Hosting economico: i migliori hosting low cost 2021

Un hosting economico deve essere sempre efficiente e affidabile, nei limiti delle risorse che prevede. Ecco quali sono i servizi migliori sul mercato.
Un hosting economico deve essere sempre efficiente e affidabile, nei limiti delle risorse che prevede. Ecco quali sono i servizi migliori sul mercato.

Un hosting economico può essere una scelta più che sensata: dipende da quali sono le proprie esigenze e aspettative rispetto al progetto digitale che si ha in mente. Se si è alle prime armi oppure si ha in mente un portale che non generi tante visite o che non richieda continui aggiornamenti, articoli e contenuti in generale, i provider a buon mercato sono senza dubbio un servizio da valutare.

In questo approfondimento andremo ad indicare alcuni elementi da prendere in considerazione nella scelta e i migliori hosting low cost presenti attualmente su piazza. Buona lettura!

I migliori Hosting 2021

Abbiamo analizzato molti servizi Hosting confrontando velocità e performance, la localizzazione geografica dei server, l’assistenza e i prezzi, qui elenchiamo i migliori Hosting 2021 che offre il mercato.

Rank
VPN
Bonus
Rating
Visit
1
Uno dei servizi hosting per eccellenza
2
Uno degli hosting provider 100% italiani più utilizzati
3
Validissimo fornitore di servizi, non solo per il costo contenuto ma soprattutto per il rapporto costo/prestazioni
4
Oltre a fornire un ottimo hosting è uno dei principali fornitori di domini
5
Piani ad hoc per i maggiori CMS, molte funzioni avanzate incluse
6
Hosting 100% italiano, dominio gratis sui piani annuali
7
I suoi server dalle performance elevate sono sparsi in tutto il mondo
8
Il provider offre tantissime funzioni avanzate e facili da usare
9
Famoso per i suoi ottimi piani di hosting condiviso
10
Ottimo rapporto qualità/prezzo e avanzati servizi di supporto
11
Uno dei migliori hosting italiani, ottima scelta di funzioni anche per i più esperti

Quando scegliere un hosting economico

Si tratta della soluzione più adatta per chi si sta approcciando al mondo del web e ha intenzione di mettere online il proprio sito web. Scegliere un hosting più economico è una buona decisione anche in ottica di progetti test o per portali che non hanno bisogno di infrastrutture professionali, dal momento che non sono pensati per generare tanto traffico.

Hosting a basso costo però non significa di scarsa qualità o avere un sito lento a caricare, oppure ancora un’assistenza praticamente inesistente. Nelle prossime righe forniremo una lista di quelli che sono attualmente i provider migliori della fascia bassa, o meglio i loro piani più economici.

Migliori hosting economici 2021

Gli hosting che abbiamo selezionato offrono un rapporto qualità-prezzo davvero notevole: infatti, alcuni di questi possono tranquillamente essere considerati tra i migliori del panorama attuale in generale. Prendendo i loro pacchetti più economici, con risorse sicuramente più limitate, potrai assicurarti un servizio impeccabile sotto diversi punti di vista. Ma bando agli indugi: partiamo!

Hostinger

Se si è intenzioni di aprire un sito personale o professionale affidandosi ad un provider che offra un servizio di qualità, ma senza spendere troppo, una delle soluzioni più interessanti è quella proposta da Hostinger. Nel momento in cui scriviamo, l’hosting in questione offre tre piani diversi: Single, Premium e Business.

  • Single Web Hosting: rivolto ai principianti che vogliono aprire un solo sito con un massimo di 10mila visite mensili, prevede la possibilità di sfruttare 10 GB di spazio su SSD, mentre il limite di traffico è 100 GB. Non c’è il dominio nè la CDN, ma sono presenti due database mySQL, il certificato SSL, il firewall DNS di Cloudfare, la gestione DNS, due sottodomini e backup settimanali. Il supporto clienti è disponibile ad ogni ora. Nel momento in cui scriviamo, costa 0,80 euro al mese.
  • Premium Web Hosting: permette di ospitare fino a 100 siti per un massimo di 25mila visite mensili in 20 GB di spazio, con database illimitati. Consente di registrare gratuitamente un dominio e ci sono 100 sottodomini utilizzabili. Ora costa 2,15 euro al mese.
  • Business Web Hosting: rivolto alle PMI che necessitano di siti che possano ospitare un traffico di 100mila visite al mese. Offre 100 GB di spazio, backup giornalieri e CDN gratuita. Con questo piano è anche possibile usufruire di un rimborso entro 30 giorni dalla sua sottoscrizione. Attualmente il suo prezzo è di 3,45 euro euro mensili.

Per quanto riguarda i pagamenti, Hostinger dà la possibilità di utilizzare tutte le principali carte di credito, PayPal e varie criptovalute. Sicuramente è una delle soluzioni che merita un’attenzione particolare.

>>Controlla le offerte di Hostinger

Keliweb

Non è certo da meno Keliweb, hosting 100% made in Italy che rientra sicuramente in un’ipotetica top 10 dei migliori provider in generale. Offre davvero un’ottimo servizio, a partire dal suo piano più economico, ovvero quello che consigliamo in questa guida: con 19,99 euro all’anno avrai a disposizione 5 GB di spazio server, il certificato SSL e HTTP/2, 10 indirizzi email e un database MySQL incluso. Presente inoltre un dominio gratis per sempre (così come in tutti gli altri piani previsti da Keliweb).

Se si è alle prime armi, senza alcuna base di programmazione e si cerca una soluzione low cost, segnaliamo anche il piano WordPress Start: con esso si avrà a disposizione tutto ciò che serve per la costruzione di un sito, senza avere particolari conoscenze tecniche. Sono inclusi 5 GB di spazio su SSD, certificati di sicurezza, firewall, cPanel e un sistema di backup avanzato. Il tutto al prezzo di 29,90 euro all’anno.

Capitolo assistenza tecnica, che è sempre molto importante quando parliamo di hosting: Keliweb non delude da questo punto di vista, dal momento che è possibile contattare il servizio clienti tramite live chat, e-mail, ticket o telefono.

>>Vai al listino di Keliweb

GoDaddy

GoDaddy è una delle piattaforme di web hosting più utilizzate. Tutto ciò di cui si ha bisogno per far partire il proprio sito web è incluso all’interno di questo hosting, che propone diversi piani. Qui ne vediamo due in particolare, adatti a chi deve lanciare il suo primo portale.

  • Starter: è il piano più economico, e tra i vari servizi annovera ben 30 GB di spazio su disco, larghezza di banda illimitata, 1 sito web, 1 database e l’installazione di WordPress in pochi clic. Costa 3,65 euro al mese. Ideale per un unico sito web.
  • Economy: l’altro pacchetto economico consigliato, che prevede ben 100 GB di spazio su disco, 10 database, l’installazione di WordPress gratuita e un dominio incluso con un’e-mail corrispondente. Costa 4,87 euro al mese.

Iniziare da zero con GoDaddy è davvero molto semplice, anche se non dovessi possedere particolari competenze informatiche. La presenza di WordPress preinstallato infatti, renderà tutto davvero molto semplice. Basteranno pochi clic per configurare correttamente il sito web e poter iniziare a pubblicare i propri contenuti.

>>Controlla i prezzi sul sito di GoDaddy

Vhosting

Altro servizio hosting da prendere in considerazione è Vhosting, che propone una gamma di pacchetti denominata proprio “Hosting Low Cost”, e che rientra nella nostra classifica. Si parte da un piano Low Cost Bronzo per arrivare a quello Platino.

Quelli che ci interessano e che proponiamo per un progetto con cui si intende approcciarsi al mondo del web sono i piani Low Cost Bronzo e Low Cost Argento. Il primo costa 26 euro all’anno e prevede 4 GB di spazio SSD NVMe, dominio gratis, 1 dominio ospitabile NGINX Cache, illimitate caselle email, illimitati database, backup automatico, certificato SSL gratuito e la possibilità di essere rimborsati entro 30 giorni dalla sua sottoscrizione.

Il piano Low Cost Argento ha praticamente le stesse caratteristiche, ma con 8 GB di spazio SSD NVMe, ovvero il doppio. Insomma, Vhosting va incontro alle esigenze più variegate.

>> Vai al listino VHosting

Aruba

Il servizio di web hosting offerto da Aruba è uno dei più scelti nel panorama italiano. Oltre all’utenza business di alto livello, Aruba offre anche piani per amatori o piccoli professionisti. L’abbonamento più economico parte da 11,99 euro all’anno, e mette a disposizione tra le varie caratteristiche spazio di archiviazione e traffico illimitati, un dominio incluso e 5 caselle email. Lo spazio è completamente personalizzabile e con gli upgrade del pacchetto base, è possibile installare più di 200 app e cms inclusi.

In alternativa, se si avesse bisogno di un piano più elevato, si potrebbe optare per il pacchetto Easy da 19,99 euro all’anno, che prevede illimitate caselle email, 10 GigaMail per aumentare lo spazio nelle caselle e database MySQL con backup.

Tophost

Infine, consigliamo anche Tophost, altro servizio hosting low cost che propone soluzioni ideali per siti amatoriali e in generale per chi sta imparando. Il piano consigliato in tal senso è quello Topweb, che prevede un dominio gratis, traffico illimitato, 20 GB di spazio disponibile, 4 database mySQL e 30 account email al costo di 14,99 euro all’anno.

Eventualmente chi ha bisogno di una struttura più dotata, può optare per Topweb Plus, che offre più spazio (30 GB), 6 database e 50 account email. Il prezzo è di 26,99 euro all’anno e ha WordPress preinstallato.

Le caratteristiche di un hosting a basso costo

Come abbiamo avuto modo di dire nelle righe precedenti, in una fase di partenza del progetto la scelta consigliata rimane quella di un hosting economico. In un secondo momento si potrà pensare, qualora le cose andassero bene, di passare ad altre soluzioni più elevate.

Tra le caratteristiche dei servizi low cost di questo tipo, c’è sicuramente in primis l’aspetto economico: spendendo pochi euro, si avrà a disposizione la struttura necessaria per soddisfare le prime esigenze di un nuovo progetto, ad un costo decisamente contenuto. Registrare il proprio dominio e pubblicarlo sul web ormai è questione di poche ore.

Detto ciò, ci sono altri aspetti primari che un buon hosting economico deve avere: un buon spazio disponibile, la presenza di database, la possibilità di effettuare backup, un numero accettabile di account email disponibili e ovviamente almeno un dominio gratis.

Hosting economico: quando non è consigliato

Per tutti quei siti di natura professionale che hanno o che si aspettano di avere una certa mole di traffico fin dall’inizio, non è consigliabile acquistare un hosting economico. Meglio in questi casi optare per soluzioni più potenti e performanti, e quindi un po’ più costose.

Portali che necessitano di elevate prestazioni, velocità, uptime, o che prevedano contenuti audio e video oppure che siano sviluppati con applicazioni come vBulletin, Magento, PrestaShop ecc.: in tutti questi casi non consigliamo l’utilizzo di un hosting economico.

Gli hosting economici vanno bene per WordPress?

Assolutamente si: tutti gli hosting che abbiamo selezionato nella nostra lista prevedono dei piani (leggermente più costosi rispetto a quelli basici) con WordPress preinstallato e da utilizzare subito per la costruzione del tuo sito web. In particolare:

  • Hostinger: con il piano WordPress Starter potrai contare su un traffico massimo di 25mila visite mensili, una larghezza banda illimitata, dominio gratuito, 20 GB di memoria SSD, database illimitati e molto altro. Il prezzo è di 2,15 euro al mese.
  • Keliweb: il piano di partenza è WordPress Start, e prevede un dominio gratis, 5 GB di spazio SSD, un sito web,  database MySQL, 10 account email e molto altro al prezzo di 29,90 euro all’anno.
  • GoDaddy: il piano che abbiamo visto da 3,65 euro al mese prevede anche WordPress preinstallato
  • Vhosting: la proposta più economica per quanto riguarda i piani WordPress è quella denominata WordPress Veloce 01. Con 45 euro all’anno avrai a disposizione 20 GB di spazio SSD NVMe, 1 dominio gratis, illimitate caselle email, illimitati database, backup automatico e molto altro ancora.
  • Aruba: l’hosting WordPress di Aruba è tra i più scelti. Costa 24,99 euro all’anno e offre il CMS preinstallato, il certificato SSL DV incluso e 5 caselle email, tra le varie caratteristiche.
  • Tophost: l’offerta Topweb Plus prevede 30 GB, 6 database e 50 account email a 26,99 euro all’anno.

Gli hosting economici vanno bene per un Ecommerce?

In questo caso non possiamo darti una risposta univoca: dipende. Possono andare bene se il traffico è contenuto e non hai bisogno di molto spazio, altrimenti meglio affidarsi a soluzioni un po’ più costose ma sicuramente con caratteristiche maggiormente performanti e affidabili.

Tendenzialmente su un hosting economico si possono anche gestire degli ecommerce, ma se il volume del traffico e degli acquisti inizia a diventare importante, è assolutamente consigliato rivolgersi a soluzioni diverse.

Problemi frequenti negli hosting low cost

La mancanza di spazio e di velocità sono i principali “svantaggi” nel momento in cui ci si affida ad un hosting low cost. Questo però solo nel caso il tuo portale inizi a diventare relativamente trafficato, oppure nel momento in cui inizierai a riempirlo di pagine e contenuti quotidianamente.

Insomma, più il sito è strutturato e aggiornato, e più un piano hosting al risparmio potrebbe rivelarsi un boomerang. Valuta attentamente quali sono i tuoi obiettivi e nel caso passa ad un piano/hosting più performante: spenderai qualcosa di più, ma ne guadagnerai in termini di efficienza e affidabilità.

Riepilogo e conclusioni

Ora dovreste avere una panoramica completa ed esaustiva di cosa sono gli hosting economici, quando è consigliato utilizzarli e quando invece no. Le domande da farsi dipendono essenzialmente da quali sono i propri punti di partenza e obiettivi finali.

Se si ha in mente un progetto web strutturato e che preveda un traffico importante, non ci sono alternative: è cosa buona e giusta acquistare un pacchetto hosting che consenta di avere un ampio spazio di memoria, database illimitati, traffico sopra le stime e tutti gli altri servizi propri degli hosting meno economici.

Nel caso in cui invece il proprio obiettivo sia amatoriale o comunque si stia facendo pratica per approcciarsi al mondo del web, gli hosting low cost che abbiamo indicato rappresentano la scelta migliore. In conclusione, il suggerimento è quello di valutare attentamente il progetto che si ha in mente, e poi agire di conseguenza.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

11 02 2021
Link copiato negli appunti