Il Green Pass continuerà a essere necessario anche nel 2022?

Il Green Pass rimarrà in uso anche nel 2022?

Andrea Costa, Sottosegretario alla Salute, sul futuro del Green Pass e sull'ipotesi tornata in auge di arrivare all'obbligo vaccinale.
Andrea Costa, Sottosegretario alla Salute, sul futuro del Green Pass e sull'ipotesi tornata in auge di arrivare all'obbligo vaccinale.

Stando a quanto deciso, lo stato di emergenza che ancora rende necessario l'impiego di misure di contrasto alla pandemia come il Green Pass terminerà a fine anno, il 31 dicembre 2021. Poi cosa accadrà? Una domanda che si stanno ponendo in molti, essendo ormai a ridosso di quel 15 ottobre che vedrà introdotto l'obbligo di esibire il documento per accedere a tutti i luoghi di lavoro e in giorni particolarmente caldi dal punto di vista delle manifestazioni di dissenso.

Green Pass anche nel 2022?

A parlarne è Andrea Costa, Sottosegretario alla Salute, intervenuto nella trasmissione Parliamone in onda su RaiNews24 di (la puntata è visibile in forma integrale su RaiPlay). Di fatto, nulla è ancora stato deciso, ma l'ipotesi più probabile è quella di un Green Pass in uso anche nel 2022, sebbene con modalità differenti e calibrate in base all'andamento della curva epidemiologica. Queste le sue parole.

Ci sarà sicuramente il giorno in cui le misure restrittive saranno ridotte e ovviamente tra queste ci sarà anche il Green Pass. Io credo che l'appuntamento dovrà essere deciso a fine anno. A quel punto vedremo veramente quale sarà stato l'impatto del ritorno alla normalità … Abbiamo davanti due o tre mesi decisivi, da affrontare con prudenza e responsabilità, ma senza paura … Dopodiché, è ragionevole pensare che con l'anno nuovo ci potrà essere una revisione delle misure attualmente in atto nel nostro paese, tra le quali anche il Green Pass che potrà essere rivisto e ridotto nella sua applicazione.

Costa dice la sua anche sulla possibile introduzione dell'obbligo vaccinale, discusso tra gli altri dal Ministro della Salute. La sua posizione è in linea con quella di Roberto Speranza: non è un tabù, non lo si esclude, si valuterà più avanti in base all'evolversi della situazione.

Per quanto riguarda l'obbligo vaccinale, il Governo ha deciso di avviare un percorso affidandosi al senso di responsabilità degli italiani, che mi pare abbiano risposto in maniera esemplare … Dopodiché, l'obbligo vaccinale non è mai stato un tabù per questo Governo. Vorrei ricordare che lo abbiamo già previsto per alcune categorie … È chiaro che faremo delle valutazioni.

Stando ai numeri ufficiali, ad oggi l'80,19% della popolazione over 12 ha completato il ciclo. Oltre 325.000 cittadini hanno già ricevuto la terza dose.

Fonte: RaiPlay
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti