Migliori alternative a Google Foto 2024 (gratis e a pagamento)

Migliori alternative a Google Foto 2024 (gratis e a pagamento)

Vediamo quali sono le migliori alternative a Google Foto del momento, sia in versione gratuita, sia in versione a pagamento.
Migliori alternative a Google Foto 2024 (gratis e a pagamento)
Vediamo quali sono le migliori alternative a Google Foto del momento, sia in versione gratuita, sia in versione a pagamento.
Federico Pisanu
Pubblicato il 29 ago 2023 - Aggiornato il 3 gen 2024

Google Foto è il servizio di cloud storage di proprietà di Google disponibile sia tramite app su smartphone Android e iPhone, sia via web all’indirizzo photos.google.com. Fino a giugno 2021 offriva gratuitamente uno spazio illimitato per conservare foto e video in alta qualità, per questo motivo era da tempo l’app di riferimento per tantissime persone.

Da due anni a questa parte però le cose non stanno più così. Ora lo spazio gratuito a disposizione è di soli 15 GB: se si vuole ottenere di più, occorre sottoscrivere uno dei piani dell’abbonamento Google One, a partire da 2 euro al mese per 100GB (o 19,99 euro con la fatturazione annuale). Ecco perché ora in tanti si domandano quali siano le migliori alternative a Google Foto, sia a pagamento che gratuite.

Le migliori alternative a Google Foto 2024

Iniziamo con la lista delle migliori alternative a Google Foto di quest’anno. Tra i servizi di maggior rilievo spicca Internxt, che non a caso abbiamo inserito in prima posizione. A differenza di tanti altri, Internxt offre un servizio cloud privato e sicuro, dove è l’utente ad avere il pieno controllo dei suoi dati.

Non mancano nemmeno soluzioni simili a Google Foto, ad esempio iCloud di Apple e OneDrive di Microsoft. Aggiungiamo anche che la maggior parte dei servizi offre un determinato spazio di archiviazione gratis, per poi richiedere la sottoscrizione di un abbonamento mensile o annuale per accedere a uno spazio più di maggiori dimensioni.

Spazio
File offline
Funziona con
Prezzo mensile
Spazio: fino a 10 TB
File Offline:
Funziona con:
  • Windows
  • Linux
  • Mac
  • Android
  • iOS
Prezzo mensile: da € 0,99
Spazio: fino a 30 TB
File Offline:
Funziona con:
  • Windows
  • Linux
  • Mac
  • Android
  • iOS
Prezzo mensile: da € 199 una tantum
Spazio: fino a 2 TB
File Offline:
Funziona con:
  • Windows
  • Mac
  • Android
  • iOS
Prezzo mensile: da € 3,49
Spazio: fino a 2 TB
File Offline:
Funziona con:
  • Windows
  • Mac
  • Android
  • iOS
Prezzo mensile: da € 1,99
Spazio: fino a 30 TB
File Offline:
Funziona con:
  • Windows
  • Mac
  • Android
  • iOS
Prezzo mensile: da € 1,99
Spazio: fino a 1 TB
File Offline:
Funziona con:
  • Mac
  • iOS
Prezzo mensile: da € 0,99
Spazio: fino a 16 TB
File Offline:
Funziona con:
  • Windows
  • Linux
  • Mac
  • Android
  • iOS
  • Huawei
Prezzo mensile: da € 4,99
Spazio: fino a 6 TB
File Offline:
Funziona con:
  • Windows
  • Mac
  • Android
  • iOS
Prezzo mensile: da € 2,00
Spazio: fino a 100 GB
File Offline:
Funziona con:
  • Windows
  • Mac
  • Android
  • iOS
Prezzo mensile: 36.59 € (primo anno)

 

1. Internxt


Internxt è un servizio cloud che fa della sicurezza il suo principale punto di forza. Il suo team di professionisti lavora incessantemente per assicurare l’impenetrabilità dei dati dei suoi clienti.

