Ethereum: bruciati oltre 2 milioni di ETH, cosa sta succedendo

Ethereum: bruciati oltre 2 milioni di ETH, cosa sta succedendo

EIP-1559 dal suo inizio ad oggi ha bruciato oltre 2 milioni di ETH, ciò vuol dire che ogni minuto vengono bruciati più di 6 token Ethereum.
EIP-1559 dal suo inizio ad oggi ha bruciato oltre 2 milioni di ETH, ciò vuol dire che ogni minuto vengono bruciati più di 6 token Ethereum.

Dalla cryptosfera è giunta notizia che EIP-1559 ha bruciato oltre 2 milioni di ETH. Cosa sta succedendo a Ethereum e perché un’informazione di questa portata dovrebbe interessare tutti coloro che sono attivi nel mercato crittografico?

La risposta è ovvia e la si può leggere anche dalla recente impennata di Ethereum che, negli ultimi 7 giorni, ha registrato un aumento di oltre il 12% nella sua quotazione. Attualmente la seconda criptovaluta al mondo, per capitalizzazione di mercato, viene scambiata a 3.015 dollari, segnando – al momento della scrittura – un buon +3,66%.

L’idea che in circolazione ci siano meno Ethereum non solo fa bene agli investitori, ma anche al mercato stesso. L’esatta conclusione è che una riduzione così importante dell’offerta la si vedrà sul prezzo. Infatti, in futuro la quotazione di ETH potrebbe avere effetti molto positivi sul medio e lungo periodo.

Potrebbe perciò essere interessante acquistare Ethereum prima che sia troppo tardi. Uno degli exchange più importanti del panorama crittografico nel quale acquistare ETH è Bitmex. Questa piattaforma non solo offre servizi all’avanguardia per investire in crypto asset, ma anche grafici e informazioni per prevederne l’andamento e concludere i migliori investimenti.

EIP-1559 e il perché sono spariti così tanti Ethereum

Fondamentalmente il merito che così tanti Ethereum siano stati distrutti va a EIP-1559. Il nuovo meccanismo in pratica elimina una parte degli ETH per poi essere pagati come gas fee. In gergo tecnico questo processo li definisce bruciati, ovvero irraggiungibili. I suoi effetti risultano benefici per la criptovaluta e, ancora di più, per i suoi acquirenti che la detengono a medio e lungo termine.

Il valore attualmente “bruciato” è pari a circa 6 miliardi di dollari. Ad aver rivelato la notizia sarebbe stato Watch the Burn, un tracker esperto di questi processi legati a Ethereum e a EIP-1559. I dati mostrati forniscono la prova che il valore netto di riduzione è stato mantenuto al 65,15%. Inoltre, stando a quanto dichiarato da UltraSoundAwakening, più di 6 monete ETH verrebbero bruciate ogni minuto da EIP-1559.

Questo meccanismo di masterizzazione è stato lanciato il 4 agosto 2021 come “proposta di miglioramento di Ethereum“. L’obiettivo, infatti, è quello di migliorare il sistema legato alle commissioni di transazione. Questo con buona pace di chi, come Elon Musk che pensa solo a Dogecoin, non vede un futuro per questa criptovaluta:

EIP-1559 ha eliminato l’asta al primo prezzo che era una delle principali fonti di commissioni di transazione e l’ha sostituita con il modello di commissione di base in cui la commissione viene modificata dinamicamente in base all’attività della rete.

È questo il momento giusto per acquistare Ethereum? Secondo diversi analisti e vista anche la situazione, molto probabilmente sì. Uno degli exchange migliori che potresti scegliere per questa avventura crittografica è Bitmex.

*Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 22 mar 2022
Link copiato negli appunti