non ci azzecca nulla
          • krane scrive:
            Re: imho: non comprare musica
            - Scritto da: malandrino
            - Scritto da: krane


            Allora parliamo della tassa sui supporti...

            la tassa sui supporti è sbagliata, ma questo non
            ci azzecca nullaCosi' come non ci azzecca nulla lo scaricamento selvaggio con i guai delle mayor.
          • malandrino scrive:
            Re: imho: non comprare musica
            - Scritto da: krane


            Allora parliamo della tassa sui supporti...



            la tassa sui supporti è sbagliata, ma questo non

            ci azzecca nulla

            Cosi' come non ci azzecca nulla lo scaricamento
            selvaggio con i guai delle mayor.può essere... in ogni caso non ho mai parlato di "guai delle mayor", men che meno in questo thread...ho semplicemente detto che la beneficienza non ha nulla a che spartire con la pirateria o l'acquisto dei CD: se pippo mi dimostra di aver donato in beneficienza l'equivalente di quello che ha scaricato gratis (e sarebbe un caso più unico che raro), allora ha ragione... ma ho molti, moltissimi dubbi che sia così... e in ogni caso, ribadisco, sarebbe un caso più unico che raro.Personalmente do in beneficienza ben più di quello che spendo in musica o film, eppure non ho un solo file pirata
          • krane scrive:
            Re: imho: non comprare musica
            - Scritto da: malandrino
            - Scritto da: krane




            Allora parliamo della tassa sui supporti...





            la tassa sui supporti è sbagliata, ma questo
            non


            ci azzecca nulla



            Cosi' come non ci azzecca nulla lo scaricamento

            selvaggio con i guai delle mayor.

            può essere... in ogni caso non ho mai parlato di
            "guai delle mayor", men che meno in questo
            thread...
            ho semplicemente detto che la beneficienza non ha
            nulla a che spartire con la pirateria o
            l'acquisto dei CD: se pippo mi dimostra di aver
            donato in beneficienza l'equivalente di quello
            che ha scaricato gratis (e sarebbe un caso più
            unico che raro), allora ha ragione... ma ho
            molti, moltissimi dubbi che sia così... e in ogni
            caso, ribadisco, sarebbe un caso più unico che
            raro.equivalente secondo chi ?Il valore di mercato ? Quello che guadagna l'artista ?
            Personalmente do in beneficienza ben più di
            quello che spendo in musica o film, eppure non ho
            un solo file pirata
          • malandrino scrive:
            Re: imho: non comprare musica
            - Scritto da: krane

            se pippo mi dimostra di aver

            donato in beneficienza l'equivalente di quello

            che ha scaricato gratis (e sarebbe un caso più

            unico che raro), allora ha ragione... ma ho

            molti, moltissimi dubbi che sia così... e in ogni

            caso, ribadisco, sarebbe un caso più unico che

            raro.

            equivalente secondo chi ?visto che si parla di alternativa all'acquisto, secondo il prezzo corrente di mercato... ovvio...
          • pippo scrive:
            Re: imho: non comprare musica
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: malandrino

            - Scritto da: pippo


            1- non ho equiparato niente



            certo che si: li hai citati tutti come esempi di

            "beneficienza"

            citati appunto. ripeto: ho equiparato qualcosa?e me non sembra. e volessi anche farlo non puoi pretendere chetutti condividano la tua scaletta di valori e ideali.sul resto lascio perdere, ognuno ha le sue opinionie in due righe non riesco a spiegarmi a modo.ciao
          • malandrino scrive:
            Re: imho: non comprare musica
            seee... buonanotte... mi raccomando, dona in beneficienza l'equivalente di tutto quello che scarichi, altrimenti quello che hai scritto vale meno di niente
  • The Winner scrive:
    I Beatles non vogliono andare su Itunes?
    Fa niente..La gente continuerà a scaricare i loro dischi dal mulo.
  • uccio2 scrive:
    iTunes/Beatles
    Trovo molto curioso che ogni articolo che argomenta su iTunes, alla fine scenda anche sulla "polemica" dei Beatles venduti su iTunes. Le innovazioni che ha portato questo software, ovvero la vendita di musica in formato digitale (ormai miliardi di canzoni vendute), la facilità di catalogazione di tutta la mia musica personale, gli effetti grafici, l'estrema semplicità con cui masterizzare audioCD, l'utile opzione per creare le playlist, l'abile suggerimento (Genius) a suggerirmi nuovi brani da acquistare in base ai miei gusti musicali. E invece no! La domanda che ci si pone è: quando troveremo i Beatles su iTunes? Sembra una cosa impellente come la ricerca di un vaccino contro il cancro. Mi sono sempre posto una domanda e ora la rivolgo a voi:MA CHI SE NE IMPIPA SE I BRANI DEI BEATLES SARANNO VENDUTI SU ITUNES????Oltretutto sono convinto che la più ampia fetta di torta dei fruitori di iPod siano ragazzi molto giovani che a loro volta si chiederanno: MA CHI SE NE IMPIPA SE I BRANI DEI BEATLES SARANNO VENDUTI SU ITUNES????e a questo punto tutti in coro, quando ci incontreremo per strada potremmo, dopo il saluto iniziale chiederci: MA CHI SE NE IMPIPA SE I BRANI DEI BEATLES SARANNO VENDUTI SU ITUNES????Quindi sarà la volta buona che i Beatles saranno acquistabili su iTunes e a quel punto la gente si spellerà le mani per comprare i brani. Anche io, nonostante non mi interessi nulla dei Beatles, creatasi la febbre, comprerò tutto ma proprio tutto degli scarafaggi.Saluti a presto.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 novembre 2008 14.26-----------------------------------------------------------
  • MrAhUa scrive:
    soluzione...
    Vabé per i Beatles ci sarà la carissima Baia ad aiutarci XD
  • Mr. X scrive:
    bah
    Bah, ho idea che chi la pensa come te o non li ha mai ascoltati oppure è un idiota.http://it.wikipedia.org/wiki/BeatlesAggiornati un pò sul gruppo più grande e leggendario di tutti i tempi.
  • Crazy scrive:
    i Boicottaggi danno i loro Frutti
    CIAO A TUTTIvedete che bene funzionano i Boicottaggi?All'inizio iTunes offriva solo contenuti protetti da DRM, poi, viste le scarse entrate, hanno avuto la bella idea di provare a vendere senza DRM, ed indovina?Le vendite sono aumentate malgrado cosi` la gente riesca a farsi copie pirata... chissa` che pian piano tutti si rendano conto del male che i DRM fanno all'utenza onesta e del perche` poi non li comperano.Continuiamo cosi`, e chissa` che i DRM dientino solo un ricordo del passato e speriamo che la stessa cosa succeda al Trusted ComputingDISTINTI SALUTI
    • lellykelly scrive:
      Re: i Boicottaggi danno i loro Frutti
      te lo sei inventato perchè itunes store non ha mai avuto scarse entrate
    • malandrino scrive:
      Re: i Boicottaggi danno i loro Frutti
      - Scritto da: Crazy
      CIAO A TUTTI
      vedete che bene funzionano i Boicottaggi?Ma che boicottaggi!!! iTunes è il primo neogzio musicale in assoluto (non solo online)
      All'inizio iTunes offriva solo contenuti protetti
      da DRM, poi, viste le scarse entrate, hanno avuto
      la bella idea di provare a vendere senza DRM, ed
      indovina?Fai onore al tuo nick...giusto per preciare:-le vendite di iTunes non sono MAI andate male.-Apple ha messo a disposizione musica senza DRM appena le major gliel'hanno concesso (non è certo Apple a decidere di mettere il DRM)
    • morpe scrive:
      Re: i Boicottaggi danno i loro Frutti
      Scarse entrate?ma se da quando ha aperto è stato il primo per vendite, ci hanno provato napster, real, mi sembra anche microsoft ma nulla di paragonabile!i DRM erano una richiesta delle lobbi discografiche, non certo una idea di Apple!
    • morpe scrive:
      Re: i Boicottaggi danno i loro Frutti
      figoooo!!in 3 abbiamo detto la stessa cosa!!!
    • Cammello Turco scrive:
      Re: i Boicottaggi danno i loro Frutti

