Murdoch, lunga vita ai giornali

Ammesso che siano disposti a mutare e ad adeguarsi alla rete. Il Wall Street Journal si farà in tre per stare al passo coi tempi

Roma – La morte dei giornali? “Tra i nostri amici giornalisti ci sono troppi cinici che si ingannano e che sono troppo impegnati a scrivere il proprio coccodrillo per lasciarsi entusiasmare da questa opportunità”: sono parole del magnate Rupert Murdoch. A suo parere il business dell’informazione non morirà ma “raggiungerà nuovi picchi nel corso del 21esimo secolo”.

È passato del tempo da quando il tycoon ha bollato la rete come un’amenità, come un modello perdente: Murdoch ha avuto modo di tornare sui propri passi , di affondare i tentacoli di NewsCorp nella rete, di infilare le news nei social network, di comprarsi il Wall Street Journal ripensandone il modello di business.

Ora rassicura tutti gli operatori dell’informazione: l’editoria cambierà forma ma non morirà, il mercato della rete è tutto da conquistare: “In questo secolo appena iniziato potrebbe cambiare la forma di distribuzione – ammette Murdoch – ma il potenziale bacino di utenza per i nostri contenuti si moltiplicherà più e più volte”. Trasformandosi in “brand di informazione”, “distribuendo le notizie e pubblicità personalizzata attraverso i feed RSS, attraverso le email fino ai telefonini” ma restando fonti affidabili e autorevoli, i giornali non devono temere la concorrenza dei cittadini della rete e dei loro blog: vivranno una nuova fase di fulgore.

Ciò che importa, spiega Murdoch, è bilanciare nuove e ataviche aspettative della readership. Il magnate chiarisce illustrando il futuro del Wall Street Journal. Ci saranno tre livelli declinati a seconda delle esigenze del pubblico: news accessibili a tutti gratuitamente, news disponibili a coloro che hanno effettuato una sottoscrizione e news premium e personalizzabili, “notizie e analisi finanziarie di alto livello che proverranno da tutto il mondo”. ( G.B. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Carlo scrive:
    Notizia vecchia
    Questa notizia era stata data venerdi' scorso dall'Evening Standard (un quotidiano di Londra). Si dice che la carta stampata riporti domani le notizie di ieri; non pensavo che lo stesso sarebbe mai valso per il web! :)
  • Giorgio scrive:
    Da dove è nata l'idea:
    Ecco da dove hanno preso l'ispirazione:http://it.youtube.com/watch?v=Tc_hrsrP-44:-D
  • XYZ scrive:
    !!!!!
    Se non lo facevano a pagamento erano davvero degli Eroi!
  • CiSkY scrive:
    Chi non ci aveva mai pensato?
    L'idea penso sia passata a tutti per la testa...Non era così difficile immaginare una truffa del genere. Esami universitari, post-laurea, concorsi, tutto si può truffare molto facilmente... andrebbero presi SERI provvedimenti... io sono tra quelli che studia :(
Chiudi i commenti