Il WSJ vaticina la rete a due velocità

Senza cognizione di causa il quotidiano finanziario parla di un attentato alla neutralità della rete sferrato da Google. E ci aggiunge anche il carico da 90: Barack Obama. Un attacco frontale che, però, manca il bersaglio

Roma – Una cospirazione starebbe fermentando per abbattere i principi della network neutrality: i più accaniti tutori di una rete egualitaria e senza privilegi starebbero intessendo delle trame per spingere il prossimo governo statunitense ad autorizzare l’avvento di una Internet a due velocità. Si tratta di un mosaico costruito dal Wall Street Journal , uno scenario smontato tassello per tassello dalle parti chiamate in causa.

La rete si trasformerà in un distributore di contenuti industriali, prospetta il Wall Street Journal , i fornitori di connettività stanno già negoziando con i content provider per edificare corsie preferenziali nelle quali far scorrere i prodotti del miglior offerente . L’attuale infrastruttura non sarebbe in grado di sopportare il carico dei contenuti che vi circolano, per questo motivo certi intermediari si starebbero già muovendo per supportare i provider nella costruzione di un’infrastruttura più robusta nella quale accaparrarsi una posizione privilegiata per diramare e mettere a frutto i propri prodotti sbaragliando la concorrenza meno abbiente. La loro voce prevarrà sulla voce dei cittadini della rete , la rete verrà ridotta ad una televisione interattiva gestita dai colossi dell’industria dei contenuti.

Primo fra tutti, denuncia il Journal sulla base dell'”analisi di certi documenti”, ci sarebbe Google : “l’accordo proposto ai fornitori di connettività – scrive il WSJ – chiamato internamente OpenEdge, prevede che dei server di Google vengano posizionati nella rete dei provider”. Tutto sarebbe immerso nella segretezza: Google, secondo le fonti del Journal , “ha chiesto ai provider di non rendere pubblica questa idea”, uno dei provider che Google starebbe tentando di includere nel piano avrebbe preferito aderire ai propri principi etici schivando “le ire di Washington” e della FCC e rinunciando all’allettante proposta di negoziare un accordo con la Grande G. “L’installazione – scrive il WSJ – accelererebbe i servizi di Google a favore degli utenti”: documenti e video, mappe e pubblicità, tutto quanto fosse ospitato sui server di Mountain View si risolverebbe, per gli utenti del provider convinto all’accordo, in servizi sensibilmente migliori rispetto a quelli offerti dai concorrenti.

Il Wall Street Journal calca la mano sul tradimento di Google : nel 2006 la Grande G, insieme a Microsoft e Yahoo, aveva fatto pressioni sul Congresso affinché tutelasse la neutralità della rete, aveva minacciato le autorità affinché non cedessero alle lusinghe dei provider potenzialmente ingaggiati in conflitti di interessi. Vint Cerf, inossidabile pilastro della rete nonché disseminatore del verbo di Mountain View, si è in numerose occasioni esposto a favore di una rete uguale per tutti; Eric Schmidt, CEO di Google non si è risparmiato nel tracciare connessioni tra una Internet a due velocità e la compressione dei diritti e delle libertà dei cittadini della rete. Ma non si tratterebbe che di belletti: Richard Whitt, dirigente Google che in passato aveva personalmente promesso l’avvento di strumenti che consentissero al netizen di riscontrare attentati alla neutralità, ha ammesso che i piani della prossima amministrazione statunitense “sono molto meno dettagliati” riguardo al nodo della net neutrality. Per questo motivo, deduce il WSJ , Google avrebbe intenzione di ordire il proprio piano per debellare la concorrenza, ammesso che la concorrenza, spiegano al WSJ da Google, non decida di fare altrettanto: “Interrogata riguardo a OpenEdge, Google ha spiegato solo che Yahoo e Microsoft potrebbero stringere accordi simili, se desiderassero”.

Microsoft e Amazon si sarebbero già industriate in questo senso: Redmond ha firmato per un servizio di broadcasting U-verse riguardo alle cui implicazioni sulla neutralità della rete non intenderebbe esprimersi, Amazon non ritiene che l’accordo negoziato con Sprint per la fruizione dei servizi legati a Kindle possa mettere a rischio lo status quo. Il Wall Street Journal insinua velatamente il dubbio che i grandi attori della rete si stiano muovendo per far passare l’idea che la neutralità della rete non sia più un principio da difendere .

