Recensione Norton Secure VPN: Guida all'uso e Opinioni 2024

Recensione Norton Secure VPN: Guida all'uso e Opinioni 2024

Giuseppe Vanni
Pubblicato il 3 ott 2023 - Aggiornato il 28 feb 2024

Norton, un nome molto famoso nel settore della cybersicurezza e degli antivirus, da qualche anno ha integrato all’interno dei suoi prodotti di punta anche un servizio VPN per la protezione del traffico di rete: Norton Secure VPN. Il virtual private network è utilizzabile sia come servizio a sé stante che all’interno delle soluzioni di sicurezza offerti dall’azienda.

Nella guida che segue è possibile scoprire da vicino tutte le caratteristiche del servizio di Norton, una delle migliori VPN in circolazione, scoprendo com’è semplice da usare da PC o da dispositivi mobili, quali sono le sue caratteristiche di sicurezza, quando costa l’abbonamento e come utilizzare la versione gratuita (in prova 30 giorni).

Caratteristiche di Norton Secure VPN

Server Norton VPN

Norton Secure VPN è un servizio di virtual private network con sede negli Stati Uniti e dotato di oltre 2000 server posizionati in 31 paesi. Molti di questi server sono di proprietà di Norton, cosa che che garantisce la corretta esecuzione del tunnel cifrato senza interferenze esterne. Questo aspetto contraddistingue il servizio dai suoi competitor che di prassi “affittano” server in tutto il mondo senza avere il diretto controllo a livello hardware.

Caratteristiche fondamentali:
⚙️  Numero di server 2.000+
🌎  Paesi disponibili 31+
🏢  Sede legale Stati Uniti
💀  Kill Switch  ✔
🫥  Politica no-log  ✔
🔐  Protocollo di sicurezza AES-256
📺  Sblocco siti di streaming  ✔
⬇ Torrenting  ✔

Server di Norton Secure VPN

Come anticipato nel paragrafo precedente, Norton Secure VPN dispone di oltre 2.000 server posizionati in oltre 31 paesi; questo è un numero rassicurante, che fornisce un’indicazione precisa sulle performance del servizio. Gli utenti possono sfruttare server molto vicini alla posizione geografica di partenza (per esempio scegliendo quelli posizionati in Italia).

Con la connessione rapida si viene automaticamente connessi al server più vicino (e indicativamente più veloce). Chi necessita di connettersi ad un server preciso può aprire la lista di quelli disponibili divisi per nazione e avviare una connessione cifrata, ottenendo così un indirizzo IP straniero.

Velocità di connessione

La velocità di connessione di Norton Secure VPN è simile a quella di altri servizi VPN con la stessa estensione di rete. Con i server vicini le prestazioni sono sempre ottime, mentre scegliendo quelli più lontani l’esperienza varia in base al tipo di server assegnato e in base alla distanza dal medesimo.

Chi vuole proteggere il proprio traffico web senza lasciare tracce e mantenendo una connessione rapida, è bene che si avvalga dei server di Norton più vicini. Se invece è necessario ottenere un indirizzo IP straniero conviene sempre scegliere quello più vicino alla posizione di partenza (anche in caso di distanze notevoli), così da mantenere sempre una buona velocità di connessione.

Sicurezza e Privacy

Dal punto di vista della sicurezza e della privacy Norton utilizza le migliori tecnologie, frutto anche dell’esperienza maturata in ambito antivirus e cybersecurity.

Il punto di forza è la connessione VPN di grado militare (AES-256) pensata per proteggere tutte le informazioni in transito all’interno del tunnel ed evitare che qualcuno possa controllare ciò che stiamo facendo (ricavando informazioni sulle attività svolte durante l’uso del servizio).

A completare il quadro di un prodotto completo sotto tutti i punti di vista, si aggiunge l’utilizzo di una valida politica di no-log (di cui parleremo in un paragrafo dedicato), l’uso dei protocolli di ultima generazione per la connessione ai server, la presenza del kill switch e dello split tunneling.

Protocolli supportati

Norton Secure VPN supporta sia IKEv2/IPSec che WireGuard come protocolli di connessione per la rete, tuttavia non permette di scegliere agli utenti quale protocollo utilizzare in base alle esigenze personali.

Questa caratteristica può essere utile in alcuni casi, soprattutto perché semplifica la navigazione agli utenti alle prime armi. D’altro canto in questo modo la connessione è maggiormente soggetta agli sbalzi di velocità, visto che solo il protocollo WireGuard garantisce la massima velocità di connessione in tutte le condizioni di rete.

Come regola generale, la scelta di un server vicino e veloce renderà la connessione sempre veloce anche con il protocollo IKEv2/IPSec, mentre per quelli lontani è sempre preferibile poter scegliere manualmente il protocollo WireGuard.

Split tunneling

L’app di Norton Secure VPN supporta lo split tunneling, un’ottima funzionalità per chi desidera separare il traffico protetto dal traffico normale senza dover proteggere l’intero dispositivo.

Con questa funzionalità attiva è possibile gestire programmi o app in modo che alcuni sfruttino la VPN e altri no, lasciando che il resto del dispositivo possa usare l’indirizzo IP mascherato dal servizio VPN. La funzionalità, immediata e semplice da usare su Norton Secure VPN, farà felice gli utenti che desiderano sempre avere un controllo più preciso sui loro dispositivi.

Kill Switch

Altra funzionalità molto richiesta su tutti i servizi VPN è il Kill Switch, ovvero il pulsante d’arresto automatico che può fare la differenza quando perdiamo improvvisamente la connessione Internet o quando la connessione al server VPN si interrompe.

Con il Kill Switch l’accesso alla rete del dispositivo sarà bloccata in caso di problemi d’accesso o errori di connessioni con il server VPN; in questo modo ogni tentativo di recuperare il vero indirizzo IP o di esporre i siti in visione in quel preciso momento sarà scongiurato finché la connessione al server VPN non verrà ripristinata.

Anche questa è una funzione dedicata soprattutto agli utenti più esperti e con più esigenze, in caso di problemi, infatti, il device in uso non riuscirà a navigare su Internet volutamente: senza connessione al server VPN non si avrebbe più accesso alla rete Internet. Si tratta insomma di un sistema di sicurezza che può far la differenza quando si parla di protezione della privacy.

Politica no-log

Sulla politica di no-log Norton dichiara di non conservare alcun dato personale riconducibile all’identità degli utenti, fornendo quindi rassicurazioni riguardo a questo aspetto molto importante quando si sceglie un nuovo servizio VPN da installare sui propri dispositivi.

Il fatto che Norton abbia sede negli Stati Uniti, paese che è parte integrante della rete Five Eyes di sorveglianza a livello globale, potrebbe mettere in discussione le indicazioni fornite dal servizio. Tuttavia, un esame attento delle privacy policy di Norton rivela che le informazioni raccolte servono solo per verificare il corretto funzionamento del servizio, che non è possibile associare il traffico generato ad un preciso utente e che nessuna informazione viene custodita (“not stored”) sui server di Norton. In questo modo viene rispettata la politica di no-log senza infrangere gli obblighi di legge.

Tracker Blocker

Altra funzionalità utile presente su Norton Secure VPN è il Tracker Blocker, attivabile su qualsiasi piattaforma supportata dal servizio.

Questa funzione blocca ogni cookie o elemento di tracciamento, siti spam, siti scam e qualsiasi elemento nocivo per la privacy con la connessione VPN attiva. Attivando Tracker Blocker si ottiene un livello di sicurezza e privacy aggiuntivo molto utile in particolare sui dispositivi mobile: viene bloccato sul nascere ogni possibile tracciamento dell’attività mentre si visitano normali siti web (anche i più insospettabili) e si evita così la profilazione da parte delle aziende online.

Usabilità e Interfaccia

L’interfaccia di Norton Secure VPN è uno dei suoi punti forte: l’app è davvero semplice da usare sia da PC che da mobile, anche per gli utenti meno esperti. È sufficiente installarla, aprirla, effettuare l’accesso e premere sul tasto di connessione rapida per avere subito una connessione cifrata con il miglior server disponibile al momento.

L’accesso alla rete di server e alle nazioni supportate è rapido e le funzionalità aggiuntive sono a portata di click o di tap sullo schermo. Anche l’icona di sistema associata all’app (visibile nella barra di sistema del PC o nella barra superiore sui device mobile) è chiara e mostra informazioni sulla connessione attiva, utili a capire il livello di protezione raggiunto.

Compatibilità e dispositivi multipli

Norton Secure VPN è compatibile con qualsiasi piattaforma moderna, è possibile infatti utilizzarlo su:

  • Windows
  • Mac
  • iPhone
  • Android

Al momento in cui scriviamo non è possibile installare l’app di Norton Secure VPN su Fire TV Stick né eseguire una procedura per avviare una connessione VPN tramite router o modem compatibile: conviene tenere in conto queste informazioni se abbiamo esigenze di connessioni molto specifiche.

Il numero di dispositivi su cui è possibile installare la VPN varia in base all’abbonamento scelto: è possibile proteggere un solo dispositivo così come fino a 5 o a 10 con abbonamenti estesi anche per chi ha molti device di famiglia.

Quanto costa Norton VPN: piani e sconti

Norton Secure VPN fornisce diversi piani d’abbonamento in base al numero di dispositivi che si desidera proteggere:

  • 1 dispositivo: 39,99€ all’anno (primo anno), poi 49,99€/anno;
  • 5 dispositivi: 39,99€ all’anno (primo anno), poi 69,99€/anno;
  • 10 dispositivi: 79,99€ all’anno (primo anno), poi 89,99€/anno.

Attualmente la migliore offerta in promozione è quella per i 5 dispositivi, che presenta un prezzo promozionale identico a quello fornito per un solo device.

Non deve passare inosservato che Norton Secure VPN è parte della suite di sicurezza di Norton: se si è alla ricerca di un livello di protezione completo a 360 gradi vale la pena prendere in considerazione anche le suite di sicurezza in cui è compreso anche il servizio di virtual private network tra le funzionalità aggiuntive:

  • Standard: protezione totale per un solo dispositivo a 29,99€ all’anno (dal secondo anno passerà a 74,99€ );
  • Deluxe: protezione totale per 5 dispositivi a 34,99€ all’anno (dal secondo anno passerà a 99,99€ );
  • Premium: protezione totale per 10 dispositivi a 44,99€ all’anno (dal secondo anno passerà a 109,99€ ).

Confrontando i prezzi è possibile notare che con una suite di sicurezza è possibile risparmiare per usufruire sia di Norton Secure VPN sia delle altre componenti di sicurezza di Norton.

Esiste una versione di Norton VPN free?

Norton Secure VPN dispone di una prova gratuita di 30 giorni utilizzabile da chiunque voglia provare il servizio prima di sottoscrivere uno degli abbonamenti previsti. Per testare il prodotto è sufficiente creare un account, inserire un metodo di pagamento valido (necessario, anche se non si pagherà nulla durante la prova) e avviare l’app, provandola senza limiti per 30 giorni.

Al termine del periodo di prova inizierà l’abbonamento a pagamento che si rinnova automaticamente con la tariffa per gli anni successivi al primo; per evitare di pagare quando non si desidera più usufruire del servizio e bloccare il rinnovo automatico (già attivo dal momento stesso in cui avviamo la prova gratuita) è sufficiente disattivare il rinnovo prima dello scadere dei 30 giorni.

Rispetto ai concorrenti (che usano spesso la formula Soddisfatti o rimborsati) in questo caso non dovremo pagare nulla al momento della prova.

Garanzia di rimborso e assistenza clienti

Norton Secure VPN fornisce un’assistenza clienti completa: è possibile infatti accedere alla chat 24 su 24, 7 giorni su 7 per risolvere i problemi più comuni per l’app mobile o per PC. Oltre alla chat è possibile contattare l’assistenza via email o trovare in autonomia le risposte  utilizzando la Guida in linea, completa di contenuti su tutti i prodotti Norton.

Norton fornisce prove gratuite per tutti i suoi prodotti: basterà scegliere cosa provare, creare un account, inserire un metodo di pagamento valido (che non verrà utilizzato fino al primo rinnovo) e usare i prodotti per 60 giorni, valutando se tenerlo anche dopo la scadenza o annullare l’abbonamento scelto.

Come installare e usare Norton VPN

Account Norton

Vediamo ora come installare e configurare la VPN. L’installazione di Norton VPN segue una procedura standard qualunque sia la piattaforma da proteggere. Il primo passo è creare un account Norton portandoci nella pagina dedicata e premendo su Accedi.

Se non abbiamo mai utilizzato Norton è possibile premere su Crea un account per attivare un account (indirizzo email, username e password); in alternativa è possibile premere su Accedi con Apple o con Google utilizzando gli account di Apple o di Google (in base alle nostre preferenze e alla piattaforma in uso in quel preciso momento).

Una volta ottenuto l’account si compie la scelta sull’abbonamento da attivare per Norton Secure VPN o per Norton 360 e si scarica l’installer adatto alla piattaforma in uso.

Configurazione Norton VPN su PC

Per installare Norton Secure VPN su PC con sistema operativo Windows si inizia dalla pagina My Norton, si effettua l’accesso premendo su Accedi usando le indicazioni viste nel paragrafo precedente. Dopo l’accesso si raggiunge la schermata Secure VPN e si clicca poi su Scarica.

L’installer è diverso in base al sistema operativo utilizzato per scaricarlo:

  • Windows: avviamo l’installer e seguiamo le istruzioni per completare l’installazione.
  • Mac: apriamo l’installer e trasciniamo l’icona di Secure VPN all’interno della cartella Applicazioni.

Terminata l’installazione è sufficiente aprire il menu Start (su Windows) o Launchpad (su Mac) per configurare Norton Secure VPN e iniziare ad utilizzare le connessioni cifrate sul computer.

Configurazione Norton VPN su smartphone e tablet

Su smartphone e tablet è ancora più semplice installare Norton Secure VPN, dal momento che l’app è presente direttamente nel Google Play Store e nell’Apple App Store.

Per configurare basta scaricare l’app dallo store disponibile sul nostro dispositivo, premere su di essa alla fine dell’installazione ed effettuare l’accesso con l’account Norton creato, sfruttando così il periodo di prova o l’abbonamento sottoscritto.

Configurazione Norton VPN su Smart TV

Attualmente non è possibile installare Norton Secure VPN su Smart TV tramite app diretta, infatti non è presente nessun’app per Fire TV, né installare l’app su Google Chromecast con Google TV.

Venendo a mancare anche un sistema per configurare la VPN su router o modem non è possibile aggirare il problema della protezione della Smart TV, l’unico sistema efficace è collegare un PC alla TV ed utilizzare quest’ultimo come monitor.

Norton VPN per Netflix e Streaming

Sblocco streaming Norton VPN

Quella di Norton è una delle migliori VPN per Netflix, ottima per sbloccare i cataloghi esteri così da poter visualizzare i contenuti in streaming senza nessuna restrizione geografica. L’app è utile anche per chi viaggia all’estero e vuole accedere ai contenuti italiani; in questo caso è sufficiente selezionare il server italiano quando giungiamo all’estero ed effettuare l’accesso con l’account del servizio di streaming che desideriamo vedere.

Oltre a Netflix è possibile sbloccare anche HBO Max, HBO NOW, Amazon Prime Video e BBC iPlayer; la VPN non è efficace completamente con Disney+, che in alcuni casi sembra riconoscere la natura della connessione e bloccare la visualizzazione.

Norton VPN per il gaming

Non c’è un’indicazione precisa di Norton riguardo la VPN per il gaming, quindi conviene sempre utilizzare la “regola del server vicino”.

In altre parole, se vogliamo nascondere il traffico generato durante i giochi, connettiamoci al server più vicino possibile alla nostra posizione geografica, così da ridurre il ping e la perdita di velocità della connessione VPN.

Pro e contro di Norton VPN

Norton Secure VPN può essere la scelta ideale per chi cerca una connessione VPN semplice da utilizzare, con una buona selezione di server e pronta all’uso (basta solo un tasto per farla partire). In sintesi, ha tutto quello che serve a livello di funzionalità legate alla sicurezza e alla privacy.

I difetti emersi durante l’uso sono: l’impossibilità di utilizzare il servizio su Fire TV Stick o su Smart TV, l’assenza di una procedura per configurarlo sul router o sul modem, la sede negli Stati Uniti (con tutto quello che comporta a livello di privacy) e i prezzi tendono ad essere competitivi solo se acquistiamo l’intero pacchetto di sicurezza.

Pro
  • Semplice da utilizzare
  • Sblocco dei servizi di streaming
  • Prova gratuita di 30 giorni
  • Tracker blocker, Split tunneling e Kill Switch
Contro
  • Non fornisce un'app per Fire TV Stick o Smart TV
  • Sede negli Stati Uniti (Five Eyes)
  • Prezzi più competitivi con la suite Norton completa

Giudizio conclusivo

Norton Secure VPN è un ottimo servizio, si può usare sia con una semplice attivazione se si possiede già il pacchetto Norton 360 installato sul sistema (con la suite completa il servizio è già integrato e va solo attivato, senza ulteriori configurazioni). Sia con un abbonamento esclusivo per utilizzare la VPN (con un prezzo più alto).

A livello funzionale Norton Secure VPN offre tutto il necessario per poter navigare senza temere ripercussioni sulla sicurezza e sulla privacy personale: la cifratura delle connessioni VPN è elevata (AES-256), sono presenti sufficienti server per poter navigare con un’ottima velocità (in particolare scegliendo i più vicini), sblocca praticamente tutti i siti di streaming, dispone di sistema di blocco dei tracking nocivi, può essere attivato sia lo split tunneling che il Kill Switch (sempre molto richiesti dagli esperti) e l’app è davvero semplice da configurare sia da PC sia da dispositivi mobile, ancor più se abbiamo già un account attivo.

Molto apprezzabile è anche la presenza di una vera prova gratuita: attivandola e fornendo un metodo di pagamento valido è possibile testare il servizio gratis per 30 giorni. Se alla fine del periodo di prova non siamo soddisfatti basterà disattivare il rinnovo automatico previsto dall’abbonamento scelto.

Le uniche vere pecche riguardano l’assenza di un’app dedicata per Fire TV (cosa che può far lasciare insoddisfatto chi usa le VPN per proteggere i flussi in streaming), l’impossibilità di usare una configurazione dedicata per il modem o per il router, la sede legale negli Stati Uniti (che solleva sempre qualche domanda dal punto di vista della privacy) e la mancanza di ottimizzazioni per il gaming e per il torrenting (in quest’ultimo caso è presente un solo server dedicato, insufficiente per poter rientrare tra le caratteristiche del prodotto).

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione nel rispetto del codice etico. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.