Messenger dà corrente a Windows Live

Con la versione finale di Windows Live Messenger, erede del famoso MSN Messenger, Microsoft lancia ufficialmente la nuova piattaforma di servizi online. Ecco le novità del nuovo client e i servizi all'orizzonte
Con la versione finale di Windows Live Messenger, erede del famoso MSN Messenger, Microsoft lancia ufficialmente la nuova piattaforma di servizi online. Ecco le novità del nuovo client e i servizi all'orizzonte

Redmond (USA) – Microsoft ha ufficialmente aperto l’era di Windows Live, quella nuova costellazione di software e servizi online di cui gli utenti, negli scorsi mesi, hanno avuto l’opportunità di saggiare alcuni elementi. Uno di questi è Windows Live Messenger , successore del client di instant messaging MSN Messenger, che da ieri può essere scaricato gratuitamente nella sua versione finale.

Sebbene non sia il primo componente di Windows Live a raggiungere il mercato, Microsoft afferma che Windows Live Messenger è uno dei più importanti pezzi del puzzle . Il perché è presto detto: con i suoi circa 240 milioni di iscritti , di cui 20 milioni attivi ogni mese, il network di MSN Messenger rappresenta una delle più grandi porte d’ingresso ai servizi di Windows Live e uno dei principali veicoli per le inserzioni pubblicitarie.

Windows Live Messenger sfoggia un’interfaccia grafica il cui look and feel farà da denominatore comune a tutti i servizi di Windows Live. Rispetto a MSN Messenger 7.5, il nuovo client introduce novità di rilievo, la prima delle quali consiste nella possibilità di effettuare chiamate vocali a numeri di telefono fissi : una caratteristica che lo pone in diretta competizione con Skype e la miriade di altri software per il VoIP. Resta inoltre possibile effettuare chiamate gratuite da PC a PC e videoconferenze, due funzionalità che poggiano (come nelle release precedenti) sulle tecnologie audio/video fornite da Logitech .

Alcuni produttori di telefoni, come Philips (v. notizia ) e Motorola , stanno già sviluppando cordless in grado di integrarsi con Windows Live Messenger , mentre Microsoft ha lanciato proprio negli scorsi giorni una prima famiglia di webcam, chiamata LifeCams , espressamente progettate per il suo nuovo client.

Tra le altre novità di Windows Live Messenger vi sono le cartelle condivise , che permettono di condividere con un contatto tutti i file contenuti in una speciale cartella, e la rubrica centralizzata Windows Live Contacts , accessibile da tutti i servizi Windows Live e da MSN Spaces. Tra i vantaggi della nuova rubrica c’è quello di poter ricevere immediata notifica di ogni variazione alle informazioni di un contatto.

Windows Live Messenger rappresenta una sorta di hub a Windows Live, e questo perché dalla sua interfaccia gli utenti possono accedere agli altri servizi online di Microsoft, come il motore di ricerca Windows Live Search , i servizi di localizzazione Windows Live Local , il client di posta elettronica Windows Live Mail e MSN Spaces . Martin Taylor, corporate vice president di Windows Live e MSN, ha spiegato che la propria azienda continuerà a supportare gli utenti di MSN Messenger, ma quest’ultimo client non riceverà più alcun aggiornamento sostanziale : del resto Windows Live Messenger porta il numero di versione 8.0, il che lo rende a tutti gli effetti il naturale upgrade a MSN Messenger 7.5 .

Gli utenti che desiderano migrare a Windows Live Messenger possono farlo conservando i propri account @hotmail.com e @msn.com e installando il programma direttamente al di sopra del vecchio client. Sebbene l’upgrade non sia obbligatorio, nelle prossime settimane il colosso notificherà a tutti gli utenti di MSN Messenger la disponibilità della nuova versione Live. Da sottolineare come quest’ultima giri esclusivamente su Windows XP, Windows Server 2003 e sul futuro Windows Vista .

Microsoft ha annunciato che, a breve, gli utenti del suo nuovo client di IM potranno parlare a voce anche con chi utilizza Yahoo! Messenger : questo nuovo livello di interoperabilità tra i due network è frutto di un accordo tra Microsoft e Yahoo! annunciato verso la fine dello scorso anno.

Taylor ha detto che attualmente sono oltre 20 i servizi Windows Live che si trovano in vari stadi di beta testing : oltre a quelli già citati in precedenza, vi sono l’home page personalizzata Live.com , Windows Live Safety Center , Windows Live Custom Domains , Windows Lives Spaces, Windows Live Expo . Microsoft ha invece già lanciato Windows Live OneCare , sebbene per il momento soltanto in USA, e Windows Live Favorites .

In questi giorni Microsoft ha annunciato un toolkit che permetterà agli sviluppatori di inglobare i servizi di autenticazione web-based Windows Live ID all’interno delle applicazioni Windows. Windows Live ID rappresenta il successore di Passport, un servizio che permette di autenticarsi presso vari siti e servizi web utilizzando un solo account.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

20 06 2006
Link copiato negli appunti