Ma Vista 'gna fa?

Cinque anni di lavoro, 3,5 miliardi di euro investiti. Ma le vendite non tirano quanto sperato. E i consumatori vogliono ancora Windows XP

Roma – Le cifre snocciolate da Microsoft sembrano confermare il successo di Windows Vista: eppure, secondo quanto riportato da cnet due settimane fa, le vendite non vanno come sperato . Ora anche i venditori , almeno quelli britannici, vogliono mettere le mani avanti con i consumatori: il ritorno a Windows XP è sempre possibile.

Windows Vista è costato tanto lavoro a Microsoft , è arrivato sul mercato in ritardo rispetto a quanto previsto, e con alcune caratteristiche interessanti escluse dal lancio o rimandate alla prossima versione . Queste le ragioni per le quali, secondo alcuni, i risultati di vendita non sono quelli attesi.

Molte aziende si esprimono con perplessità sul nuovo OS, qualcuno ha annunciato di voler attendere l’arrivo del primo Service Pack prima di procedere alla migrazione. Solo al rilascio del SP1, dicono gli esperti, si saprà dunque se Vista è un successo o no .

Sulle pagine di dabs.com , nel frattempo, si legge: “Se non siete pronti per Vista, potete tornare indietro a Windows XP senza invalidare la garanzia del vostro Sony Vaio”. Un approccio per certi versi inedito, sebbene anche Dell, nei mesi scorsi, abbia reimmesso sul mercato una linea di computer equipaggiati col “vecchio” Windows XP , vista l’enorme richiesta. I consumatori, a quanto pare, si sono fatti spaventare da talune difficoltà incontrate da Vista con le applicazioni e l’hardware .

I numeri non sfondano neanche nella vendita al dettaglio : nei primi sei mesi dalla messa in commercio, il volume di vendita rispetto a quanto avvenne con XP in un periodo uguale è sotto di quasi il 60 per cento. Gli incassi, rispetto ad allora, sarebbero calati del 40 percento. Con poco più di sessanta milioni di copie vendute, Windows Vista è stato battuto da Office 2007 , che nello stesso periodo ha fatto segnare settanta milioni di confezioni acquistate dai consumatori.

Microsoft si difende , sottolineando che il grosso delle vendite di Vista non arriva dalla vendita al dettaglio , bensì dal cosiddetto canale OEM: vale a dire le licenze abbinate ai nuovi computer. Ma con l’aria che tira per le licenze in bundle , non è detto che basti. Si vedrà.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Wiseman scrive:
    Solo negli States
    Ci sono stato ieri, e il sito diceva che i brani sono vendibili solo per chi risiede negli USA.Ho tentato un acquisto e sono arrivato fino a visualizzare il tasto "conferma" (che non ho cliccato), il che mi fa supporre che non ci siano blocchi a livello IP.Ma se compro un brano, poi mi trovo la finanza a casa?
  • Pex & Fast-d scrive:
    reda: "senza drm" ma...
    ciao!sarebbe carino che d'ora in poi quando si parla di "senza drm" ci fosse un approfondimento:con o senza watermarking?:)il test si può fare facendo un doppio acquisto da due utenti diversi in due parti diverse del mondo, anche :)dato l'interesse per l'argomento, sarebbe un approfondimento molto serio ed interessante: fareste persino da fonte per testate internazionlali, credo! :)
  • Von Rompiglion scrive:
    Musica classica
    Ultimamente mi è venuta la passione per la musica classica e non credo che ci sia niente di meglio del CD per apprezzarla. Gli mp3 sul p2p e questi di amazon vanno bene per chi ascolta il pop, il rock e altre schifezze con quei player con le cuffiette.Unica nota positiva è che non hanno il drm.
    • Caronte scrive:
      Re: Musica classica
      - Scritto da: Von Rompiglion
      Ultimamente mi è venuta la passione per la musica
      classica e non credo che ci sia niente di meglio
      del CD per apprezzarla. Gli mp3 sul p2p e questi
      di amazon vanno bene per chi ascolta il pop, il
      rock e altre schifezze con quei player con le
      cuffiette.
      Unica nota positiva è che non hanno il drm.Questo post puzza come un pesce di una settimana, oltre ad avere una carica di vetusto snobismo.La musica classica è belissima, ma definire il rock una schifezza dimostra una gran bella chiusura mentale.
      • Von Rompiglion scrive:
        Re: Musica classica
        - Scritto da: Caronte
        definire il
        rock una schifezza dimostra una gran bella
        chiusura
        mentale.Non te l'hanno detto che il rock è morto? Lunga vita alla musica classica!
Chiudi i commenti