I colossi dell’online starebbero approfittando di un atteggiamento più malleabile da parte del presidente eletto Barack Obama . Una sorta di cedevolezza che a parere del Journal si starebbe manifestando presso i più fedeli sostenitori di Obama, presso coloro che lo hanno supportato nel tracciare la sua agenda tecnologica. Lawrence Lessig costituirebbe l’esempio lampante: il professore impegnato in prima linea per una più libera e aperta partecipazione alla cultura, a parere del WSJ “avrebbe ammorbidito la sua opposizione nei confronti di servizi a diverse corsie”. Il Journal dissotterra una dichiarazione di Lessig che non lascerebbe spazio a dubbi: “Se ciascuno pagasse lo stesso prezzo per un servizio postale, non si sarebbe più in grado di differenziare le spedizioni tra un biglietto di auguri alla propria nonna e una comunicazione urgentissima al proprio avvocato”. Tutti segnali del fatto che il ravvedimento di Obama rispetto alle posizioni annunciate in precedenza sarebbe imminente: la rete potrebbe presto iniziare a discriminare bit e trasformarsi in un medium broadcast.

Lo scenario disegnato dal WSJ ha creato fermento , sconcerto e apprensione , nei titoli dei media di tutto il mondo si amplificano i toni apocalittici usati dal Journal . Ma gli attori chiamati in causa non sono rimasti inerti. “Toni iperbolici” e “affermazioni confuse”: così da Mountain View caratterizzano nel Public Policy blog la sortita dall’autorevole Wall Street Journal . La Grande G rimane ancorata ai principi che ha sempre difeso, non ha in programma di contribuire alle grandi opere per trasformare la rete in un dedalo di corsie ordinarie e corsie preferenziali.

A rassicurare i cittadini della rete è lo stesso Richard Whitt che a parere del Journal avrebbe preannunciato il cambio di fronte del presidente eletto: OpenEdge, altresì noto come Google Global Cache, non ha nulla a che vedere con la neutralità della rete . Si tratta di una sperimentazione avviata in Kenya la scorsa primavera: prevede l’istallazione di server Google a livello dei punti di interconnessione per fare in modo che accumulino una cache capace di restituire agli utenti i contenuti che desiderano in maniera più rapida, senza costringere il provider a fare fronte a grandi costi di banda necessari, ad esempio, a scaricare miriadi di volte lo stesso video.

Si tratta di una strategia non particolarmente rivoluzionaria ma che permette di ottimizzare le prestazioni dell’infrastruttura mantenendo il traffico il più possibile nei limiti della rete dell’ISP senza sovraccaricare i backbone: per questo motivo potrebbe risultare interessante anche se applicata al di fuori dell’Africa. Si tratta di una proposta non esclusiva , sottolineano da Google: ciascun attore della rete può disseminare server deputati al caching in ogni angolo del mondo. Si tratta, ribadiscono da Mountain View, “di un tipo di rete innovativa incoraggiata proprio dalla open Internet”.

Anche Lessig si sente chiamato in causa a sproposito nell’articolo del Journal : non esistono prove del fatto che Obama stia ridimensionando i propri progetti per sancire la neutralità della rete, spiega Lessig. Tanto meno il cambio di fronte che il WSJ avrebbe letto nelle sue dichiarazioni: Lessig ha sempre sostenuto che il cittadino è libero di scegliere fra spedizioni più o meno rapide e fra connessioni più o meno veloci, ma non che il fornitore di contenuti possa scegliere il servizio postale di ISP che garantiscono a pagamento soluzioni privilegiate ed esclusive. Rientrato l’allarme, i cittadini della rete tornano a confidare nelle promesse di Obama.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • malfa scrive:
    secondo me, naturalmente.
    gli schermi touch in azienda già ci sono e da tempo. I "resistivi" hanno proprio questo scopo. Dove lavoro di "sXXXXX" ce ne sta, ma cmq tutte le macchine funzionano con input touch, perché è più comodo avere una icona da premere con il dito o la penna che prendere il mouse o usare le frecce da tastiera. L'unica cosa che cambia è l'interfaccia. per come la vedo io il mouse evla tastiera sono davvero arrivati alla fine. Rimarranno solo per chi deve scrivere a lungo: un programmatore o un giornalista o blogger è evidente che avrà più comodità dalla tastiera fisica. Il mouse però non ha quasi più senso...già il touchpad aveva incrinato il suo dominio, ora il touch vero e proprio lo sta scalzando. Il futuro per me è avere in tasca macchine dalle potenzialità identiche a quelle di un pc, si potrà collegarli ad un monitor o proiettore e usarli come touchpad di input, ma il sistema girerà sul terminale mobile. Per questo il mouse sparirà e la tastiera sarà un optional che solo a chi serve verrà aggiunto.
  • Alessandro scrive:
    lavoro vs tempo libero


    Tra i trend attuali che più si affermeranno ci sarà poi la

    scomparsa di una distinzione netta tra tempo libero e

    tempo da dedicare alle professioni, una prospettiva che

    piuttosto che spaventare verrà adottata con entusiasmo dai

    lavoratori impegnati nel mondo tecnologico moderno.Si, nel senso che saremo costretti a lavorare ANCHE nel tempo libero ...Alessandro
  • Pietro Pacciani scrive:
    Un sacco di minchiate
    come altro commentare queste previsioni?voglio vedere la gente che programma o scrive un blog toccando lo schermo. Voglio proprio vedere come è un computer touchscreen in un'officina dopo 12 ore che viene toccato con le dita sporche di olio motore.la scomparsa di distinzione tra tempo libero e lavoro? Un'incubo già vissuto, ed è solo una funesta rottura di balle che smonta ogni tipo di relazione privata.Chi preferisce il lavoro alla privacy non ha una vita privata degna di essere chiamata tale.gli schermi multi-touch? una bella trovata scenografica che ultimamente mettono dentro in ogni film (da 007, a Babylon AD, a quella schifezza del remake di ultimatum alla terra).Aborro le stupidaggini scritte in queste previsioni.
    • krik&krok scrive:
      Re: Un sacco di minchiate
      QUOTO IN PIENO !- Scritto da: Pietro Pacciani
      come altro commentare queste previsioni?

      voglio vedere la gente che programma o scrive un
      blog toccando lo schermo. Voglio proprio vedere
      come è un computer touchscreen in un'officina
      dopo 12 ore che viene toccato con le dita sporche
      di olio
      motore.

      la scomparsa di distinzione tra tempo libero e
      lavoro? Un'incubo già vissuto, ed è solo una
      funesta rottura di balle che smonta ogni tipo di
      relazione
      privata.
      Chi preferisce il lavoro alla privacy non ha una
      vita privata degna di essere chiamata
      tale.

      gli schermi multi-touch? una bella trovata
      scenografica che ultimamente mettono dentro in
      ogni film (da 007, a Babylon AD, a quella
      schifezza del remake di ultimatum alla
      terra).

      Aborro le stupidaggini scritte in queste
      previsioni.
    • Gigi scrive:
      Re: Un sacco di minchiate
      Perche' toccare?Per fortuna chi si occupa di HID non pensa solo alle minchiate a cui pensi tu come toccare uno schermo o spostare un mouse altrimenti fra 10 anni ci tocchera' avere ancora una tastiera e un mouse sulla scrivania e fra 20 anni un monitor bidimensionale.
  • -ToM- scrive:
    nel 2012 moriremo tutti...
    quindi chi se ne frega.PS.: Mi scuso con la redazione ma non resistevo.
  • ciccio pasticcio scrive:
    ma il mouse wii?
    qualcuno l'ha provato? è comodo?
    • Anywhere scrive:
      Re: ma il mouse wii?
      stare tutto il tempo con il braccio alzato davanti allo schermo? comodissimo...specie se ci lavori per tutto il giorno...!
  • Antony scrive:
    Difficile che succeda
    Forse si avvererà la previsione solo per quanto riguarda CERTI ambiti, di sicuro in un ufficio con più persone che lavorano assieme, telefonano, parlano, discutono, chiacchierano è impensabile avere il riconoscimento vocale...non tanto perchè potrebbe capire male, ma perchè si disturbano quelli attorno.Per il touch....nahhhh, non lo vedo possibile programmare, fare siti web, autocad e simili con un Surface o semplice touchscreen.Mouse e Tastiera hanno almeno altri 20anni davanti, se non vengono fuori ALTRI metodi di INPUT.
  • Nome e cognome scrive:
    IL 2012 E' L'ANNO DI LINUX
    TUTTI AL TAPPETO!!
  • malandrino scrive:
    ma che articolo è?
    ultimamente PI mi sta un po' sorprendendo... negativamente...:(
  • panda rossa scrive:
    Le stelle predicono il 2009
    Ecco, si sentiva proprio la mancanza di una bella rubrica di oroscopi e previsioni astrologiche su P.I.
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: Le stelle predicono il 2009
      Lol, ma io non sono paolo fox :-P
    • Darwin Was Right scrive:
      Re: Le stelle predicono il 2009
      - Scritto da: panda rossa
      Ecco, si sentiva proprio la mancanza di una bella
      rubrica di oroscopi e previsioni astrologiche su
      P.I.Le previsioni per il 2009 sono facilissime: stormi di uccelli paduli si dirigono verso di noi, si salvi chi può, indossate mutande di ghisa e camminate con le spalle rivolte verso i muri.
  • Frank scrive:
    2012
    I Maya nel 2012 avevano previsto la fine del mondo molto probabilmente si riferivano alle tastiere dei computer sto scherzo ovviamente... Ma non sarebbe meglio se nel 2012 scomparissero i computer da scrivania è si lasciano solo i portatili?
    • Moreno scrive:
      Re: 2012
      Dentro al mio pc ci metto quello che voglio e non quello che decidono gli altri!!!!! E poi portarsi a spassso un portatile con monitor da 40' pollici???? Prova a tenere il tuo portatile acceso 24 ore su 24 con utilizzo del processore a menetta. Bella frittata prima o poi.....
    • Darwin Was Right scrive:
      Re: 2012
      - Scritto da: Frank
      I Maya nel 2012 avevano previsto la fine del
      mondo molto probabilmente si riferivano alle
      tastiere dei computer sto scherzo ovviamente...
      Ma non sarebbe meglio se nel 2012 scomparissero i
      computer da scrivania è si lasciano solo i
      portatili?I Maya non avevano previsto alcuna fine del mondo, non esiste un solo "documento" Maya a supporto di questa tesi, 'sta storia è solo una gigantesca megagalattica *azzata complottistica.
      • soulista scrive:
        Re: 2012
        - Scritto da: Darwin Was Right
        - Scritto da: Frank

        I Maya nel 2012 avevano previsto la fine del

        mondo molto probabilmente si riferivano alle

        tastiere dei computer sto scherzo ovviamente...

        Ma non sarebbe meglio se nel 2012 scomparissero
        i

        computer da scrivania è si lasciano solo i

        portatili?

        I Maya non avevano previsto alcuna fine del
        mondo, non esiste un solo "documento" Maya a
        supporto di questa tesi, 'sta storia è solo una
        gigantesca megagalattica *azzata
        complottistica.I Maya hanno previsto un qualcosa che con tutta probabilità capiterà attorno al 2012: la terra si fermerà ed iniziera a ruotare dall'altra parte, IN TEORIA senza conseguenze per la vita sulla terra (c'é chi teme che si "disattivi" il campo magnetico terrestre)
        • Francesco_Holy87 scrive:
          Re: 2012
          Visto che il mondo ora come ora va a rovescio, penso sia solo un bene cambiare senso di marcia :D
        • Funz scrive:
          Re: 2012
          - Scritto da: soulista

          I Maya hanno previsto un qualcosa che con tutta
          probabilità capiterà attorno al 2012: la terra si
          fermerà ed iniziera a ruotare dall'altra parte,
          IN TEORIA senza conseguenze per la vita sullaLa Terra ha una massa di 5.97 x 10^24 Kg, e gira su se stessa in 1 giorno (chi sta all'equatore viaggia a 250 Km/h stando fermo).Ora: quale immane forza può fermare una trottola simile e farla ripartire dall'altra parte? :D
          terra (c'é chi teme che si "disattivi" il campo
          magnetico
          terrestre)Che il campo magnetico oscilli, sposti i suoi poli e a volte li inverta è cosa risaputa e non ha mai causato problemi rilevanti (tranne che per i catastrofici). Forse i satelliti di telecomunicazioni e gli equipaggi delle navicelle spaziali potrebbero risentirne.
      • ciccio pasticcio scrive:
        Re: 2012


        I Maya non avevano previsto alcuna fine del
        mondo, non esiste un solo "documento" Maya a
        supporto di questa tesi, 'sta storia è solo una
        gigantesca megagalattica *azzata
        complottistica.21 Dicembre 2012 (solstizio d'inverno per l'emisfero nord) per i maya è la fine del 12esimo baktun (il ciclo più ampio del loro calendario) e quindi verrebbe "riavviato" il loro calendario. Praticamente il loro calendario arriva solo a quella data.La nasa (dicono) ha stabilito che più o meno in quella data il sole entra in asse con la via lattea, fenomeno rarissimo.Cosa succederà.. lo scopriremo solo vivendo...
        • Funz scrive:
          Re: 2012
          - Scritto da: ciccio pasticcio


          21 Dicembre 2012 (solstizio d'inverno per
          l'emisfero nord) per i maya è la fine del 12esimo
          baktun (il ciclo più ampio del loro calendario) e
          quindi verrebbe "riavviato" il loro calendario.

          Praticamente il loro calendario arriva solo a
          quella
          data.Tip l'anno mille-e-non-più-mille?
          La nasa (dicono) ha stabilito che più o meno in
          quella data il sole entra in asse con la via
          lattea, fenomeno
          rarissimo.Cosa dicono? :|Che vuol dire "entra in asse?" Quale asse? Quello di rotazione della galassia? E quale effetto potrebbe mai avere?A me sembrano le solite scemenze dei piramidioti, che possono incantare chi non sa nulla di astronomia.
          • ciccio pasticcio scrive:
            Re: 2012


            Praticamente il loro calendario arriva solo a

            quella

            data.

            Tip l'anno mille-e-non-più-mille?
            Si

            La nasa (dicono) ha stabilito che più o meno in

            quella data il sole entra in asse con la via

            lattea, fenomeno

            rarissimo.

            Cosa dicono? :|
            Che vuol dire "entra in asse?" Quale asse? Quello
            di rotazione della galassia? E quale effetto
            potrebbe mai
            avere?
            Era tempesta solare... ricordavo male...http://fascox.wordpress.com/2007/03/21/la-nasa-conferma-tempesta-solare-nel-2012/
            A me sembrano le solite scemenze dei piramidioti,
            che possono incantare chi non sa nulla di
            astronomia.Anche a me
    • panda rossa scrive:
      Re: 2012
      - Scritto da: Frank
      I Maya nel 2012 avevano previsto la fine del
      mondo molto probabilmente si riferivano alle
      tastiere dei computer sto scherzo ovviamente...
      Ma non sarebbe meglio se nel 2012 scomparissero i
      computer da scrivania è si lasciano solo i
      portatili?Vedrai che il giorno che usciranno i portatili con ubuntu preinstallato e con una tastiera decente, si avverera' anche questa cosa.Intanto i netbook stanno spopolando grazie a linux preinstallato.
      • malandrino scrive:
        Re: 2012
        - Scritto da: panda rossa
        Vedrai che il giorno che usciranno i portatili
        con ubuntu preinstallato e con una tastiera
        decente, si avverera' anche questa cosa.a parte il fatto che ubunto è la peggiore tra le distribuzioni, e che il concetto di "tastiera decente" cozza con quello che scrivi dopo riguardo i netbook, credo che siano ben altre le possibili motivazioni
        Intanto i netbook stanno spopolando stanno incrementando la loro nicchia di mercato: ovvio che partendo da quasi zero le percentuali di incremento siano elevate, ma non è che stiano porprio spopolando
        grazie a linux preinstallato.seee... come no...
        • panda rossa scrive:
          Re: 2012
          - Scritto da: malandrino
          - Scritto da: panda rossa


          Vedrai che il giorno che usciranno i portatili

          con ubuntu preinstallato e con una tastiera

          decente, si avverera' anche questa cosa.

          a parte il fatto che ubunto è la peggiore tra le
          distribuzioni, Opinioni.L'importante e' avere preinstallata una alternativa libera e non commerciale.
          e che il concetto di "tastiera
          decente" cozza con quello che scrivi dopo
          riguardo i netbook,Il netbook e' un'altra cosa rispetto ad un portatile.Qui si parla di portatile come alternativa al desktop e non di netbook come alternativa al portatile.
          • malandrino scrive:
            Re: 2012
            - Scritto da: panda rossa


            Vedrai che il giorno che usciranno i portatili


            con ubuntu preinstallato e con una tastiera


            decente, si avverera' anche questa cosa.



            a parte il fatto che ubunto è la peggiore tra le

            distribuzioni,

            Opinioni.No: fatti (e bug)
            L'importante e' avere preinstallata una
            alternativa libera e non commerciale.se non è funzionante (e funzionale), viene rimpiazzata da un qualunque XP pirata... sai che bello? Linux che si vanterebbe di avere una base di installato basate sulle vendite di preinstallato, quando poi nella realtà tutti l'hanno tolto per metterci XP

            e che il concetto di "tastiera

            decente" cozza con quello che scrivi dopo

            riguardo i netbook,

            Il netbook e' un'altra cosa rispetto ad un
            portatile.E' per questo che non si può dire che stia "spopolando"...
            Qui si parla di portatile come alternativa al
            desktop e non di netbook come alternativa al
            portatile.Guarda che li hai tirati in ballo tu i Netbook, mica io
          • Shu scrive:
            Re: 2012
            - Scritto da: malandrino
            Linux che si vanterebbe di avere una base
            di installato basate sulle vendite di
            preinstallato, quando poi nella realtà tutti
            l'hanno tolto per metterci
            XPAspetta, ma... è esattamente quello che sta succedendo con Vista! :PBye.
          • malandrino scrive:
            Re: 2012
            - Scritto da: Shu
            - Scritto da: malandrino


            Linux che si vanterebbe di avere una base

            di installato basate sulle vendite di

            preinstallato, quando poi nella realtà tutti

            l'hanno tolto per metterci

            XP

            Aspetta, ma... è esattamente quello che sta
            succedendo con Vista!esatto... solo che vista lo criticano tutti... azzardati a criticare linux invece...
          • Nome et cognome scrive:
            Re: 2012

            Opinioni.
            L'importante e' avere preinstallata una
            alternativa libera e non commerciale.Hai ragione !Quoto in pieno !!!Qualsiasi porcata va bene chi se ne frega se è un m***a l'importante è che sia LIBERA e non commerciale.
          • Polaretto scrive:
            Re: 2012
            non hai mai letto neanche mezzo discorso di Richard Stallman, eh?:)
    • malandrino scrive:
      Re: 2012
      - Scritto da: Frank
      I Maya nel 2012 avevano previsto la fine del
      mondo molto probabilmente si riferivano alle
      tastiere dei computer sto scherzo ovviamente...
      Ma non sarebbe meglio se nel 2012 scomparissero i
      computer da scrivania è si lasciano solo i
      portatili?a quale pro? un portatile è più costoso, meno potente, più delicato, e con uno schermo più piccolo... posso capire che il portatile sia più pratico, ma ci sono infiniti casi in cui un fisso è meglio
    • -ToM- scrive:
      Re: 2012
      - Scritto da: Frank
      Ma non sarebbe meglio se nel 2012 scomparissero i
      computer da scrivania è si lasciano solo i
      portatili?sei serio?
  • Bic Indolor scrive:
    Magari sarà proprio così, però...
    Perché le auto hanno sempre avuto il volante, i pedali e la leva del cambio? Magari aveva un senso una volta, quando i comandi di sterzo, freni, valvola del gas e trasmissione erano esclusivamente meccanici, e quello era il modo più efficiente per far interagire la meccanica con il pilota.Ma oggi che è tutto servoassistito e l'auto è stracolma di dispositivi elettronici, perchè non sostituire il tutto con un semplice joystick, utilizzabile con una mano sola?Risposta: ci siamo formati all'idea che un'auto si guidi con volante, pedaliera e cambio. Abbiamo imparato a guidare usando auto con quei comandi. Persino il cambio automatico riscuote successi solo in alcune categorie di persone - che non includono i duri e puri dell'automobilismo. Finanche gli appassionati di videogiochi di guida preferscono il volante al joypad.Magari per i computer sarà diverso, e davvero fra qualche anno touchscreen, riconoscimento vocale, gesti et similia rimpiazzeranno mouse e tastiera, ma io ho qualche dubbietto...
    • carnevale scrive:
      Re: Magari sarà proprio così, però...
      - Scritto da: Bic Indolor
      Perché le auto hanno sempre avuto il volante, i
      pedali e la leva del cambio? Magari aveva un
      senso una volta, quando i comandi di sterzo,
      freni, valvola del gas e trasmissione erano
      esclusivamente meccanici, e quello era il modo
      più efficiente per far interagire la meccanica
      con il
      pilota.
      Ma oggi che è tutto servoassistito e l'auto è
      stracolma di dispositivi elettronici, perchè non
      sostituire il tutto con un semplice joystick,
      utilizzabile con una mano
      sola?
      Risposta: ci siamo formati all'idea che un'auto
      si guidi con volante, pedaliera e cambio. Abbiamo
      imparato a guidare usando auto con quei comandi.
      Persino il cambio automatico riscuote successi
      solo in alcune categorie di persone - che non
      includono i duri e puri dell'automobilismo.
      Finanche gli appassionati di videogiochi di guida
      preferscono il volante al
      joypad.scaricati torcs (solo linux?) e prova a guidare con un joystick. Poi mi dirai.sulle auto di tempo fa sentivi sul volante la differenza tra i cubetti di porfido e i ciottoli. Adesso sono tutte con servo e assetto comodo, ma è pur sempre meglio di quello che si puo' fare con un joystick sofisticatissimo, e pregare che non si guasti. Immaginati che rogne immani dare feedback appropriato al joystick. sul volante hai una serie di sensazioni utilissime in condizioni di scarsa aderenza. l'aereo puo' fare il fly by wire, la macchina, no.
      Magari per i computer sarà diverso, e davvero fra
      qualche anno touchscreen, riconoscimento vocale,
      gesti et similia rimpiazzeranno mouse e tastiera,
      ma io ho qualche
      dubbietto...devo bisbigliare al pc se nella stanza siamo in 4? legge le labbra come hal9000? Son tutte cose intermedie, poi. l'interfaccia neurale e' l'arrivo, ma visto che l'encefalo non e' stato progettato con un firewall, io passo.
    • malandrino scrive:
      Re: Magari sarà proprio così, però...
      - Scritto da: Bic Indolor
      Perché le auto hanno sempre avuto il volante, i
      pedali e la leva del cambio?leva del cambio mica tanto...
      Magari aveva un
      senso una volta, quando i comandi di sterzo,
      freni, valvola del gas e trasmissione erano
      esclusivamente meccanici, e quello era il modo
      più efficiente per far interagire la meccanica
      con il pilota.
      Ma oggi che è tutto servoassistito e l'auto è
      stracolma di dispositivi elettronici, perchè non
      sostituire il tutto con un semplice joystick,
      utilizzabile con una mano sola?perché non sarebbe altrettanto funzionale... parlando di volante, con un joystick non avresti le giuste sensazioni del raggio di sterzata, e non oso immaginare cosa succederebbe in caso di sterzate impovvise: col volante sposti il raggio di curvatura di pochi gradi, col joystick rischi di mettere le ruote di traverso (e non puoi lasciare che sia l'elettronica a decidere, perché ha molte meno informazioni di te riguardo al motivo per cui stai sterzando al'improvviso).Su accelerazione e freno invece si potrebbe anche trovare qualcosa di alternativo: dopotutto i disabili che non possono usare le gambe usano già altri sistemi... ma dubito che gli "altri sistemi" siano altrettanto efficienti come sensibilità
    • soulista scrive:
      Re: Magari sarà proprio così, però...
      - Scritto da: Bic Indolor
      Perché le auto hanno sempre avuto il volante, i
      pedali e la leva del cambio? Magari aveva un
      senso una volta, quando i comandi di sterzo,
      freni, valvola del gas e trasmissione erano
      esclusivamente meccanici, e quello era il modo
      più efficiente per far interagire la meccanica
      con il
      pilota.
      Ma oggi che è tutto servoassistito e l'auto è
      stracolma di dispositivi elettronici, perchè non
      sostituire il tutto con un semplice joystick,
      utilizzabile con una mano
      sola?
      Risposta: ci siamo formati all'idea che un'auto
      si guidi con volante, pedaliera e cambio. Abbiamo
      imparato a guidare usando auto con quei comandi.
      Persino il cambio automatico riscuote successi
      solo in alcune categorie di persone - che non
      includono i duri e puri dell'automobilismo.
      Finanche gli appassionati di videogiochi di guida
      preferscono il volante al
      joypad.

      Magari per i computer sarà diverso, e davvero fra
      qualche anno touchscreen, riconoscimento vocale,
      gesti et similia rimpiazzeranno mouse e tastiera,
      ma io ho qualche
      dubbietto...vedrai che tra un po' cominceranno a fare le auto con il pad della playstation :-D
    • battagliacom scrive:
      Re: Magari sarà proprio così, però...
      non posso che quotarti completamente, alla fine sarà la tecnologia più comoda a vincere, alla sarà sempre l'utente a scegliere.
    • -ToM- scrive:
      Re: Magari sarà proprio così, però...
      - Scritto da: Bic Indolor
      stracolma di dispositivi elettronici, perchè non
      sostituire il tutto con un semplice joystick,
      utilizzabile con una mano
      sola?Perchè la gioia di guidare, magari un auto un pelo sportiva è Volante+Cambio+Pedali ;)
  • 01234 scrive:
    sparirà il drm? mai troppo presto
    quanto alle interfacce, ci abitueremospero :-Dpeccato, però...mouse+tastiera dai 10E in su....non prevedo prezzi bassissimi, all'inizio, per interfacce tipo minority report...
  • Old and Wise ossia vecchio e saggio scrive:
    Non l'ho sentito suonare?
    Perché non hanno chiamato al mio numero (skype, naturalmente, che invece è VOIP, una tecnologia che funziona anche in maniera trasparante)?Per 2012 ci saranno tutti gli uffici senza carta (paperless office).E intelligenza artificiale a gestire le telefonate con menu vocali al posto delle segretarie carne e ossa (ma come? non riesce filtrare le rogne al capo?).Chi sa?Che la PEW Institute non sia riuscito riassumere tutto in meno di 8 pagine separate era comunque da prevedere: gli studi sono pagati, come sempre, al kilo...
    • boh scrive:
      Re: Non l'ho sentito suonare?
      Tutto questo vuol dire solo una cosa "meno posti di lavoro" :(
      • Nome e Cognome scrive:
        Re: Non l'ho sentito suonare?
        Qualcuno dovrà pure farli funzionare quei sistemi no? Quindi direi più posti di lavoro.
      • Gigi scrive:
        Re: Non l'ho sentito suonare?
        Oppure piu' tempo libero.Ford docet, una societa' non si puo' basare sulla disoccupazione (altrimenti chi compra???).
    • malandrino scrive:
      Re: Non l'ho sentito suonare?
      - Scritto da: Old and Wise ossia vecchio e saggio
      Perché non hanno chiamato al mio numero (skype,
      naturalmente, che invece è VOIP, una tecnologia
      che funziona anche in maniera trasparante)?ma anche no... skype è criticato proprio per la non-trasparenza del suo algoritmo
      Per 2012 ci saranno tutti gli uffici senza carta
      (paperless office).sogna...
      • Max3D scrive:
        Re: Non l'ho sentito suonare?
        giusto per parlare di paperless..ieri una studentessa è venuta da me per stamparsi la tesi 840pagine !non poteva consegnarla in PDF !!!ma che caxxo fanno nelle università ?!!!non dovrebbero essere dei centri di innovazione e ricerca ?questo sistema merita solo lo di essere spento :(
        • -ToM- scrive:
          Re: Non l'ho sentito suonare?
          - Scritto da: Max3D
          non poteva consegnarla in PDF !!!
          ma che caxxo fanno nelle università ?!!!
          non dovrebbero essere dei centri di innovazione e
          ricerca
          ?

          questo sistema merita solo lo di essere spento :(Ma casa tua è bookless?
          • Max3D scrive:
            Re: Non l'ho sentito suonare?
            il fascino della carta per una tesi di 840 pagine che non leggerà mai nessuno ?e intanto si sprecano carta, inchiostro elettricità e tempo moltiplicato per tutti gli studenti... le grandi rivoluzioni partono sempre dal basso :p
          • Marco scrive:
            Re: Non l'ho sentito suonare?
            non vanno di moda cosi': sono regolamenti di Ateneo...o almeno da noi e' cosi
Chiudi i commenti