Green Pass per chi è guarito da COVID-19: come funziona

Green Pass per chi è guarito da COVID: come funziona

Le modalità di funzionamento del Green Pass per chi è guarito da COVID-19: tempistiche di emissione e durata della validità, con e senza vaccino.
Le modalità di funzionamento del Green Pass per chi è guarito da COVID-19: tempistiche di emissione e durata della validità, con e senza vaccino.

A partire dal 6 agosto, il Green Pass sarà obbligatorio in Italia per accedere a luoghi pubblici ed eventi. Diverse le modalità per ottenerlo, anche per chi è guarito da COVID-19. Vediamo come avviene in questi casi l'emissione del Certificato Verde e qual è la sua durata.

Come funziona il Green Pass per chi è guarito da COVID-19

Chi è entrato in contatto con SARS-CoV-2 ed è risultato positivo alla malattia, una volta negativizzato, riceve un documento su cui è indicato il termine della validità: sei mesi. Sottoponendosi successivamente al vaccino (entro un primo anno dalla diagnosi iniziale) si ottiene il Green Pass che scadrà nove mesi più tardi.

A partire dal 20 luglio 2021, la Piattaforma nazionale-DGC produrrà le Certificazioni Verdi COVID-19 per vaccinazione anche per coloro che si sono ammalati e poi hanno fatto il vaccino entro un anno dalla malattia, quindi anche prima dei 90 giorni e dopo i 180 giorni dalla malattia come disposto in precedenza. Questo in accordo con le indicazioni del CTS del 16 luglio 2021.

Pertanto, tutti coloro che hanno avuto il COVID e si sono vaccinati entro l'anno dal primo tampone molecolare positivo riceveranno una Certificazione Verde COVID-19 (dose 1 di 1) valida per nove mesi dalla data di somministrazione del vaccino.

Sul sito ufficiale troviamo un chiarimento anche per chi è guarito da meno di sei mesi, ma non ha ancora ricevuto il Certificato Verde (e non si è sottoposto al vaccino). Ecco come ci si deve comportare in questo caso.

Solo alcune Regioni hanno trasmesso alla Piattaforma nazionale-DGC i dati delle guarigioni per l'emissione automatica delle Certificazioni Verdi per guarigione. Se non hai ricevuto un SMS o email con l'AUTHCODE e non la trovi in APP IO o accedendo con SPID dal sito www.dgc.gov.it è probabile che il medico o la ASL non abbiano inserito nel sistema Tessera Sanitaria i dati relativi al tuo certificato di guarigione. In questo caso devi rivolgerti al tuo medico di famiglia o alla ASL perché inseriscano i dati nel sistema. La Certificazione Verde COVID-19 per guarigione verrà rilasciata dopo qualche minuto.

Per ulteriori informazioni a proposito del Green Pass rimandiamo all'articolo dedicato a come funziona.

Aggiornamento: da fine luglio, i guariti che entro dodici mesi si sottopongono a una sola dose di vaccino, ottengono un Green Pass con durata della validità pari a nove mesi.

Pertanto, tutti coloro che hanno avuto il COVID e si sono vaccinati entro l'anno dal primo tampone molecolare positivo, riceveranno una Certificazione Verde COVID-19 (dose 1 di 1) valida per nove mesi dalla data di somministrazione del vaccino.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti