Italia, la copia privata costa di più

Le tariffe dell'equo compenso sono state rimodulate al rialzo. Il Ministro Franceschini sottolinea come l'Italia continui a prelevare meno di Francia e Germania. E i prezzi dei dispositivi? La polemica infuria

Roma – La “approfondita istruttoria” e il “confronto che ha visto coinvolte tutte le categorie interessate” sono serviti a convincere il Ministro dei Beni e delle attività Culturali Dario Franceschini: il compenso per copia privata, atto a retribuire i detentori dei diritti per le legittime copie effettuate da coloro che ottengono legalmente un contenuto protetto da diritto d’autore (o “per la concessione della riproduzione ad uso personale di opere musicali e audiovisive scaricate dal web”, per dirla come recita il comunicato del Ministero), è stato aggiornato. Nuove tariffe, che il Palazzo aveva già meditato di introdurre alla fine del 2013, frenato però dalla prudenza del Ministro Bray, che aveva commissionato un’ indagine conoscitiva per sondare il terreno e valutare l’effettiva necessità di una revisione al rialzo dei prelievi per copia privata fissati nel 2009.

Checché ne dicessero gli osservatori , poco convinti che i dispositivi di archiviazione analizzati costituissero davvero uno strumento di stoccaggio per opere frutto di copia privata , il ministro Franceschini ha letto nella ricerca di mercato voluta da Bray la necessità di intervenire, pressato anche dalle “tante sollecitazioni del mondo della cultura” che, da Paolo Sorrentino a Maurizio Costanzo, da Gigi D’Alessio all’immancabile Gino Paoli, hanno concretizzato in un appello : per questo motivo si pagheranno 3 euro per i supporti di archiviazione di smartphone e tablet da 8 GB , 4 euro per i 16 GB, fino a un massimo di 4,80 euro per i dispositivi mobile con memoria che raggiunge i 32 GB; 5,20 per un PC, mentre i 4 GB valgono rispettivamente 0,36 euro e 0,4 euro per una memory card e per un dispositivo USB .

Si tratterebbe di tariffe decisamente inferiori a quelle che i paesi europei impongono sui dispositivi venduti nei loro paesi, sottolinea il comunicato del Ministero con una semplice tabella.

Confronto equo compenso

A titolo di esempio si citano Francia e Germania , paesi in cui il prelievo sarebbe decisamente più ingente, senza per questo influire su prezzi finali e vendite. I riferimenti sono gli stessi che i rappresentanti di SIAE hanno chiamato in causa in passato e, come in passato, c’è chi ne sottolinea l’inadeguatezza nel rappresentare il contesto dei 23 paesi europei che prelevano dei compensi per copia privata. Secondo l’avvocato Guido Scorza, si tratterebbe di numeri sapientemente selezionati: Francia e Germania sono i paesi in cui vigono le tariffe più alte d’Europa, e non in tutti i casi sarebbero inferiori alle nuove tariffe italiane, e nonostante ciò, nel 2012, solo la Francia, che ha riposto nell’istituto dell’equo compenso grandi speranze, ha superato l’Italia (al netto delle milionarie evasioni ) per il totale dei denari racconti.

E i consumatori , che tanto hanno lottato per scongiurare la revisione delle tariffe per l’equo compenso e che ora paventano il ricorso al TAR ? Franceschini, attento a ribadire che, a differenza di quanto sostenuto da molti , la revisione delle quote non costituisca una “nuova tassa”, e rappresentarla come tale sia “capzioso e strumentale”, assicura che “Il decreto non prevede alcun incremento automatico dei prezzi di vendita”.

L’ industria dell’elettronica di consumo , da sempre restia a fungere da intermediario a favore dei detentori dei diritti, sembra invece prospettare un panorama più realista: “certamente inciderà in termini di aumento del costo di smartphone”, avverte il presidente di Asstel-Assotelecomunicazioni Cesare Avenia; si tratta di “un provvedimento ingiustificato che non riflette il comportamento dei consumatori e l’evoluzione delle tecnologie e non è in linea con lo sforzo che il Paese deve compiere per sostenere l’innovazione digitale” lamenta il presidente di Confindustria Digitale Elio Catania, a cui Gino Paoli ha provocatoriamente promesso “10/20 mila euro per un progetto di sostegno psicologico destinato ai manager delle multinazionali”, i cui fatturati “invece del 120% potrebbero crescere solo del 118%”.

A monitorare l’andamento del mercato, a verificare l’impatto della tariffe aggiornate sui consumi dei cittadini e sulle esigenze dell’industria dei contenuti, che da FIMI a Confindustria Cultura , esprime manifesto entusiasmo, sarà il tavolo tecnico che già dal 2009, con l’avvento del Decreto Bondi avrebbe dovuto vigilare sul contesto.

Il totale dei nuovi gettiti, come già si calcolava nei mesi scorsi, supererà i 100 milioni di euro: denari che, in accordo con il Presidente di SIAE Gino Paoli, serviranno anche a promuovere “giovani autori e artisti e di opere prime”. E continueranno a fluire nella casse della SIAE per essere ripartiti con le dinamiche di sempre.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • prova123 scrive:
    Il principio fondamentale della magia
    è quello di distrarre l'attenzione: parlano delle possibili conseguenze delle armi 3D stampate.Le armi normali sono già 3D, se sei un americano e tuoi figlio muore perchè un XXXXXXXX qualsiasi compra un mitragliatore d'assalto e si mette a sparare in un centro commerciale puoi fare solo una cosa: fai un altro figlio pensando che avere due figli morti per la stessa causa è abbastanza raro.
    • Giocatore scrive:
      Re: Il principio fondamentale della magia
      - Scritto da: prova123
      è quello di distrarre l'attenzione: parlano delle
      possibili conseguenze delle armi 3D stampate.
      Le armi normali sono già 3D, se sei un americano
      e tuoi figlio muore perchè un XXXXXXXX qualsiasi
      compra un mitragliatore d'assalto e si mette a
      sparare in un centro commerciale puoi fare solo
      una cosa: fai un altro figlio pensando che avere
      due figli morti per la stessa causa è abbastanza
      raro.E se sei Giapponese o inglese invece ?Perche' tutti parlano degli USA e li' queste stampe servono poco o niente ma nei paesi dove il controllo delle armi e' strettissimo ?
  • Marco scrive:
    Re: Parlano gli USA...
    @joshthemajor si ok, ma non puoi certo pretendere che l'FBI faccia tutti questi ragionamenti in una volta sola.
  • Joshthemajor scrive:
    Parlano gli USA...
    Sapevate che negli stati uniti puoi possedere un mitra d'assalto, ma guai se possiedi dei coltelli da lancio? (un machete va bene però eh!)Inoltre io avevo letto che le armi stampate erano quasi sempre mono uso e addirittura pericolose per l'utilizzatore.Un altro argomento da mettere in evidenza è che stamparsi le armi è figo per il nerd cantinaro, non penso la mafia stia acquistando grandi quantità di 3d printer per produrre pistole di plastica. Inoltre è si vero che un arma in plastica è facilmente occultabile, ma le cartucce non lo saranno mai a meno che uno si accontenti di sparare cartone o gomma.
    • Leguleio scrive:
      Re: Parlano gli USA...

      Sapevate che negli stati uniti puoi possedere un
      mitra d'assalto, ma guai se possiedi dei coltelli
      da lancio? (un machete va bene però
      eh!)Questa dove l'hai letta?
      Inoltre io avevo letto che le armi stampate erano
      quasi sempre mono uso e addirittura pericolose
      per
      l'utilizzatore.Sì, per ora sembra sia così, ma di fonti certe non ce ne sono.Nessuno va a fare esperimenti con armi del genere, quando si possono acquistare ad un prezzo inferiore quelle vere.
      Un altro argomento da mettere in evidenza è che
      stamparsi le armi è figo per il nerd cantinaro,
      non penso la mafia stia acquistando grandi
      quantità di 3d printer per produrre pistole di
      plastica. Non esistono in commercio pistole fatte al 100 % in plastica. Se ho ben capito si possono produrre, malgrado una camera di scoppio in materiale diverso dal metallo duri poco, ma sono illegali ovunque. Le Glock hanno una parte in metallo.È questo che impensierisce le autorità.
      Inoltre è si vero che un arma in
      plastica è facilmente occultabile, ma le cartucce
      non lo saranno mai a meno che uno si accontenti
      di sparare cartone o
      gomma.Ma no, esistono i proiettili in ceramica.
      • cicciobello scrive:
        Re: Parlano gli USA...

        Ma no, esistono i proiettili in ceramica.Pesano troppo poco, perciò al momento dell'impatto fanno poco danno.
        • ... scrive:
          Re: Parlano gli USA...
          - Scritto da: cicciobello

          Ma no, esistono i proiettili in ceramica.

          Pesano troppo poco, perciò al momento
          dell'impatto fanno poco
          danno.fai 10 passi in piu' verso il bersaglio e sei a posto.ah, le prime palle di cannone erano in pietra, e i velieri erano sventrati come fossero stati di carta velina.
          • cicciobello scrive:
            Re: Parlano gli USA...


            Pesano troppo poco, perciò al momento

            dell'impatto fanno poco

            danno.

            fai 10 passi in piu' verso il bersaglio e sei a
            posto.
            ah, le prime palle di cannone erano in pietraMa quanto dovevano essere grandi?
            , e
            i velieri erano sventrati come fossero stati di
            carta
            velina.I velieri erano di legno, e di legno anche abbastanza leggero.
      • Joshthemajor scrive:
        Re: Parlano gli USA...

        Questa dove l'hai letta?Lo aveva spiegato FPS Russia (cerca su youtube), è una youtube star piena di soldi che usa armi ignorantemente. Gli era stato bannato un video sui Throwing Knife per questo motivo, ed aveva fatto un video esplicativo. Probabilmente la legge è diversa di paese in paese.
        Ma no, esistono i proiettili in ceramica.Ed hanno la stessa reperibilità/costo ?
        • collione scrive:
          Re: Parlano gli USA...
          wow non sapevo dei coltelli, roba da pazzi comunque io la vedo così:1. le armi con parti in plastica sono giusto per fare scena, non si può pensare di usarle seriamente2. armi funzionanti e funzionali si possono creare solo usando metalli e la sinterizzazione laser selettiva ( attualmente le stampanti di questo genere costano un botto )3. dal punto 2 si capisce che è ancora infinitamente più conveniente comprare sul mercato ( per le mafie e compagnia )4. le armi in ceramica esistono, evadono pure i metal detector, ma sono poco diffuse, poco pratiche e poco affidabili5. dovrai pur sempre procurarti i proiettili!!!per tutte queste ragioni credo che si stia solo sollevando un polverone, soprattutto vista l'attuale dottrina americana di disarmare il popolo ( mentre armano con blindati la polizia!!!!!! )cui prodest? qual è lo scopo? gli iracheni probabilmente ne hanno una vaga idea, visto che sono stati disarmati da Bremer e il risultato è stata l'impossibilità di difendersi dai terroristi finanziati ed armati da USA, Arabia e Qatar
          • Leguleio scrive:
            Re: Parlano gli USA...

            cui prodest? qual è lo scopo? gli iracheni
            probabilmente ne hanno una vaga idea, visto che
            sono stati disarmati da Bremer e il risultato è
            stata l'impossibilità di difendersi dai
            terroristi finanziati ed armati da USA, Arabia e
            QatarChi armano, rispettivamente, gli Usa, l'Arabia Saudita e il Qatar?Quali sono le prove?
          • collione scrive:
            Re: Parlano gli USA...
            - Scritto da: Leguleio
            Chi armano, rispettivamente, gli Usa, l'Arabia
            Saudita e il
            Qatar?
            Quali sono le prove?mi sa che sei vissuto sotto una roccia negli ultimi annile prove? le affermazioni ufficiali della Casa Bianca sul fornire armi ai ribelli siriani non ti bastano? faccio notare che una delle fazioni ribelli siriane più grande e agguerrita è proprio ISISvuoi altre prove? vai sul sito del WSJ e ne trovi quante ne vuoi
          • Leguleio scrive:
            Re: Parlano gli USA...


            Chi armano, rispettivamente, gli Usa,
            l'Arabia

            Saudita e il

            Qatar?