Il fiore all’occhiello è la crittografia a conoscenza zero, termine che indica come sia solo l’utente ad avere accesso ai file, ognuno dei quali viene crittografato sia quando è in transito sia dopo che viene memorizzato nello spazio di archiviazione.

Non a caso Internxt presenta un codice sorgente open-source. Ciò significa che chiunque può controllare, revisionare e verificare il codice, proprio perché Internxt non ha nulla da nascondere, se non appunto i dati dei clienti.

Con Internxt si possono ottenere gratuitamente fino a 10 GB di spazio. Più consistenti, invece, i piani a pagamento, col vantaggio di poter aderire all’opzione Vita, che prevede un unico pagamento per sempre: 149 euro per il piano da 2 TB, 249 euro per quello da 5 TB e 499 euro per il piano da 10 TB. Tutti i piani sono attualmente in offerta scontati del 50%.

Pro
  • Crittografia a conoscenza zero
  • Codice sorgente open source
  • Piani a vita
Contro
  • Lo spazio di archiviazione gratuito base è di soli 2 GB

2. pCloud

pCloud è un servizio di cloud storage che si basa su una piattaforma semplice da usare e sicura, con possibilità di accesso su qualsiasi dispositivo. La sicurezza del servizio viene confermata in maniera diretta dal fatto che la società ha sede in Svizzera, ed è risaputo che la legge federale dello Stato elvetico sulla protezione dei dati di una persona è più rigorosa che altrove.

L’account gratuito mette a disposizione uno spazio d’archiviazione fino a 10 GB, e per ogni amico che registra un profilo pCloud tramite invito si ottiene 1 GB. Così come Internxt, anche pCloud offre la possibilità di ottenere un piano a vita tramite un unico pagamento: Premium 500 GB a 199 euro, Premium Plus 2 TB a 399 euro e Custom Plan 10 TB a 1.190 euro.

Pro
  • La società ha sede in Svizzera
  • Piani a vita
Contro
  • Lo spazio di archiviazione gratuito fino a 10 GB si ottiene solo tramite il meccanismo degli inviti
  • I prezzi dei piani a vita sono più cari rispetto ad altre realtà

3. NordLocker


NordLocker nasce come strumento di crittografia, mettendo al primo posto la sicurezza e la privacy dei dati. In aggiunta a ciò, offre anche uno spazio di archiviazione cloud pari a 3 GB, volendo però con la versione premium è possibile ottenere fino a 2 TB di spazio. Tra i principali vantaggi, oltre all’architettura a conoscenza zero, c’è la possibile integrazione con NordVPN, uno dei servizi di rete VPN più acclamati al mondo.

Fino a 3 GB l’account è gratuito. Per ottenere uno spazio di archiviazione pari a 500 GB occorre invece pagare 2,99 euro al mese per dodici mesi; invece, il piano Personal Plus offre 2 TB al prezzo di 6,99 euro al mese per un anno.

Pro
  • Architettura a conoscenza zero
  • Integrazione con NordVPN
Contro
  • Spazio di archiviazione cloud gratuito risicato
  • No ai piani a vita (pagamento unico)

4. iCloud

iCloud è l’alternativa a Google Foto per eccellenza per chi dispone di uno o più dispositivi Apple, vale a dire iPhone, Mac e iPad. Per beneficiare del servizio cloud occorre registrare un account Apple, così come è necessario disporre di un account Google per usare Google Foto. I piani a pagamento di iCloud+ offrono il vantaggio di condividere tutto ciò che si conserva con un massimo di cinque familiari, oltre che di ottenere dominio email personalizzato e il supporto della funzione Video sicuro di HomeKit per una o più videocamere (il numero dipende dal piano che si sceglie).

Lo spazio di archiviazione cloud per un account gratuito è pari a 5 GB. I piani a pagamento offrono invece 50 GB, 200 GB e 2 TB al prezzo rispettivamente di 0,99 euro, 2,99 euro e 9,99 euro al mese.

Pro
  • Soluzione che si integra alla perfezione sui dispositivi Apple
  • Nei piani a pagamento è possibile condividere i documenti con un massimo di 5 familiari
Contro
  • Non c'è un'app per dispositivi Android
  • Spazio di archiviazione gratuito inferiore a Google Foto

5. Amazon Photos

Amazon Photos è l’alternativa a Google Foto gratis di Amazon. Offre uno spazio di archiviazione foto illimitato (5 GB per i video) per tutti i clienti che hanno sottoscritto l’abbonamento Prime e l’accesso alle foto ovunque ci si trovi e con qualsiasi tipo di dispositivo. Una volta caricate sul cloud messo a disposizione da Amazon, è possibile eliminare le foto dal proprio telefono liberando così spazio utile per la memoria.

È possibile aumentare i 5GB messi a disposizione per i video, sottoscrivendo però un ulteriore abbonamento. I piani proposti da Amazon Photos sono:

  • 100 GB a 1.99 € /al mese
  • 1 TB a 9.99 € /al mese
  • 2 TB a 19.99 € /al mese

Amazon Prime è disponibile in prova gratuita per i primi 30 giorni, poi il costo è di 4,99 euro al mese o 49,90 euro all’anno. Oltre ad Amazon Photos, l’abbonamento a Prime offre tanti altri servizi, tra cui Prime Video, Amazon Music, Prime Reading, Twitch Prime, Amazon Fresh, accesso anticipato alle offerte a lampo e consegne illimitate in 1 giorno gratuite su due milioni di prodotti.

Pro
  • Spazio di archiviazione illimitato
  • Accesso alle foto da qualunque dispositivo
  • Integrazione servizi esclusivi per gli abbonati Prime
Contro
  • Occorre sottoscrivere l'abbonamento ad Amazon Prime
  • Cloud limitato alla conservazione delle foto

 

6. Mega

MEGA è un altro servizio che consente di archiviare foto, documenti, video e altri tipi di file in cloud. In aggiunta a ciò, offre la possibilità di chattare, videochiamare e condividere file e cartelle in modo sicuro. Il fiore all’occhiello di MEGA è la protezione dei dati tramite un’avanzata architettura a conoscenza zero, vale a dire la struttura che offre il più alto livello di sicurezza e di privacy quando si è connessi a una rete Internet.

L’account gratuito di MEGA offre uno spazio di archiviazione cloud pari a 20 GB, superiore dunque rispetto alla media. Ci sono poi i piani a pagamento: Pro I, Pro II e Pro III, che mettono a disposizione rispettivamente 2 TB, 8 TB e 16 TB. Questi i costi: 9,99 euro al mese per il piano Pro I, 19,99 euro al mese per il piano Pro II, 29,99 euro al mese per il piano Pro III.

Pro
  • App professionali per fotografi e content creator
  • 100 GB di spazio cloud
Contro
  • Spazio di archiviazione su cloud a pagamento limitato
  • Prezzi superiori alla concorrenza

7. Adobe Creative Cloud

Adobe Creative Cloud è un servizio sviluppato da Adobe che riunisce in un unico luogo app e software per la fotografia, il montaggio video e la creazione di nuovi contenuti per il web. Sono presenti applicazioni dedicate alla fotografia e alla progettazione grafica, come Photoshop Express, Adobe Express e Adobe Fresco, oltre a Capture, Premier Rush e Media Encoder. Incluso c’è anche uno spazio di archiviazione cloud pari a 100 GB.

Il costo di Adobe Creative Cloud è pari a 36,59 euro al mese selezionando la fatturazione annuale. Volendo però è possibile anche scegliere altri piani diversi, a seconda delle proprie necessità. Ad esempio, si può optare per il piano Fotografia, che include Lightroom, Lightroom Classic e Photoshop su desktop e iPad più 20 GB di archiviazione cloud espandibili fino a 1 TB al prezzo di 12,19 euro al mese.

Pro
  • App professionali per fotografi e content creator
  • 100 GB di spazio cloud
Contro
  • Spazio di archiviazione su cloud a pagamento limitato
  • Prezzi superiori alla concorrenza

 

8. IDrive

IDrive è un punto di riferimento assoluto tra i servizi di backup su cloud oggi disponibili sul mercato. Offre un backup su più dispositivi, tra cui PC, Mac, dispositivi Android, iPhone e iPad, con i file e le cartelle che vengono sincronizzati in tempo reale su tutti i device. Inoltre, per maggiore sicurezza, il programma conserva fino a 30 versioni precedenti di tutti i file già sottoposti a backup.

La versione gratuita di IDrive porta in dote 10 GB di spazio di archiviazione cloud. Chi è alla ricerca di spazio aggiuntivo, può contare sui piani IDrive Mini e IDrive Personal. Il primo parte da 2,95 dollari all’anno per uno storage di 100 GB, il secondo offre 5 TB al prezzo di 59,62 dollari per il primo anno. Volendo è possibile richiedere fino a 50 TB di spazio cloud pagando 374,62 dollari per i primi 12 mesi.

Pro
  • Servizio cloud e backup insieme
  • Spazio di archiviazione fino a 50 TB
Contro
  • L'account gratuito offre uno spazio di archiviazione inferiore a Google Foto
  • Non offre un piano a vita

 

9. OneDrive


OneDrive di Microsoft è una delle alternative a Google Photo gratis più popolari, vista la diffusione dei PC con sistema operativo Windows e l’utilizzo del pacchetto Office. Microsoft One Drive consente di conservare foto e file di qualsiasi tipo, con la libertà di accedervi da qualunque dispositivo. L’altro vantaggio è l’opportunità di condividere i documenti con familiari e amici, oltre che collaborare in tempo reale con i colleghi dell’azienda tramite le varie app di Office.

Il piano gratuito Microsoft 365 offre 5 GB di archiviazione nel cloud e 15 GB di spazio per le email e relativi allegati. Ci sono poi i piani a pagamento Basic, Personal e Family: il primo offre 100 GB di spazio a 20,00 euro all’anno, il secondo 1 TB di spazio a 69 euro all’anno e il terzo 6 TB di spazio di archiviazione (1 TB per persona). I piani Personal e Family includono anche le funzionalità premium delle app Word, Excel, PowerPoint e OneNote.

Pro
  • Condivisione documenti con familiari e amici
  • Nei piani Personal e Family di Microsoft 365 sono incluse le app del pacchetto Office
  • Accesso da più dispositivi
Contro
  • L'account gratuito dispone di soli 5 GB di spazio d'archiviazione
  • Non viene offerta la possibilità dei piani a vita

 

Le alternative a Google Foto gratis

archiviazione foto

Se si guardano alle sole alternative a Google Foto gratuite, senza dunque prendere in considerazione i piani a pagamento, Internxt rimane una delle soluzioni migliori. Se è vero che offre soli 2 GB di spazio, è altrettanto vero che è facile raggiungere i 10 GB di archiviazione cloud gratuita. Infatti, è possibile guadagnare 3 GB extra semplicemente installando l’app mobile e caricando un file, condividendo un file tramite link e installando l’app desktop, caricando in seguito almeno un file. Gli altri 5 GB si ottengono invece invitando almeno cinque amici all’utilizzo di Internxt.

Al secondo posto aggiungiamo TeraBox, l’erede di Dubox Cloud Storage, che nella versione gratuita Basic version offre 1 TB di archiviazione cloud. A fronte di uno storage così generoso occorre però fare delle rinunce importanti, tra cui il backup automatico dei video e l’assenza della crittografia dei dati. Consigliato soprattutto per chi ha bisogno di un servizio cloud dove inserire foto e video non personali.

Un’altra valida alternativa a Google Foto gratis è il rinnovato MEGA, l’unico tra i servizi cloud elencati nel precedente capitolo a offrire uno spazio di archiviazione con crittografia end-to-end superiore a Google Foto (20 GB anziché 15 GB).

Segnaliamo infine anche Degoo, un servizio di cloud storage che offre 20 GB di spazio gratuito con accesso fino a 3 dispositivi e l’impiego della crittografia AES 256 durante il trasferimento dei file dai device personali allo spazio cloud. L’unico neo è l’assenza di un’architettura a conoscenza zero, una caratteristica sempre più importante dal punto di vista della sicurezza informatica.

Come scegliere uno spazio di backup e gestione foto

La scelta di uno spazio di archiviazione cloud con backup integrato si basa su tre principi fondamentali:

  • uno spazio sufficiente per ospitare foto e video;
  • la possibilità di accedervi ogni volta che si vuole da qualunque tipo di dispositivo;
  • l’impiego della crittografia a conoscenza zero.

Quantità e qualità vanno dunque di pari passo. Se un’azienda offre un cloud storage con struttura basata sull’ormai famosa architettura a conoscenza zero e, allo stesso tempo, soli 2 GB di spazio d’archiviazione, passerebbe in secondo piano rispetto a soluzioni altrettanto sicure ma con un quantitativo di GB superiore.

A parità di GB, entrano invece in gioco fattori cruciali quali l’esperienza d’uso e la sicurezza. La gestione delle foto e dei video passa in maniera inevitabile dalla possibilità di accedere al servizio cloud in ogni momento della giornata e da qualunque dispositivo in uso, sia esso un computer o uno smartphone.

Come già accennato in più di un’occasione, l’elemento della sicurezza è indispensabile, a maggior ragione per un servizio deputato alla conservazione e al backup di foto e video personali. Ecco perché la scelta ideale deve ricadere su uno spazio di archiviazione basato sulla crittografia a conoscenza zero.

Conclusioni

Le alternative a Google Foto gratuite non mancano. Oggi esistono diversi servizi che non solo offrono le sue stesse funzionalità, ma anche una sicurezza maggiore. È il caso, ad esempio, di Internxt, che oltre a garantire fino a 10 TB di spazio d’archiviazione in cloud offre una sicurezza granitica, grazie all’utilizzo dell’architettura zero-knowledge.

Se invece si è alla ricerca di un servizio cloud illimitato, purtroppo non ci sono buone notizie. Da quando Google Foto ha detto addio all’archiviazione illimitata a giugno 2021, l’unica vera alternativa rimasta (solo per le foto) è Amazon Photos. C’è però una differenza importante: Google Foto era gratuito per tutti, il servizio di Amazon lo è solo per gli abbonati a Prime, il cui costo è di 4,99 euro al mese (o 49,99 euro all’anno).

Domande frequenti sulle alternative a Google Foto

Quanto costa l'abbonamento di Google Foto?

Google Foto rientra tra i servizi inclusi nell’abbonamento Google One. I piani partono da 1,99 euro al mese per uno spazio d’archiviazione di 100 GB, 2,99 euro al mese per 200 GB e 9,99 euro al mese per 2 TB. Volendo è possibile risparmiare qualcosa scegliendo la fatturazione annuale: 19,99 euro per il piano da 100 GB, 29,99 euro per il piano da 200 GB e 99,99 euro per il piano da 2 TB.

Come avere spazio illimitato su Google Foto?

Google Foto non offre più lo spazio illimitato per conservare foto e video da giugno 2021. Se si vuole continuare a usufruire gratuitamente di Google Foto, è necessario rispettare il limite dei 15 GB, in cui rientrano anche le email di Gmail e gli eventuali file allegati.

Come avere spazio su Google Foto gratis?

Per ottenere lo spazio cloud di Google Foto gratis è sufficiente registrare un nuovo account Google. Dopodiché è possibile usufruire del servizio collegandosi via browser all’indirizzo photos.google.com oppure scaricando l’app gratuita su device Android, iPhone e iPad.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione nel rispetto del codice etico. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.