Antivirus per Home Banking: i migliori del 2024

Antivirus per Home Banking: i migliori del 2024

Giuseppe Vanni
Pubblicato il 22 nov 2023

I migliori antivirus per Home Banking proteggono le operazioni bancarie online da attacchi o truffe. Tutte le attività su internet, per quanto comode, sono esposte a rischi, per questo è indispensabile bloccare qualsiasi tipo di malware, in particolare quelli pensati per intercettare i dati dei conti correnti, e segnalare i siti pericolosi.

Chi svolge quotidianamente le proprie attività bancarie su internet deve affidarsi a un buon servizio, con un livello di protezione adeguato. In questa guida vedremo le principali minacce a cui le piattaforme bancarie sono esposte e i migliori antivirus per Home Banking, nonché la guida per la scelta del servizio più adeguato.

Migliori Antivirus per Home Banking

Nei prossimi paragrafi verranno presentati i migliori antivirus per Home Banking, con le loro caratteristiche, i punti di forza e quelli migliorabili. Il tutto nell’ottica di una protezione completa dei propri dati bancari online.

1. Norton 360 Deluxe

Norton 360 Deluxe

Massimo dispositivi: 5

Versione Free: Prova gratuita 30 giorni

Sistemi Operativi: Windows, macOS, Android, iOS

Dark Web Monitoring: ✔

Protezione minori: ✔

Backup nel cloud: 50 GB

VPN: inclusa

Assistenza 24/7: ✔

Offerte attive: SCONTO fino al 71% (per il primo anno) 🔥

La prima scelta ricade su Norton 360 Deluxe, una soluzione per la salvaguardia delle piattaforme e app bancarie completa sotto tutti i punti di vista.

Questo antivirus oltre a bloccare qualsiasi tipo di minaccia, offre funzionalità aggiuntive molto interessanti. Troviamo incluso un sistema di protezione contro il phishing, un password manager di ultima generazione, protezione della webcam, backup dei documenti importanti (fino a 50 GB) e una VPN per proteggere la connessione di rete sulle reti insicure.

La protezione di Norton (recensione completa qui) può essere estesa fino a 5 dispositivi e il prezzo dell’abbonamento è di 34,99€ (per il primo anno).

Pro
  • Leggero ed efficace
  • VPN inclusa
  • Password manager incluso
  • Protezione phishing
Contro
  • Solo 5 dispositivi compatibili con un abbonamento

2. McAfee Total Protection

McAfee Total Protection

Massimo dispositivi: Numero illimitato

Versione Free: Prova gratuita 30 giorni

Sistemi Operativi: Windows, macOS, Android, iOS

Dark Web Monitoring: ✔

Gestore delle password: ✔

Firewall avanzato: ✔

VPN: inclusa

Offerte attive: Risparmia fino a 85 € (per il primo anno) 🔥

McAfee è adatto a chi usa l’Home Banking su più dispositivi, questo antivirus infatti può essere applicato a un numero illimitato di device.

La suite di protezione di questo antivirus è composta da:

  • motore di scansione e di ricerca dei malware leggero e affidabile;
  • anti spam;
  • modulo contro le connessioni sospette;
  • VPN;
  • password manager cifrato;
  • riconoscimento virus non ancora identificati (come, per esempio, i ransomware 0-day);
  • parental control.

L’abbonamento annuale è proposto al prezzo di 39,95€ (per il primo anno), senza limiti sul numero di dispositivi da proteggere.

Pro
  • Dispositivi illimitati
  • Connessione cifrata VPN
  • I pacchetti e gli abbonamenti sono personalizzabili
Contro
  • Manca un sistema di backup dei file personali

3. NordVPN Threat Protection

NordVPN Threat Protection
4.5

Massimo dispositivi: 6

Versione Free: Garanzia di rimborso di 30 giorni

Sistemi Operativi: Windows, macOS, Android, iOS

Blocca: download pericolosi, tracker e pubblicità

VPN: Inclusa

Assistenza clienti: 24/7

Offerte attive: SCONTO fino al 65% + 3 mesi extra 🔥

L’azienda NordVPN non fornisce solo un efficace servizio VPN ma anche un vero e proprio sistema antivirus: Threat Protection.

La versione gratuita è attivabile su qualsiasi connessione VPN e funzionerà contemporaneamente alla connessione cifrata; la versione Pro dell’antivirus, invece, si può usare anche senza connessione VPN (comunque attivabile in qualsiasi momento) e offre un modulo di protezione dai malware, un blocco tracker e contenuti indesiderati dalle pagine web e uno spazio di archiviazione cloud da 1 TB.

Threat Protection di NordVPN può essere installato su un massimo di 6 dispositivi e il prezzo è di 97,35€ per l’abbonamento Completo annuale e 156,33€ per l’abbonamento Completo biennale.

Pro
  • VPN illimitata
  • Protezione contro malware e tracker
  • Sistema anti-phishing
  • Spazio archiviazione cloud
Contro
  • Limitazioni sul numero di dispositivi

4. Avira Internet Security

Avira Internet Security

Massimo dispositivi: 5

Versione Free: Sì

Sistemi Operativi: Windows, macOS, Android, iOS

Password Manager: ✔

Protezione degli account online: ✔

Offerte attive: SCONTO fino al 40% 🔥

Uno degli antivirus più leggeri per PC è Avira Antivirus, che offre sia un antivirus gratuito che uno a pagamento molto più potente ed efficace.

Questo antivirus può proteggere efficacemente contro gli attacchi all’Home Banking grazie al modulo di scansione avanzato, al sistema di protezione del web e a quello anti-phishing. Si compone anche di un modulo anti-ransomware e uno di scansione on-access leggero anche sui computer con qualche anno sulle spalle.

Avira Antivirus Internet Security è disponibile al prezzo di 26,95€ (per il primo anno), valido per un solo dispositivo. Per proteggere fino a 5 dispositivi il prezzo sale a 64,95€ sempre per il primo anno.

Pro
  • Modulo di scansione leggero
  • Protezione web
  • Sistema anti-phishing
Contro
  • Limitazioni per i dispositivi

5. Bitdefender Total Security

Bitdefender Total Security

Massimo dispositivi: 5

Versione Free: Prova gratuita 30 giorni

Sistemi Operativi: Windows, macOS, Android, iOS

Controllo genitori: ✔

Velocizza i tuoi dispositivi: ✔

Leggero sul tuo sistema: ✔

Offerte attive: SCONTO fino al 50% (per il primo anno) 🔥

Una delle suite di sicurezza più articolate per proteggere i dispositivi e quindi le operazioni tramite Internet Banking, è Bitdefender Total Security.

Il pacchetto è composto da un antivirus personalizzabile, un firewall, un sistema anti-spam, controllo delle vulnerabilità e delle minacce avanzate, protezione VPN e un sistema che protegge i file contro i ransomware.

La protezione di Bitdefender può essere estesa fino a 5 dispositivi e il prezzo dell’abbonamento è di 42,49€ (per il primo anno).

Pro
  • Sistema anti-phishing
  • VPN illimitata
  • Protezione completa ed efficace
Contro
  • Limitazioni per il numero di dispositivi
  • Password manager con abbonamento integrativo

6. Panda Dome Advanced

Panda Dome Advanced

Massimo dispositivi: 10

Versione Free: Prova gratuita 30 giorni

Sistemi Operativi: Windows, macOS, Android, iOS

Protezione Wi-Fi da hacker: ✔

Protezione minori: ✔

VPN: Inclusa (150MB/giorno)

Offerte attive: SCONTO fino al 50% (per il primo anno) 🔥

La lista dei migliori antivirus per Home Banking si conclude con Panda Dome Advanced.

Con questo antivirus è possibile ottenere un modulo antivirus e anti-ransomware con protezione attiva in tempo reale, un firewall efficace, un sistema di protezione del Wi-Fi e una VPN integrata con 150 MB inclusi al giorno.

La protezione di Panda Dome Advanced è disponibile 23,49€ (per il primo anno) e può essere applicata senza limitazioni di dispositivi.

Pro
  • Protezione in tempo reale
  • Firewall integrato
  • Protezione Wi-Fi
Contro
  • VPN con limiti giornalieri

 

Home Banking: comodità e rischi

L’Home Banking, o Internet Banking, è lo strumento con cui i clienti di una banca o di un istituto di credito (incluse Poste Italiane) possono eseguire operazioni e monitorare i risparmi del proprio conto corrente ovunque si trovino grazie a piattaforme o app online.

Con un PC o uno smartphone e tramite le credenziali fornite dalla banca, si possono completare tutte quelle attività che un tempo dovevano essere svolte allo sportello: versamenti, bonifici, investimenti e così via.

La comodità dell’Home Banking è evidente, operando in autonomia e da casa si risparmiano tempo e risorse (i servizi online spesso sono più economici, se non gratuiti).

Tuttavia l’altra faccia della medaglia è il rischio informatico. Come qualsiasi operazione svolta online, anche quelle bancarie sono esposte a possibili attacchi o truffe. Vediamo le più comuni.

Malware

I malware moderni si diffondono nei dispositivi anche sono aprendo un allegato e-mail infetto o scaricando un file sconosciuto, e, nonostante siano meno frequenti rispetto a qualche anno fa, rimangono efficaci e si insinuano ovunque.

Una volta avviato, un malware può rubare i dati di accesso conservati nel browser, come le credenziali bancarie.

Attacchi del genere, portati avanti da trojan, spyware o ransomware, possono svuotare rapidamente ogni conto corrente; ecco perché il primo passo per proteggere il proprio Home Banking è installare un buon antivirus (come Norton, o quelli analizzati in questa guida).

Spoofing

Lo spoofing è uno degli attacchi più subdoli ed efficaci a danni dell’Home Banking. In questo caso la pagina di accesso della piattaforma della banca viene sostituita con una pagina fittizia ma del tutto simile a livello grafico, al punto da imitare bene anche i campi dove inserire il nome utente e la password.

Ingannati dalla somiglianza, si potrebbero inserire i dati bancari che vengono trasferiti all’hacker, che provvederà a entrare nel conto corrente.

Con la diffusione dell’autenticazione a due fattori e dei certificati HTTPS per tutti i siti bancari, sta diventando sempre più difficile portare avanti attacchi di spoofing. Questi tuttavia non sono del tutto scomparsi, in questo senso è bene sempre controllare che l’url della pagina sia quello corretto (e in caso digitarlo manualmente per essere sicuri). Le pagine fittizie inoltre contengono spesso qualche errore di battitura o di ortografia.

Phishing

Le vittime di phishing solitamente ricevono un’e-mail sospetta che invita ad inserire i dati personali su un sito di spoofing. Sono spesso rinforzate da tecniche di ingegneria sociale per mettere pressione e paura al destinatario del messaggio.

I messaggi sono così ben costruiti che molti utenti aprono link o allegati senza pensarci, avviando quindi una pagina di spoofing o un allegato malware pronto per attaccare il computer e prendere il controllo completo dell’account bancario.

Man in the middle

L’attacco più sofisticato di cui è possibile cadere vittima è senza ombra di dubbio il Man in the middle (MITM). In questo caso il malintenzionato intercetta la connessione tra l’utente e il server della banca, recuperando così le credenziali d’accesso senza dover intervenire fisicamente sul PC o sul dispositivo in uso in quel preciso momento.

Vista la natura complessa dell’attacco pochi utenti si rendono conto di essere “spiati” sulla loro connessione: sono i dati che viaggiano su Internet ad essere esposti senza che nessuno se ne accorga.

Per spiegare meglio cosa si intende per Man in the middle si può immaginare un malintenzionato che intercetta un nostro pacco postale, lo esamina, copia le informazioni contenute all’interno e chiude con cura il pacco per inviarlo alla sua destinazione originale.

Per evitare questo tipo di attacchi è consigliabile utilizzare un ottimo antivirus accompagnato da un sistema di connessione VPN, per un ulteriore livello di sicurezza durante le operazioni bancarie online.

 

Antivirus per Home Banking: caratteristiche più importanti

Caratteristiche Antivirus

Un buon antivirus per Home Banking deve disporre di caratteristiche molto precise: senza questi moduli la protezione offerta non sarà adeguata a contrastare i metodi utilizzati dagli hacker moderni e le perdite di dati.

Gestione password

Il gestore delle password permette di salvare le password d’accesso a tutti i siti e alle app web, incluse dell’Home Banking.

Tutte le password vengono salvate in un cloud cifrato e sicuro, dotato di tutti i sistemi di sicurezza più avanzati per impedire l’accesso non autorizzato. In questo modo non è più necessario ricordarsi infinite password diverse, avendo da conservare solo la master password (più i sistemi d’accesso a due fattori, necessari per ottenere una vera sicurezza).

Antimalware, antispyware e anti-ransomware

Per contrastare efficacemente ogni tipo di minaccia informatica e bloccare i più diffusi malware non è sufficiente parlare di un antivirus, ma piuttosto di un antimalware affiancato dai un antispyware.

  • Antimalware: modulo di protezione pensato per bloccare i virus più famosi come trojan, worm, oltre a identificare i file sospetti e i nuovi virus non ancora identificati a livello internazionale (euristica).
  • Antispyware: modulo specifico per bloccare i cookie traccianti, i contenuti indesiderati, i keylogger e altri software pensati per spiare e rubare i dati dell’utente.
  • Anti-ransomware: modulo di protezione per bloccare le azioni dei ransomware, bloccando le cartelle più importanti e impedendo di cifrare altri file o programmi presenti all’interno del PC.

Questi tre elementi devono essere presenti su un antivirus premium; per fortuna tutti i prodotti visti in precedenza presentano moduli di questo tipo, rendendo la scelta del miglior antivirus per Home Banking decisamente più semplice.

Integrazione VPN

La presenza di una connessione VPN renderà decisamente più efficace la protezione del PC o del dispositivo in uso, neutralizzando gli attacchi Man in the middle (tra i più pericolosi e invisibili).

La VPN andrebbe usata ogni volta che ci si connette alla propria piattaforma di Home Banking, soprattutto se ci si trova fuori casa e si sta utilizzando una connessione Wi-Fi non protetta.

 

Altri consigli utili per la sicurezza dei dati bancari

Oltre a scegliere un ottimo antivirus per proteggere l’Home Banking e i sistemi informatici, è necessario seguire anche alcuni semplici consigli di sicurezza, facili da ricordare e da applicare. Questi consigli possono fare la differenza ed evitare di perdere i propri risparmi.

  • Software e app sempre aggiornati: tenendo il sistema operativo e le app installate sempre aggiornate si evita che gli hacker sfruttino bug o exploit su misura, scaricando le ultime patch e gli ultimi upgrade della sicurezza previsti.
  • Evitare l’uso di PC condivisi: è consigliabile usare solo dispositivi personali, non utilizzati da nessun altro, per accedere all’Home Banking. In questo modo si evita che il furto avvenga per colpa di app, file o allegati avviati da uno degli altri utilizzatori del dispositivo in questione.
  • Applicare sistemi di blocco: tutti i dispositivi personali devono essere protetti con un codice PIN, una password, l’impronta digitale o lo sblocco tramite viso, inclusi PC e notebook. Questi livelli di protezione faranno la differenza in caso di smarrimento o furto del dispositivo.
  • Installare suite di sicurezza: non conviene limitarsi ad un semplice antivirus gratuito ma conviene sempre scegliere una suite di sicurezza completa, efficace contro virus, malware, spyware e ransomware e in grado di proteggere la privacy e l’identità dell’utente (come visto approfondendo la suite Norton).
  • Usare la connessione VPN: quando si utilizza una rete Wi-Fi pubblica si può aumentare la sicurezza avviando la connessione cifrateìa e utilizzando la navigazione anonima del browser, in modo da non lasciare tracce dell’accesso (basta chiudere il browser) ed impedire gli attacchi effettuati sul Wi-Fi pubblico.
  • Usare il gestore password: se la suite di sicurezza prevede un password manager conviene utilizzarlo fin da subito, salvando tutte le password personali, generando nuove password difficili da indovinare e monitorando il dark web (con segnalazione in caso di violazione delle password).

In questo modo è possibile impedire agli hacker di intercettare i dati di navigazione e recuperare le credenziali d’accesso per gli account di Home Banking.

 

Conclusioni

Gli attacchi informatici sono all’ordine del giorno e non è consigliabile farsi trovare impreparati. In questo caso conviene scegliere subito una buona suite di sicurezza per l’Home Banking come l’antivirus Norton 360 Deluxe.

Con Norton è possibile beneficiare di una protezione a 360 gradi, grazie all’antivirus di fama mondiale affiancato da vari moduli di protezione contro i ransomware e ogni tipo di spyware, senza dimenticare la connessione VPN e il sistema di gestione delle password, tutti strumenti utili per la lotta contro gli hacker e i malintenzionati.

Domande frequenti sui Migliori Antivirus per Home Banking

Come proteggere l'app della banca?

L’app della banca può essere facilmente protetta installando una suite di sicurezza completa. La “triade” della protezione (antimalware, antispyware e anti-ransomware) è fondamentale, ma non sono da trascurare il gestore delle password e la protezione VPN.

Tra le migliori suite che è possibile scegliere spicca sicuramente Norton 360 Deluxe, che presenta il miglior rapporto qualità prezzo e può essere installata su 5 dispositivi diversi (per esempio sul PC, sul notebook, sul telefono e sul tablet).

Come proteggere i dati bancari?

I dati bancari, come le password d’accesso al sito e le credenziali, possono essere protetti evitando l’uso di PC condivisi, installando una suite di sicurezza di tipo premium (e non quindi antivirus gratuiti), usando la connessione VPN tutte le volte che è necessario (per esempio sulle reti Wi-Fi pubbliche) e tenendo aggiornati tutti i software e le app.

Solo utilizzando tutti i sistemi di protezione e applicando i consigli esposti è possibile proteggersi da attacchi diretti al nostro conto corrente, specie quando si ricevono molte email sospette o molti link sui social di cui non conosciamo le origini.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione nel rispetto del codice etico. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.
Migliori Antivirus del 2024