Cloud hosting: cos'è e i migliori (guida alla scelta)

In questa guida vediamo i migliori cloud hosting di questo 2021 e quale scegliere tra le molte proposte a seconda delle nostre esigenze
In questa guida vediamo i migliori cloud hosting di questo 2021 e quale scegliere tra le molte proposte a seconda delle nostre esigenze

I cloud hosting managed sono degli strumenti utili per il lavoro online la cui gestione viene affidata dal provider scelto a seconda delle proprie esigenze. La dicitura Managed infatti sta a significare che il server acquistato viene gestito in toto dal provider.

In pratica tutti gli aggiornamenti, settaggi, installazione dell’hardware e del software sono a carico dell’azienda scelta così come la dislocazione dei vari server. Esistono cloud hosting managed dislocati completamente su server cloud ed altri che sono fisicamente collocati su alcune stanze apposite.

È bene perciò conoscere dove si trovano esattamente questi server visto che poi questi avranno i nostri dati salvati.

Per una tutela della nostra privacy è importante scegliere quindi un cloud hosting sito in una nazione dove ha a cuore i dati personali degli utenti.

I migliori cloud hosting 2021

In questa guida abbiamo selezionato per voi i migliori cloud hosting di questo 2021. Nel web esistono diversi prodotti più o meno validi ma non tutti garantiscono un buon livello di sicurezza ed affidabilità.

Ecco perché è importante scegliere con oculatezza quando si parla di hosting cloud visto che poi questi saranno una parte fondamentale del nostro sito web.

Fra i vari hosting abbiamo deciso di selezionare 10 prodotti che secondo noi potrebbero essere adatti alle vostre esigenze, nelle prossime righe li vedremo nel dettaglio.

Cloudways

Cloudways: pannello di controllo

Il primo prodotto che abbiamo deciso di includere in questa guida è il famoso cloud hosting managed di Cloudways. Questo hosting è forse uno dei più interessanti e conosciuti di questa guida. Non si tratta infatti di un comune hosting. Questo infatti è capace di connettersi ai migliori server presenti nel mercato. Tra i più famosi troviamo Amazon AWS, Google Cloud, Vultr, DigitalOcean e molto altri. A differenza dei normali hosting come potete vedere questo è capace di collegarsi anche a fornitori esterni che non hanno nulla a che vedere con Cloudways.

È possibile, una volta selezionato il server preferito, impostare la RAM desiderata, la capienza ed anche scegliere la posizione geografica del server stesso. Cloudways offre una prova gratuita senza la necessita di inserire la propria carta di credito per il successivo rinnovo.

Siteground

siteground: pannello di controllo

Il secondo hosting è Siteground situato in Bulgaria ed è nato nel 2004 da alcuni studenti universitari. In poco tempo è diventato uno degli hosting più acquistati dai vari web master. Il servizio di assistenza è attivo 7 giorni su 7, 24 ore su 24. La sua principale peculiarità è la velocità di caricamento.

Siteground mette a disposizione tre pacchetti di cloud hosting:

  • Il primo disponibile a 5,99 € il primo mese poi 12,99 € offre la gestione di un solo sito, 10 GB di storage web, database illimitati con grandezza massima di 500MB, sottodomini, FTP, caselle email iillimitati e 30 giorni di backup dei dati.
  • Il secondo viene venduto a 9,99 € al mese e poi si rinnova a 22,99 € al mese. Ha la capacità di gestire siti senza limite di quantità, gode di 20 GB dedicato allo storage ed altre caratteristiche.
  • Il terzo ed ultimo pacchetto è acquistabile in promo a 13,99 € il primo mese con successivi rinnovi a 34,99 € al mese.

A differenza dei primi due questo mette a disposizione ben 40 GB di spazio web.

>> Vai alle offerte di Siteground

Aruba

Aruba: pannello di controllo

La nostra Aruba, sì perché l’azienda è puramente italiana, opera nel settore IT dal 1994. Sebbene la sua natura parta da radici italiane i server di questo servizio sono dislocati in tutta Europa.

Questo hosting è forse quello che ha più clienti, infatti, sono stimati circa 5 milioni di utenti da tutto il mondo che utilizzano Aruba. A livello di convenienza è forse quello più indicato, per chi necessita un sito base senza tanto budget iniziale è forse il miglior hosting da scegliere.

