Trend Micro antivirus e Internet Security: recensione (aggiornata 2021)

L'antivirus di Trend Micro rappresenta una soluzione eccellente per svariate tipologie di utenti: vediamone i pregi e difetti in questa recensione.
L'antivirus di Trend Micro rappresenta una soluzione eccellente per svariate tipologie di utenti: vediamone i pregi e difetti in questa recensione.

Tra le tante software house che si sono ritagliate uno spazio importante nella produzione di software per antivirus nel corso degli anni, rientra anche Trend Micro, un nome decisamente meno altisonante rispetto a tanti concorrenti – come ad esempio Norton, oppure AVG – ma che in realtà alle spalle possiede una storia molto lunga nell’ambito dei software informatici. E che, di conseguenza, merita senz’altro maggiore attenzione di quella di cui può godere oggi nel panorama del Web.

Cos’è Trend Micro

L’azienda Trend Micro è una multinazionale giapponese-statunitense, ed è stata fondata nel 1988. Può quindi vantare un periodo lunghissimo di attività nell’ambito della cybersecurity e del computer software: basti pensare che fornisce soluzioni di diverso tipo per clienti molto importanti, come Amazon AWS, Microsoft Azure e Google Cloud Platform.

Attraverso robuste infrastrutture di sicurezza digitale, Trend Micro si è configurata nel corso degli anni come una società su cui fare grande affidamento. E lo stesso vale per l’antivirus, di cui discuteremo in questa recensione.

Caratteristiche di Trend Micro

trend-micro

Come per la maggioranza degli antivirus, anche per Trend Micro le funzionalità variano in base al piano scelto. Come vedremo tuttavia l’azienda mette a disposizione anche alcuni preziosi strumenti del tutto gratuiti, a completare un pacchetto completo interessante non soltanto per chi decide di iscriversi, ma anche per chi vuole soltanto sfruttare determinate feature senza acquistare un abbonamento.

Sicurezza e funzioni di Trend Micro

Le funzionalità di sicurezza di Trend Micro vanno contestualizzate ovviamente nell’ambito degli antivirus più classici, e in tal senso offrono un’esperienza di protezione dai cyber attacchi completa da un punto di vista prettamente tradizionale.

In altre parole, l’antivirus è pienamente efficace contro tutti i virus “comuni”, con cui ci si deve interfacciare purtroppo spesso durante le proprie navigazioni sul Web.

Ciò che contraddistingue Trend Micro dagli altri antivirus, in primo luogo, è una funzionalità di machine learning avanzata, che garantisce una protezione maggiormente efficace data la possibilità, per il software, di interfacciarsi in tempo reale e di “comprendere” il comportamento del virus. Questo in particolare si riversa nell’ambito degli attacchi ransomware, molto pericolosi in quanto “prendono in ostaggio” il PC e richiedono un riscatto ai proprietari.

Il sistema costruito da Trend Micro si basa su una IA in cloud, che si evolve man mano nel tempo riconoscendo minacce vecchie e nuove e proteggendo quindi addirittura di più rispetto ad altri antivirus concorrenti. Tale funzionalità ci è sembrata davvero notevole se paragonata agli standard del settore e non possiamo che fare un plauso all’azienda per questa scelta.

Per il resto, come già detto, torniamo nel campo del classico per i virus informatici: malware, minacce di phishing che tentano di accedere ai propri conti bancari, truffe negli acquisti online e molto altro ancora. Per quest’ultimo in particolare la funzionalità si chiama Pay Guard, e aiuta a verificare la legittimità del sito in cui si sta effettuando l’acquisto: oggigiorno spesso capita di imbattersi in siti fraudolenti, il cui obiettivo è quello di camuffarsi da controparte originale per spingere l’acquirente a inserire i propri dati personali.

E’ poi in grado di garantire una piena tutela della privacy dell’utente che naviga su Internet, grazie ad un sistema di blocco dei siti Web pericolosi che potrebbero appropriarsi dei dati personali dell’utente, tramite metodi di diverso genere. Lo stesso vale, come già detto, per il phishing: un filtro è in grado di riconoscere quali mail sono state inviate a tale scopo.

Come vedremo, poi, la piena sicurezza è garantita anche nel mondo mobile. Trend Micro garantisce protezione su smartphone e tablet in diversi modi, in primis contro i “classici” spyware, virus e malware di vario genere, ma anche contro app pericolose che, soprattutto su Android ma anche su iOS, potrebbero far cadere nel tranello molti utenti ignari di cosa ci sia dietro.

Come già detto, poi, ci sono alcuni strumenti completamente gratuiti messi a disposizione da Trend Micro nel proprio sito Web. Si tratta di strumenti molto utili ed è sorprendente che l’azienda abbia deciso di offrirli gratuitamente: come vedremo nella sezione corrispettiva, essi sono House Call, House Call per reti domestiche, Strumenti anti-ransomware e Sistema anti-frode.

Performance e impatto sul sistema di Trend Micro

Abbiamo testato Trend Micro su un PC di fascia medio-alta, di qualche anno fa, e non abbiamo rilevato alcun impatto notevole sulle prestazioni. Le performance e l’impatto sulla CPU sono sempre ottimi, il che ci porta a pensare che l’azienda abbia progettato l’antivirus appositamente per poter funzionare al meglio sulla più vasta gamma di prodotti, dal meno avanzato al più avanzato. D’altronde, gli antivirus sono sempre progettati a questo scopo: è bene offrire la possibilità di proteggersi a 100% a tutti, a prescindere dalle caratteristiche del dispositivo in proprio possesso.

Invitiamo comunque a verificare i requisiti di sistema completi che potrete trovare nel sito ufficiale; nelle sezioni seguenti, invece, potrete visionare la compatibilità a livello di sistemi operativi, che vi anticipiamo sarà molto ampia.

Compatibilità di Trend Micro

Veniamo dunque alla compatibilità di Trend Micro con i diversi sistemi operativi. Il software antivirus è disponibile sia su PC/Mac, sia su dispositivi mobile Android e iOS/iPadOS. Possiamo accennarvi ad alcuni dei requisiti strettamente hardware richiesti per l’antivirus: si parla di 1 GB di memoria RAM (2 raccomandati), processore da 1 GHz e almeno 1.5 GB di memoria su disco disponibili. Insomma, richieste per nulla esose, che senz’altro la maggior parte dei PC – anche datati – riuscirà a coprire.

Passiamo alla compatibilità a livello di sistemi operativi. Ecco quanto richiesto da Trend Micro per poter essere installato:

  • Windows. Su Windows la compatibilità parte da Windows 7, per tutte le versioni con Service Pack 1 o successivo. Anche per Windows 8.1 tutte le versioni sono compatibili; per Windows 10 lo stesso, ad eccezione di Windows 10S e processori ARM, supportati solamente da Trend Micro Security su Microsoft Store.
  • Mac. La versione di macOS compatibile parte dalla 10.14 alla 10.15; è compatibile ovviamente con macOS11 Big Sur.
  • Chrome OS. Per chi sfruttasse Chrome OS, la versione richiesta è la Chrome OS 79 o successive, con l’eccezione dei Chromebooks, supportati solamente da Trend Micro Security su Chrome Web Store.
  • Android. Per i dispositivi Android, siano essi smartphone o tablet, è richiesta come versione minima la 4.1.
  • iOS. Per chi utilizzasse iPhone/iPad, la versione minima richiesta è iOS 9. Per la versione più recente di Trend Micro è richiesto un dispositivo a 64 bit.

Dando un’occhiata generale e commentando le compatibilità, possiamo senz’altro dire che si tratta di uno dei range di compatibilità più ampi mai visti in un antivirus. Molti software ad esempio richiedono una versione minima di Android pari alla 5.0, anzi, la stragrande maggioranza delle applicazioni non va più giù di questa soglia. Trend Micro dunque si discosta davvero di netto dagli standard, proponendo un antivirus disponibile a tantissimi utenti, senza dimenticare nessuno.

Servizi aggiuntivi di Trend Micro

A livello di servizi aggiuntivi Trend Micro si difende piuttosto bene, offrendo alcuni strumenti completamente gratuiti che, in alcuni casi, costituiscono delle funzionalità che altri antivirus propongono soltanto in abbonamento. In primo luogo segnaliamo lo strumenti anti-ransomware Crypto Ransomware File Decryptor Tool. Per chi non avesse già compreso di cosa si tratta dal titolo, il Crypto Ransomware è una particolare tipologia di ransomware che crittografa i file presenti nel PC o nel dispositivo mobile, rendendoli di fatto inutilizzabili da parte dell’utente. Tramite questo strumento gratuito si potrà decrittografare i file presi “ostaggio” dall’attacco in diverse varianti, riprendendone così il controllo e soprattutto senza pagare il “riscatto”.

C’è poi il sistema anti-frode, che in realtà non è un tool da scaricare a parte bensì un servizio Web messo a disposizione dalla casa produttrice. Una volta aperto, è possibile copiare e incollare nell’apposito campo di testo un messaggio ricevuto di cui si sospetta l’autenticità. Dopo averlo sottoposto, il team di Trend Micro Internet Security procederà alla disamina del messaggio, comunicando se si tratta di un messaggio fraudolento oppure no.

Sul fronte della sicurezza mobile Trend Micro propone due controparti gratuite, con funzionalità di base, sia per Android sia per iOS, anche su iPod Touch. Le funzioni di base già citate sono quelle che ci si può aspettare da un antivirus classico, ossia protezione da virus e malware, nonché da phishing.

Vi sono poi due strumenti, chiamati rispettivamente HouseCall e HouseCall per IoT device domestici, che aiutano l’utente a effettuare una scansione e una pulizia del proprio dispositivo (sono disponibili su Windows, Mac e Android, ma al momento a quanto pare non su iOS). Tali strumenti consentono di rilevare eventuali virus di vario genere, worm, trojan, spyware e così via. Dopo averli rilevati procede alla messa in quarantena e all’eliminazione delle cyber-infezioni. Chiaro, questo non rappresenta un tool alternativo all’antivirus vero e proprio, in quanto le minacce in tempo reale spesso sono ben più pericolose; ma si tratta comunque di un ottimo modo, gratuito, per correggere eventuali problemi in seguito.

In tutto questo segnaliamo purtroppo l’assenza di una VPN, che permette di crittografare la propria connessione garantendo la massima privacy e protezione dall’esterno. O, per meglio dire, la VPN è disponibile ma soltanto su mobile con l’app Trend Micro WiFi Protection, che consente di avviare una connessione VPN con crittografia dati “bank-grade”. Manca purtroppo una connessione VPN per PC, che altri antivirus propongono nell’abbonamento al servizio.

Sempre in ambito mobile, segnaliamo un’altra app gratis: Trend Micro Password Manager, che consente di memorizzare e gestire le prime 5 password gratuitamente.

Assistenza clienti

Per chi avesse bisogno di contattare l’assistenza di Trend Micro, lo potrà fare in diversi modi. In primis recandosi nella sezione Contattaci in fondo al sito ufficiale: selezionando Europa come propria area di riferimento, si arriva facilmente a Italia ed è possibile notare come sia presente una divisione italiana dedicata all’assistenza, contattabile sia tramite telefono, sia per posta qualora necessario.

La vera assistenza però è raggiungibile dal pulsante omonimo Assistenza nella barra in alto del sito. Oltre alle domande frequenti, che propongono soluzioni per problemi noti e diffusi a tutti, si può premere su Accedi all’assistenza, dove ci si potrà mettere in contatto con quest’ultima direttamente dal proprio account. Una sorta di assistenza live dedicata ad ognuno. Per chi volesse, ci sono altri due modi di ricevere supporto: i video dimostrativi, indispensabili per seguire passo per passo gli step da compiere per risolvere certi problemi, oppure la comunità, il classico forum dove discutere e dove chiedere aiuto ad altri utenti iscritti.

Prezzi e piani di abbonamento

I prezzi dei vari piani di abbonamento sono sempre il punto cruciale, cui gli utenti sono maggiormente interessati. Ve li elenchiamo qui sotto nelle diverse tipologie offerte ai clienti:

  • Antivirus + security. E’ l’offerta al prezzo più basso, pari a 19,95€ all’anno per un PC (per tre PC sale a 29,95€, e il prezzo è maggiorato di 10€ nel caso si scelga di sottoscrivere l’abbonamento diretto di due anni). A rinnovo automatico, il piano Antivirus + Security è pensato per tutti coloro i quali non dovessero pretendere strumenti avanzati, ma soltanto una efficace protezione in tempo reale da minacce anche complesse.
  • Trend Micro Internet Security. Si tratta del secondo piano disponibile, leggermente avanzato rispetto al precedente, al prezzo di 37,46€ all’anno per un PC e 44,96€ per tre PC (il prezzo per due anni di abbonamento sale a 59,92€ per un PC e 74,92€ per tre PC). Trend Micro Internet Security, come già detto, offre qualcosina di più rispetto al precedente: in particolare viene aggiunta la protezione dei minori online, la tutela della privacy sui social media e la risoluzione di problemi del PC per migliorarne le prestazioni.
  • Maximum Security. E’ il piano “premium” a tutti gli effetti, che permette la protezione fino a 10 dispositivi su tutti i sistemi operativi. I prezzi sono i seguenti: per un anno 45,47€ per tre dispositivi, 51,97€ per cinque dispositivi e 104,95€ per dieci dispositivi. I prezzi per due anni di abbonamento salgono rispettivamente a 71,43€, 84,43€ e 179,90€. E’ chiaro che qui siamo di fronte alla soluzione massima disponibile: contiene tutte le funzionalità presenti nei due piani precedenti, con l’aggiunta della protezione mobile e il supporto premium 24×7.
  • Antivirus per Mac. Si tratta del piano riferito esclusivamente al mondo Mac e che permette di proteggere soltanto un Mac per volta. Il prezzo è di 37,46€ per un anno e 59,92€ per due anni. Permette una protezione dai virus, malware e ransomware, nonché dalle truffe via email e la protezione dei minori online; manca però il Pay Guard per i pagamenti in sicurezza online.

Domande frequenti su Trend Micro

Vediamo alcune delle domande più frequenti proposte per l’antivirus Trend Micro, nonché per la sua iterazione Trend Micro Internet Security, ad oggi la più diffusa tra i clienti.

Esiste una versione gratis?

Al contrario di molti altri antivirus, Trend Micro non propone su PC e Mac una versione gratis, o comunque una versione di prova. Invece, offre gli strumenti aggiuntivi gratuiti – come il tool di scansione e rimozione di virus già insediati nel PC – che abbiamo descritto sopra. Si tratta comunque di “prove” che è possibile fare prima di procedere all’acquisto del pacchetto completo in abbonamento, in quanto permettono di comprendere la qualità offert dall’azienda. Restano ovviamente le versioni gratuite su mobile.

C'è una versione per Mac?

Come abbiamo visto assolutamente sì. Anzi, a differenza di molti antivirus, Trend Micro propone un abbonamento completamente dedicato al Mac, anche se ogni abbonamento supporta soltanto un Mac.

Si può usare Trend Micro su smartphone (Android e iOS)?

Certo, come visto prima Trend Micro Antivirus è presente anche su dispositivi mobile Android e iOS. E’ presente in due forme: sia tramite app gratuita, scaricabile da chiunque su ogni device in proprio possesso, sia tramite l’abbonamento avanzato Maximum Security. Sempre su smartphone inoltre, come visto in precedenza, ci sono degli strumenti aggiuntivi gratuiti molto utili, come il Password Manager e il WiFi Protection. Non possiamo certo dire che le soluzioni su mobile mancano.

Appesantisce molto il sistema (va bene per hardware datati)?

Dalle nostre prove, possiamo certificare che l’antivirus funziona molto bene anche su hardware datati. Le richieste hardware sono piuttosto basse, così come quelle di sistema operativo: funziona, insomma, molto bene sulla stragrande maggioranza dei dispositivi in circolazione.

Riepilogo e conclusioni

in definitiva, Trend Micro è un antivirus davvero eccellente sotto ogni aspetto, un software da tenere in considerazione e che molto spesso viene “eclissato” da nomi più altisonanti concorrenti nel settore.

Tra i punti di forza ci sentiamo di segnalare in primo luogo i piani di abbonamento, che offrono prezzi leggermente più bassi della concorrenza pur offrendo comunque un qualcosa di completo e valido, soprattutto col piano Trend Micro Internet Security scelto da tanti clienti; la presenza di strumenti gratuiti indispensabili (che altre aziende non proporrebbero mai senza abbonamento); le versioni gratuite delle controparti mobile, e l’ottima assistenza clienti, attiva sia per il singolo utente sia sotto forma di comunità, per chiunque desiderasse discutere con altre persone tramite il forum dedicato. Encomiabile anche la grandissima compatibilità con i diversi sistemi operativi, al contempo con richieste hardware davvero molto basse.

Tra i punti di debolezza, ci sentiamo di segnalare la mancanza di una prova gratuita per la versione in abbonamento (mancanza che, però, viene colmata dai tool gratuiti) e la mancanza di una VPN che avrebbe fatto senz’altro comodo a tantissimi utenti.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

12 03 2021
Link copiato negli appunti