      da DRM, poi, viste le scarse entrate, hanno avutoci vuole coraggio a definire 1 miliardo di canzoni vendute all'anno come "scarse entrate" .. Anche su wikipedia ritrovi i dati Apple presentati alle varie conferenze annualihttp://en.wikipedia.org/wiki/ITunes_StoreLa verita' e' che la maggior parte delle persone non hanno ne' le tagliole in tasca ne' mille pregiudizi e non si fanno problemi a comprare su itunes. Tra l'altro il DRM su itunes e' sempre stato fine a se stesso considerando che gia' la suite di iLife permette indirettamente di esportare e convertire la musica scaricata aggirando bellamente la limitazione.
    • alexjenn scrive:
      Re: i Boicottaggi danno i loro Frutti
      Mi sa che la tua teoria sia piuttosto sciocca.Non capisco però, come mai tu pensi che sia Apple a volere i DRM e non i detentori dei diritti sulle opere audio, ovvero le case discografiche.Per inciso, quando mai iTunes ha venduto poco?
    • ricorsivo scrive:
      Re: i Boicottaggi danno i loro Frutti
      roba buona eh?
  • Floid il rosa scrive:
    Bah, i beatles
    ma chi se li cala, tra tutta la musica vecchia è la peggiore :-oPink Floyd(love)
  • Nome e cognome scrive:
    Regalare la musica?
    Mi è bastata la prima riga per smettere di leggere questo articolo.... complimenti!
    • malandrino scrive:
      Re: Regalare la musica?
      - Scritto da: Nome e cognome
      Mi è bastata la prima riga per smettere di
      leggere questo
      articolo..

      .. complimenti!in realtà la mossa ha anche un risvolto "astuto"... pensa a tutti i milioni di brani acqusitati fino ad ora, e pensa a quanto gudagnerà Apple "vendendo" gli aggiornamenti delle librerie, anche a pochi centesimi...
    • legale buono scrive:
      Re: Regalare la musica?
      Peccato sai, magari se leggevi oltre ci capivi qualcosa e ne parlavi con cognizione di fatto... :D
    • andynaz scrive:
      Re: Regalare la musica?
      davvero?? accidenti, ora l'articolo si è offeso ed è corso a piangere da mamma :D :D :D
    • CCC scrive:
      Re: Regalare la musica?
      - Scritto da: Nome e cognome
      Mi è bastata la prima riga per smettere di
      leggere questo
      articolo..

      .. complimenti!ti capisco...infatti non basta leggere, bisogna anche conoscere un po' di grammatica italiana... cosa che evidentemente a te fa difetto... altrimenti avresti capito che "regalare" non è riferito alla musica ma all'aver eliminato i DRM "sulla" musica...
  • marco scrive:
    non cambieranno le vendite
    Chi comprava prima comprerà anche adesso. Chi non lo faceva prima non lo farà neanche ora.
    • FinalCut scrive:
      Re: non cambieranno le vendite
      - Scritto da: marco
      Chi comprava prima comprerà anche adesso. Chi non
      lo faceva prima non lo farà neanche
      ora.Str***zate!!!!Io compro e compravo da iTunes solo ed esclusivamente AAC Plus senza DRM, e adesso avrò qualche motivo in più di comprare.Perché non compro gli mp3 DRM Free? perché fanno consumare un 10% in più di batteria e pesano di più a parità di qualità.... se sono gratis ben vengano... se li paghi... proprio no.(linux)(apple)
      • pentolino scrive:
        Re: non cambieranno le vendite
        quoto in pieno, io sono uno di quelli. Se veramente tutto o quasi il catalogo di itunes sarà drm-free potrei tornare ad essere loro cliente.Io musica dal p2p non ne scarico, se una cosa non la trovo drm-free o la lascio perdere o mi compro il cd (sempre che non contenga m***a stile rootkit di sony...)
    • guidoz scrive:
      Re: non cambieranno le vendite
      - Scritto da: marco
      Chi comprava prima comprerà anche adesso. Chi non
      lo faceva prima non lo farà neanche
      ora.ci comprava da altre parti comprerà lì... chi preferiva scaricare qualcosa in più illegalmente, per poterselo però poi ascoltare dove je pare, magari scaricherà qualcosa in più legalmente...vuoi sapere una cosa simpatica? Un pio d'anni fa comprai un cd... avevo un lettore mp3 e volevo ripparmi il MIO cd per sentire le tracce fuori casa con il comodo mp3 player.... il cd era protetto... mi scazzavo a far tentativi di ripping.. ho aperto il mulo, e in 10 mnuti era nl mio lettore.Morale?I pirati non li avevano fermati, ma avevano rotto le scatole a un cliente che l'aveva legalmente comprato e voleva USARE quello che aveva comprato come gli pareva e senza violare alcuna legge.Da quel giorno prima scarico, poi casomai, se merita, compro (per collezione, e perchè comunque la qualità del cd è altra cosa e si sente su uno stereo buono)
      • ruppolo scrive:
        Re: non cambieranno le vendite
        - Scritto da: guidoz
        vuoi sapere una cosa simpatica?
        Un pio d'anni fa comprai un cd... avevo un
        lettore mp3 e volevo ripparmi il MIO cd per
        sentire le tracce fuori casa con il comodo mp3
        player.... il cd era protetto... mi scazzavo a
        far tentativi di ripping.. ho aperto il mulo, e
        in 10 mnuti era nl mio
        lettore.

        Morale?
        I pirati non li avevano fermati, ma avevano rotto
        le scatole a un cliente che l'aveva legalmente
        comprato e voleva USARE quello che aveva comprato
        come gli pareva e senza violare alcuna
        legge.Senza violare alcuna legge lo credi tu. Quando compri musica, compri solo una licenza d'uso. La musica non è tua e non puoi farci quello che ti pare se non quanto riportato nella licenza.Se due anni fa invece di comprare un cd compravi il relativo album su iTunes Store non avresti avuto problemi di alcun tipo. Ovviamente il player doveva essere un iPod. (No iPod? Ahi Ahi Ahi...)
        • CCC scrive:
          Re: non cambieranno le vendite
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: guidoz[...]
          Senza violare alcuna legge lo credi tu. Quando
          compri musica, compri solo una licenza d'uso. La
          musica non è tua e non puoi farci quello che ti
          pare se non quanto riportato nella
          licenza.peccato però che, legalmente, nessuna licenza mi può impedire di ascoltare la musica per cui ho pagato la licenza sul dispositivo che pare a me...le licenze che riportano vincoli di questo tipo sono semplicemente ILLEGALI...ripassati la normativa...
          Se due anni fa invece di comprare un cd compravi
          il relativo album su iTunes Store non avresti
          avuto problemi di alcun tipo. Ovviamente il
          player doveva essere un iPod. e perché mai?
          (No iPod? Ahi Ahi Ahi...)sei talmente condizionato che parli per pubblicità...
        • Funz scrive:
          Re: non cambieranno le vendite
          - Scritto da: ruppolo
          Senza violare alcuna legge lo credi tu. Quando
          compri musica, compri solo una licenza d'uso. La
          musica non è tua e non puoi farci quello che ti
          pare se non quanto riportato nella
          licenza.Bella me*da di sistema, non vediamo l'ora che collassi.
        • 01234 scrive:
          Re: non cambieranno le vendite
          allorao hai ragione, e l'equo compenso è un FURTO esplicitoo l'equo compenso è un furto a seconda dei casi (p.es. se NON copio sul supporto), e tu hai tortotertium non datur, timeo
      • Birba scrive:
        Re: non cambieranno le vendite
        Sei comunque in torto e lo sai bene.Piantiamola di sbandierare che la pirateria è giusta.Ci sono tante cose che non vanno, ma una è reclamare e cercare di boicottare/far cambiare idea etc... un'altra è promuovere un modo illegale.
        • tiziocazio scrive:
          Re: non cambieranno le vendite
          - Scritto da: Birba
          Sei comunque in torto e lo sai bene.

          Piantiamola di sbandierare che la pirateria è
          giusta.

          Ci sono tante cose che non vanno, ma una è
          reclamare e cercare di boicottare/far cambiare
          idea etc... un'altra è promuovere un modo
          illegale.Ma cresci, sei ridicolo.
        • CCC scrive:
          Re: non cambieranno le vendite
          - Scritto da: Birba
          Sei comunque in torto e lo sai bene.

          Piantiamola di sbandierare che la pirateria è
          giusta.la pirateria è un'altra cosa (hai presente le navi e i cattivi con la benda sugli occhi)... niente a che fare con questo contesto...ma si sa che le scimmie ammaestrate ripetono, senza ragionare, solo ciò che i padroni hanno inculcato loro...
          Ci sono tante cose che non vanno, ma una è
          reclamare e cercare di boicottare/far cambiare
          idea etc... un'altra è promuovere un modo
          illegale.di illegale, iniquo, ingiusto, illegittimo, ... qui c'è solo il DRM...
          • 01234 scrive:
            Re: non cambieranno le vendite
            intendiamoci sulle parole:Pirateria è il termine che indica l'attività di quei marinai denominati pirati che, abbandonando per scelta o per costrizione la precedente vita sui vascelli mercantili, abbordano, depredano o affondano le altre navi in alto mare, nei porti, sui fiumi e nelle insenature (wikipedia: non sarà 'sto granché, ma è consultabile da tutti in un clic)sempre su wikipedia giustamente ci sono tutti gli usi di pirateria informatica, secondo me quello giusto, l'unico, è quello di chi LUCRA, p.es. rivendendo non la sua copia, ma le copie del suo esemplare...gli altri non dovrebbero essere chiamati così - guidoz, per esempio, degradava la qualità del suo cd in mp3 per sentilo su un lettore...io davvero non capisco cosa ci si trovi di male... :-Ose poi ne facciamo una questione di principio, allora la mia opinione è che una volta che compro, questo è MIO, e se non ci lucro, ci faccio quello che mi pare. E' vero, la legge dice altro, ma ahimé non sarebbe la prima legge che tutela chi HA a svantaggio chi non HA...
      • Giggi Giggi scrive:
        Re: non cambieranno le vendite
        - Scritto da: guidoz
        Da quel giorno prima scarico, poi casomai, se
        merita, compro e se non merita, i files li cancelli ?
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: non cambieranno le vendite
          contenuto non disponibile
          • ricorsivo scrive:
            Re: non cambieranno le vendite
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: Giggi Giggi


            e se non merita, i files li cancelli ?

            Sarebbe poco astuto a continuare ad ascoltare una
            cosa che non merita.io invece scommetto che se lo tiene lì, giusto in caso...
    • Teo_ scrive:
      Re: non cambieranno le vendite
      - Scritto da: marco
      Chi comprava prima comprerà anche adesso. Chi non
      lo faceva prima non lo farà neanche
      ora.Io ho iniziato a comprare da quando cè lopzione Plus. Ti dirò che mi fa anche piacere che i brani siano marchiati col mio nome: potrebbe (ma non ci credo molto) essere una garanzia in più in caso di un controllo.
    • Birba scrive:
      Re: non cambieranno le vendite
      Il geniaccio di turno ;) hai finito presto di zappare la terra oggi.
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: non cambieranno le vendite
      contenuto non disponibile
    • Dr. House scrive:
      Re: non cambieranno le vendite
      Pensa che io ho iniziato a comprare su iTunes proprio quando sono usciti i brani plus, prima (e pure adesso) non avrei mai comprato brani con drm, neanche quello permissivo di itunes
    • malandrino scrive:
      Re: non cambieranno le vendite
      - Scritto da: marco
      Chi comprava prima comprerà anche adesso.personalmente penso che comprerò di più, perché avrò maggiori possibilità di utilizzo
      Chi non lo faceva prima non lo farà neanche ora.Non è detto: chi ha un lettore diverso da iPod non poteva comprare da iTunes... ora potrà... sono sempre potenziali clienti in più
      • beppe a scrive:
        Re: non cambieranno le vendite
        che noia sta cosa della musica comprata su itunes che non funzia sugli altri lettori. ma dove l'avete letta?
        • malandrino scrive:
          Re: non cambieranno le vendite
          - Scritto da: beppe a
          che noia sta cosa della musica comprata su itunes
          che non funzia sugli altri lettori. ma dove
          l'avete letta?SVEGLIA!!!!!
        • malandrino scrive:
          Re: non cambieranno le vendite
          che noia quelli che pensano di fare i sapientini... su iTunes, attualmente, c'è musica con DRM (il 75%) e musica senza DRM (il 25%, quella della EMI).La musica senza DRM la leggi come vuoi dove vuoi.La musica con DRM (.m4p o AAC protetto, se preferisci) la leggi solo con iTunes (5 computer autorizzati), iPod ed AppleTV; NON PUOI leggere musica protetta di iTunes su altri lettori. NON puoi convertirla in altri formati, a meno di passaggi per CD-Audio-
          riripping o trucchetti tipo "la importo in iMovie e la esporto come AIFF"La speranza è che a breve sia tutta senza DRM
          • ruppolo scrive:
            Re: non cambieranno le vendite
            - Scritto da: malandrino
            La musica senza DRM la leggi come vuoi dove vuoi.Tranne che nei player MP3 che non leggono gli AAC.Ma mi sembra giusto che chi abbia voluto risparmiare ora abbia meno possibilità.
          • malandrino scrive:
            Re: non cambieranno le vendite
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: malandrino

            La musica senza DRM la leggi come vuoi dove
            vuoi.

            Tranne che nei player MP3 che non leggono gli AAC.
            Ma mi sembra giusto che chi abbia voluto
            risparmiare ora abbia meno possibilità.Ma non è vero, perché quelli non protetti li puoi convertire in MP3 direttamente in iTunes
          • ruppolo scrive:
            Re: non cambieranno le vendite
            - Scritto da: malandrino
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: malandrino


            La musica senza DRM la leggi come vuoi dove

            vuoi.



            Tranne che nei player MP3 che non leggono gli
            AAC.

            Ma mi sembra giusto che chi abbia voluto

            risparmiare ora abbia meno possibilità.

            Ma non è vero, perché quelli non protetti li puoi
            convertire in MP3 direttamente in
            iTunesSe parliamo di conversioni allora tutto il carrozzone DRM è aria fritta, dal momento che i brani protetti dal DRM possono essere lecitamente masterizzati su un CD privo di DRM.In realtà la conversione da un formato compresso ad un altro formato compresso guasta la qualità del brano.
          • malandrino scrive:
            Re: non cambieranno le vendite
            - Scritto da: ruppolo



            La musica senza DRM la leggi come vuoi dove



            vuoi.





            Tranne che nei player MP3 che non leggono gli AAC.


            Ma mi sembra giusto che chi abbia voluto


            risparmiare ora abbia meno possibilità.



            Ma non è vero, perché quelli non protetti li puoi

            convertire in MP3 direttamente in

            iTunes

            Se parliamo di conversioni allora tutto il
            carrozzone DRM è aria fritta, dal momento che i
            brani protetti dal DRM possono essere lecitamente
            masterizzati su un CD privo di DRM.Non è proprio la stessa cosa: in un caso fai una comoda e lecita operazione direttamente all'interno dello stesso programma che hai utilizzato per acquistare.Nell'altro caso dei realizzare un supporto fisico e fare un successivo ri-ripping, che al di là dell'inevitabile perdita di qualità che ne ottieni, sebbene sia facilmente fattibile, non credo sia consentito dalla licenza di iTunes.
          • ruppolo scrive:
            Re: non cambieranno le vendite
            - Scritto da: malandrino
            Non è proprio la stessa cosa: in un caso fai una
            comoda e lecita operazione direttamente
            all'interno dello stesso programma che hai
            utilizzato per
            acquistare.Prego? Lecita? E dove sta scritto? Lecita è se la licenza lo consente, a prescindere da quanti e quali programmi utilizzi (tra l'altro la musica free la ottieni dal browser web). Per caso quando acquisti un brano mp3 free la licenza dello stesso ti consente di convertirlo in un altro formato? Di caricarlo su tutti i computer e player che vuoi?Non confondere la musica senza protezione con la musica libera da diritto d'autore!
            Nell'altro caso dei realizzare un supporto fisico
            e fare un successivo ri-ripping, che al di là
            dell'inevitabile perdita di qualità che ne
            ottieni, sebbene sia facilmente fattibile, non
            credo sia consentito dalla licenza di
            iTunes.Non credi? Allora significa che non l'hai letta. La licenza dice che puoi masterizzare un numero illimitato di CD. Quindi la licenza permette di replicare il brano infinite volte cambiando formato. Quello che puoi fare di 1 CD è lo stesso di quello che puoi fare di 1 CD acquistato in negozio. Lascio a te decidere cosa ci puoi fare.Quanto alla perdita di qualità, non vi è perdita di qualità nel passaggio su CD.E non vi è perdita di qualità sul ripping, in quanto tale.Vi è perdita di qualità nella ricompressione, ma:1) Se e quando sarò costretto a fare tale operazione per non perdere la musica, i formati di compressione si saranno inevitabilmente evoluti;2) Se lo dovessi fare oggi, opterei per un bit rate elevato che non comporti una apprezzabile perdita di qualità. Ma questa è ovviamente una ipotesi poco reale, visto che oggi Apple è l'azienda che più di ogni altra azienda nel mondo nel campo informatico gode di ottima salute.
  • anonimo scrive:
    maledetto itunes
    Itunes per Linux non c'è! Però curiosamente last.fm rilascia il suo client per Linux. Così quando ascolti le canzoni ti propone di comprarle da... Itunes*, cosa impossibile da fare per quanto riportato sopra. Se fanno il client potrebbero anche pensare a questi piccoli particolari.*qualche volta anche da altri, ma 90% delle volte da Itunes
    • jackoverfull scrive:
      Re: maledetto itunes
      - Scritto da: anonimo
      Itunes per Linux non c'è!

      Però curiosamente last.fm rilascia il suo client
      per Linux. Così quando ascolti le canzoni ti
      propone di comprarle da... Itunes*, cosa
      impossibile da fare per quanto riportato sopra.
      Se fanno il client potrebbero anche pensare a
      questi piccoli
      particolari.

      *qualche volta anche da altri, ma 90% delle volte
      da
      ItunesSu wine gira (male);-)Quando riterranno Linux abbastanza diffuso sta tranquillo che uscirà iTunes anche per quella piattaformaprima non avrebbe senso per apple (purtroppo).
    • malandrino scrive:
      Re: maledetto itunes
      - Scritto da: anonimo
      Itunes per Linux non c'è! non funziona con Wine?
      • Fra scrive:
        Re: maledetto itunes
        Se è per questo posso anche installare macosx craccato, ma non ho voglia di farlo.E comunque itunes per me se lo tengono, di modi per avere musica a prezzi bassi e legale ce ne sono.
        • malandrino scrive:
          Re: maledetto itunes
          - Scritto da: Fra
          Se è per questo posso anche installare macosx
          craccato,che non c'azzecca nulla con quello che ho chiesto io*** PLONK ***
      • anonimo scrive:
        Re: maledetto itunes
        - Scritto da: malandrino
        - Scritto da: anonimo

        Itunes per Linux non c'è!

        non funziona con Wine?Ho trovato questo:http://www.huanix.com/2008/11/07/itunes-8-running-natively-in-ubuntu-810-with-wine/Dopo lo provo.
        • Funz scrive:
          Re: maledetto itunes
          - Scritto da: anonimo
          - Scritto da: malandrino

          - Scritto da: anonimo


          Itunes per Linux non c'è!



          non funziona con Wine?

          Ho trovato questo:
          http://www.huanix.com/2008/11/07/itunes-8-running-

          Dopo lo provo.Ma perché ti devi sbattere tu per poter fruire di roba che loro ti vendono?
          • malandrino scrive:
            Re: maledetto itunes
            - Scritto da: Funz
            - Scritto da: anonimo

            - Scritto da: malandrino


            - Scritto da: anonimo



            Itunes per Linux non c'è!





            non funziona con Wine?



            Ho trovato questo:


            http://www.huanix.com/2008/11/07/itunes-8-running-



            Dopo lo provo.

            Ma perché ti devi sbattere tu per poter fruire di
            roba che loro ti vendono?ma perché non ti fai i razzi tuoi?
          • Funz scrive:
            Re: maledetto itunes
            - Scritto da: malandrino

            Ma perché ti devi sbattere tu per poter fruire
            di

            roba che loro ti vendono?

            ma perché non ti fai i razzi tuoi?ohooh ho toccato un tasto dolente?Perché non mi rispondi?
          • Uby scrive:
            Re: maledetto itunes
            - Scritto da: Funz
            ohooh ho toccato un tasto dolente?
            Perché non mi rispondi?Il tasto dolente quale sarebbe?E cmq iTunes non è solo uno store musicale, ci possono essere diversi motivi per volerlo installare.
          • Funz scrive:
            Re: maledetto itunes
            - Scritto da: Uby
            - Scritto da: Funz

            ohooh ho toccato un tasto dolente?

            Perché non mi rispondi?

            Il tasto dolente quale sarebbe?Che ti tocca sbatterti a far funzionare del SW per fruire di roba che hai pagato.Te la fossi piratata, potrei anche capire...Io avrei lasciato perdere prima di iniziare.
            E cmq iTunes non è solo uno store musicale, ci
            possono essere diversi motivi per volerlo
            installare.Tipo?
          • Simone scrive:
            Re: maledetto itunes
            tipo il sito dei podcast e diversa musica gratis
          • malandrino scrive:
            Re: maledetto itunes
            - Scritto da: Funz


            Ma perché ti devi sbattere tu per poter fruire di


            roba che loro ti vendono?



            ma perché non ti fai i razzi tuoi?

            ohooh ho toccato un tasto dolente?ma de che? scollati...
            Perché non mi rispondi?se ad "anonimo" sta bene provare quello perché interessato ad iTunes, cosa frega a te? Ti rode che un utente Linux abbia interessi verso Apple? Mi sa che il tasto dolente l'ho toccato io, visto come ti metti sulla difensiva...
          • Funz scrive:
            Re: maledetto itunes
            Sarà perché non capisco tutto questo interesse verso Apple.
          • malandrino scrive:
            Re: maledetto itunes
            - Scritto da: Funz
            Sarà perché non capisco tutto questo interesse
            verso Apple.Quindi ho ragione io... ti rode che un utente Linux possa avere interessi verso un prodotto di Applemarotfl
  • francososo scrive:
    la rinuncia ai Drm.....
    la rinuncia ai Drm potrebbe essere un buon segno!
    • Davide Impegnato scrive:
      Re: la rinuncia ai Drm.....
      Frena... che cosa vuol dire "il nome bene impresso"? watermarking? siamo passati da un tentavo di repressione ad un ricatto in piena regola: fallo pure, tanto sappiamo chi sei.Sarà davvero un bene?
      • jackoverfull scrive:
        Re: la rinuncia ai Drm.....
        - Scritto da: Davide Impegnato
        Frena... che cosa vuol dire "il nome bene
        impresso"? watermarking? siamo passati da un
        tentavo di repressione ad un ricatto in piena
        regola: fallo pure, tanto sappiamo chi
        sei.

        Sarà davvero un bene?Niente di così strano: nome dell'acquirente e data d'acquisto vengono registrati nei metadati del brano e sono visualizzabili dall'utente.Il tutto è registrato in chiaro e facilmente eliminabile.Onestamente non mi vengono in mente ragioni legali per eliminare questi dati, ma son fatti di chi lo fa;-)l'importante è che non ci sia più il problema delle autorizzazioni e delle conversioni.
        • Davide Impegnato scrive:
          Re: la rinuncia ai Drm.....
          Mi piacerebbe proprio fare uno SHA su quelle canzoni, per vedere se non hanno watermarking...
          • jackoverfull scrive:
            Re: la rinuncia ai Drm.....
            - Scritto da: Davide Impegnato
            Mi piacerebbe proprio fare uno SHA su quelle
            canzoni, per vedere se non hanno
            watermarking...Come fai a verificare l'assenza di watermark con uno sha1?O_oParagonando un pezzo con uno acquistato da qualcun altro?Comunque se vuoi fallo, due acquisti ti vengono meno di due euroPersonalmente so che quando apple dichiara qualcosa in genere dichiara il vero, quindi dubito seriamente che i file audio in sé stessi siano in qualche modo "segnati in modo indelebile"Sono le cose che non dichiarano, tipo la questione della minidisplayport che poi danno fastidio
        • pentolino scrive:
          Re: la rinuncia ai Drm.....
          - Scritto da: jackoverfull

          Il tutto è registrato in chiaro e facilmente
          eliminabile.sì vero, ho verificato, c'è una sorta di stringone esadecimale la cui rimozione non comporta nessun danno al file stesso
          Onestamente non mi vengono in mente ragioni
          legali per eliminare questi dati, ma son fatti di
          chi lo
          fa;-)anche qui sono d' accordo, secondo me la voglia di avere dei file non marchiati è legittima (a patto ovviamente che non sia la scusa per abusarne...)

          l'importante è che non ci sia più il problema
          delle autorizzazioni e delle
          conversioni.esatto, finalmente potremo acquistare i brani su itunes e ascoltarli su amarok, exaile o rythmbox e sul nostro player portatile.
          • jackoverfull scrive:
            Re: la rinuncia ai Drm.....
            - Scritto da: pentolino

            anche qui sono d' accordo, secondo me la voglia
            di avere dei file non marchiati è legittima (a
            patto ovviamente che non sia la scusa per
            abusarne...)
            Perfettamente d'accordo.
            esatto, finalmente potremo acquistare i brani su itunes e
            ascoltarli su amarok, exaile o rythmbox e sul nostro player
            portatile.:D-unaDuraLezione ha scritto:Il watermarking non ha queste caratteristiche e questo è
            bene.
            Non ho necessità di condividere le mie cose, quindi il
            problema connesso alle conseguenze legali dell'essere
            'tracciato' non mi riguarda.
            *MA* anche se la donna delle pulizie o l'hacker di turno,
            mi copia di nascosto i brani, nessun giudice potrà
            pretendere che io metta un cane da guardia 24h su 24h su
            dei file che costano *un euro*.In effetti hai sollevato un punto interessanteSe uno si trovasse la proprio libreria condivisa a destra a manca potrebbe non essere semplice dimostrare che gli è stata sottratta-Ruppolo ha scritto:
            Ma infatti il DRM di Apple non te lo impedisce, puoi
            cambiare mille volte il PC. L'unico limite, e non mi pare
            esagerato, è che puoi cambiare non più di 5 computer
            all'anno.Più che altro non puoi usare lo stesso pezzo su più di 5 computer contemporaneamenteIl limite è largo (originalmente era più basso: 3) e a quanto mi dicono una volta arrivato a 5 ti viene data la possibilità di "resettare" le autorizzazioni, casomai non si fosse più in possesso di uno dei computer autorizzati (o, più semplicemente, si avesse cancellato la libreria di iTunes autorizzata senza ricordarsi di deautorizzarla).In ogni caso per i miei due brani acquistati da itunes (comode le carte omaggio, no?;D) non è ancora arrivata l'offerta di "aggiornamento"
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: la rinuncia ai Drm.....
        contenuto non disponibile
        • ruppolo scrive:
          Re: la rinuncia ai Drm.....
          - Scritto da: unaDuraLezione
          dal punto di vista mio, io ho sempre combattuto i
          DRM che mi legano all'hardware e mi impediscono
          di cambiare mille volte PC senza
          autenticazioni.Ma infatti il DRM di Apple non te lo impedisce, puoi cambiare mille volte il PC. L'unico limite, e non mi pare esagerato, è che puoi cambiare non più di 5 computer all'anno.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: la rinuncia ai Drm.....
            contenuto non disponibile
          • malandrino scrive:
            Re: la rinuncia ai Drm.....
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: ruppolo


            Ma infatti il DRM di Apple non te lo impedisce,

            puoi cambiare mille volte il PC.

            Questo lo credi tu, ma è falso.
            Se itunes fallisce, beh... è un attimino remota come probabilità... hai tutto il tempo per preparati in vario modo, per esempio masterizzando i CD per avere gli AIFF senza DRM (con i quali ci fai quello che vuoi).
            Apple non ha i diritti per
            liberare il DRM.Se il negozio diventa tutto senza DRM (come, pare, stia avvenendo) la questione non si pone
            Ergo, al primo guasto non potrai attivare il
            nuovo hardware.Consiglio sempre, per chi ne ha la possibilità, di tenere sempre almeno due computer autorizzati
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: la rinuncia ai Drm.....
            contenuto non disponibile
          • malandrino scrive:
            Re: la rinuncia ai Drm.....
            - Scritto da: unaDuraLezione

            beh... è un attimino remota come probabilità...

            è successo a yahoo e a microsoft.perché cercavano di "rincorrere" iTunes...Non so se hai presente, ma iTunes rappresenta l'80% della musica online, ed è il primo negozio musicale in assoluto

            hai tutto il tempo per preparati in vario modo,

            per esempio masterizzando i CD per avere gli

            AIFF senza DRM (con i quali ci fai quello che vuoi).

            Paghi tu il tempo perso, il lavoro necessario, i
            supporti e l'hardware?personalmente, la poca che ho acquistato con DRM, è già tutta su CD, perché la ascolto anche in auto
            Forse non ti è chiaro che quei brani li hai già
            pagati ed è assolutamente assurdo dover
            comprare/fare/lavorare/perdere tempo (e qualità)
            per un diritto già acquisito.non è assurdo: è nel contratto di licenza che hai sottoscritto... se non ti sta bene non sottoscriverlo e non comprare da iTunes... semplice
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: la rinuncia ai Drm.....
            contenuto non disponibile
          • malandrino scrive:
            Re: la rinuncia ai Drm.....
            - Scritto da: unaDuraLezione


            è successo a yahoo e a microsoft.



            perché cercavano di "rincorrere" iTunes...

            non importa perchè e per come.certo che importa: il succeso o il fallimento dipendono dalle dinamiche di mercato
            E' successo a due che non sono gli ultimi
            arrivati.in quel settore erano sì gli ultimi arrivatisarebbe come dire che è inutile comprare sw per Windows perché MS potrebbe fallire

            Non so se hai presente, ma iTunes rappresenta

            l'80% della musica online, ed è il primo negozio

            musicale in assoluto

            chissenefrega?se fai delle ipotesi sul fallimento dovrebbe fregarti eccome
            Sega era leader delle console e dei giochi arcade
            in giappone nel 1990 ma adesso è relegata a
            piccola software house terze parti?Sega era leade di un piccolo mercato, che è diventato grande in seguito. Apple è leade di un mercato già grande che si è inventata e costruita lei... un attimino diverso.
            Ma perchè devi difendere un DRM con la scusa
            infantile "tanto non fallisce?"Non sto difendendo un bel niente
            Invece PUO' FALLIRE, prendine atto.tutto può accadere, ma è molto improbabile


            Paghi tu il tempo perso, il lavoro necessario,


            i supporti e l'hardware?



            personalmente, la poca che ho acquistato con DRM,

            è già tutta su CD, perché la ascolto anche in auto

            E credi che il tuo personalissimo caso possa
            interessare in qualche maniera agli altri milioni
            di utenti?Non meno di quanto possa interessare il tuo parere in merito. Stavo solo esemplificando una tipologia di comportamento che aggirerebbe quelli che per te sono problemi insormontabili

            non è assurdo: è nel contratto di licenza che hai

            sottoscritto... se non ti sta bene non

            sottoscriverlo e non comprare da iTunes...

            semplice

            sbagliato.
            Se non mi sta bene ho tutto il diritto *ANCHE* di
            criticare questa follia dei DRM a farli conoscere
            alle gente comune che *CERTAMENTE* non sa che se
            itunes dovesse fallire i loro file finiranno nel
            cesso.Tu hai diritto di criticare quello che vuoi, ma non puoi negare che chi compra a sottoscritto un contratto dove tutto è spiegato in modo chiaro, quindi non c'è nulla di assurdo: chi compra è consapevole di quello a cui va incontro.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: la rinuncia ai Drm.....
            contenuto non disponibile
          • malandrino scrive:
            Re: la rinuncia ai Drm.....
            vabbé... hai ragione tu... (con certa gente è inutile discutere... già dal nick lo si capisce...)saluti
          • ricorsivo scrive:
            Re: la rinuncia ai Drm.....
            - Scritto da: unaDuraLezione

            certo che importa: il succeso o il fallimento

            dipendono dalle dinamiche di mercato

            a me utente finale non importa un accidente.beh, dovesse fallire ti importerà eccome...
            Io compro una cosa e non voglio dover sperare che
            il venditore abbia fatto le giuste scelte di
            mercato.quindi non speri neanche che chi ha "inventato" i CD audio abbia previsto che essi si possano preservare un tot di anni
            Se il prodotto che compro ha DRM io dipendo dalla
            salute dell'azienda oggi come domani come fra 50
            anni (scommetto che tu fai nostradamus di nome e
            sai per certo che fra 50 anni Itunes sarà in
            florida salute, eh?)e tu sai che il CD che compri, tra 50 anni funzionerà ancora?
            Se non contiene DRM io non dovrò preoccuparmi
            delle dinamiche di mercato, come è giusto che
            sia.se compri sapendo che c'è un DRM te ne dovrai si preoccupare... se non te ne vuoi preoccupare, non comprare


            E' successo a due che non sono gli ultimi


            arrivati.



            in quel settore erano sì gli ultimi arrivati

            Non riesci a capire il punto.
            L'acquirente non deve essere un esperto di
            mercato per poter comprare una *CAZZO* di
            canzone.l'acquirente dovrebbe avere una minima idea di quello che compra, con relativi pro e contro, altrimenti è tonto
            La compra e basta e ha tutto il diritto di
            preservare la possibilità di ascolto senza oneri
            e lavori aggiuntivi e senza *ALCUN RISCHIO*ha i diritti esplicitati nella licenza. punto.

            se fai delle ipotesi sul fallimento dovrebbe

            fregarti eccome

            NON ME NE FREGA PERCHE' NON E' il mio compito
            seguire il mercato: Io non sono azionista di
            nessuno.Non si sono balls: ha ragione malandrino... Tu sei un consumatore che dichiara di aver letto e sottoscritto una certa licenza, dove sono ben spiegati tutti i rischi del caso. Se non ti sta bene non compri da iTunes, che problema c'è?
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: la rinuncia ai Drm.....
            contenuto non disponibile
          • ricorsivo scrive:
            Re: la rinuncia ai Drm.....
            - Scritto da: unaDuraLezione


            a me utente finale non importa un accidente.



            beh, dovesse fallire ti importerà eccome...

            a te che compri roba col DRM.a me non interessa
            A me che compro roba senza DRM no.e allora smettila di piagnucolare
            Il CD è un prodotto che, una volta comprato, non
            dipende dal lettore che utilizzerò, nè dalla
            salute dell'azienda che l'ha stampato.nemmeno la musica di iTunes Store che metti su CD, se è per questo... anzi, la musica di iTunes, messa su CD funziona sicuramente, e la puoi masterizzare più volte, mentre quella di un CD comprato, può anche essere che su alcuni lettori non funzioni, soprattutto lettori di PC, per cui non puoi neanche fare un backup... e i CD non sono etermi...
            Se l'azienda che l'ha stampato fallisce
            automaticamente non diventano illeggibili tutti
            iCD che ha stampato.Rootkit Sony ti dice niente?

            se compri sapendo che c'è un DRM te ne dovrai si

            preoccupare...

            BRAVO.
            Hai capito finalmente.a parte che "finalmente" non vedo cosa c'azzecchi, visto che era il mio primo post, quello che deve capire sei tu, perché sei tu che dicevi di non volertene preoccupare

            se non te ne vuoi preoccupare, non

            comprare

            OPPURE, boicotto in tutti i modi, rendendo
            consapevoli gli utentiquindi credi di essere "superiore" agli altri utenti? oppure non accetti che a certi utenti possa andar bene così, perché va contor la tua idea?

            l'acquirente dovrebbe avere una minima idea di

            quello che compra, con relativi pro e contro,

            altrimenti è tonto

            e io sto appunto evidenziando quato sia tonto uno
            che crede di essere furbo a comprasre roba col DRM.ognuno fa le sue valutazioni... o sei tanto presuntuoso da ritenere che le "tue" valutazioni debbano necessariamene andar bene a tutti?

            ha i diritti esplicitati nella licenza. punto.

            Licenza che solo un tonto accetterebbeti faccio presente che stai offendendo milioni di persone, solo perché non concordano con la "tua" idea... praticamente hai un atteggiamento dittatoriale, che ben lega con il tuo nick... ti manca solo di prendere la mazza da baseball e andare a castigare tutti quelli che hanno la faccia che non ti piace

            Non si sono balls: ha ragione malandrino... Tu

            sei un consumatore che dichiara di aver letto e

            sottoscritto una certa licenza, dove sono ben

            spiegati tutti i rischi del caso.

            Adesso mi citi, dalla licenza Itunes, dove c'è
            scritto che cosa succederebbe in caso di
            fallimento di Apple.leggi... la pappa pronta ho smesso di darla pure a mio figlio

            Se non ti sta

            bene non compri da iTunes, che problema

            c'è?

            Non compro roba che si aggancia a un hardware e
            necessita del permesso di chissà chi per essere
            trasferita su un altro hardware.la musica messa su CD da iTunes, è molto più libera di qualsiasi altro CD in vendita
            E HO TUTTO IL DIRITTO DI DIFFONDERE LE MIE IDEE A
            RIGUARDO.ma non hai alcun diritto di dare del tonto agli altri o di ritenere che le tue idee abbiano valenza assoluta... in poche parole: sei presuntuosoaddio
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: la rinuncia ai Drm.....
            contenuto non disponibile
          • malandrino scrive:
            Re: la rinuncia ai Drm.....
            ma gli dai pure retta? é ovvio, già dal nome, che è solo uno sbruffone: io ho smesso di rispondergli....
          • ruppolo scrive:
            Re: la rinuncia ai Drm.....
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Io compro una cosa e non voglio dover sperare che
            il venditore abbia fatto le giuste scelte di
            mercato.Invece si.
            Se il prodotto che compro ha DRM io dipendo dalla
            salute dell'azienda oggi come domani come fra 50
            anniAnche senza il DRM dipendi sempre e comunque dall'azienda che ha prodotto un qualsiasi prodotto che acquisti.Facciamo un piccolo esempio recente: hai acquistato un sistema HD-DVD? E relativi film?Più in generale, pensa alla questione non solo della garanzia, che dura poco, ma della possibilità di riparare l'oggetto in questione a distanza di anni, o decenni.Io ho preso una impastatrice della Kitchen Aid, un modello che costruiscono da oltre mezzo secolo, che gli acquirenti si tramandano per eredità. Ho buone probabilità di poterla riparare tra 50 anni. Puoi dire lo stesso con i prodotti delle comuni marche dei nostri supermercati?Tornando a Apple, l'azienda è nel mercato da oltre 30 anni. Una garanzia.
            Se non contiene DRM io non dovrò preoccuparmi
            delle dinamiche di mercato, come è giusto che
            sia.Come non è, appunto.
            Non stiamo parlando di auto o hardware che per
            loro natura hanno dipendenze dalla casa
            produttrice, ma di bit di
            dati.Che hanno la stessa dipendenza. Prova ad aprire un file compattato con un compattatore degli anni anni '80. Prova a trasferire un file che hai in una cassetta del commodore, o di un microdrive della Sinclair. Ma anche un "moderno" floppy da 5" 1/4... e non dico un hard sectored, come quelli Commdore, ma un comune floppy per PC. Oggi.
            L'acquirente non deve essere un esperto di
            mercato per poter comprare una *CAZZO* di
            canzone.
            La compra e basta e ha tutto il diritto di
            preservare la possibilità di ascolto senza oneri
            e lavori aggiuntivi e senza *ALCUN
            RISCHIO*Balle. L'utente deve sempre ponderare dove investe i suoi soldi, in modo particolare quando c'è di mezzo la tecnologia. Ti posso rammentare che le cassette Stereo 7, nate prima delle Stereo 8, sono arrivate ai giorni nostri, mentre le altre sono estinte da decenni. Chi ha comprato la musica sulle Stereo 8, l'ha persa.
            NON ME NE FREGA PERCHE' NON E' il mio compito
            seguire il mercato: Io non sono azionista di
            nessuno.E sarebbe compito di chi, fare i tuoi interessi?
            Compro un oggetto che *PER SUA NATURA* non
            dipende da chi me l'ha fornito, ma costoro
            (quelli che mettono il DRM) lo rendono
            *ARTIFICIOSAMENTE* dipendente a *TOTALE ED UNICO
            MIO SVANTAGGIO E A TOTALE ED UNICO LORO
            VANTAGGIO*.Ringrazia i tuoi (e miei) amici LADRI, se ora la merce è blindata!
            Io la chiudo qui perchè sei talmente cieco da non
            capire nemmeno dopo che te l'ho scritto 20 volte
            e continui ad appigliarti a idiozie astruse sulla
            falsariga di "deve esse furbo l'acquirente a
            scegliere un negozio che non
            fallisca" Esatto. Quella che tu chiami "idiozia" è invece saggezza, ovvero imparare di chi fidarsi. Non ci si fida di una azienda processata nei tribunali di mezzo mondo, condannata persino dall'Unione Europea. Ma poi se uno pensa che queste questioni non lo riguardino, perché lui non ha le azioni, allora è giusto che se la prenda nel culo.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: la rinuncia ai Drm.....
            contenuto non disponibile
          • ruppolo scrive:
            Re: la rinuncia ai Drm.....
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: ruppolo
            Dici che un file mp3 o altri formati privi di DRM
            non si possono salvare su un disco generico e non
            possono essere convertiti in un formato che sarà
            in uso tra 100
            anni.
            HO CAPITO: non capisci *NULLA* di formati aperti,
            noti e non
            protetti.
            MA ALLORA CHE COSA PARLI A FARE????Ah perché il brano protetto da DRM non lo posso salvare su un CD? Non me lo posso portare dietro fra 100 anni?
            senti.. se non cpaisci la differenza tra dei bit
            che possono stare su qualsisasi formato e una
            codifica chiusa che sta solo su un dispositivo
            fisico, non è mica colpa
            mia.Come non è colpa mia se tu non capisci che il DRM non ti impedisce di fruire della musica come ti pare, ma ti mette solo i bastoni tra le ruote se la vuoi piratare.
            Quindi *DEVO RINGRAZIARE TE CHE LI ACCETTI
            SUPINAMENTE* alla fin
            fine.Supinamente? Tu, se mai, accetti supinamente. Io accetto di buon grado. E questo lo dico dopo anni di esperienza, visto che ho acquistato il brani col DRM dal giorno 1. E sono stato, e lo sono ancora, di poter pagare 99 centesimi invece di 20 euro il brano che mi piace, visto che una fetta di CD non la vendono da sola...
            AHAHAHASHAHAHAHAHAHHAHA....
            BRAVO FIDATI DI UN'AZIENDA IL CUI OBIETTIVO E'
            SPREMERTI COME UN LIMONE
            (TUTTE).L'obiettivo di una azienda è il medesimo degli operai che ci lavorano, di cui tu fai molto probabilmente parte (se non sei disoccupato o vai a scuola).
            Quando iTunes fallirà, sentirai l'eco delle mie
            risate, ovunque tu
            sarai.È un quarto di secolo che lo sento dire. Per intanto rido io, soprattutto di quelli che si sono affidati ad aziende sbagliate.
          • ruppolo scrive:
            Re: la rinuncia ai Drm.....
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: malandrino


            beh... è un attimino remota come probabilità...

            è successo a yahoo e a microsoft.
            Se il vento gira può succedere anche ad Apple...
            la storia è piena di queste
            cose.Appunto, è successo a Yahoo e Microsoft. E potrebbe succedere a molti altri. Ma solo agli imbranati che comprano musica da chi con la musica ha poco a che fare, come appunto Yahoo e Microsoft. O da negozi di nicchia.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: la rinuncia ai Drm.....
            contenuto non disponibile
          • ruppolo scrive:
            Re: la rinuncia ai Drm.....
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: ruppolo


            Appunto, è successo a Yahoo e Microsoft. E

            potrebbe succedere a molti altri. Ma solo agli

            imbranati che comprano musica da chi con la

            musica ha poco a che fare, come appunto Yahoo e

            Microsoft. O da negozi di

            nicchia.

            quando iTunes fallirà verranno fuori tanti
            milioni di *nuovi* imbranati
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
            Tu, mi raccomando, ogni mattina prega affinché
            non capiti, controlla sempre le azioni di Apple,
            e informati sulla salute di Jobs nel frattempo.
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)Anche a te rispondo che è un quarto di secolo che sento dire che Apple fallirà. Nel frattempo io me la (rotfl)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 dicembre 2008 09.12-----------------------------------------------------------
      • malandrino scrive:
        Re: la rinuncia ai Drm.....
        se non sei in malafade, che problema c'è?ovvio che se pensi di acquistare e poi distribuire a destra e a manca, hai la coda di paglia...
    • ricorsivo scrive:
      Re: la rinuncia ai Drm.....
      - Scritto da: francososo
      la rinuncia ai Drm potrebbe essere un buon segno!WOW!!! maddai!!!
Chiudi i commenti