I tre pacchetti disponibili partono da 7,99 € annui fino ad arrivare a massimo 9,99 € all’anno.

Questa fascia di prezzo è valida solo per il primo anno, a partire dal secondo infatti i pacchetti si rinnoveranno a prezzo pieno a partire da 28,99 € fino ad un massimo di 34 € annui.

GoDaddy

GoDaddy: pannello di controllo

Il quarto hosting che abbiamo pensato di includere in questa guida è quello di GoDaddy. Quest’azienda è in auge dal 1999, qualche anno dopo la nascita di Aruba. Insieme ad essa, si spartisce il mercato del web hosting e dei domini in tutto il mondo. I server di questo hosting sono dislocati nel territorio europeo. GoDaddy offre tre pacchetti a partire da 6,09 euro mensili. Con il pacchetto annuale è incluso il dominio gratuito e Office 365 con email gratis. Inoltre col piano valido per 12 mesi c’è un risparmio maggiore rispetto a quello con pagamento mese per mese.

>> Vai al listino di GoDaddy

Bluehost

Bluehost: pannello di controllo

Insieme ad Aruba, Siteground e GoDaddy,  Bluehost è l’hosting più amato ed acquistato dai vari utenti sparsi nel mondo. Sono quasi 2 milioni di siti che si affidano all’hosting dai Bluehost. È sicuramente uno dei più economici ed affidabili hosting in giro per il web. A detta di alcuni è forse il migliore in circolazione sia per il suo ottimo rapporto qualità prezzo sia per la sua affidabilità.

Sono disponibili ben 4 pacchetti che potete scegliere a seconda delle vostre necessità ed esigenze. Il più completo è acquistabile a 11,67 euro mensili, mentre, il piano base è disponibile a soli 3,30€.

>> Vai al listino Bluehost

Hostinger

Hostinger: pannello di controllo

Hostinger è forse il servizio più economico in circolazione. Partiamo infatti da 0,80€ al mese, meno di un caffè al giorno. Il piano base rispetto a quello Premium è limitato alla gestione di un solo sito. La versione più completa offre la capacità di gestire fino a 100 siti web. Questo hosting anche in versione economica è adatto al 90% delle persone che devono per la loro attività avere a disposizione un sito web semplice e basilare senza grandi necessità di banda. I server di questo hosting sono situati in Italia, una caratteristica da non sottovalutare.

>> Controlla i prezzi ufficiali Hostinger

Keliweb

Keliweb: pannello di controllo

Anche questo hosting è italiano al 100%. Keliweb viene utilizzato per i siti basati su WordPress, Joomla, Magente ed altri. L’assistenza non è forse il pezzo forte di questo hosting autoctono. Il servizio di assistenza è disponibile 24 ore su 24, 7giorni su 7 come i più conosciuti Hosting come Siteground ed altri. È possibile richiedere un supporto sia tramite chat live che via telefono. I piani messi a disposizione da Keliweb sono 4 e variano sia per il loro prezzo che per i servizi offerti. Il prezzo considerando che è su base annuale è davvero molto interessante. Si parte infatti dai 19,90€ del piano KeliUser fino ad arrivare alla versione KeliTOP da 179€ sempre annuali. I server sono dislocati nel suolo europeo.

>> Vai al listino Keliweb

Inmotion

Immotion: pannello di controllo

Questo hosting è nato per soddisfare le esigenze delle aziende. Le caratteristiche di Inmotion sono davvero da top di gamma. Il prezzo è molto appetibile dato che si parte da una base di 7,49 $/mese, scontato a 2,49 $/mese. Inmotion permette di avere un Cashback in caso di insoddisfazione dopo 90 giorni. Su tutti i piani anche sul più economico è disponibile lo storage basato su SSD, sinonimo di velocità senza pari. È disponibile anche il certificato di sicurezza SSL privato e gratuito. Inmotion, inoltre, offre backup automatici su base giornaliera sempre inclusi nel prezzo del servizio.

>> Vai alle offerte di Inmotion

Register

Register: pannello di controllo

Register insieme ad Aruba è l’hosting più longevo che opera nel nostro paese. Come Aruba anche Register permette di acquistare insieme ai domini web anche altri servizi come la Posta Elettronica Certificata, la SPID ed altri. Register offre dei servizi di hosting dedicati per WordPress e Prestashop. Per entrambi i pacchetti è disponibile la prova gratuita per 30 giorni. I due servizi sia per Prestashop che per WordPress offrono con 3,50€ al mese 1 dominio e 5 caselle email da 2GB ciascuna. I sottodomini sono per ambedue i pacchetti illimitati, mentre, lo spazio web dispone di 10GB dedicati. Il servizio di assistenza è forse una nota dolente visto che è disponibile tutti i giorni ma solo dalle 9 alle 18. I canali di contatto sono disponibili via email, telefono oppure chat.

Kinsta

Kinsta: pannello di controllo

Questo hosting è forse il migliore che possiamo scegliere per WordPress. Non tutte le aziende sono specializzate nel CMS di WordPress, Kinsta però nasce praticamente per coprire le esigenze di chi utilizza questo Content Management System, tra i più utilizzati al mondo. È un hosting managed e quindi tutti i tecnicismi e le impostazioni verranno gestite dalla stessa Kinsta. Questo interessante hosting è disponibile con la formula soddisfatti o rimborsati. Inoltre, scegliendo il piano annuale si avranno a disposizione ben 2 mesi gratis. Il servizio di hosting utilizza i server della piattaforma Google Cloud Platform, una delle più utilizzate ed affidabili allo stesso tempo.

Kinsta mette a disposizione 4 pacchetti che variano a seconda delle proprie esigenze. I vari piani mensili partono da 30 dollari fino ad un massimo di 200 dollari. Come nella maggior parte degli hosting che abbiamo visto sinora anche Kinsta offre un SSD incluso ed anche l’assistenza disponibile a qualsiasi ora del giorno tutti i giorni dell’anno.

Cos'è un cloud hosting

Possiamo dire che un cloud hosting non è altro che il cuore pulsante del proprio sito web. Senza un hosting non è possibile infatti avere un proprio sito. È in grado non solo di mantenere online il sito ma di gestire anche la banda necessaria per tenerlo in vita. L’hosting cloud gestisce anche i vari file che sono presenti nella nostra pagina web solo che a differenza dei server VPS, dedicati e semi-dedicati questo non ha un vero e proprio spazio fisico tangibile. Un cloud hosting in pratica “collabora” con più server presenti nel web che possono anche dislocati in diverse nazioni del mondo. In pratica possiamo dire semplicemente che questa tipologia di hosting offre più soluzioni rispetto ad un hosting dedicato dove solitamente il server è uno.

Quando serve un cloud hosting

I servizi di cloud hosting sono nati per offrire un’alternativa agli hosting dedicati. A livello di prestazioni nel medio lungo periodo un hosting dedicato fisico è solitamente la scelta migliore per un'azienda che vuole avere un’ottima velocità per svolgere al meglio il suo business online.

Rispetto all’hosting fisico quello cloud comporta meno dispendio economico per le imprese che magari non necessitano di chissà quali risorse per il loro sito web. Inoltre, è possibile in corso d’opera cambiare configurazione oppure passare da un piano ad un altro.

La manutenzione è praticamente nulla visto che solitamente i cloud hosting vengono gestiti dal provider di riferimento senza che l’utente debba smanettare ed impostare nulla. In pratica un hosting cloud serve anche nel caso in cui non si abbia molto tempo da dedicare al server stesso oppure non si abbia una persona con le competenze adatte per gestire un server dedicato.

Guida alla scelta: caratteristiche da valutare

Quando dobbiamo scegliere un hosting dedicato oppure un cloud hosting dobbiamo tenere in considerazione alcuni aspetti molto importanti.

Non è solo una questione economica, negli ultimi tempi infatti le aziende prediligono un hosting cloud anche per una questione ambientale. Infatti, molti provider adibiscono le loro sale dedicate ai server con energia proveniente da fonti rinnovabile come pannelli fotovoltaici ed altri sistemi attenti all’ambiente.

Nello specifico le caratteristiche da valutare nella scelta di un cloud hosting sono le seguenti:

  1. Velocità
  2. Gestione
  3. Sicurezza
  4. Supporto
  5. Backup
  6. Costo

Velocità del cloud hosting

Data la possibilità di lavorare su più server cloud la velocità è forse l’aspetto che viene meno considerato quando dobbiamo scegliere un hosting cloud. Qualche anno fa, agli albori dei cloud hosting la velocità non era certo una delle caratteristiche di maggior spicco questo perché i provider in cloud non erano dello stesso livello rispetto a quelli dedicati. Negli ultimi anni pero il gap si è colmato e ha permesso anche ai cloud hosting di essere appetibili per le loro prestazioni e per la velocità. Grazie all’utilizzo di più server si avrà anche una maggiore velocità di caricamento della pagina web.

Gestione

La gestione è forse la cosa più semplice e meno impegnativa per il cliente finale. Con i cloud hosting infatti non è necessaria alcuna gestione visto che il tutto viene controllato e operato dal provider scelto. È possibile tramite i pannelli dedicati richiedere assistenza, eseguire un upgrade o un downgrade del proprio piano, gestire caselle mail ed eseguire altre azioni. A livello operativo non è richiesto un impegno dispendioso da parte del cliente, come già detto, rispetto agli hosting dedicati.

Sicurezza del cloud hosting

La sicurezza è sicuramente un punto di forza di un cloud hosting. Per un hosting fisico, invece, si tratta di uno dei suoi talloni di Achille. Un Hosting cloud rispetto ad uno dedicato ha una marcia in più in termini di sicurezza. Nello specifico se un server fisico ha un problema dovuto ad un attacco malware oppure ad un malfunzionamento tecnico in automatico si verrà dirottati su un altro server senza perdite di prestazioni o di dati salvati.

Supporto

Un altro aspetto da tenere in considerazione è quello relativo al supporto. La maggior parte dei servizi cloud hosting che abbiamo scelto per questa guida offrono un supporto clienti disponibile 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, festivi inclusi. L’assistenza è a disposizione praticamente tutti i giorni dell'anno per qualsiasi evenienza sia tecnica che personale.

Backup

Il salvataggio dei dati è forse la caratteristica fondamentale di cui tutti hanno i bisogno. Nella maggior parte dei servizi cloud hosting che potete trovare in questa guida il servizio di backup è gratuito e senza limiti. Rispetto ai server dedicati un cloud hosting anche se avrà malfunzionamenti farà il backup in automatico su un altro server senza compromettere il lavoro.

Costo

Il costo è l'ultimo aspetto che vediamo oggi e che però in un cloud hosting non è da sottovalutare, anzi. I vari servizi che vi abbiamo proposto nei paragrafi sopra hanno dei prezzi variabili che comunque sono minori rispetto alle varie aziende che offrono servizi di server dedicati. Molti servizi permettono anche la prova gratuita oppure supportano l’iniziativa del soddisfatti o rimborsati. Il costo del servizio è solitamente disponibile sia su base mensile sia su base annuale.

Differenze tra cloud hosting e dedicato

Se a questo punto ancora non avete capito la differenza tra cloud hosting e hosting dedicato non preoccupatevi è del tutto normale poiché i due concetti non sono semplici nemmeno per un esperto.

Un cloud hosting altro non è che un servizio dotato di un server virtuale che possiede anche delle risorse dedicate. Grazie a questa caratteristiche permette di avere una scalabilità senza precedenti.

Un hosting dedicato invece è un server fisico con un suo hardware dedicato e non condivisibile in rete con altri utenti. A differenza di quello cloud il dedicato non è in alcun modo modificabile.

Riepilogo e conclusioni

Siamo arrivati alla conclusione di questa guida sui migliori cloud hosting di questo 2021. Come avete potuto vedere nei precedenti paragrafi abbiamo selezionato per voi ben 10 servizi hosting basati sul cloud tra i numerosi presenti sul web.

Dopo aver visto le varie caratteristiche e le principali differenze che troviamo rispetto ad un hosting dedicato, siete pronti a fare una valutazione. A seconda delle vostre esigenze, infatti, ora potete scegliere il miglior hosting che più vi si addice.

Il nostro consiglio è quello di non scegliere un prodotto solo per una questione economica ma di selezionare il migliore per rapporto prezzo qualità.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

25 02 2021
Link copiato negli appunti