            Quali sono le prove?

            mi sa che sei vissuto sotto una roccia negli
            ultimi
            anniFra uno che ha vissuto sotto la roccia e uno che vive nel mondo dei sogni so già a chi credere.E anche la maggior parte delle persone dotate di un minimo di raziocinio.
            le prove? le affermazioni ufficiali della Casa
            Bianca sul fornire armi ai ribelli siriani non ti
            bastano?Citami queste dichiarazioni ufficiali, allora: da chi provenivano? Dal presidente Obama in persona, da suo vice Joe Biden, dal presidente del Senato o della Camera dei rappresentanti, o dall'ex segretaria licenziata?Perché qualcosa cambia, nella definizione di "ufficiale".-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 giugno 2014 13.43-----------------------------------------------------------
          • collione scrive:
            Re: Parlano gli USA...
            vedo che sei proprio de' cocciotiè http://www.politico.com/gallery/2013/05/sen-john-mccain-visits-syria/001063-015014.htmlhttp://www.foxnews.com/world/2014/04/19/advanced-us-weapons-flow-to-syrian-rebels/http://online.wsj.com/news/articles/SB10001424052702304626304579509401865454762se continui con questa tiritera, dopo i link che ho postato, allora sei ottuso
          • Leguleio scrive:
            Re: Parlano gli USA...

            vedo che sei proprio de' coccio

            tiè
            http://www.politico.com/gallery/2013/05/sen-john-mIl senatore John McCain, dell'opposizione repubblicana, visita la Siria e ha contatti con alcuni ribelli siriani. Due righe.E quindi?
            http://www.foxnews.com/world/2014/04/19/advanced-uFox news è un'emittente notoriamente schierata a destra, quindi all'opposizione oggi.Unica frase pertinente: "The White House would neither confirm nor deny it had provided the TOW armor-piercing antitank systems".
            http://online.wsj.com/news/articles/SB100014240527È lo stesso articolo del link precedente. (rotfl)Ma li leggi, prima di fornirli, o pensi che facendo massa l'interlocutore si impressioni?In ogni caso, le tue parole: "le affermazioni ufficiali della Casa Bianca sul fornire armi ai ribelli siriani" ancora non trovano conferme. Sei sempre in tempo.
          • collione scrive:
            Re: Parlano gli USA...
            - Scritto da: Leguleio
            Il senatore John McCain, dell'opposizione
            repubblicana, visita la Siria e ha contatti con
            alcuni ribelli siriani. Due
            righe.
            E quindi?non con alcuni, quelli sono membri dell'ISIS
            Fox news è un'emittente notoriamente schierata a
            destra, quindi all'opposizione
            oggi.quindi è un gombloddo contro il povero Obimbo? (rotfl)
            Unica frase pertinente: "The White House would
            neither confirm nor deny it had provided the TOW
            armor-piercing antitank
            systems".ehm il dubbio riguarda un singolo tipo d'arma, gli altri tipi sono confermati
            È lo stesso articolo del link precedente.
            (rotfl)
            Ma li leggi, prima di fornirli, o pensi che
            facendo massa l'interlocutore si
            impressioni?si si certo è un gombloddo, un grosso gombloddovuoi un altro link? http://www.washingtonpost.com/world/national-security/cia-begins-weapons-delivery-to-syrian-rebels/2013/09/11/9fcf2ed8-1b0c-11e3-a628-7e6dde8f889d_story.htmlil titolo basta o è un gombloddo pure questo?
            In ogni caso, le tue parole: "le affermazioni
            ufficiali della Casa Bianca sul fornire armi ai
            ribelli siriani" ancora non trovano conferme. Sei
            sempre in
            tempo.quindi la CIA arma i ribelli su ordine di Paperino? (rotfl)http://washingtonexaminer.com/updated-obama-waives-ban-on-arming-terrorists-to-allow-aid-to-syrian-opposition/article/2535885"Obama waives ban on arming terrorists"conosci il significato del termine "waives" o devo spiegartelo?non sono conferme ufficiali queste? il WSJ è una grossa macchina macina-gombloddi (rotfl)
          • Leguleio scrive:
            Re: Parlano gli USA...


            Il senatore John McCain, dell'opposizione

            repubblicana, visita la Siria e ha contatti
            con

            alcuni ribelli siriani. Due

            righe.

            E quindi?

            non con alcuni, quelli sono membri dell'ISISSaranno anche membri dell'ISIS, per la verità la fonte non lo specifica.Ma nelle foto io vedo quattro gatti. Cosa dimostra questo incontro lo sai solo tu.Anche un membro del parlamento italiano è andato in visita ufficiale in Corea del Nord, e ne ha parlato benissimo. Dobbiamo ipotizzare forniture di armi a quello Stato? Un parlamentare alla fine viaggia dove crede.

            Fox news è un'emittente notoriamente
            schierata
            a

            destra, quindi all'opposizione

            oggi.

            quindi è un gombloddo contro il povero Obimbo?
            (rotfl)Assolutamente no. C'è la libertà di stampa, e la libertà di dire bugie a proposito del presidente in carica. La democrazia funziona così.Non pretenderai però che si creda a Fox news sulla parola.

            Unica frase pertinente: "The White House
            would

            neither confirm nor deny it had provided the
            TOW

            armor-piercing antitank

            systems".

            ehm il dubbio riguarda un singolo tipo d'arma,
            gli altri tipi sono
            confermatiConfermati da che cosa?Io nell'articolo di conferme non ne leggo affatto. Zero persone che dichiarano ufficialmente qualcosa. Zero riscontri.

            È lo stesso articolo del link
            precedente.

            (rotfl)

            Ma li leggi, prima di fornirli, o pensi che

            facendo massa l'interlocutore si

            impressioni?

            si si certo è un gombloddo, un grosso gombloddoNo, è una scemata che fa perdere tempo. Andiamo avanti.
            vuoi un altro link?
            http://www.washingtonpost.com/world/national-secur

            il titolo basta o è un gombloddo pure questo?Io non mi fermo al titolo, tu non so:"The CIA has begun delivering weapons to rebels in Syria, ending months of delay in lethal aid that had been promised by the Obama administration, according to U.S. officials and Syrian figures".Quali ufficiali Usa? Quali figure di spicco siriane? I nomi.Qui è tutto un chiacchiericcio, di "ufficiale", come scrivi tu, non c'è praticamente nulla.Una cosa c'è: "Secretary of State John F. Kerry had promised in April that the nonlethal aid would start flowing in a matter of weeks".". Aiuti "non letali", quindi.

            In ogni caso, le tue parole: "le affermazioni

            ufficiali della Casa Bianca sul fornire armi
            ai

            ribelli siriani" ancora non trovano
            conferme.
            Sei

            sempre in

            tempo.

            quindi la CIA arma i ribelli su ordine di
            Paperino?
            (rotfl)

            http://washingtonexaminer.com/updated-obama-waivesCiti articoli che sostengono il contrario di quanto affermi tu. Leggo dall'aggiornamento:"This action will allow the U.S. Government to provide or license, where appropriate, certain non-lethal assistance inside or related to Syria. This includes: 1) chemical weapons-related personal protective equipment to international organizations, including the Organization for the Prohibition of Chemical Weapons, for the conduct of their operations; 2) chemical weapons-related life-saving assistance for organizations implementing Department of State or U.S. Agency for International Development programs to strengthen local Syrian health care providers ability to prepare for and respond to any use of chemical weapons; and 3) defensive chemical weapons-related training and personal protective equipment to select vetted members of the Syrian opposition, including the Supreme Military Council, to protect against the use of chemical weapons. This action is part of longstanding and ongoing efforts to provide life-saving chemical weapons-related assistance to people in need in Syria."Nessun'arma.
            "Obama waives ban on arming terrorists"

            conosci il significato del termine "waives" o
            devo
            spiegartelo?Obama propone, il Congresso dispone.La democrazia negli Usa funziona così.E il Congresso ha disposto diversamente.
            non sono conferme ufficiali queste? il WSJ è una
            grossa macchina macina-gombloddi
            (rotfl)Torna a leggere Paperino, visto che lo hai citato.Il tuo livello è questo.
          • Passante scrive:
            Re: Parlano gli USA...
            - Scritto da: Leguleio


            Il senatore John McCain,
            dell'opposizione


            repubblicana, visita la Siria e ha
            contatti

            con


            alcuni ribelli siriani. Due


            righe.


            E quindi?



            non con alcuni, quelli sono membri dell'ISIS

            Saranno anche membri dell'ISIS, per la verità la
            fonte non lo specifica.
            Ma nelle foto io vedo quattro gatti. Cosa
            dimostra questo incontro lo sai solo tu.Anche chiunque abbia un po di neuroni, spirito critico e mente aperta, niente che ti preoccupi o coinvolga stai tranquillo.
          • Leguleio scrive:
            Re: Parlano gli USA...

            Anche chiunque abbia un po di neuroni, spirito
            critico e mente aperta, niente che ti preoccupi o
            coinvolga stai
            tranquillo.Dobbiamo ridere o è facoltativo?
          • Un altro scrive:
            Re: Parlano gli USA...
            - Scritto da: Leguleio

            Anche chiunque abbia un po di

            neuroni, spirito critico e mente

            aperta, niente che ti preoccupi

            o coinvolga stai tranquillo.
            Dobbiamo ridere o è facoltativo?Dubito che tu abbia neuroni, spirito critico e mente aperta, per riderci, ma non preoccuparti.
          • Funz scrive:
            Re: Parlano gli USA...
            - Scritto da: collione
            vedo che sei proprio de' coccio

            tiè
            http://www.politico.com/gallery/2013/05/sen-john-m

            http://www.foxnews.com/world/2014/04/19/advanced-u

            http://online.wsj.com/news/articles/SB100014240527Come se i ribelli siriani fossero tutti la stessa cosa, fossero tutti d'accordo tra di loro, e facessero tutti gli interessi degli USA. Ultime notizie: non è vera nessuna delle tre cose.
          • Turista scrive:
            Re: Parlano gli USA...
            - Scritto da: collione
            vedo che sei proprio de' coccio
            tiè
            http://www.politico.com/gallery/2013/05/sen-john-m

            http://www.foxnews.com/world/2014/04/19/advanced-u

            http://online.wsj.com/news/articles/SB100014240527

            se continui con questa tiritera, dopo i link che
            ho postato, allora sei ottusoMa lo è !!!Inoltre basta aver girato un minimo quei posti per sapere come vanno le cose.
        • Leguleio scrive:
          Re: Parlano gli USA...

          Lo aveva spiegato FPS Russia (cerca su youtube),
          è una youtube star piena di soldi che usa armi
          ignorantemente. Gli era stato bannato un video
          sui Throwing Knife per questo motivo, ed aveva
          fatto un video esplicativo. Probabilmente la
          legge è diversa di paese in
          paese.Vabbè, adesso la legge la scrive Youtube... :D

          Ma no, esistono i proiettili in ceramica.

          Ed hanno la stessa reperibilità/costo ?Non lo so. Se uno ha intenzione di compiere un attentato terroristico (ad esempio su un aereo) e attraversare il metal detector con armi funzionanti, non pensa ai costi. ;)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 giugno 2014 10.49-----------------------------------------------------------
    • MegaJock scrive:
      Re: Parlano gli USA...
      I "mitra d'assalto" non esistono. E comunque le regole cambiano molto da stato a stato, con le restrizioni più forti in California e Washington DC.Per possedere un'arma a fuoco selettivo occorre un permesso speciale.
      • Mary Jane Fikarotta scrive:
        Re: Parlano gli USA...
        - Scritto da: MegaJock
        I "mitra d'assalto" non esistono. E comunque le
        regole cambiano molto da stato a stato, con le
        restrizioni più forti in California e Washington
        DC.
        Per possedere un'arma a fuoco selettivo occorre
        un permesso
        speciale.Infatti. L'ignoranza in materia di armi e leggi sul possesso e porto delle medesime negli USA e' agghiacciante. Parlano senza sapere nulla, altrimenti non scambierebbero mai fucili semiautomatici per mitragliatrici.
    • Mary Jane Fikarotta scrive:
      Re: Parlano gli USA...
      - Scritto da: Joshthemajor
      Sapevate che negli stati uniti puoi possedere un
      mitra d'assaltocosa sarebbero i mitra d'assalto?!
Chiudi i commenti