ChatGPT dall’Italia: Come Usarlo dopo il Blocco

ChatGPT dall'Italia: Come Usarlo dopo il Blocco

Giuseppe Vanni
Pubblicato il 6 apr 2023 - Aggiornato il 26 mar 2024

ChatGPT è uno strumento sempre più utilizzato tra le aziende e i professionisti italiani per esaminare il codice dei linguaggi di programmazione e velocizzare l’esecuzione di compiti e analisi complesse. L’intelligenza artificiale che muove il servizio ha convinto davvero tutti, ed è diventato un compagno fedele per molti programmatori e sviluppatori web.

Purtroppo in Italia non è possibile attualmente utilizzare ChatGPT come nel resto del mondo: chiunque prova a farlo vedrà comparire un messaggio d’avviso e non potrà accedere al servizio, anche cambiando browser, dispositivo o linea Internet. Da sabato 1 aprile, infatti, il Garante della Privacy ha disabilitato ChatGPT in Italia “finché non sarà assicurato il rispetto della disciplina".

Le migliori offerte VPN del mese:

Nei capitoli che seguono, tuttavia, è possibile scoprire come accedere nuovamente al servizio (sia da computer che da dispositivi mobile) – aggirando quindi i problemi che stanno attualmente interessando ChatGPT – e cosa occorre fare per avere il rimborso per ChatGPT Plus, la versione a pagamento del servizio.

Problemi con ChatGTP in Italia: ecco perché non funziona più

Provando ad accedere al sito di ChatGPT si noterà subito la comparsa di una finestra d’avviso, in cui è spiegato che il servizio non è accessibile in seguito alle osservazioni del Garante per la protezione dei dati personali; quest’ultimo ha sollevato dubbi sulla raccolta dei dati personali da parte della piattaforma, contestando in particolare l’assenza di sistemi per la verifica dell’età dei minori, e la raccolta illecita di dati personali.

ChatGPT è stato vietato dopo poche ore dalla comunicazione. Allo stato attuale delle cose, l’unico metodo efficace e sicuro per bypassare il blocco prevede l’utilizzo di una VPN, in grado di mascherare il proprio indirizzo IP e la propria posizione geografica e rendendo nuovamente accessibili i server di ChatGPT anche dai PC e dagli altri dispositivi presenti sul territorio italiano.

Le 5 migliori VPN per sbloccare ChatGTP in Italia

Sul mercato esistono numerosi servizi VPN gratuiti in grado di sbloccare ChatGPT dall’Italia, ma in questi giorni sono letteralmente presi d’assalto e non forniscono né la velocità adeguata per accedere al servizio, né la sicurezza necessaria.

Per andare sul sicuro e accedere sempre a ChatGPT dall’Italia conviene puntare fin da subito su un servizio VPN premium, sfruttando anche i periodi di prova gratuiti o la formula “soddisfatti o rimborsati al 100%" presente sulla maggior parte dei servizi.

Server
Dispositivi supportati
Funziona con
Prezzo
Server: 6200+ in 104 paesi
Dispositivi supportati: fino a 10
Funziona con:
  • Windows
  • Linux
  • Mac
  • Android
  • iOS
Prezzo: da 3.69 € /mese
Server: 3200+ in 65 paesi
Dispositivi supportati: illimitati
Funziona con:
  • Windows
  • Linux
  • Mac
  • Android
  • iOS
Prezzo: da 2.29 € /mese
Server: 5900+ in 90 paesi
Dispositivi supportati: fino a 7
Funziona con:
  • Windows
  • Linux
  • Mac
  • Android
  • iOS
  • Smart TV
Prezzo: da 2.03 € /mese
Server: 200+
Dispositivi supportati: fino a 10
Funziona con:
  • Windows
  • Linux
  • Mac
  • Android
  • iOS
Prezzo: da 2.08€/mese
Server: 5900+ in 90 paesi
Dispositivi supportati: fino a 7
Funziona con:
  • Windows
  • Linux
  • Mac
  • Android
  • iOS
  • Smart TV
Prezzo: da 6.35 € /mese

NordVPN

NordVPN

🌍 Server: 6300+ server in 111 paesi

📱 Massimo dispositivi: 10

📍 IP dedicato: ✔

🆓 Versione Free: Garanzia rimborso di 30 giorni

💻 Compatibilità: Windows, macOS, Android, iOS

🔐 Sicurezza: IKEv2/IPsec, OpenVPN, NordLynx

👨‍💻 Assistenza 24/7: ✔

🏢 Sede legale: Panama

🔥 Offerte attive: SCONTO fino al 63%

Per utilizzare nuovamente ChatGPT sul PC, sullo smartphone o sul tablet è possibile affidarsi a un servizio VPN sicuro come NordVPN.

NordVPN dispone di migliaia di server ad alta velocità sparsi per il mondo, fornisce accesso a nuovi indirizzi IP per qualsiasi paese europeo e può essere configurato facilmente per proteggere solo un browser o un’app di navigazione, così da navigare con l’IP mascherato sui server di ChatGPT e utilizzarlo senza interferire con il resto della navigazione (dove è possibile mantenere anche l’IP italiano).

A questi vantaggi si aggiungono quelli già visti per un servizio VPN premium d’eccellenza: crittografia avanzata, solida politica no-log, app per Android e iPhone e kill switch in caso di perdita di connessione improvvisa.

Pro
Contro
Pro
  • Accesso rapido a ChatGPT dall'Italia
  • Cambio indirizzo IP semplice e sicuro
  • Solida politica no-log
  • Migliaia di server veloci sparsi per il mondo
Contro
  • Nessuna prova gratuita, solo "soddisfatti o rimborsati"
  • Utilizzabile fino a 6 dispositivi contemporaneamente

SurfShark

Surfshark

⚙️ Numero di server: 3.200+

🌍 Aree geografiche: 100

🗺️ Paesi: 65

💻 Indirizzi IP: ✔

📱 Device massimi supportati: illimitati

🔐 Sicurezza: WireGuard, IKEv2, OpenVPN

👨‍💻 Assistenza 24/7: ✔

🏢 Sede legale: Olanda

🔥 Offerte attive: SCONTO fino all’79% + 2 mesi gratis

Per nascondere efficacemente il proprio indirizzo IP e bypassare il blocco di ChatGPT è possibile puntare su SurfShark, un servizio VPN ottimizzato per la navigazione privata.

Con questo servizio è possibile mascherare con un solo tocco l’indirizzo IP italiano, scegliendo tra i numerosi server disponibili in Europa e nel resto del mondo. Così facendo è possibile nascondere il traffico in entrata e in uscita dal dispositivo in uso e accedere a ChatGPT senza limiti; se si necessita di mantenere anche l’IP originale è possibile beneficiare di uno split tunneling molto efficace, in modo da accedere a ChatGPT solo da un preciso browser.

Anche in questo caso si potrà beneficiare di tutti i vantaggi di una VPN premium: crittografia del tunnel di alto livello, politica no-log certificata da un audit esterno, dispositivi illimitati, prezzi accessibili e un efficace kill switch per le situazioni più gravi.

Pro
Contro
Pro
  • Efficace contro il blocco di ChatGPT
  • Split tunneling dedicato
  • Politica no-log certificata
  • Dispositivi illimitati
Contro
  • Nessuna prova gratuita, solo "soddisfatti o rimborsati"

CyberGhost

CyberGhost

⚙️ Numero di server: 9.000+

🌍 Aree geografiche: 105

🗺️ Paesi: 91

📍 IP dedicato: 1 indirizzo IP dedicato

📱 Device massimi supportati: fino a 7 dispositivi

🔐 Sicurezza: OpenVPN, L2TP/IPSec, IKEv2/IPSec, PPTP

👨‍💻 Assistenza 24/7: ✔️

🏢 Sede legale: Romania

🔥 Offerte attive: SCONTO fino all’83%

Altro valido servizio per usare ChatGPT in Italia senza blocchi è CyberGhost, da anni uno dei migliori servizi di anonimato disponibili in rete.

Con CyberGhost è possibile accedere a ChatGPT con pochi clic, avviando l’app e scegliendo subito una delle nazioni disponibili nell’elenco: si avrà così accesso a un nuovo indirizzo IP e a un server VPN ultra rapido, pronto per proteggere la connessione e sbloccare i servizi preclusi agli italiani.

CyberGhost vanta una rigorosa politica no-log, una crittografia potente, una flotta di server estremamente elevata e diffusa nel mondo (oltre 9000 server), una flotta di server NoSpy (senza traccia) collocati in Romania (sede del servizio) e uno split tunneling dedicato (disponibile sull’app Android).

Pro
Contro
Pro
  • Solida politica no-log
  • Migliaia di server veloci sparsi per il mondo
  • Efficace contro il blocco di ChatGPT
  • Server NoSpy in Romania
Contro
  • Nessun split tunneling su Windows (solo trigger app)
  • Utilizzabile fino a 7 dispositivi contemporaneamente

ExpressVPN

ExpressVPN

⚙️ Numero di server: 3.000+

🌍 Aree geografiche: 160

🗺️ Paesi: 105

📍 IP dedicato: ❌

📱 Device massimi supportati: fino a 5 dispositivi

🔐 Sicurezza: OpenVPN, IKEv2, Lightway

👨‍💻 Assistenza 24/7: ✔

🏢 Sede legale: Isole Vergini Britanniche

🔥 Offerte attive: SCONTO fino al 49%

Anche se ChatGPT non è un servizio che consuma molta larghezza di banda, può essere una buona idea utilizzarlo su server ultra veloci e performanti come quelli forniti da ExpressVPN.

Questo servizio VPN sblocca velocemente ChatGPT dall’Italia in pochi tocchi, fornendo subito un nuovo indirizzo IP all’utente e una nuova posizione geografica, senza intaccare la velocità originale della sua linea (si navigherà sempre alla massima velocità).

ExpressVPN è tra i migliori servizi VPN premium che si possano sottoscrivere grazie a un’ottima rete di server ben distribuita, un’efficace politica no-log, un kill switch automatico nelle emergenze e uno split tunneling efficace.

Pro
Contro
Pro
  • Server ultraveloci
  • Solida politica no-log
  • Efficace contro il blocco di ChatGPT
  • Split tunneling dedicato
Contro
  • Prezzo superiore alla media
  • Utilizzabile fino a 5 dispositivi contemporaneamente

 

Usare ChatGPT in Italia con una VPN: ecco come fare

Usare ChatGPT in Italia con una VPN è davvero molto semplice: qualsiasi sia il provider scelto basterà configurare lo split tunnel o il trigger app per avviare la connessione cifrata verso un server VPN straniero, utilizzando se possibile un browser diverso da quello che si usa per la navigazione quotidiana.

Come accedere a ChatGTP da computer

 

Per accedere a ChatGPT da computer dall’Italia è sufficiente aprire l’app del servizio VPN scelto, identificare il menu o l’opzione Split Tunnel, Split Tunneling, Regole intelligenti o Trigger app, premere sul pulsante per aggiungere un’app e selezionare uno dei browser installati sul computer (vi consigliamo di installarne uno dedicato a ChatGPT, come per esempio Mozilla Firefox).

Dopo aver aggiunto il browser alla lista delle app che possono accedere alla VPN, si deve selezionare il paese o il server da utilizzare con esso e disattivare (se necessario) l’utilizzo della VPN su tutte le altre applicazioni presenti sul computer, così da non mascherare anche la navigazione normale.

Quando è tutto pronto non si deve far altro che avviare la connessione VPN, aprire il browser “splittato" e connettersi al sito di ChatGPT, senza blocchi.

Se il servizio VPN scelto dispone di trigger app basterà aprire il browser scelto per avviare automaticamente la connessione VPN, ottenendo subito un indirizzo IP mascherato.

Come accedere a ChatGTP da smartphone e tablet

 

Anche su smartphone e tablet è possibile sfruttare la comodità dello split tunneling per deviare il traffico di un preciso browser verso un server VPN straniero, così da poter accedere nuovamente a ChatGPT dall’Italia senza problemi.

Per prima cosa si deve scaricare l’app del servizio VPN scelto direttamente dal Google Play Store o dall’Apple App Store. Si deve scegliere anche un browser alternativo da configurare in esso (va bene Mozilla Firefox, scaricabile per Android e per iPhone/iPad). Poi si apre l’app della VPN, si individua la funzione split tunneling tra quelle presenti, si deselezionano tutte le app presenti sul telefono o sul tablet e ci si assicura di attivare la protezione solo sul browser da dedicare a ChatGPT.

Al termine della configurazione si deve avviare la connessione VPN su un server straniero, avviare il browser dedicato e aprire il sito di ChatGPT, così da poter sfruttare l’intelligenza artificiale anche in mobilità, sia da connessioni Wi-Fi sia da connessioni di rete mobile.

ChatGTP bloccato in Italia: come avere il rimborso

Come specificato dalla FAQ ufficiale di ChatGPT, tutti i clienti che hanno acquistato un abbonamento a ChatGPT Plus riceveranno un rimborso completo del loro ultimo pagamento, direttamente sul metodo utilizzato per l’acquisto.

I rimborsi sono stati emessi in data 1 aprile 2023: questo significa che, per avere indietro i soldi per l’abbonamento, si devono attendere dai 5 e ai 7 giorni lavorativi, a seconda delle procedure previste dalla banca scelta per il pagamento.

Se ancora non si ha ricevuto il rimborso, basterà controllare periodicamente la banca o l’istituto di credito utilizzato per pagare ChatGPT Plus, così da avere conferma dell’effettivo rimborso.

I soldi del rimborso possono essere utilizzati proprio per accedere nuovamente a ChatGPT, deviandoli nell’acquisto di una delle VPN premium viste nella guida. Anche se può essere conveniente avere sia ChatGPT Plus che la VPN vi sconsigliamo di pagare nuovamente l’abbonamento a ChatGPT Plus finché il servizio non verrà ufficialmente ripristinato anche per l’Italia (potrebbero comparire errori sul metodo di pagamento utilizzato, specie se viene utilizzata una banca italiana per lo scopo).

Conclusioni

ChatGPT sta di fatto rivoluzionando gran parte dei lavori d’ufficio, diventando uno strumento indispensabile per numerose operazioni di calcolo, debugging, sviluppo di nuovo codice, ottimizzazione di codice e scrittura di nuove parti di programmi complessi.

Purtroppo il Garante per la protezione dei dati personali ha sollevato alcuni dubbi più che leciti sul trattamento dei dati effettuati da ChatGPT, e ne ha bloccato l’utilizzo per gli utenti italiani, che devono quindi affidarsi a una VPN premium per poter beneficiare di tutti i suoi vantaggi, in attesa che il servizio venga ripristinato.

Domande frequenti su come usare ChatGPT dall'Italia

Come accedere a ChatGPT in Italia?

ChatGPT dall’Italia è accessibile solo utilizzando una VPN e scegliendo un server straniero (per esempio Francia, Spagna, Regno Unito o Stati Uniti): così facendo si cambierà il proprio indirizzo IP, mascherando la propria posizione geografica reale.

Cosa puoi fare con ChatGPT?

ChatGPT è un modello linguistico testuale basato su una innovativa intelligenza artificiale multi-livello (GPT-3.5): qualsiasi cosa si chiede è in grado di rispondere, oltre a poter lavorare efficacemente su codici di programmazione, ottimizzazioni su frammenti di codice, web developer e creazione di contenuti.

Perché ChatGPT è bloccato in Italia?

Il Garante per la protezione dei dati personali ha sollevato problemi di privacy all’accesso del servizio e sulla raccolta dei dati personali, bloccando di fatto l’accesso a tutti gli utenti presenti sul territorio italiano. Da quel momento tutti gli utenti italiani, da PC o da dispositivo mobile, non possono più accedere al servizio se utilizzano un indirizzo IP italiano.

Come usare ChatGPT dopo il blocco?

Per poter utilizzare ChatGPT dall’Italia anche dopo il blocco (ignorando quindi gli avvisi e le perplessità del Garante della privacy) è necessario installare sul proprio dispositivo un’app VPN, in grado di deviare il traffico web verso un server cifrato e sicuro, utilizzando per lo scopo un tunnel cifrato (impossibile da intercettare e identificare).

Sul mercato sono presenti molte VPN gratuite, ma la maggior parte di esse sono lente e poco sicure. Per il massimo risultato è consigliabile acquistare fin da subito un abbonamento a un servizio VPN premium, in modo da poter accedere a ChatGPT alla massima velocità, senza schermate di blocco.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione nel rispetto del codice etico. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.