Bonus rottamazione tv: requisiti, dettagli, modalità e tutti i dettagli

Bonus rottamazione TV, è ufficiale: tutti i dettagli

Qualunque cittadino italiano che volesse cambiare una tv antecedente al 2018 ha la possibilità di avvalersi di un bonus da 100 euro per la rottamazione.
Qualunque cittadino italiano che volesse cambiare una tv antecedente al 2018 ha la possibilità di avvalersi di un bonus da 100 euro per la rottamazione.

Il “Bonus rottamazione tv” è ufficiale a partire da oggi. Dopo settimane di anticipazioni, è arrivata la firma del ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, ad ufficializzare il decreto attuativo che rende operativo l'intervento. Il progetto è quello di sostenere i cittadini nell'acquisto di televisori compatibili con i nuovi standard tecnologici di trasmissione imposti a seguito dell'introduzione del nuovo Digitale Terrestre.

Bonus rottamazione TV: a quanto ammonta

Il Bonus Rottamazione TV ammonta ad uno sconto del 20% sul prezzo di acquisto del nuovo televisore, fino ad un massimo di 100 euro. La manovra è dunque massimale per televisori nell'ordine dei 500 euro, ove lo sconto di 100 euro rappresenta il massimo ottenibile dalla misura approvata. Lo sconto avviene però soltanto a fronte della rottamazione di un vecchio televisore, acquistato prima del 22 dicembre 2018: con ogni probabilità ogni famiglia ne avrà uno a disposizione, perché il ciclo di vita di una tv è solitamente ben più lungo e quelli del 2018 non sono sicuramente vetusti. Se il bonus viene approvato forzando il ricambio del parco tv in uso, è per motivi legati alla necessità di svecchiare il sistema televisivo per offrire maggiori spazi all'alta definizione:

Il bonus rottamazione Tv ha, infatti, l'obiettivo di favorire la sostituzione di apparecchi televisivi che non saranno più idonei ai nuovi standard tecnologici, al fine di garantire la tutela ambientale e la promozione dell’economia circolare attraverso un loro corretto smaltimento.

Qualunque cittadino italiano ha la possibilità di approfittare dell'offerta in quanto il bonus non prevede limiti di ISEE. Saranno finanziate tutte le richieste pervenute entro il 31 dicembre 2022, con un budget complessivo disponibile pari a 250 milioni di euro. Se tutti gli aventi diritto acquistassero tv con prezzo pari a 500 euro o più, si potrebbe ipotizzare l'erogazione del bonus per 2,5 milioni di famiglie. La velocità, insomma, vale: è presumibile che fin dal 2021 si vedrà un aumento delle tv acquistate per potersi giovare del bonus prima che possano maturare i limiti di copertura indicati.

Requisiti

Sono sostanzialmente 3 i requisiti necessari per poter ottenere il bonus:

  1. residenza in Italia
  2. rottamazione di un televisore antecedente al 22 dicembre 2018consegnando al rivenditore quello vecchio, che si occuperà poi dello smaltimento dell'apparecchio
  3. pagamento del canone RAI

Qualora non si intenda portare il televisore rottamato al rivenditore presso cui si acquista il nuovo modello, è possibile portare la vecchia tv presso un'area ecologica autorizzata. In questo caso, spiega il MISE, “un modulo certificherà l’avvenuta consegna dell’apparecchio, con la relativa documentazione per richiedere lo sconto sul prezzo di acquisto“.