IPVanish VPN: recensione, funzionalità e prezzi

La VPN IPVanish è una delle soluzioni più interessanti del mercato. Scoprite con noi tutte le principali funzionalità, il costo e i servizi
La VPN IPVanish è una delle soluzioni più interessanti del mercato. Scoprite con noi tutte le principali funzionalità, il costo e i servizi

Quando si parla delle VPN i nomi che vengono a galla con una breve ricerca online sono davvero tantissimi. La parte più difficile però arriva quando dovete valutare quali siano effettivamente i migliori servizi disponibili. A questo proposito oggi vogliamo mostrarvi cos'è la VPN IPVanish. Nato nel 2012, questo provider è uno dei pochi che hanno sede negli Stati Uniti. Per un'azienda di questo tipo infatti è veramente difficile mantenere la privacy sui dati degli utenti quando si ha a che fare con certe giurisdizioni. In ogni caso, come vedrete meglio più avanti, IPVanish se la cava decisamente bene in questo campo. Se state cercando uno strumento per mantenere l'anonimato online, vi consigliamo di prendere seriamente in considerazione questa alternativa.

Come funziona

Se non scendiamo troppo nei dettagli, il funzionamento di IPVanish è abbastanza semplice da capire. Come tutti i servizi di questo tipo infatti, una VPN vi aiuta a mantenere protetti i vostri dati durante la navigazione. Una virtual private network, quindi una rete privata virtuale, per prima cosa cripta i dati di chi la utilizza, rendendoli illeggibili in caso di attacco diretto da parte di un pirata informatico.

Il funzionamento di una VPN come IPVanish però non si basa solo su questo meccanismo. Una volta attivata infatti, per arrivare all'indirizzo web che volete visitare, verrete rimbalzati attraverso una serie di server. Questi si trovano in diverse nazioni e applicano contromisure per rendere irrintracciabile la sorgente dei dati. Ricapitolando quindi, tutto ciò che uscirà dal vostro PC o smartphone sarà criptato e non più geolocalizzato. Come avremo modo di spiegarvi più avanti però, non sono solo queste le caratteristiche principali di una VPN.

La crittografia

IPVanish crittografia

Una delle funzionalità per cui dovreste prende in considerazione la VPN IPVanish è senza dubbio la crittografia. Certo, tutte le Virtual Private Network utilizzano uno standard più o meno efficace per criptare i dati trasmessi. Se vogliamo traslare il ragionamento su di un piano più completa però, di cosa si tratta? Crittografare dei dati significa renderli leggibili solo per chi possiede la chiave giusta, come se fosse una serratura. Il primo vantaggio evidente è che un hacker non potrebbe accedere al contenuto dei dati di navigazione anche se riuscisse a intercettarli.

Con una connessione tradizionale però, senza utilizzare IPVanish o una soluzione simile, anche chi vi fornisce fisicamente la rete Internet cattura e analizza il vostro traffico. Tutti i maggiori colossi delle telecomunicazioni infatti, conservano per un determinato periodo la registrazione della vostra navigazione. Grazie alla crittografia questo non sarebbe più un problema. I provider vedrebbero infatti solo dati in entrata o in uscita ma non potrebbero leggerne il contenuto.

Non va infine dimenticato che crittografia di una VPN risulta fondamentale in quei territori dove viene applicata una censura a determinati servizi. Criptando il traffico non sarà possibile capire cosa viene trasmesso, né l'origine o la destinazione del traffico. Non sottovalutate quindi la sicurezza dei vostri dati, perché questi vengono quotidianamente scrutati da decine di occhi diversi.

Sicurezza

La sicurezza di IPVanish va ben oltre quelle che sono i requisiti minimi di una VPN. Il servizio offre infatti delle caratteristiche tutt'altro che trascurabili, in grado di rendere praticamente inattaccabili i vostri dati durante la navigazione. Il primo security level è rappresentato dalla crittografia AES 256-bit. Questo metodo infatti, rende illeggibili i vostri dati, nel remoto caso che vengano intercettanti da un hacker. Utilizzare la crittografia a 256-bit significa che una chiave, per essere forzata, dispone di un numero di combinazioni davvero inarrivabile, superiore alle 78 cifre. È facile capire che il 99,9% delle persone sulla faccia della terra non dispongono di strumenti abbastanza avanzati per leggere i vostri dati.

Oltre alla crittografia la VPN IPVanish supporta anche numerosi protocolli, che aumentano ulteriormente la sicurezza della navigazione. I più interessanti sono sicuramente IPSec, IKEv2, L2TP e OpenVPN. Non va dimenticata infine una ferrea politica di no-log. Questo significa che i dati di navigazione non vengono archiviati dal provider, nemmeno temporaneamente. In passato IPVanish ha avuto dei problemi su questo fronte, quando si è “inchinata” alla NSA fornendo dati riguardo a un utente indagato per pedopornografia. In ogni caso, dopo l'acquisizione da parte di StackPath nel 2017, episodi di questo tipo non si sono più presentati.

Velocità e prestazioni

Velocità VPN IPVanish

Quando si utilizza una VPN è piuttosto normale che la velocità della connessione subisca un piccolo calo. Questo è dovuto ai passaggi in più fatti dai dati quando transitano attraverso i server e non devono preoccuparvi. Alcuni servizi di questo tipo però peggiorano le prestazioni della linea in maniera troppo marcata: sarà questo il caso di IPVanish?

In media, una VPN, ha una perdita di velocità di circa il 20-30% rispetto alla connessione tradizionale. Questo è un valore più accettabile e non è pensabile che una Virtual Private Network possa emulare i risultati originali. Dal punto di vista velocistico IPVanish offre delle prestazioni leggermente peggiori ma comunque accettabile. Il calo si attesta infatti attorno al 50%, mantenendo in ogni caso la velocità necessaria per la navigazione o il download. Dovete poi tenere presente che questo dato è direttamente dipendente dalla distanza del server utilizzato. Un server italiano o europeo infatti, a meno che non ci siano dei problemi di connessione, sarà sempre più veloce di un server statunitense o australiano.

I server

IPVanish server

La distribuzione dei server della VPN IPvanish è decisamente completa e adatta a ogni utilizzo. Questi sono infatti posizionati in tutti continenti: ben 918 si trovano in Nord America con l'Europa che segue a ruota a quota 518. Non mancano anche server in Asia (77), Sud America (40), Oceania (52) e Africa (12). Questa vasta selezione vi permetterà di poter scegliere senza problemi l'opzione a voi più adatta e di poter avere accesso a più di 40000 IP diversi. Nel complesso i server di IPVanish sono circa 1600, un numero in crescita rispetto agli anni passati.

Quando utilizzate un server ci sono tre semplici scenari che possono farvi capire quale è quello giusto da usare. Se state cercando solo di proteggere li vostri dati e di rimanere anonimi in rete, vi basterà scegliere il server più vicino alla vostra posizione. Se l'intento è invece quello di camuffare la posizione, null'altro di più, potrete scegliere liberamente un server in un'altra nazione. Infine, se volete mantenere la velocità di connessione più alta, attraverso il pannello di controllo scegliete l'opzione Best Avalaible. In questo modo infatti verrete connessi automaticamente al server IPVanish più veloce in una determinata nazione.

L'assistenza

L'assistenza di IPVanish è di prim'ordine e vi metterà a disposizione tutti gli strumenti di cui avete bisogno per risolvere i vostri problemi. La prima sezione da visitare in caso di dubbi è sicuramente quella delle FAQ (Frequently Asked Question). Qui è possibile trovare le risposte alle domande più frequenti e non è raro che il vostro problema possa rientrare in questa categoria. Lo step successivo è rappresentata dall'assistenza email. Vi basterà inviare la vostra richiesta agli operatori attraverso l'apposito form e in poche ore riceverete una risposta. Il metodo di contatto più rapido è però quello della chat live. Grazie alle conversazioni in tempo reale infatti, attive 24 ore su 24, in pochi minuti potrete parlare direttamente con un tecnico di IPVanish che vi fornirà la soluzione tecnica di cui avete bisogno. Da questo punto di vista quindi ci sentiamo di dire che l'assistenza fornita dalla VPN IPvanish è assolutamente completa e adatta a risolvere qualsiasi tipo di dubbio.

L'esperienza utente

L'esperienza utente serve a valutare se utilizzare IPVanish sia più o meno alla portata di tutti. In questo caso infatti, il dettaglio principale è la semplicità di utilizzo. Poter accedere alla VPN e sfruttarne tutte le caratteristiche anche senza averla mai usata è un particolare non importantissimo, soprattutto per chi si affaccia per la prima volta su questo mondo. Per vostra fortuna IPVanish è perfetto per i principianti, semplice da scaricare e utilizzare su tutti i sistemi operativi. Si tratta infatti di un servizio disponibile per tutti dispositivi più diffusi. Per la precisione potrete utilizzare la VPN IPVanish su Windows, macOS, Android, iOS, Linux, Fire TV, Chromebook o installandolo direttamente sul router. 

L'interfaccia dell'applicazione è molto piacevole e semplice, tutti i comandi sono al posto giusto. Al primo avvia si aprirà un comodo tutorial che vi consigliamo di non saltare. Anche se molte delle informazioni che vi verranno date sono abbastanza ovvie, vi guiderà fra le funzioni principali della VPN. Altro dettaglio da non sottovalutare è l'integrazione dell'app con il sistema operativa. IPVanish è molto leggero, non utilizza molte risorse di sistema ed è rapido nell'avvio. Vi basteranno pochi secondi infatti per aprire il software e connettervi al vostro server preferito.

Funziona per Netflix

IPVanish Netflix

Una delle funzionalità più ricercate nelle VPN è la possibilità di aggirare il geoblocking per poter accedere ai cataloghi multimediali dei servizi di streaming di altri paesi. La maggior parte dei provider infatti, a seconda della nazione di provenienza, mette a disposizione degli utenti diversi palinsesti. In questo paragrafo quindi, vi sveleremo se IPVanish funziona per Netflix. La piattaforma americana è infatti la più utilizzata a livello globale e anche la più apprezzata dagli utenti.

Proprio per questi motivi siamo sicuri che vi farà piacere sapere che Netflix funziona benissimo con IPVanish. Un rapido test che abbiamo effettuato ci ha infatti confermato che circa il 70% dei server americani vi permetterà di connettervi senza problemi a Netflix. Per farlo vi basterà utilizzare la funzionalità Best Available, che vi connetterà direttamente al server più veloce della nazione che avete selezionato. Per finire vi consigliamo di salvare fra i preferiti i server funzionanti con il servizio di streaming. In questo modo avrete a disposizione una lista sempre aggiornata e semplice da trovare.

Funziona per Torrent

Il torrenting è uno dei metodi più utilizzati per la condivisione dei file in rete. All'interno dei motori di ricerca dedicati è possibile trovare davvero di tutto. Fermo restando che il nostro consiglio è di rimanere sempre nei limiti della legalità, vediamo ora se IPVanish funziona per Torrent. Questa opzione non viene sempre integrata in maniera ottimale dai provider VPN, relegandola spesso a solo una parte dei server con velocità non eccezionali. IPVanish invece si comporta alla perfezione con il protocollo P2P e permette l'accesso a questo servizio su tutti i torrent, cosa non affatto comune nel panorama VPN. In aggiunta la velocità di download subisce un calo lieve e trascurabile, situazione ottimale per l'utilizzo dei Torrent.

Altri servizi di streaming

Come vi abbiamo già spiegato Netflix è il servizio di streaming più utilizzato al mondo ma questo non significa che sia l'unico degno di nota. Negli anni infatti le alternative di questo tipo si sono moltiplicate, un esempio fra tutti è sicuramente Amazon Prime Video, e permettono di accedere a contenuti davvero interessanti. Va detto però che IPVanish, nonostante si comporti più che decorosamente con lo streaming, non è un servizio pensato appositamente per questo utilizzo. Nonostante questo, una volta attivato l'abbonamento, vi sarà possibile accedere a una serie di servizi altrimenti con restrizioni geografiche, come ESPN+, HBO, MLB TV, NBC Sport o WWE Network. In caso di blocco da parte delle autorità sarà poi possibile accedere ad altri servizi non streaming, fra i quali i più famosi sono Facebook, Bing, Gmail, Google e Spotify. Questo può risultare particolarmente utile in Russia e in Cina.

Le app della VPN IPVanish

App IPVanish

Un altro punto da valutare attentamente quando si sceglie una VPN è la completezza e la semplicità di utilizzo delle app per Android e iOS. Visto che IPVanish permette di accedere al servizio da più piattaforme e con 5 dispositivi contemporaneamente. In questo modo sarà possibile utilizzare contemporaneamente il vostro PC e il vostro smartphone, magari per tipi di utilizzo differenti ma sempre mantenendo la sicurezza dei vostri dati. 

Android

L'app di IPVanish per Android è un'ottima compagna per l'utilizzo a bordo del vostro smartphone. Con più di 11000 recensioni e un punteggio medio di 4,1 su 5 possiamo sicuramente affermare che si tratta di un'alternativa molto gradita dagli utenti. Grazie all'applicazione mobile sarà possibile connettervi alla VPN in maniera semplice e veloce, senza trascurare il look moderno e curato dell'interfaccia grafica. Se pensate di utilizzare IPVanish sul vostro smartphone Android quindi, non fatevi problemi, non ve ne pentirete.

iOS

Fino a qualche tempo fa utilizzare una VPN su iOS non era affatto semplice. Il collegamento infatti non poteva essere automatico ed era necessario impostare manualmente i valori necessari. Con gli aggiornamenti del sistema operativo per fortuna le cose sono nettamente migliorate e ora è possibile scaricare direttamente da App Store e attivare IPVanish con pochi tap. Anche in questo caso le recensioni non più che positive, con una media di 4,5 punti su 5 con più di 50000 recensioni. L'esperienza utente è davvero di alto livello, così come le funzionalità incluse nell'applicazione per smartphone iOS.

Domande frequenti sulla VPN IPVanish

In questa recensione delle VPN IPVanish vi abbiamo dato tutte le informazioni che siamo riusciti a estrapolare dopo l'utilizzo e dobbiamo dire che la nostra impressione è stata decisamente positiva. Prima di salutarci però abbiamo deciso di rispondere a quelle che sono le domande più frequenti che vengono poste dagli utenti come voi. Per approfondire ancora di più la conoscenza di questa VPN vi consigliamo di non saltare i prossimi paragrafi.

Rallenta la connessione?

VI abbiamo già detto poco sopra che tutte le VPN rallentano la connessione e questo è dovuto al loro meccanismo di funzionamento. Criptare i dati richiede infatti del tempo extra e lasciarlo fare a un server dall'altra parte dell'oceano aggiunge un ulteriore leggero calo alla velocità complessiva di navigazione. In ogni caso la velocità di IPVanish non si discosta molto dai servizi rivali e rimane più che buona in ogni scenario di utilizzo.

È legale?

La legalità di una VPN è un concetto piuttosto aleatorio. Il servizio in sé, a parte in alcuni stati come Cina Russia è perfettamente legale. Ciò che può portarvi dei guai è come andrete a utilizzare IPVanish. Dovete infatti ricordare che, anche se tramite VPN, il download di materiale coperto da copyright (giusto per fare un esempio) rimane un'attività illegale. Sicuramente le politiche di no-log e la privacy garantita dalla navigazione possono garantirvi uno scudo ulteriore contro le azioni penali, ma in ogni caso vi consigliamo di non sfidare troppo le autorità.

È sicura?

LA VPN IPVanish è perfettamente sicura e riesce a mantenere segreti tutti i dati trasmessi dal vostro dispositivo al sito o servizio che intendete utilizzare. Il merito è soprattutto della crittografia AES 256-bit, che riesce a rendere il vostro traffico illeggibile. Non va poi dimenticato che IPVanish viene resa ulteriormente sicura dalla politica di no-log. Questa garantisce che il provider non vada a salvare nemmeno temporaneamente i vostri dati di navigazione.

Posso provare gratis la VPN IPVanish?

Purtroppo IPVanish è una di quelle VPN che non permette agli utenti di provare gratuitamente il servizio. Si tratta di una politica sicuramente contestabile ma che viene controbilanciata da prezzi davvero bassi, soprattutto in rapporto al pacchetto offerto agli utenti. L'abbonamento mensile ha un costo iniziale di 4,99$ per i primi 30 giorni che poi sale a 9,99$ per il periodo successivo. Se decidete di acquistare un piano annuale invece, potrete pagare 12 mesi di servizio solamente 39,99$, invece dei canonici 79,99$.

Se avete la necessità anche di un ottimo servizio cloud per archiviare in maniera sicura i vostri dati potreste anche prendere in considerazione il pacchetto in partnership con SugarSync. Oltre a IPVanish avrete infatti a disposizione ben 500 GB di spazio di archiviazione a un costo davvero irrisorio. Il prezzo del pacchetto è infatti di 49,99$ per il primo anno. Se considerate che solamente il servizio cloud ha un costo di quasi 20$ al mese si tratta di un risparmio davvero notevole. Volete assolutamente provare una VPN gratis prima di acquistarla? Allora dovete assolutamente dare un'occhiata alla nostra guida dedicata.

Esiste rimborso?

Come per la maggior parte delle VPN anche IPVanish permette di usufruire del servizio “Soddisfatti o rimborsati” che vi dà diritto a 30 giorni di tempo per chiedere il rimborso se non siete soddisfatti delle prestazioni. Ricordate sempre che questa opzione è valida solo per il piano 12 mesi, mentre non esiste la possibilità di ricevere un rimborso per il piano mensile.

Riepilogo e conclusioni

Ora che conoscete un po' meglio la VPN IPVanish tutto ciò che dovete fare è decidere se si tratta del servizio giusto per voi. Le caratteristiche offerte sono molto interessanti e se necessario potrete sfruttare la partnership con SugarSync per avere anche 500 GB di spazio Cloud inclusi nell'abbonamento. Ad ogni modo, prima di sottoscrivere un piano con il provider vi invitiamo a leggere anche le nostre recensioni di SurfShark NordVPN. In questo modo avrete la possibilità di confrontare più servizi VPN e di scegliere quello che effettivamente si adatta di più alle vostre esigenze.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

03 02 2021
Link copiato negli appunti