Surface Duo: finalmente Microsoft fa sul serio

Un team interno al gruppo per lavorare sul supporto post-lancio di Surface Duo e sui modelli che gli succederanno: all-in di Microsoft.
Un team interno al gruppo per lavorare sul supporto post-lancio di Surface Duo e sui modelli che gli succederanno: all-in di Microsoft.
Guarda 21 foto Guarda 21 foto

Microsoft crede fermamente nella possibilità di dire la propria nel territorio mobile: Surface Duo è il dispositivo che segnerà il ritorno del marchio in un mercato che fin qui non l’ha certo visto brillare. Lo farà a breve, forse a brevissimo se le indiscrezioni a proposito dell’imminente debutto dovessero rivelarsi fondate. E nel frattempo il gruppo di Redmond assume, creando una squadra che lavorerà senza sosta sul supporto post-lancio del prodotto e alla creazione dei suoi successori sotto la guida attenta di Panos Panay.

Microsoft Surface Duo, ci siamo quasi

A testimoniarlo alcuni annunci di lavoro relativi a posizioni aperte nel team battezzato “Surface Post Launch Software”. Allo smartphone dual screen della gamma Surface spetterà il non semplice compito di assottigliare ulteriormente quel divario che ancora separa il mondo PC dall’universo mobile, anche e soprattutto nell’ottica di soddisfare chi cerca una nuova soluzione per la produttività. Una visione ribadita anche ieri quando in occasione del lancio dei nuovi Samsung Galaxy Note20 sono state svelate funzionalità inedite destinate proprio a chi desidera un’esperienza cross-device completa.

Lo smartphone dual screen Microsoft Surface Duo

Spuntano oggi anche nuovi dettagli relativi al sistema operativo. Fino al mese di giugno Microsoft aveva affidato lo sviluppo della piattaforma, che ricordiamo essere basata su Android, ad alcune realtà terze incluso il team Movial con base in Romania. A luglio invece il gruppo di Redmond ha deciso di creare una squadra interna a tale scopo, assumendo alcuni di coloro che in passato sono già stati impegnati sul Surface Duo OS.

Recenti voci di corridoio vorrebbero il dispositivo sul mercato già entro agosto, forse a partire da lunedì 24, con largo anticipo rispetto alla tempistica fissata in un primo momento per la fine dell’anno. Non andrà invece così bene a Surface Neo, altro dual screen a metà tra un tablet e un piccolo laptop, basato però sulla versione X di Windows 10. È stato ufficialmente rimandato a data da destinarsi o comunque a non prima del 2021.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti