Windows 12, Microsoft sarebbe già al lavoro (update)

Windows 12, Microsoft sarebbe già al lavoro (update)

Rumor sul possibile futuro arrivo di Windows 12: secondo alcune fonti, Microsoft sarebbe già al lavoro sul successore di Windows 11.
Rumor sul possibile futuro arrivo di Windows 12: secondo alcune fonti, Microsoft sarebbe già al lavoro sul successore di Windows 11.
Guarda 22 foto Guarda 22 foto

Il condizionale è d’obbligo, ogni dettaglio qui riportato va preso con le pinze. Una doverosa premessa, prima di segnalare i rumor che stanno circolando in Rete e che citano il cantiere Windows 12 già aperto da Microsoft. Vediamo quali potrebbero essere le novità introdotte dalla presunta ennesima evoluzione della piattaforma.

Microsoft sta già pensando a Windows 12?

Sono trascorsi solo pochi mesi dal debutto ufficiale di Windows 11, ma il gruppo di Redmond potrebbe aver già messo insieme il team che lavorerà alla prossima versione del sistema operativo. Nel fine settimana ne hanno scritto il sito tedesco Deskmodder.de, il ricercatore SwiftOnSecurity (rimuovendo poi il proprio tweet) e altre redazioni, tutti facendo riferimento a fonti interne alla software house, per ovvi motivi rimaste anonime.

A livello di requisiti, Microsoft potrebbe rendere il chip Pluton (integrato ad esempio nelle CPU Ryzen 6000) un elemento necessario per installare Windows 12. Servirà poi un account Microsoft, sia per l’edizione Home sia per quella Pro (per approfondimenti rimandiamo a un altro rumor sullo stesso argomento). Ancora, svolgeranno un ruolo fondamentale sia TPM 2.0 (già richiesto da W11) sia Secure Boot (funzionalità di UEFI nota in italiano come Avvio Protetto).

Le stesse fonti hanno poi riferito che il codice su cui si basa il sistema operativo potrebbe essere in gran parte riscritto, tagliando così i ponti con i propri predecessori, nel nome dell’ottimizzazione e della sicurezza. Potrebbero inoltre trovarvi posto alcune delle idee sperimentate con la versione 10X che qualcuno ricorderà essere stata a lungo al centro dei rumor come un concorrente di Chrome OS.

Possiamo ipotizzare anche un restyling dell’interfaccia, si spera tenendo in considerazione i feedback degli utenti. Ovviamente, come sempre accade in questi casi, da Redmond non sono giunte conferme (né smentite) alle voci di corridoio. Nessuna indicazione nemmeno sulla tempistica. Di certo Windows 12 non è dietro l’angolo. L’unica certezza è che Windows 10 continuerà a essere supportato in via ufficiale almeno fino al 2025. E con il nuovo Windows 11 ancora in fase di distribuzione, l’attesa potrebbe essere lunga. Molto lunga.

Aggiornamento: SwiftOnSecurity è tornato sulla questione affermando di aver rimosso il tweet poiché si trattava di uno scherzo, scusandosi per la confusione generata.

Tuttavia, l’altra fonte citata (Deskmodder.de) ritiene l’ipotesi di Windows 12 già in sviluppo non del tutto da scartare, rimandando a tra qualche mese per saperne eventualmente di più.

Fonte: gHacks
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 21 feb 2022
Link copiato negli appunti