Differenza tra Windows 10 e 11: quale scegliere

Differenza tra Windows 10 e 11: quale scegliere

Quali sono le differenze principali tra Windows 10 e l'edizione numero 11 del sistema operativo? Ne parliamo in questo approfondimento.
Quali sono le differenze principali tra Windows 10 e l'edizione numero 11 del sistema operativo? Ne parliamo in questo approfondimento.

Windows 10 è stata per lungo tempo la versione principale del sistema operativo di Microsoft. Dopo anni di continui aggiornamenti, il team di sviluppo di Redmond ha deciso di rompere gli indugi, lanciando nel 2021 il nuovo Windows 11.

Tutt’oggi sono ancora molti gli utenti indecisi o che non hanno ben capito qual è la reale differenza tra Windows 10 e 11.

Esistono diversi elementi che distinguono le due versioni del popolare sistema operativo. La nuova versione offre un’estetica più simile a quella di un Mac e più funzioni di produttività, oltre alla possibilità di utilizzare finalmente le app Android sul computer con Windows 11.

In questo approfondimento le analizzeremo nel dettaglio, soffermandoci anche sulle principali novità portate dagli ultimi upgrade.

Differenze tra Windows 10 e Windows 11

Cosa cambia nel concreto tra Windows 10 e Windows 11? Partiamo dal design e dall’interfaccia: come anticipato, Windows 11 presenta un’interfaccia che richiama quella del sistema operativo MacOS, con un design molto pulito, angoli arrotondati e tonalità pastello.

Rispetto a Windows 10, cambia anche la disposizione del celeberrimo menu Start, che passa al centro del display insieme alla barra delle applicazioni (ma è comunque possibile spostare entrambi nuovamente a sinistra, se si preferisce l’impostazione classica).

interfaccia Windows 11

L’altra grande novità riguarda l’integrazione delle app Android, disponibili ora su Windows 11 tramite il Microsoft Store e l’Amazon Appstore. Gli utenti di Windows non possono che essere felici di questa scelta, che dà il “La” a quella che sembra essere a tutti gli effetti una fusione tra dispositivi mobili e portatili.

Ma le novità non sono finite qui. Sempre guardando al Mac, Windows 11 ha introdotto la possibilità di impostare desktop virtuali: si può infatti passare da un desktop all’altro contemporaneamente; questa funzione era già presente in Windows 10, ma difficile da configurare e utilizzare.

Interessanti anche le nuove features Snap Groups e Snap Layouts: si tratta di raccolte di applicazioni presenti nella barra delle applicazioni, che possono essere visualizzate o ridotte a icona allo stesso tempo per facilitare il passaggio da un’attività all’altra.

Da menzionare infine anche l’utilizzo della penna digitale in Windows 11, che permette di sentire e percepire le vibrazioni quando viene utilizzata per disegnare o prendere appunti.

Novità Windows 11

Ricapitolando, le nuove funzionalità di Windows 11 riguardano in primis l’interfaccia utente e gli altri elementi grafici. Ma non è tutto: oltre a quanto visto nel paragrafo precedente, tra le novità più interessanti troviamo l’integrazione nella barra delle applicazioni di due pulsanti fissi: Chat e Widget.

novità windows 11 chat

Anche il pannello di controllo è completamente rinnovato, così come le icone sul desktop, la schermata di visualizzazione attività e la ricerca Windows. Inoltre, dal punto di vista sonoro abbiamo un nuovo suono di avvio per Windows 11.

Altre nuove funzionalità di Windows 11 che sono assenti in Windows 10 sono anche l’auto HDR, che migliora i colori dell’immagine, l’integrazione della chat di Microsoft Teams, il Direct Storage per la riduzione dei tempi di caricamento, il ripristino senza soluzione di continuità e la possibilità di effettuare aggiornamenti più rapidi e meno pesanti.

Viceversa, ci sono alcune features che sono presenti nella versione precedente del sistema operativo (ossia in Windows 10) e che non troviamo più su Windows 11. Parliamo della modalità tablet, di Windows S (presente solo per la versione Home di Windows 11), la sezione Notizie e interessi, l’assistente Cortana, Internet Explorer e le app predefinite come 3D Viewer, OneNote per Windows 10, Paint 3D e Skype.

Requisiti minimi Windows 11

Chi è intenzionato a sfruttare tutte le novità di Windows 11 dovrebbe verificare prima con cura i requisiti di sistema necessari per avere un’esperienza di elaborazione ottimale.

Prima di tutto bisogna valutare se il processore del PC è adeguato o meno: Windows 11 richiede infatti un processore di 1 GHz o uno più veloce con 2 o più core. Per quanto riguarda la RAM, sarà necessario avere a disposizione un numero uguale o superiore a 4 GB, mentre lo storage interno dovrà essere di almeno 64 GB.

Il firmware di sistema deve essere UEFI e compatibile con Secure Boot: l’avvio sicuro può essere abilitato solo con UEFI. Il TPM (Trusted  Platform Module) deve essere almeno della versione 2.0.

Passando alla scheda grafica, è richiesta la compatibilità con DirectX 12 o versione successiva con il driver WDMM 2.0. Con riferimento invece alla visualizzazione, quella ad alta definizione (720p) deve essere maggiore di 9″ in diagonale, 8 bit per canale colore. Nel caso in cui le dimensioni del display fossero inferiori a 9″, l’interfaccia utente di Windows potrebbe non essere completamente visibile.

Infine, Windows 11 Home Edition necessita di una connessione a Internet e di un account Microsoft per la configurazione del dispositivo al primo utilizzo.

Quale versione di Windows 11 o 10 scegliere

Esistono quattro versioni di Windows 10, ciascuna pensata per un target (e quindi un uso) ben specifico:

  • Windows 10 Home: pensata per un uso domestico del PC, quindi per utenti che non hanno esigenze particolari in termini di gestione e sviluppo su reti locali o intranet. Integra tutte le caratteristiche per un’esperienza completa con riferimento alle attività quotidiane. Si tratta quindi di una versione adatta anche per lavoratori autonomi oppure per chi ha un piccolo ufficio con poche postazioni;
  • Windows 10 Pro (disponibile online anche con uno sconto di 110 euro): adatta per professionisti e aziende di medie dimensioni. A livello di gestione e amministrazione il supporto per la Group Policy e l’accesso a Windows Store for Business sono due elementi migliorativi; lo stesso può dirsi per il Dynamic Provisioning e la Shared PC Configuration. Rispetto a Home, è possibile posticipare gli aggiornamenti (che non sono da installare obbligatoriamente sul momento) e c’è un comparto sicurezza decisamente più all’altezza: sono infatti presenti BitLocker, Device Encryption e Trusted Boot;
  • Windows 10 Enterprise: la versione più completa e potente, destinata ad aziende di medie e grandi dimensioni;
  • Windows 10 Education: riservata agli uffici scolastici, ha le stesse caratteristiche di Windows 10 Enterprise;
  • Windows 10 S: versione leggera e a basso costo, pensata anch’essa per il mercato scolastico.

Differenza tra Windows 10 e 11

Passando a Windows 11, per il momento sono disponibili tre versioni:

  • Windows 11 Home: può utilizzare 64 core e 128 GB di RAM, richiede una connessione Internet per essere configurata e non consente di accedere alla directory delle attività. Tramite Microsoft Remote Desktop è possibile utilizzare la modalità client. Per quanto riguarda la sicurezza, è necessario installare una delle app disponibili nello store, che possono proteggere il PC in maniera efficace;
  • Windows 11 Pro: può utilizzare 128 core e 2 TB di RAM e permette l’accesso utilizzando un account locale; dispone infatti di Hyper-V, Windows Sandbox e accesso all’host tramite Microsoft Remote Desktop. Inoltre, sfrutta la crittografia BitLocker (tutti i dati vengono crittografati sull’hard disk e decifrati tramite una password stabilita dall’utente) e presenta lo strumento WIP (Windows Information Protection), che protegge le informazioni senza che queste vengano estratte dal dispositivo;
  • Windows 11 Enterprise: pensato appositamente per le necessità delle aziende e dei professionisti IT, Windows 11 Enterprise consente una migliore gestione e un’analisi basata sul cloud, trasformando i PC in endpoint cloud semplificati e di facile gestione. Inoltre, questa versione di Windows 11 sfrutta Bitlocker To Go per la protezione dei dati.

La versione di Windows 10 o 11 migliore dipende quindi dall’uso specifico che se ne farà e dalle caratteristiche tecniche del proprio PC.

Per un uso aziendale, per esempio, la versione migliore sarà indubbiamente Windows 11 Pro, considerato il suo grado di sicurezza e l’imponente struttura a livello gestionale e amministrativo. Per un uso domestico o individuale, invece, Windows 11 Home sarà più che sufficiente.

In alternativa, è possibile sfruttare una delle versioni precedenti di Windows e risparmiare sui costi di licenza: si può infatti acquistare Windows 10 a un prezzo vantaggioso, approfittando di offerte e sconti su store digitali come Mr Key Shop e avvalersi successivamente dell’upgrade gratuito a Windows 11. In questo caso, consigliamo di leggere il nostro approfondimento su come attivare Windows 10, che contiene preziosi suggerimenti in proposito.

Come aggiornare a Windows 11 gratis

Gli utenti che si stanno chiedendo come aggiornare il sistema operativo a Windows 11 in maniera gratuita, devono sapere che l’update all’ultima versione del sistema operativo Microsoft attualmente è free, a parità di versione, per tutti coloro che sono in possesso di una licenza valida di Windows 10.

Per un PC che ha come sistema operativo Windows 10, quindi, basterà attendere che l’aggiornamento sia disponibile gratuitamente oppure scaricare manualmente l’update dal sito ufficiale di Microsoft.

In quest’ultimo caso, i passaggi da effettuare sono i seguenti:

  • cliccare sul pulsante Start
  • andare sulle Impostazioni
  • andare su Aggiornamento e sicurezza
  • alla voce Windows Update, premere su Verifica disponibilità aggiornamenti
  • se il PC è pronto e ha tutti i requisiti, comparirà il pulsante Scarica e installa
  • premere su questo pulsante e successivamente su Accetta e installa

Una volta terminato il download, bisognerà cliccare sul pulsante Riavvia. Una volta riavviato il PC, Windows 11 sarà installato.

Tuttavia, gli utenti che vogliono passare a una versione più avanzata di Windows 11 (ad esempio da Windows 10 Home a Windows 11 Pro) o che dispongono di versioni più datate, devono necessariamente acquistare un product key per Windows 11.

A tal proposito, sconsigliamo l’uso di software craccati e illegali, in quanto potrebbero dare problemi di funzionamento ed essere bloccati da Windows dopo breve tempo. Inoltre, sistemi operativi non originali potrebbero nascondere malware e virus, mettendo quindi a rischio la sicurezza dei propri dati personali e di quelle dell’azienda.

Come ridurre i costi relativi alla licenza del nuovo sistema operativo e poter fare affidamento su un software legale e assolutamente funzionante? Non tutti sanno che è possibile ottenere Windows 11 a prezzo scontato, ricorrendo a rivenditori terzi.

Acquistare Windows 11

Su un e-commerce specializzato come Mr Key Shop si potrà acquistare Windows 11 e risparmiare rispetto al prezzo pieno proposto dallo store di Microsoft. Mr Key Shop consente infatti di attivare Windows acquistandolo in offerta, mettendo a disposizione delle licenze perfettamente funzionanti e legali, nel pieno rispetto delle normative europee in materia.

Come scaricare e installare Windows 11

Una volta ottenuta la licenza, per installare Windows 11 sarà necessario seguire alcuni passaggi. La procedura è più semplice di quanto si possa pensare.

Prima di tutto bisogna collegarsi alla pagina di Microsoft dedicata al download Windows 11, dalla quale scaricare l’assistente per l’installazione di Windows 11. Fatto questo, bisognerà avviarlo e seguire le indicazioni che compariranno sullo schermo.

Se il PC in uso risulta compatibile, sarà necessario selezionare la lingua, premere sul pulsante Avanti e poi su Installa. A questo punto bisognerà inserire il codice product key di Windows 11 acquistato. Completato questo passaggio, l’utente non dovrà far altro che scegliere l’edizione di Windows 11 tra quelle proposte e accettare i termini d’uso di Windows. Inoltre, si può decidere se aggiornare la versione attuale di Windows senza perdere dati oppure eseguire un’installazione personalizzata.

Nel caso in cui si decida di acquistare una licenza per Windows 11 sul sito di Mr Key Shop, invece, immediatamente dopo aver completato la procedura di acquisto, si riceveranno le istruzioni molto chiare per aggiornare il sistema esistente a Windows 11 o, nel caso ad esempio di una nuova build, per scaricare e installare il nuovo sistema operativo.

Product key Windows 11: come attivare il sistema operativo risparmiando

Per attivare Windows 11 correttamente, è d’obbligo prima di tutto dotarsi della relativa licenza.

Se si sceglie di rivolgersi a Mr Key Shop per acquistare la Product Key di Windows 11, l’email contenente la licenza acquistata conterrà anche le istruzioni necessarie per attivare il sistema operativo.

Per attivare Windows dopo l’installazione o per cambiare licenza su un PC già attivo sarà necessario aprire il menu Start, andare alle Impostazioni, poi su Sistema e poi su Attivazione, scegliendo Aggiorna l’edizione di Windows. A questo punto bisognerà cliccare su Cambia (accanto alla voce Cambia codice Product Key).

Come già detto, non è possibile ottenere una licenza di Windows 11 gratis, ad eccezione delle licenze illegali, che potrebbero mettere in serio pericolo i propri documenti e le proprie informazioni personali sensibili.

Per questo motivo consigliamo di ricorrere a uno store di licenze 100% legali e sicure come Mr Key Shop, che propone Windows 10 e Windows 11 al miglior prezzo. Per farlo basterà scegliere la versione del sistema operativo e acquistarla approfittando dei prezzi vantaggiosi offerti da questo noto e-store.

Ma prezzi concorrenziali e affidabilità non sono gli unici punti forti di questo rivenditore online: i metodi di pagamento disponibili sono sicuri e tracciati (PayPal, carta, Amazon Pay e altri) e tutto il necessario per scaricare, installare e attivare il prodotto viene inviato all’utente via mail entro pochi minuti dall’acquisto.

Attivare Windows 11

Inoltre, su ogni articolo c’è la possibilità di ottenere il rimborso completo in caso di errato acquisto. Degno di nota è anche il servizio di assistenza clienti di Mr Key Shop, davvero ben organizzato, gratuito e in lingua italiana (cosa non scontata per servizi di questo tipo). Non è un caso se su TrustPilot il punteggio totalizzato è di 4,9 su 5, con oltre 2000 recensioni positive.

Conclusioni

Siamo giunti alla conclusione di questa guida, all’interno della quale abbiamo analizzato quali sono le principali differenze tra Windows 10 e 11 e quale versione conviene scegliere, in base alle proprie esigenze specifiche.

Inoltre, abbiamo scoperto che è possibile acquistare le licenze dei sistemi operativi risparmiando notevolmente senza rinunciare alle necessarie garanzie. Su Mr Key Shop è infatti possibile acquistare una licenza di Windows 11 a prezzi scontati, ma non solo: sullo store si può acquistare Windows 10, scegliere i pacchetti Office da usare in azienda e scaricare software antivirus per PC, Mac o smartphone, per la sicurezza dei propri dispositivi.

In attesa che arrivi la prossima edizione Windows 12, non resta che testare tutte le interessanti funzionalità di Windows 11.

Domande frequenti sulle differenze tra Windows 10 e Windows 11

Cosa cambia tra Windows 10 e Windows 11?

Come abbiamo spiegato nella nostra guida, Windows 11 presenta diverse variazioni rispetto a Windows 10, in particolare per quanto riguarda il design, l’interfaccia, l’integrazione delle app Android, i desktop virtuali, la penna digitale e altre interessanti features.

Quali sono i requisiti minimi per Windows 11?

I requisiti minimi per il sistema operativo Windows 11 sono i seguenti: processore di almeno 1 GHz con 2 o più core su un processore a 64 bit compatibile o System on a Chip (SoC); 4 GB di RAM; almeno 64 GB di spazio di archiviazione; firmware compatibile con UEFI; TPM versione 2.0; scheda video compatibile con DirectX 12 o versione successiva con driver WDDM 2.0; schermo ad alta definizione (720p) con diagonale maggiore di 9 pollici, 8 bit per canale di colore.

Come ottenere Windows 11 senza spendere troppo?

A questo proposito sconsigliamo l’uso di software craccati e illegali: per risparmiare sull’acquisto di una licenza per Windows 11 può essere utile uno store online come Mr Key Shop, che presenta prezzi decisamente vantaggiosi.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti