In Colorado le tasse si pagano in criptovalute

In Colorado le tasse si pagano in criptovalute

Il Colorado ha annunciato la volontà di voler iniziare ad accettare le criptovalute per i pagamenti ufficiali delle tasse.
Il Colorado ha annunciato la volontà di voler iniziare ad accettare le criptovalute per i pagamenti ufficiali delle tasse.

Ormai è chiaro a tutti che le criptovalute stanno diventando sempre più popolari in tutto il mondo. Alcuni Stati e città si sono infatti dichiarati favorevoli alla legalizzazione e all’utilizzo delle monete digitali, mentre altri sono persino riusciti ad utilizzare attivamente. In particolare, in Colorado, il governatore Jared Polis, ha annunciato, tramite comunicato ufficiale, l’intenzione di consentire a tutti i cittadini di poter pagare le tasse (e altri tipi di pagamenti simili) tramite valuta digitale. Ricordiamo che anche in Italia, nonostante non sia ancora possibile farlo, è comunque porre le basi per un futuro più solito, tramite gli investimenti su piattaforme complete e sicure, come ad esempio Freedom24, tra i servizi più conosciuti per la compravendita di Crypto.

Il Colorado si prepara ad accettare le criptovalute per il pagamento delle tasse ufficiali

Non si tratta soltanto di un progetto campato in aria, ma effettivamente di un’intenzione piuttosto solida e già pronta per essere ufficializzata. Il governatore Jared Polis ha infatti dichiarato di aver già posto le basi per iniziare ad accettare le criptovalute come pagamenti per qualunque tipologia di tassa ufficiale.

Tramite infatti un comunicato ufficiale, ha dichiarato: “sarei entusiasta di essere il primo stato a far pagare le tasse in una varietà di criptovalute” e “il Colorado è e sarà il centro dell’innovazione blockchain negli Stati Uniti, attraendo investimenti, buoni posti di lavoro e innovatori nelle infrastrutture, nell’identità digitale e nella sicurezza dei dati individuali nel settore privato e pubblico”.

Come è quindi possibile facilmente intendere dalle sue parole, si tratta di un forte sostenitore delle monete digitali e anche proprietario di una associazione di criptovalute nata nel 2014, carica che gli ha consentito anche di diventare uno dei primi politici ad accettare donazioni per la sua campagna in Crypto.

Non è la prima volta che negli Stati Uniti si assistono a decisioni di questo tipo, Miami, ad esempio, è stata una delle prime città ad affacciarsi su questo mondo, creando la moneta digitale MiamiCoin, la quale è riuscita a raccogliere ben 8 milioni di dollari alla fine del 2021.

Prima di chiudere, ricordiamo nuovamente la possibilità di iniziare ad investire in criptovalute anche in Italia tramite la piattaforma di Freedom24 in maniera semplice e veloce.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 17 feb 2022
Link copiato negli appunti