Miglior hosting italiano 2021 (classifica aggiornata)

Non solo hosting stranieri: esistono varie proposte made in Italy affidabili ed efficienti. Ecco qual è a nostro giudizio il miglior hosting italiano.
Non solo hosting stranieri: esistono varie proposte made in Italy affidabili ed efficienti. Ecco qual è a nostro giudizio il miglior hosting italiano.

Aprire un sito web, che sia per passione o per un progetto di lavoro, non è un'operazione da sottovalutare: non bisogna prenderla alla leggera, insomma. Tra i vari punti da prendere in considerazione per la costruzione di un portale, oltre alle idee e alla direzione generale da prendere, ce n'è uno molto importante, impossibile da tralasciare: la scelta di un ottimo hosting.

Solitamente siamo propensi a pensare che i servizi migliori di questo tipo siano quelli offerti da aziende straniere. In realtà esistono diversi hosting made in Italy affidabili ed efficienti. Ed è per questo motivo che nelle prossime righe ti indicheremo quello che riteniamo essere il miglior hosting italiano 2021.

O meglio: andremo a fornirti una lista dei servizi hosting italiani più interessanti in circolazione, così sicuramente troverai quello più adatto alle tue esigenze e aspettative. Per chi va di fretta, iniziamo con una sintesi degli hosting italiani che verranno poi approfonditi in dettaglio sotto.

Migliori hosting italiani (in sintesi)

  • VHosting
  • Serverplan
  • Keliweb
  • Aruba
  • Hosting Solutions

I migliori Hosting 2021

Abbiamo analizzato molti servizi Hosting confrontando velocità e performance, la localizzazione geografica dei server, l’assistenza e i prezzi, qui elenchiamo i migliori Hosting 2021 che offre il mercato.

Perché scegliere un hosting italiano?

Perchè, in molti casi, non hanno nulla da invidiare agli hosting stranieri. Quando si parla di servizi hosting per siti, blog, e-commerce e portali, spesso pensiamo ai servizi offerti dalle aziende straniere. Quasi come se in Italia non fossimo capaci di gestire tecnologie delicate e che richiedono un alto grado di affidabilità.

Uno stereotipo che viene di fatto smentito dalla proposta di hosting italiani che ti stiamo per fornire nelle prossime righe. Di seguito troverai una lista con la top 5 degli hosting italiani: servizi davvero impeccabili, che possono rivelarsi perfetti per svariati progetti.

Siamo sicuri che, una volta terminata la lettura, avrai un quadro più chiaro delle varie proposte: in questo modo saprai scegliere quello che realmente fa al caso tuo. Ma bando agli indugi, partiamo!

Migliori hosting italiani 2021

Come dicevamo prima, non è facile né particolarmente utile dire se esiste un hosting migliore in assoluto. Dipende dalle funzionalità che stai cercando, dalle esigenze di cui necessiti. Facciamo qualche esempio concreto. Se il tuo sito è semplicemente una vetrina con cui presenti i tuoi progetti, il tuo portfolio e i contatti, allora puoi optare per un hosting economico e dalle risorse limitate.

Infatti, il tuo portale non sarà molto trafficato: fungerà solo da biglietto da visita. Diverso il discorso nel caso in cui invece avessi in mente di realizzare un sito web ricco di approfondimenti, news e contenuti di vario genere.

Una piattaforma di questo tipo, costantemente aggiornata, ha sicuramente bisogno di una struttura diversa e più solida. Anche perché le visite aumenteranno (si spera!), e di conseguenza il traffico sarà più consistente.

In quest'ultimo caso serve necessariamente un hosting che preveda piani più strutturati. Se non hai ben chiari quali sono gli hosting made in Italy più interessanti da questo punto di vista, l'elenco seguente ti risulterà senza dubbio utile. Anche per via del fatto che per ognuno di questi servizi andremo a sviscerare le sue caratteristiche. Ecco dunque i migliori hosting italiani 2021.

VHosting

Prezzi contenuti e alte prestazioni: VHosting garantisce un rapporto qualità-prezzo davvero notevole. Tra i suoi punti di forza ci sono indubbiamente i server utilizzati, che vengono ottimizzati costantemente per garantire sempre performance di livello impeccabile. Inoltre, fa un largo utilizzo di SSD NVMe.

Considerando i vari piani che propone (sono davvero tanti, quindi l'offerta è molto variegata), quello da prendere in considerazione in primo luogo è il pacchetto Low Cost Argento: con soli 30 euro ogni 12 mesi, avrai a disposizione per il tuo sito web 8 GB di spazio, un dominio gratuito per sempre e i migliori standard di sicurezza, come il certificato SSL e l'accesso SSH.

Da menzionare anche il piano denominato WordPress Veloce 01, perfetto per chi è un principiante della programmazione e ha bisogno di tutti gli strumenti per la costruzione del sito, a partire dal CMS più utilizzato. Inoltre, con questo piano avrai anche a disposizione ben 20 GB di spazio su SSD NVMe, un sistema di backup automatico e tutta la migliore tecnologia per salvaguardare la sicurezza dei tuoi dati. Costa 45 euro ogni 12 mesi: davvero economico se pensiamo al servizio offerto.

>> Vai al listino VHosting

Serverplan

Altro nome molto apprezzato con riferimento agli hosting made in Italy è Serverplan, che propone un'offerta davvero economica ma non per questo di scarsa qualità, anzi. Il piano più economico, che prevede 5 GB di spazio su SSD  e traffico illimitato, costa solo 24 euro l'anno. Incluso nel prezzo c'è anche un dominio, il certificato SSL Let's Encrypt e il backup automatico giornaliero.

Il piano Startup è più elevato: mette a disposizione ben 20 GB di spazio su SSD, dominio incluso e 50 email. Serverplan indica questo sito come perfetto per chi possiede siti per traffico fino a 100mila visite mensili. Presenti poi altri due pacchetti di questo tipo. WordPress è incluso in tutte le offerte, anche nel piano più economico.

Da registrare la possibilità con Serverplan di usufruire di 30 giorni di servizio soddisfatti o rimborsati, ma anche la presenza del pannello desk, il firewall, il server monitoring e molto altro.

>> Vai al listino Serverplan

Keliweb

Non solo il miglior hosting italiano, ma sicuramente nella top 10 a livello generale: Keliweb offre davvero un ottimo servizio. Stiamo parlando di un'azienda totalmente italiana, fondata nel 2009 e che mette a disposizione dei suoi utenti un'offerta davvero notevole, per più motivi.

Si parte da un piano economico da 19,99 euro all'anno, particolarmente indicata per chi ha già delle basi di programmazione. Con essa avrai a disposizione 5 GB di spazio server, il certificato SSL e HTTP/2, 10 indirizzi email e un database MySQL incluso. Presente inoltre un dominio gratis per sempre (così come in tutti gli altri piani previsti da Keliweb).

Il piano WordPress Start è invece quello dedicato a tutti quegli utenti alle prime armi, dal momento che con questo abbonamento si ha a disposizione tutto ciò che serve per costruire un sito senza avere delle conoscenze tecniche. Sono inclusi 5 GB di spazio su SSD, certificati di sicurezza, firewall, cPanel e un sistema di backup avanzato. Il tutto al prezzo di 29,90 euro all'anno.

A livello di assistenza tecnica, Keliweb non delude: è possibile contattare il servizio clienti tramite live chat, e-mail, ticket o telefono.

>> Vai al listino Keliweb

Aruba

Aruba non può proprio mancare in questa lista. Si tratta di uno degli hosting italiani più longevi presenti sul mercato (è stato fondato nel 1994), che gestisce 2,7 milioni di domini, 8,6 milioni di caselle e-mail, 7,1 milioni di caselle PEC, 130.000 server ed un totale di oltre 5,4 milioni di clienti.

Numeri davvero notevoli, che danno l’idea di come Aruba non sia solo un semplice provider, ma un colosso presente in tantissimi ambiti. Infatti, integra al suo interno anche il servizio di firma digitale, la fatturazione elettronica, i servizi cloud e molto altro. Dispone di ben quattro data center proprietari, tre in Italia e uno in Repubblica Ceca. Inoltre, un nuovo data center in costruzione a Roma.

Per quanto riguarda i servizi di web hosting, i piani partono da 11, 99€ per il primo anno. I piani Hosting WordPress partono, invece, da 24,99€ per il primo anno. Da segnalare le innovative soluzioni gestite per WordPress e WooCommerce, con aggiornamenti automatici e CMS preinstallato: il piano Smart per WordPress è disponibile a partire da 29€ per il primo anno, mentre la soluzione Hosting WooCommerce Gestito, per chi vuole realizzare semplicemente un e-commerce, è disponibile a partire da 124,50€, sempre per il primo anno.

Hosting Solutions

Concludiamo la nostra selezione con un altro top player degli hosting made in Italy. Stiamo parlando di Hosting Solutions, una delle aziende italiane più certificate e riconosciute all'interno di questo mercato. Prima società italiana ad ottenere la certificazione ISO 9001, ISO/IEC 27001, ISO/IEC 27017 e ISO/IEC 27018, oltre alla qualifica di CSP per le Pubbliche Amministrazioni accreditato su AgID.

Propone svariati pacchetti e piani di abbonamento: ci sono gli hosting linux, quelli Windows, quelli CMS e ancora i piani dedicati a chi vuole costruire un e-commerce. Si parte da piani economici da 35 euro all'anno e si può arrivare anche a 450 euro. Dunque, si viene incontro alle esigenze più diversificate.

A differenza di molti competitor Hosting Solutions ha un supporto qualificato con cui si riesce sempre a parlare, dopo una breve attesa, con un commerciale o un tecnico formato su tutti i servizi erogati. Più del 98% dei ticket sono stati risolti entro due ore dall’apertura.

Come è stata redatta la classifica del miglior hosting italiano?

Tenendo conto di una serie di fattori assolutamente imprescindibili nella scelta di un hosting e con un approccio ben preciso: mai scegliere un servizio solo ed esclusivamente in base al prezzo.

Nelle righe precedenti ti abbiamo indicato alcuni piani che possono andare bene a seconda delle esigenze di ciascuno: più che prendere in considerazione la convenienza, è bene riflettere sul rapporto costi/benefici a seconda del progetto che hai in mente.

Per questo motivo peraltro non ti abbiamo indicato il miglior hosting italiano e basta, ma abbiamo visto cinque servizi che a nostro giudizio possono rientrare benissimo nella definizione. Così hai potuto valutare quale fa davvero al caso tuo.

Anche grazie al fatto che abbiamo passato in rassegna le caratteristiche che deve avere un buon hosting: lo spazio a disposizione su disco (che influisce sulla quantità dei contenuti che è possibile caricare e sulla velocità con cui gli utenti vi potranno accedere), la larghezza di banda (che influenza direttamente il numero di visitatori mensili che potrai avere) e la presenza o meno di WordPress.

Come hai potuto constatare, non è necessario essere dei programmatori per creare e ottimizzare un sito web: grazie a WordPress, ovvero uno dei CMS più diffusi, avrai a disposizione tantissimi plugin gratuiti e a pagamento con i quali costruire e progettare la tua piattaforma.

Anche la presenza di una funzione di backup automatico può essere importante, specie se l'utente non ha molta esperienza. Stesso discorso per quanto concerne i servizi di assistenza tramite telefono, live chat o email.

Hosting gratis o a pagamento?

Non c'è una risposta univoca: anche in questo caso, dipende. Infatti, un servizio web hosting può essere sia gratuito che a pagamento. Il motivo per cui si decide di acquistare un servizio è che le risorse gratuite reperibili sul web sono molto limitate e garantiscono servizi molto stringati, per cui risulta impossibile sostenere tramite esse un progetto a lungo termine.

I servizi gratuiti, inoltre, non forniscono standard di sicurezza accettabili o comunque sufficienti a proteggere il lavoro degli utenti sul web. E all'interno di essi non sono disponibili nemmeno i plugin indispensabili per la progettazione di un portale ben costruito. Ovviamente, non possiedono backup dei dati automatici in caso di attacchi informatici. Insomma, anche a livello di sicurezza non sono affatto il massimo.

In generale, gli hosting gratuiti (ad esempio quelli forniti da Provider come Tiscali e Libero, o da alcuni host come Altervista), sono altresì caratterizzati da:

  • Spazio web limitato
  • Banda limitata
  • Vincolo di inserire banner pubblicitari all'interno dei siti
  • Una sola casella di posta elettronica

Un hosting a pagamento ovviamente offre livelli di risorse e sicurezza molto più alti, come abbiamo visto nelle righe precedenti. Ti dà la possibilità inoltre di registrare un dominio, trasferirlo, utilizzare uno spazio web più esteso, così come una banda mensile di traffico più larga.

Riepilogo e conclusioni

A questo punto dovresti avere una panoramica completa ed esaustiva su qual è il miglior hosting italiano 2021 più adatto alle tue esigenze e aspettative. Tutti i servizi di hosting che ti abbiamo indicato sono più che validi, sia in termini di risorse di cui dispongono che a livello di sicurezza.

Il consiglio finale che vogliamo darti è dunque quello di valutare attentamente i servizi che in questione, in modo tale da scegliere il servizio (e anche il piano) davvero giusto per te. Alla prossima!

Domande frequenti sugli hosting italiani

Un hosting italiano è performante?

Si, gli hosting italiani non hanno nulla da invidiare rispetto alle proposte provenienti da piattaforme estere. Spesso, quando pensiamo a servizi hosting per siti, blog, e-commerce e portali di varia natura, andiamo a rivolgere la nostra attenzione ai servizi offerti da aziende straniere.

In Italia però esistono provider assolutamente qualificati, in grado di gestire tecnologie delicate e che richiedono un alto grado di affidabilità. E la proposta di hosting made in Italy è molto varia: ci sono servizi dedicati a chi non ha bisogno di grandi risorse e quelli invece destinati a portali con un alto volume di traffico.

Se ad esempio il tuo sito è semplicemente una vetrina con cui presenti i tuoi progetti, il tuo portfolio e i tuoi contatti, allora puoi optare per un hosting economico e con risorse limitate.

Nel caso in cui invece avessi in mente di realizzare un sito web ricco di pagine, categorizzato bene, con contenuti pubblicati ogni giorno, allora avrai necessariamente bisogno di una struttura diversa e più solida.

La cosa fondamentale è quella di affidarsi solo ad aziende serie ed efficienti: un hosting italiano non è performante in quanto tale (il made in Italy non è una credenziale da questo punto di vista). Esistono proposte valide e meno valide, e ovviamente bisogna rivolgersi esclusivamente alle prime.

Come scegliere un hosting italiano?

I criteri da prendere in considerazione per la scelta di un hosting italiano sono gli stessi di quelli che andrebbero considerati con riferimento a soluzioni estere. Il primo aspetto di cui tenere conto sono le proprie esigenze: che tipo di sito stai costruendo?

Nel caso in cui il tuo portale fosse una semplice una vetrina di presentazione dei propri progetti (con portfolio e contatti), allora è possibile optare per un hosting economico, caratterizzato da risorse limitate.

Infatti il tuo portale non sarà molto trafficato, dal momento che fungerà solo da biglietto da visita. Se invece hai in mente di realizzare un sito web ricco di approfondimenti, news e contenuti di vario tipo, allora è bene rivolgere le proprie attenzioni a soluzioni più performanti e strutturate. Il traffico infatti sarà più consistente (si spera!) e conseguentemente le visite aumenteranno: servirà dunque una struttura più solida.

Si possono trovare hosting italiani che possano soddisfare entrambe le esigenze: infatti i provider made in Italy non hanno nulla da invidiare rispetto agli hosting stranieri. Certo, quando pensiamo a servizi hosting per siti, blog, e-commerce e portali di vario tipo, spesso tendiamo a rivolgere le nostre attenzioni ad aziende straniere.

In Italia però, come abbiamo visto in questa guida, esistono provider in grado di gestire tecnologie delicate e che richiedono un alto grado di affidabilità. Gli altri elementi importanti sono quelli classici: volume di traffico disponibile con i vari piani di abbonamento, spazio a disposizione su disco, grado di sicurezza, database, caselle email, velocità, larghezza di banda e presenza o meno di WordPress.

Quali sono i vantaggi di un hosting in italiano?

Scegliere un hosting italiano può portare a vantaggi concreti sotto diversi punti di vista. Il primo è senza dubbio quello legato all’assistenza: affidarsi ad un provider italiano significa avere a disposizione operatori che parlano in italiano.

Non è un fattore da sottovalutare: se non hai dimestichezza con la lingua inglese, è davvero importante valutare questo aspetto.

Puntare sul sicuro e rivolgersi a professionisti in grado di capire al volo le proprie necessità potrebbe essere la scelta migliore. Altro indubbio vantaggio riguarda le performance del sito web: un servizio nazionale la cui struttura si trova fisicamente in Italia può significare tempi di latenza più brevi rispetto ad un server geograficamente lontanissimo.

Se dunque il tuo lavoro si rivolge esclusivamente o soprattutto al mercato nazionale, un hosting italiano è la scelta più sensata. Infine, va tenuto in considerazione anche l’aspetto prezzo: le aziende italiane non devono fare i conti con i cambi di valuta. Tendenzialmente gli hosting italiani sono perciò meno costosi, ma ti invitiamo comunque a confrontare i costi e le offerte presenti sul mercato.

Qual è il miglior hosting italiano per WordPress?

Non c’è una risposta univoca a questa domanda. Dipende. Quando si sceglie un hosting, che sia italiano o straniero, bisogna considerare vari aspetti. In primo luogo le proprie esigenze: che tipo di sito stiamo costruendo?

Quali obiettivi abbiamo? Sono queste le domande che devono guidare verso la scelta dell’hosting. Come abbiamo visto nella nostra guida, di hosting italiani affidabili ed efficienti ce ne sono diversi sul mercato. Ognuno di essi offre piani di abbonamento dedicati, quindi la varietà di scelta c’è.

Fatta chiarezza su ciò di cui abbiamo bisogno, è necessario valutare i vari criteri di scelta: spazio a disposizione su disco, larghezza di banda, integrazione o meno di WordPress ecc. Anche la presenza di una funzione di backup può essere importante, specialmente per quegli utenti che non hanno molta esperienza.

Stesso discorso per quanto riguarda i servizi di assistenza tramite telefono, live chat e email. In conclusione, non esiste un hosting italiano migliore in assoluto: bisogna prendere in considerazione le proposte più interessanti, per poi valutare quella che realmente fa davvero al caso del proprio progetto.

Vedi anche l’approfondimento sui migliori hosting per WordPress.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

30 01 2021
Link copiato negli appunti