Bitcoin ed Ethereum, una giornata nera per le crypto

Bitcoin ed Ethereum, giornata nera per le crypto

Brusca flessione per il prezzo delle due criptovalute più note: sembrano aver pesato le parole attribuite al CFO del social network Twitter.
Brusca flessione per il prezzo delle due criptovalute più note: sembrano aver pesato le parole attribuite al CFO del social network Twitter.

Quello che si appresta a concludersi è il più classico dei lunedì neri per Bitcoin, con l'asset che ha perso oltre il 5% del proprio valore nel corso delle ultime 24 ore. Nel momento in cui viene scritto e pubblicato questo articolo il prezzo si attesta a 60.857 dollari (fonte CoinDesk), ma intorno a mezzogiorno è sceso al di sotto della soglia dei 60.000 dollari.

BTC -5%, ETH -7%: per le criptovalute è un lunedì nero

Il calo è stato piuttosto repentino, considerando che ieri la criptovaluta era scambiata a circa 65.000 dollari. Il grafico allegato qui sotto fotografa in modo fedele la situazione. Tra i fattori che sembrano aver contribuito alla brusca flessione c'è la dichiarazione attribuita a Ned Segal, Chief Financial Officer di Twitter: Al momento investire in crypto non ha senso.

Il valore di Bitcoin e la sua variazione nelle ultime 24 ore (16/11/2021)

Si tratta di parole dal peso specifico elevato, considerando come arrivino da una figura importante nell'organigramma di una società che fino a oggi ha confermato il proprio interesse sul fronte della finanza decentralizzata e implementato l'utilizzo di BTC sulla piattaforma. Tutto questo senza dimenticare la visione ottimista del numero uno Jack Dorsey in merito alla moneta virtuale.

È andata addirittura peggio a Ethereum, giù del 7% circa in un solo giorno, seguendo un trend del tutto simile.

Il valore di Ethereum e la sua variazione nelle ultime 24 ore (16/11/2021)

Come sempre quando si tratta di crypto, è quasi impossibile formulare un pronostico affidabile dell'andamento a lungo termine. I fatti di queste ore dimostrano una volta di più quanto il valore degli asset sia oggetto di sbalzi improvvisi e legati a fattori pressoché imprevedibili, esponendo potenzialmente gli investitori al rischio volatilità. Lo stesso vale però anche per i trend al rialzo e per la possibilità di maturare forti profitti in tempi brevi. Il consiglio rimane lo stesso di sempre: approcciare il trading con la consapevolezza delle dinamiche che regolano questo mercato.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti